Ultimi argomenti
» Quesito sui formulari
Da Zertex Ieri alle 3:16 pm

» Imballaggio combinato omologato
Da danytore Ieri alle 9:37 am

» Classificazione corrosivi classe 8
Da danytore Ieri alle 9:29 am

» DPI e Coronavirus
Da Aurora Brancia Ven Mag 22, 2020 12:53 pm

» MUD e stazioni ecologiche
Da sven23 Lun Mag 18, 2020 12:29 pm

» tassa di concessione governativa: pagamento on line
Da Hope Gio Mag 14, 2020 6:14 pm

» Modifica normativa su deposito temporaneo
Da pascozzi Mar Mag 12, 2020 2:09 pm

» Nuovo sistema tracciabilità rifiuti
Da benassaisergio Mer Mag 06, 2020 3:10 pm

» “Percorso” microraccolta
Da Aurora Brancia Lun Apr 27, 2020 2:49 pm

» RIFIUTI PRODOTTI DA RECUPERO RAEE
Da Mariangela Lun Apr 20, 2020 1:20 pm


contributo conai non assolto

Andare in basso

contributo conai non assolto Empty contributo conai non assolto

Messaggio  demagigi il Mar Feb 15, 2011 4:46 pm

Salve a tutti,
ho un quesito che avevo posto tempo fa in vari forum, tra cui anche alla mia associazione e purtroppo senza risposta, spero quì di trovare la soluzione del problema.
Un mio fornitore acquista del materiale elettrico dalla cina per cui quando lo rivende in Italia oltre ad assolvere tutti gli obblighi, deve indicare sulle fatture "contributo conai assolto".
Poiché questa dicitura non compare, indirettamente significa che io sono consapevole del mancato pagamento del conai e quindi in caso di verifica, posso essere anche io sanzionabile perché ritenuto solidalmente responsabile?
Grazie x la cortese risposta
Gigi
demagigi
demagigi
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 15.06.10

Torna in alto Andare in basso

contributo conai non assolto Empty Re: contributo conai non assolto

Messaggio  cirillo il Mer Feb 01, 2012 4:16 pm

Ho letto solo oggi questo tuo quesito giunto oramai al 1° compleanno.
In caso di controllo, sapendo che:
a) la merce è d'importazione,
b) non c'è informazione alcuna relativa all'adempimento del contributo dovuto al Conai nella fattura emessa dal fornitore;
di fatto accetti un imballaggio (o merce imballata) che immetti nel territorio Nazionale senza il dovuto contributo ambientale.
Per questo motivo ritengo che la tua Ditta sia solidamente corresponsabile e, quindi, sanzionabile.
Suggerisco di inviare una raccomandata al fornitore invitandolo a regolarizzare la sua posizione e precisare nella stessa che, qualora non vi provvedesse, sarà tua premura denunciare la cosa al Conai.
Puoi anche fargli presente che, in caso di autodenuncia (ci sono gli appositi stampati nel sito Conai), non avrà sanzioni ma sarà richiesto solo il pagamento delle quote pregresse dovute gravate da interessi.
(autodenunciandosi prima di un'ispezione eviterebbe però le attuali sanzioni che vanno da un minimo di 10.000 ad un massimo di 60.000 € oltre alle quote dovute)
cirillo
cirillo
Moderatore

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 24.05.11
Età : 64
Località : veneto

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum