Ultimi argomenti
» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da SiculaCiclat_TT Oggi alle 10:41 am

» quiz adr 2017
Da tfrab Oggi alle 10:23 am

» NUMERO ADETTI UNITA' LOCALE
Da skywalker2016 Oggi alle 8:54 am

» DOVE TROVARE IL SOFTWARE MUD 2018
Da UB2601 Ieri alle 11:12 am

» Iscrizione all'Albo di mezzi in comodato d'uso gratuito
Da urgada Mar Mar 19, 2019 2:08 pm

» Le Furbate sul Registro Carico Scarico
Da Paolo UD Mar Mar 19, 2019 1:20 pm

» Aiuto giacenza e quantità prodotta mud 2017
Da cirillo Mar Mar 19, 2019 11:13 am

» variazione cer dopo selezione meccanica.
Da isamonfroni Dom Mar 17, 2019 10:58 am

» Piano di emergenza interno degli impianti di stoccaggio e lavorazione rifiuti
Da beltrale Gio Mar 14, 2019 8:35 am

» Pesatura Rifiuti
Da ambieco Mer Mar 13, 2019 5:05 pm


Caldaie e condizionatori

Andare in basso

Caldaie e condizionatori

Messaggio  paolaperazzolo il Lun Gen 31, 2011 10:36 am

Chiedo il vostro aiuto per fare un pò di chiarezza su una questione. Condizionatori e caldaie che vengono sostituiti da un idraulico come vengono gestiti? Ho letto su un post che non sono considerati RAEE. Qualcuno sa dirmi con che CER e se c'è l'obbligo di iscrizione al SISTRI per questo tipo di attività?
Grazie in anticipo a tutti!!!
paolaperazzolo
paolaperazzolo
Membro della community

Messaggi : 47
Data d'iscrizione : 29.09.10
Età : 41
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  paolo valvo il Lun Gen 31, 2011 2:29 pm

troviamo nel modulo da compilare per l'iscrizione RAEE
(puoi consultare anche la guida RAEE no problem del Sistriforum):

TIPOLOGIE RAEE (All. 1B, D.Lgs 151/05)
1. Grande elettrodomestici (con esclusione di quelli fissi di grandi dimensioni).
....
1.15 Altri grandi elettrodomestici utilizzati per riscaldare ambienti ed eventualmente letti e divani
1.17 Apparecchi per il condizionamento come definiti dal D.M. 2 gennaio 2003 del Ministro delle attività produttive
....

per i condizionatori quidi io non avrei dubbi
per le caldaie non saprei dirti con certezza, visto le svariate tipologie di caldaie che si trovano nelle utenze domestiche, infatti nello stesso elenco si trovano altri richiami ad apparecchi elettrici per il riscaldamento
paolo valvo
paolo valvo
Utente Attivo

Messaggi : 328
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 42
Località : Siracusa

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  alex_gio1983 il Mer Lug 06, 2011 11:00 am

Riporto in alto la questione sperando di poter essere d'aiuto a qualcuno.

Ho telefonato all'albo nazionale gestori ambientali in cui uno (sgarbato) interlocutore mi ha confermato che le caldaie che hanno al loro interno apparecchiature elettriche o elettroniche sono considerate raee.

Le vecchie caldaie a nafta/metano che non hanno componenti elettriche sono invece considerate rifiuti speciali pericolosi, ovvero ad obbligo sistri per chi le deve smaltire.

Riepilogando gli adempimenti obbligatori sono:
- Iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali sezione raee
- Compilazione degli schedari di carico e scarico (senza obbligo di vidimazione e nessun obbligo di tenuta dei registri di carico e scarico.)
- Nessun ddt, in quanto è lo schedario che accompagna il raee (è vero?)
- Conferimento del raee al centro di raccolta, che non è obbligato a rilasciare alcunchè (vero?)


alex_gio1983
alex_gio1983
Membro della community

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 08.04.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  VdT il Mer Lug 06, 2011 11:13 am

Permettimi di correggere un attimino il tiro:

Se sono RAEE possono essere ritirati nell'ambito dell'uno contro uno. L'installatore che ritirerà il vecchio alla consegna del nuovo dovrà compilare sicuramente lo schedario di carico e scarico che sarà tenuto presso i locali ove esercita l'attività. Mentre il RAEE appena ritirato sarà accompagnato da DDT semplificato.
Inoltre quando si saranno raggiunti i 3500 kg o comunque allo scadere dei trenta giorni, i RAEE dovranno essere portati presso il centro di raccolta comunale con apposito DDT semplificato e l'addetto del centro di raccolta dovrà firmare e conservare una copia dello stesso.
Gli installatori hanno inoltre l'obbligo di compilare un documento in cui certificano che il RAEE è di provenienza domestica.

