Countdown Image
Il SISTRI partirà tra

Il Wiki di SistriForum

 

Accumulatori al piombo esausti

ADR, rifiuti in

Albo Gestori Ambientali, categorie e procedure di iscrizione

Assimilazione dei rifiuti speciali 

Caratterizzazione di base

Centro di raccolta

Classificazione dei rifiuti
Codice CER

Consulente ADR

Deposito temporaneo

Esumazione ed estumulazione, rifiuti da
Etichettatura dei rifiuti

Formulario di identificazione del rifiuto

Imballaggio
Lampade fluorescenti
Perizia dei mezzi di trasporto

Pneumatici fuori uso

Registro di carico e scarico
Responsabile tecnico della gestione rifiuti
Sottoprodotti di origine animale

Spazzamento stradale, rifiuti da

Test di cessione

Toner esausti
Vidimazione

Ultimi argomenti
» peso presunto e peso verificato a destino
Da gianfranco bardella Oggi a 10:02 am

» Organizzazione Deposito Temporaneo - Aggiornamenti
Da Rach3l3 Oggi a 8:42 am

» Gestione RAEE Società di servizi
Da Rach3l3 Oggi a 8:30 am

» Terre e rocce da scavo: (ancora) novità dal DL "Sblocca Italia"
Da Admin Ieri a 3:46 pm

» stoccaggio olio esausto superiore a 500 l
Da luckyluke Ieri a 9:53 am

» fanghi fossa biologica vanno annotati sul registro c/s?
Da cescal64 Dom Ago 31, 2014 9:16 pm

» Imputabilità del Responsabile tecnico per l'Albo gestori ambientali
Da CROCIDOLITE Sab Ago 30, 2014 5:35 pm

» ennesimo problema Sistri: errore "Could not deserialize result from HTTP invoker remote service"
Da MAGI System Sab Ago 30, 2014 4:12 pm

» Assegnazione classe 3 gruppo di imballaggio I senza conoscere il punto iniziale di ebollizione
Da benassaisergio Ven Ago 29, 2014 9:47 pm

» Monitor, lamapade al neon e ADR
Da Giosistri Ven Ago 29, 2014 3:36 pm

» Obbligo nomina consulente ADR
Da Admin Ven Ago 29, 2014 10:54 am

» compenso per R.T. categoria 8
Da armando77 Ven Ago 29, 2014 10:29 am

» Rifiuti. Rifiuti da incidente stradale - CARATTERISTICHE DEI VEICOLI
Da beltrale Ven Ago 29, 2014 10:13 am

» Nuovo regolamento dell'Albo gestori ambientali: lo stato dell'arte
Da Admin Ven Ago 29, 2014 8:41 am

» Obblighi ambientali azienda di confezionamento abiti
Da Ruvie Gio Ago 28, 2014 5:38 pm

» Gestione registro c/s tramite associazione di categoria, limiti quantitativi
Da raimondo Gio Ago 28, 2014 4:44 pm

» C/S Rifiuti extra impianto
Da vitellozzo Gio Ago 28, 2014 4:05 pm

» Rifiuto particolare: Parti anatomiche non riconoscibili in formalina
Da nicola Gio Ago 28, 2014 6:44 am

» Trasporto in c/p e intermediazione
Da CROCIDOLITE Mer Ago 27, 2014 5:44 pm

» Scarico acque dialisi
Da tochio55 Mer Ago 27, 2014 9:13 am

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Accedi

Recuperare la parola d'ordine

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di SISTRI - Forum e tracciabilità rifiuti sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti sul tuo sito sociale bookmarking

Terre da scavo e Piano Scavi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Terre da scavo e Piano Scavi

Messaggio  geofranz67 il Gio Mar 03, 2011 4:13 pm

A chi interessa.... In zona Provincia di Monza e di Milano (da indicazioni ARPA e Provincia Settore Rifiuti) per elaborare un piano di gestione delle terre da scavo (volgarmente Piano Scavi), oltre alle analisi, serve:
- Estratto Mappa
- Estratto PRG/PGT con Vincolistica (a colori)
- Planimetria dell'area di scavo
- Volumi e modalità di scavo
- Sito di destinazione dei terreni, con copia autorizzazione (se cava: estratto Piano Cave Provinciale ed autorizzazione all'attività estrattiva in vigore; se altro: titolo autorizzativo, come DIAP, Permesso Costruire, ecc.)
Mi sono stati respinti Piani privi di quanto sopra

Buon Lavoro a tutti

geofranz67
Partner

Messaggi: 276
Data d'iscrizione: 21.12.10
Età: 46
Località: Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre da scavo e Piano Scavi

Messaggio  Zelia87 il Gio Mar 03, 2011 4:41 pm

ma quando va redatto un piano di scavo?

Zelia87
Utente Attivo

Messaggi: 159
Data d'iscrizione: 01.10.10
Età: 27

Tornare in alto Andare in basso

Quando va elaborato il Piano Scavi

Messaggio  geofranz67 il Ven Mar 04, 2011 8:37 am

Ciao
Il Piano Scavi va elaborato, prima del Pernmesso di Costruire, ogniqualvolta, ai sensi degli artt. 183, 184 e 186 del D.Lgs 152/06 e s.m.ei., che si intenda riutilizzare le Terre da Scavo fuori dall'area di cantiere, senza considerarle rifiuto, ma come sottoprodotto.
Ovvero: ho della mista da vendere alla cava, faccio il Piano Scavi; oppure ho della terra di coltivo da usare per bonifiche agrarie, faccio il Piano Scavi. Ho una terraccia, sporca, con mattoni e stracci, la considero rifiuto (non faccio il Piano Scavi) con il CER 170504 e la porto in discarica oppure ad impianto di recupero.
Naturalmente questi sono alcuni casi, in quanto le opzioni sono molte
Spero di essserti utile
Francesco

geofranz67
Partner

Messaggi: 276
Data d'iscrizione: 21.12.10
Età: 46
Località: Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre da scavo e Piano Scavi

Messaggio  Zelia87 il Ven Mar 04, 2011 8:44 am

geofranz67 ha scritto:Ciao
Il Piano Scavi va elaborato, prima del Pernmesso di Costruire, ogniqualvolta, ai sensi degli artt. 183, 184 e 186 del D.Lgs 152/06 e s.m.ei., che si intenda riutilizzare le Terre da Scavo fuori dall'area di cantiere, senza considerarle rifiuto, ma come sottoprodotto.
Ovvero: ho della mista da vendere alla cava, faccio il Piano Scavi; oppure ho della terra di coltivo da usare per bonifiche agrarie, faccio il Piano Scavi. Ho una terraccia, sporca, con mattoni e stracci, la considero rifiuto (non faccio il Piano Scavi) con il CER 170504 e la porto in discarica oppure ad impianto di recupero.
Naturalmente questi sono alcuni casi, in quanto le opzioni sono molte
Spero di essserti utile
Francesco


Sei stato molto chiaro:

Ma mi viene un dubbio, supponiamo che io operi una demolizione di un vechio edificio e per tanto porti via il materiale di risulta, come rifiuto.

Ora supponiamo che io voglia eseguire uno scavo al fine di ricostruire un nuovo edificio, eseguendo un piano scavi, posso far si che il materiale a questo punto tolto, possa essere riutilizzato in loco per riempire attorno alla fondazioni o devo per forza considerare riufiuto anche questo??

Zelia87
Utente Attivo

Messaggi: 159
Data d'iscrizione: 01.10.10
Età: 27

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre da scavo e Piano Scavi

Messaggio  geofranz67 il Ven Mar 04, 2011 9:25 am

Ciao
Lo scavo sotto la demolizione, una volta analizzato e determinato "pulito" (senza macerie o altro e non contaminato), può essere utilizzato internamente al cantiere senza Piano Scavi e non è rifiuto.
Il Piano Scavi va fatto solo se il materiale viene portato fuori dal cantiere e non vuoi considerarlo rifiuto.
Ci sentiamo

Francesco

geofranz67
Partner

Messaggi: 276
Data d'iscrizione: 21.12.10
Età: 46
Località: Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre da scavo e Piano Scavi

Messaggio  Zelia87 il Ven Mar 04, 2011 10:59 am

a ok..

Ma se invece volessi riutilizzare le stesse macerie all'interno del medesimo luogo dove e avvenuto la demolizione si può fare?

Zelia87
Utente Attivo

Messaggi: 159
Data d'iscrizione: 01.10.10
Età: 27

Tornare in alto Andare in basso

no macerie

Messaggio  geofranz67 il Lun Mar 07, 2011 8:46 am

Per riutilizzare le macerie in sito, essendo le stesse rifiuti, devi farti autorizzare una campagna di trattamento rifiuti in sito. Ti giro le linee guida della Provincia di Milano
La Regione Lombardia con Deliberazione n. 8/10098 del 7 agosto 2009, pubblicata sul BURL - Serie Ordinaria – N. 34 del 24 agosto 2009, ha approvato le linee guida relative alle “procedure per il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio di impianti mobili in ordine allo svolgimento delle singole campagne di attività”. Tale procedura sostituisce il D.d.u.o. 25381/01.
Per impianto mobile si intende una struttura tecnologica unica o, in casi particolari, un assemblaggio di strutture tecnologiche uniche, che possono essere trasportate e installate in un sito per l’effettuazione di campagne di attività di durata limitata nel tempo non superiore a 120 giorni.
L'articolo 208 comma 15 del decreto legislativo n.152/2006 definisce la procedura ordinaria per l'autorizzazione degli impianti mobili di smaltimento e di recupero di rifiuti. I soggetti che intendono utilizzare impianti mobili di smaltimento e di recupero di rifiuti devono presentare domanda alla Provincia per ottenere l'autorizzazione definitiva all'uso dell'impianto
L’impianto mobile deve essere in piena ed esclusiva disponibilità del soggetto che richiede l’autorizzazione anche in caso di società straniera avente sede di rappresentanza in regione Lombardia.
Le operazioni di recupero e/o smaltimento rifiuti a mezzo impianto mobile devono essere svolte esclusivamente dal soggetto autorizzato, e i rifiuti ed i materiali derivanti dal trattamento sono a tutti gli effetti prodotti dal titolare dell’autorizzazione.
Per campagna di attività si intende l’effettuazione delle attività di trattamento rifiuti subordinata alla presentazione, 60 gg prima dell’installazione, di apposita comunicazione da effettuarsi alla Provincia e, per campagne di attività svolte in Regione Lombardia, alla Provincia territorialmente competente e p.c. al Comune, all’ARPA e alla ASL territorialmente competenti.
La procedura relativa alle autorizzazioni e comunicazioni campagne di attività è disciplinata dal D.g.r. n. 8/10098 del 7 agosto 2009 della Regione Lombardia.
L’area interessata dalla movimentazione, dallo stoccaggio e dalle soste operative dei mezzi che intervengono a qualsiasi titolo sul rifiuto, deve essere conforme ai sensi del r.r. 4/06 e realizzata in modo tale da garantire la salvaguardia delle acque di falda e da facilitare la ripresa dei possibili sversamenti.
Nota importante:gli impianti ricadenti per tipologia nell’Allegato IV del D.Lgs 4/2008, sono sottoposti a verifica di assoggettabilità alla VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) ex art. 20 del medesimo decreto.



geofranz67
Partner

Messaggi: 276
Data d'iscrizione: 21.12.10
Età: 46
Località: Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum