SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» multimodal - quantità totale
Da tfrab Ven Apr 12, 2024 2:35 pm

» Tubi fluorescenti ADR SI/NO
Da homer Lun Mar 25, 2024 7:14 pm

» grado riempimento cisterna... e dove cavolo trovo le densità
Da lotus1 Ven Mar 22, 2024 3:54 pm

» quiz esame ADR 2023
Da massimilianom Ven Mar 22, 2024 11:45 am

» MUD 2024 quando si farà?
Da fabiodafirenze Mer Mar 13, 2024 5:52 pm

» abbandono rifiuti all'interno di manufatti
Da marcos79 Dom Mar 10, 2024 3:51 pm

» Abbandono rifiuti su suolo pubblico
Da marcos79 Dom Mar 10, 2024 3:24 pm

» Relazione annuale consulente ADR
Da tfrab Lun Mar 04, 2024 3:10 pm

» Tassa di concessione governativa: va pagata per ciscuna categoria di iscrizione all'Albo
Da urgada Gio Feb 29, 2024 12:39 pm

» ADR - esenzione nomina consulente per sedi operative
Da tfrab Mer Feb 28, 2024 12:44 pm


POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06

3 partecipanti

Andare in basso

POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06 Empty POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06

Messaggio  clmsra Mer Feb 08, 2023 7:04 pm

Scusate, vi sottopongo un'altra questione sulla corretta gestione dei rifiuti provenienti dal trattamento meccanico dell'alluminio (provenienti da carteggiature sbavature, tagli ecc.) di natura polverulenta. Attualmente, almeno nella mia regione, vengono gestiti con un codice EER NON PERICOLOSO e NON SOGGETTI AD ADR. A mio avviso secondo le linee guida sulla corretta classificazione la percentuale di alluminio essendo superiore al 0,1 % (1.000 mg/kg) dovrebbe essere classificate con un EER PERICOLOSO per HP3 e sicuramente ADR numero UN 1396. Vi è mai capitato di approfondire il discorso?, cosa ne pensate?
clmsra
clmsra
Membro della community

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : PESARO

Torna in alto Andare in basso

POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06 Empty Re: POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06

Messaggio  homer Gio Feb 09, 2023 9:38 am

La risposta scontata è che un test sarebbe dirimente; è giusto porsi il problema ma in realtà occorrerebbe sapere molto di più sul processo di origine, granulometria, umidità, tracce di olii etc, e già aiuterebbe ad escludere la piroforicità, che può essere più probabile se a monte c'è un processo termico. Chi ha conosciuto l'alluminio piroforico sa che è abbastanza diverso da quello da trattamento meccanico comune e sa che ci sono metodi sbrigativi per testare la reattività (suggeriti dal 2.2.43.1.1). Escluderei comunque la classificazione cautelativa con HP3.
homer
homer
Utente Attivo

Messaggi : 746
Data d'iscrizione : 24.07.10

Torna in alto Andare in basso

POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06 Empty Re: POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06

Messaggio  tfrab Gio Feb 09, 2023 12:16 pm

concordo con Homer: i materiali piroforici (non solo alluminio, una volta mi capitò una polvere di ittrio cattivella) li ho visti anche prendere fuoco durante il campionamento

se posso aggiungere my two cents, come dicono gli americani:

1. il test, oltre a darti garanzia che la merce non faccia scherzi, è anche un'evidenza a discolpa in caso di problemi, e comunque aiuta a dimostrare una gestione corretta del rifiuto

2. per questo tipo di merci dubbie gli imballaggi combustibili, tipo i big bag, non li consiglierei: i classici fusti metallici se aumenta la temperatura danno molte più garanzie
tfrab
tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 651
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 50
Località : Centro Italia

Torna in alto Andare in basso

POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06 Empty Re: POLVERI DI ALLUMINIO TRA ADR E D.LVO 152/06

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.