Nel caso in cui invece la caldaia non ricada nella definizione dei RAEE allora è necessario che chi procede alla disinstallazione della caldaia si iscriva al SISTRI come produttore del rifiuto in quanto deriva dalla sua attività e che lo affidi ad un trasportatore per il conferimento ad impianto autorizzato o che sia iscritto all'albo gestori ambientali per il trasporto in conto proprio dei rifiuti prodotti dalla sua attività.

VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  alex_gio1983 il Mer Lug 06, 2011 11:16 am

non solo permetto ma ogni tuo intervento è prezioso nonchè gradito.
Grazie per la doverosa correzione.
alex_gio1983
alex_gio1983
Membro della community

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 08.04.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  Supremoanziano il Mer Lug 06, 2011 5:24 pm

VdT ha scritto:Permettimi di correggere un attimino il tiro:

Se sono RAEE possono essere ritirati nell'ambito dell'uno contro uno. L'installatore che ritirerà il vecchio alla consegna del nuovo dovrà compilare sicuramente lo schedario di carico e scarico che sarà tenuto presso i locali ove esercita l'attività. Mentre il RAEE appena ritirato sarà accompagnato da DDT semplificato.
Inoltre quando si saranno raggiunti i 3500 kg o comunque allo scadere dei trenta giorni, i RAEE dovranno essere portati presso il centro di raccolta comunale con apposito DDT semplificato e l'addetto del centro di raccolta dovrà firmare e conservare una copia dello stesso.
Gli installatori hanno inoltre l'obbligo di compilare un documento in cui certificano che il RAEE è di provenienza domestica.

Nel caso in cui invece la caldaia non ricada nella definizione dei RAEE allora è necessario che chi procede alla disinstallazione della caldaia si iscriva al SISTRI come produttore del rifiuto in quanto deriva dalla sua attività e che lo affidi ad un trasportatore per il conferimento ad impianto autorizzato o che sia iscritto all'albo gestori ambientali per il trasporto in conto proprio dei rifiuti prodotti dalla sua attività.


Devo fare i complimenti a VdT per l'estrema competenza e pazienza che dimostra sempre nei riguardi di un argomento come quello dei RAEE verso il quale ho smesso di cercare di capirci qualcosa da quando ho letto da qualche parte (ma mi riprometto di postare il link prima o poi) che le cosidette "catene luminose", per intenderci quelle che si mettono sull'Albero di Natale, non sono RAEE perchè "...il loro scopo non è quello di illuminare, ma di decorare..." e quindi non rientrano nel 151.

...li ho mandati a quel paese...
Supremoanziano
Supremoanziano
Utente Attivo

Messaggi : 1492
Data d'iscrizione : 06.04.11
Località : Casa di riposo

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  VdT il Mer Lug 06, 2011 5:47 pm

Supremoanziano il mondo dei RAEE continua a stupirmi ogni giorno ed ogni giorno mi presenta delle stimolanti sfide per vedere fin dove il legislatore ha deciso di spingersi e fin dove la pratica della gestione dei rifiuti può spingersi compatibilmente a quanto richiesto dalla normativa. E' uno spasso per me.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  Supremoanziano il Mer Lug 06, 2011 5:57 pm

Beato te. Sei giovane ed è giusta la tua curiosità.

Io invece ho una certa età e sono stanco di correre dietro alle farfalle.
Supremoanziano
Supremoanziano
Utente Attivo

Messaggi : 1492
Data d'iscrizione : 06.04.11
Località : Casa di riposo

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  paolo valvo il Mer Lug 13, 2011 12:58 pm

...si è propio vero che il mondo dei RAEE è un vero e propio calderone di idee confuse. Per cercare di togliermi alcuni dubbi sono stato presso le Province della mia zona e morale della favola i dubbi sono aumentati Shocked
Come alcuni di voi sanno io opero in Sicilia, e quì siamo all'età della pietra nella gestione dei rifiuti, quello che però ho capito è che bisogna vedere nel propio territorio come viene interpretata la legge dagli enti controllori, perchè è con loro che si ha a che fare.
Non mi sento di consigliare l'iscrizione al Sistri per i piccoli impiantisti, nella mia zona almeno, in quanto sono altri i problemi ambientali su cui viene puntata l'attenzione, ed ancora aspettiamo i famigerati DM che chiariscano il rapporto SISRTI-RAEE annunciati nel DLgs 205 Rolling Eyes
ma ripeto questo può valere in Sicilia, che citando Isamonfroni, is a world apart
paolo valvo
paolo valvo
Utente Attivo

Messaggi : 328
Data d'iscrizione : 10.09.10
Età : 42
Località : Siracusa

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  VdT il Mer Lug 13, 2011 2:49 pm

Caro Valvo il famoso decreto che spieghi il rapporto sistri-raee dovrebbe spiegare cosa devono fare i distributori di AEE che al momento non sono obbligati. Per quanto riguarda i produttori di rifiuti elettronici invece ricadono nelle varie casistiche del SISTRI.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: Caldaie e condizionatori

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum