SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» quiz esame ADR 2023
Da tfrab Ieri alle 4:42 pm

» Tassa di concessione governativa: va pagata per ciscuna categoria di iscrizione all'Albo
Da urgada Gio Feb 29, 2024 12:39 pm

» ADR - esenzione nomina consulente per sedi operative
Da tfrab Mer Feb 28, 2024 12:44 pm

» Dubbio Registro per Trasporto Organizzato da
Da GiulioHD650 Lun Feb 26, 2024 1:42 pm

» Prescrizioni trasporto UN 3166
Da gam66 Lun Feb 26, 2024 1:17 pm

» Unsurpassed Сasual Dating Live Women
Da marcy111 Sab Feb 24, 2024 11:56 pm

» Break free from traditional dating norms and embrace the best in casual connections.
Da marcy111 Lun Feb 19, 2024 4:14 pm

» MUD 2024 quando si farà?
Da lorilorenzo Mer Feb 14, 2024 5:00 pm

» Trasporto serbatoio vuoti
Da Transporter Lun Gen 29, 2024 11:30 pm

» RENTRI ISTRUZIONI FIR E REGISTRI
Da Paolo UD Mer Gen 24, 2024 9:53 am


regolamento 333/2011 considerazioni

+10
CINZIA85
Gimi
anpachi
stressalmassimo
Mariangela
ceresio18
devidce
carmine
samoht
espodav
14 partecipanti

Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  espodav Ven Lug 22, 2011 9:44 am

siamo sicuri che l'applicabilità è limitata ai soli gestori di impianti di recupero ?
A mio avviso l'intento è di coinvolgere i vari produttori di rifiuti in un sistema virtuoso di gestione dei propri scarti di lavorazione come sottoporodotti bypassando ove applicabile la gestione come rifiuti.
In questi giorni si vedono diverse circolari a firma di acciaierie o commercianti di rottami che chiedono ai loro fornitori ( produttori ) di adeguarsi al Regolamento adottando il famoso sistema di qualità e predisponendo una sorta di autodichiatrazione per certificare la conformità ai contenuti del Regolamento stesso ( assenza radioattività , assenza di gocciolamento olio e altro ancora)
GLi enti di cerificazione si stanno muovendo in tal senso prevedendo appositi micro sistemi di qualità da sottoporre a verifica.
espodav
espodav
Utente Attivo

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 27.04.10
Località : Brianza

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  samoht Ven Lug 22, 2011 11:57 am

Relativamente al regolamento 333/2011 sempre più mi convinco che sia un modo GENIALE per far lavorare gli enti certificatori. Si parla in queste settimane di casta o lobby e penso proprio che qualche pezzo grosso abbia lavorato a fondo per dare nuova linfa al settore.

Di questo sono sempre più convinto in quanto gli impianti di recupero, che siano in ordinaria o in semplificata, già rispettano una serie di imposizioni di Provincie o Regioni e già questo dovrebbe comprovare la "bontà" del loro sistema di gestione, ma molto probabilmete questo non basta più.

Un qualsiasi impianto di recupero allo stato attuale per poter operare deve predisporre relazioni, layout, deve comunicare dove mette questo e dove mette quello e adesso dovrà pure farsi certificare... siamo all'assurdo anche perchè quello che viene fatto ora verrà fatto anche in futuro e se già la Provincia o la Regione accetta come lavoro non vedo perchè non debba andare bene a terzi.
samoht
samoht
Membro della community

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 31.03.11
Località : Trento

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  carmine Ven Lug 22, 2011 3:25 pm

...io mi chiedo...ma se non sono + rifiuti o cessano di essere tali , gli impianti di recupero cosa ne fanno delle autorizzazioni al recupero rilasciate dalle provincie ???? Se non tratto rifiuti......xchè ad esempio la Provincia per rilasciare la Licenza di conto proprio (per il tarsporto) ESIGE l'autorizzaizone allo stoccaggio ???? Adesso anche l'ente certificatore???!!!!Come al solito fatta la legge ...trovato l'inganno! Adesso facciamoli certificare...se ne sono inventata un'altra di str.......zata, come se non bastasse il Sistri . VERGOGNA

samoht ha scritto:Relativamente al regolamento 333/2011 sempre più mi convinco che sia un modo GENIALE per far lavorare gli enti certificatori. Si parla in queste settimane di casta o lobby e penso proprio che qualche pezzo grosso abbia lavorato a fondo per dare nuova linfa al settore.

Di questo sono sempre più convinto in quanto gli impianti di recupero, che siano in ordinaria o in semplificata, già rispettano una serie di imposizioni di Provincie o Regioni e già questo dovrebbe comprovare la "bontà" del loro sistema di gestione, ma molto probabilmete questo non basta più.

Un qualsiasi impianto di recupero allo stato attuale per poter operare deve predisporre relazioni, layout, deve comunicare dove mette questo e dove mette quello e adesso dovrà pure farsi certificare... siamo all'assurdo anche perchè quello che viene fatto ora verrà fatto anche in futuro e se già la Provincia o la Regione accetta come lavoro non vedo perchè non debba andare bene a terzi.
carmine
carmine
Utente Attivo

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 01.02.10

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  carmine Ven Lug 22, 2011 3:39 pm

Mi permetto di fare un'ulteriore replica....anche dovenvo rivedere le autorizzazioni in possesso degli impianti per fare "adeguamento" (chiamiamolo cosi), mi chiedo se altre persone/consulenti sono a conoscienza della situazione a dir poco PENOSA che si è creata in PR di MONZA E BRIANZA !!!! tutte le pratiche spostate da Milano ...che giacciono negli scatoloni DA ANNI.....qualcuno a PER CASO VISTO UN RINNOVO ????? Dal 2008 data di presentazione ????? IO NEMMENO UNO.....e.....ne ho presentati PARECCHI......non 1 o 2 !!!! Cosa modifichiamo?????quello che nemmeno abbiamo !
sono basito.


carmine ha scritto:...io mi chiedo...ma se non sono + rifiuti o cessano di essere tali , gli impianti di recupero cosa ne fanno delle autorizzazioni al recupero rilasciate dalle provincie ???? Se non tratto rifiuti......xchè ad esempio la Provincia per rilasciare la Licenza di conto proprio (per il tarsporto) ESIGE l'autorizzaizone allo stoccaggio ???? Adesso anche l'ente certificatore???!!!!Come al solito fatta la legge ...trovato l'inganno! Adesso facciamoli certificare...se ne sono inventata un'altra di str.......zata, come se non bastasse il Sistri . VERGOGNA

samoht ha scritto:Relativamente al regolamento 333/2011 sempre più mi convinco che sia un modo GENIALE per far lavorare gli enti certificatori. Si parla in queste settimane di casta o lobby e penso proprio che qualche pezzo grosso abbia lavorato a fondo per dare nuova linfa al settore.

Di questo sono sempre più convinto in quanto gli impianti di recupero, che siano in ordinaria o in semplificata, già rispettano una serie di imposizioni di Provincie o Regioni e già questo dovrebbe comprovare la "bontà" del loro sistema di gestione, ma molto probabilmete questo non basta più.

Un qualsiasi impianto di recupero allo stato attuale per poter operare deve predisporre relazioni, layout, deve comunicare dove mette questo e dove mette quello e adesso dovrà pure farsi certificare... siamo all'assurdo anche perchè quello che viene fatto ora verrà fatto anche in futuro e se già la Provincia o la Regione accetta come lavoro non vedo perchè non debba andare bene a terzi.
carmine
carmine
Utente Attivo

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 01.02.10

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  espodav Ven Lug 22, 2011 3:50 pm

provincia Mb sono alla canna del gas.....noi seguiamo circa 7-8 aziende che lavorano sul territorio e si sono trovate nel mezzo del cambiamento da milano a MB.
Bene 2 pratiche disperse nei cartoni 4 in attesa di essere verificate 2 con una sfilza di integrazioni già richiesta da prov di Milano..... che dire....
espodav
espodav
Utente Attivo

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 27.04.10
Località : Brianza

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  devidce Lun Lug 25, 2011 10:17 am

Non dimentichiamo che il ragolamento si applica (per il momento) solo ai rottami ferrosi e all'alluminio. Gli altri metalli sono esclusi, rimanendo rifiuti.
Poi anche tra ferro e alluminio non viene proprio tutto considerato NON rifiuto.
In ogni caso, avendo analizzato nel dettaglio ciò che viene richiesto per la "certificazione" siamo alla follia pura. L'azienda, benche non sia espressamente specificato, nella pratica mette in piedi un sistema di certificazione interno, pieno di carta da compilare e da tenere aggiornata. Ulteriore carico per chi gestisce questo tipo di rifiuti. Unica consolazione è che esce dal campo SISTRI.
Vedremo, Ottobre si avvicina.
devidce
devidce
Utente Attivo

Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 29.07.10

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  ceresio18 Dom Ott 23, 2011 2:36 pm

altro dubbio.....
gli impianti devono nominare un Esperto Qualificato che certifichi l'assenza di radioattività da tutti i carichi come sembrerebbe dal testo o per caso si può fare a campione e l'esperto qualificato può preparare solo le procedure di controllo da applicare e poi le misure si possono fare internamente?
ceresio18
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 05.07.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  Mariangela Lun Ott 24, 2011 1:16 pm

L'esperto qualificato (esterno) viene nominato dall'azienda per la sorveglianza radiometrica, il quale, a sua volta, nomina all'interno dell'azienda (dietro specifico corso di formazione documentato) l'incaricato dei controlli radiometrici e della gestione delle procedure di controllo.
flower
Mariangela
Mariangela
Utente Attivo

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 03.06.10
Età : 59
Località : PROVINCIA DI MILANO

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  ceresio18 Lun Ott 24, 2011 6:38 pm

grazie, domani ho un incontro spero utile e poi potrò confermare anche io.....
ceresio18
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 05.07.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty regolamento 333/2011

Messaggio  stressalmassimo Mar Ott 25, 2011 10:27 am

forse la domanda è stupida,perdonatemi, ma un impianto che recupera rottami ferrosi è obbligato a uscire dalla gestione rifiuti applicando il 333 oppure è facoltativo?

grazie
stressalmassimo
stressalmassimo
Utente Attivo

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 12.11.10

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  anpachi Mar Ott 25, 2011 10:38 am

stressalmassimo ha scritto:forse la domanda è stupida,perdonatemi, ma un impianto che recupera rottami ferrosi è obbligato a uscire dalla gestione rifiuti applicando il 333 oppure è facoltativo?

grazie
se intendi che l'impianto recupera i rottami e li trasforma in mps allora sì è obbligato. non è obbligato se l'impianto tratta solo rifiuti con FIR.
anpachi
anpachi
Utente Attivo

Messaggi : 986
Data d'iscrizione : 16.09.11
Età : 54

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  Gimi Mar Ott 25, 2011 1:28 pm

anpachi ha scritto:se intendi che l'impianto recupera i rottami e li trasforma in mps allora sì è obbligato. non è obbligato se l'impianto tratta solo rifiuti con FIR.
Non è proprio così:
- non è obbligato se fa solo messa in riserva R13 senza alcun trattamento del rifiuto;
- è obbligato se fa anche una sola attività di trattamento (recupero parziale) del rifiuto (ex art. 6, c.4 Reg. 333/2011/UE).
sunny
Gimi
Gimi
Utente Attivo

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 05.02.10
Località : Venezia/Mestre

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty reg 333

Messaggio  CINZIA85 Mar Ott 25, 2011 2:29 pm

SALVE A TUTTI,
volevo fare una domanda;
CON L'ENTRATA IN VIGORE DEL REGOLAMENTO 333 HO DEI DUBBI SU DELLE COSE:
ORA IO QUANDO PRENDO IN CARICO UN FORMULARIO RITIRATO DA UN PRODUTTORE (PER ROTTAME FERROSO) LO TRATTO, LO CERTIFICO E LO VENDO IN ACCIAIERIA O A UN'ALTRO "ROTTAMAIO" CERTIFICATO COME "E O W" OSSIA RIFIUTO NON RIFIUTO OK.

MA SE UN PRODUTTORE/OFFICINA MI VENDE DEL FERRO CHE HA LE CARATTERISTICHE GIA' DI NON RIFIUTO E MI FA IL DDT ANZICHE' IL FORMULARIO CON DESCRIZIONE CECA 50 X ES. POSSO POI RIVENDERLO IN ACCIAIERIA COME "E O W"??? ALTRIMENTI COME CI SI DEVE COMPORTARE???

GRAZIER MILLE
CINZIA85
CINZIA85
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 25.10.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty x Gimi

Messaggio  ceresio18 Mar Ott 25, 2011 5:42 pm

...Uhm...io concordo con Anpachi....
se continuo ad uscire dal mio impianto con FIR non sono tenuto ad adeguarmi al 333.... vedi Circolare della Regione Lombardia del 7 Ottobre 2011
ceresio18
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 05.07.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty x cinzia 85

Messaggio  ceresio18 Mar Ott 25, 2011 5:49 pm

Ciao Cinzia,
il reg 333 è applicabile se ho un rifiuto in ingresso e lo devo far tornare ad essere un prodotto.
Nel caso in cui un produttore mi venda del materiale che non sia classificabile come rifiuto (ad esempio risponda a pieno alla definizione di sottoprodotto) evidentemente non sto trattando un rifiuto...... e quindi non potrò nemmeno farlo passare da rifiuto a prodotto....visto che non è mai diventato rifiuto in precedenza.....

spero di essere stato chiaro...

ciao
ceresio18
ceresio18
Utente Attivo

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 05.07.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  Gimi Mar Ott 25, 2011 6:18 pm

afigio ha scritto:...Uhm...io concordo con Anpachi....
se continuo ad uscire dal mio impianto con FIR non sono tenuto ad adeguarmi al 333.... vedi Circolare della Regione Lombardia del 7 Ottobre 2011
Ok, ma la circolare, con beneficio d'inventario sulla valenza di una circolare, non dice nulla al riguardo mentre l'art. 6 comma 4 parla chiaro.
Riconfermo quindi che se tu fai sola R13 ed esci con FIR, sei esentato;
se fai R4 parziale e conferisci ad un altro rottamaio sei obbligato.
sunny
Gimi
Gimi
Utente Attivo

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 05.02.10
Località : Venezia/Mestre

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty CECA

Messaggio  Ricardo Mar Ott 25, 2011 7:19 pm

signori possibile che non èsi riesce a sapere/accedere alla specifiche CECA (anche a pagamento) complete
bounce
grazie a chi potrà e vorrà aiutarmi
Ricardo
Ricardo
Utente Attivo

Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 02.01.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  koniglaurin Mar Ott 25, 2011 10:14 pm

Gimi ha scritto:
anpachi ha scritto:se intendi che l'impianto recupera i rottami e li trasforma in mps allora sì è obbligato. non è obbligato se l'impianto tratta solo rifiuti con FIR.
Non è proprio così:
- non è obbligato se fa solo messa in riserva R13 senza alcun trattamento del rifiuto;
- è obbligato se fa anche una sola attività di trattamento (recupero parziale) del rifiuto (ex art. 6, c.4 Reg. 333/2011/UE)
ammetto di non capirlo 'sto 333, ma ti segnalo che il comma 4 richiama SOLO il pt. 3.3 degli allegati ed il pt. 3.3 si riferisce SOLO ai trattamenti dei pericolosi. Crying or Very sad

Scusami se nn capisco: ma cos'è un recupero parziale, che nn ho trovato la definizione nel TU ? Embarassed
koniglaurin
koniglaurin
Membro della community

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 26.02.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  anpachi Mer Ott 26, 2011 8:27 am

Il mio intervento si riferiva alla normale gestione dei rottami...mi spiego...se un rottamaio ritira del ferro con il formulario il più delle volte deve decidere se lo venderà ancora come rifiuto o se lo venderà come eow. Difficilmente un rottamaio fa un trattamento parziale al suo rifiuto e lo vende ancora come rifiuto. Perciò con il regolamento 333 alcuni rottamai hanno scelto di non aderire e continueranno a lavorare comprando e vendendo solo con formulario. Se poi uno decide di frantumare o cesoiare il rottame di ferro per motivi di spazio o altro questo passaggio lo conosce solo lui e non è tenuto a specificarlo in qualche scheda.
anpachi
anpachi
Utente Attivo

Messaggi : 986
Data d'iscrizione : 16.09.11
Età : 54

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty 333

Messaggio  CINZIA85 Mer Ott 26, 2011 10:49 am

quindi se io prendo un sottoprodotto non potro' più rivenderlo in acciaieria? oppure posso variare la dicitura e posso comunque venderlo in acciaieria? prima del reg 333 io sia i materiali ferrosi che acquistavo con formulario e sia i materiali che avevano le caratt di mps che acquistavo con ddt le rivendevo alle acciaierie senza problemi unendoli praticamente, ma ora?

scusate ma non ci sto più capendo un tubo con ste nuove leggi che nascono come i funghi...
CINZIA85
CINZIA85
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 25.10.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  geofranz67 Mer Ott 26, 2011 5:49 pm

sto facendo alcune verifiche anche con gli enti certificatori ed alcuni collehi. Tra qualche giorno spero di poter dare il mio contributo al forum
geofranz67
geofranz67
Partner

Messaggi : 416
Data d'iscrizione : 21.12.10
Età : 56
Località : Desio (MB)

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  Gimi Mer Ott 26, 2011 10:52 pm

koniglaurin ha scritto:ammetto di non capirlo 'sto 333, ma ti segnalo che il comma 4 richiama SOLO il pt. 3.3 degli allegati ed il pt. 3.3 si riferisce SOLO ai trattamenti dei pericolosi. Crying or Very sad
Scusami se nn capisco: ma cos'è un recupero parziale, che nn ho trovato la definizione nel TU ? Embarassed
Infatti i soggetti "indiretti" all'obbligo del 333 sono gli autodemolitori e i recuperatori di RAEE, limitatamente a quelli che non completano il recupero dei rifiuti pericolosi nel loro impianto (donde recupero parziale) ma producono altri rifiuti, pericolosi e non pericolosi, che inviano a terzi per il recupero/smaltimento.
Se dunque tu sei un rottamaio che riceve, con FIR, un 160106 (veicoli fuori uso bonificati) ricevi un rifiuto che ha subito uno dei trattamenti di cui al punto 3.3 e quindi devi(!) assicurarti che il tuo fornitore abbia attuato un sistema di qualita'.
Il che corrisponde all'obbligare anche l'autodemolitore che non produce EoW.

@anpachi: comprendo bene quello che scrivi anche se, per l'ultima parte, non lo posso condividere.

@cinzia85: secondo la mia considerazione del 184-bis un sottoprodotto non puo' essere commercializzato liberamente; conosco bene come viene gestito nella normalita' e sono anche conscio che l'avvento del 333, non modifica affatto la situazione pregressa.
sunny



Gimi
Gimi
Utente Attivo

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 05.02.10
Località : Venezia/Mestre

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty dubbio regolamento 333

Messaggio  recuperorottamigisella Ven Nov 25, 2011 12:12 pm

Salve,
qualcuno sa rispondermi a questo atroce dubbio sul regolamento 333?! anche perche non ho trovato nel regolamento una risposta al mio quesito e non so quindi come comportarmi.

GLI SCARTI DI ALLUMINIO, SPEZZONI VARI,PROVENIENTI DALLE ATTIVITA' DI LAVORAZIONE DEGLI INFISSI DEI SERRAMENTISTI, FABBRI, RIENTRANO NELLA PROCEDURA DEL REGOLAMENTO 333????????
SE LI CONFERISCONO LORO STESSI SERRAMENTISTI E FABBRI AL NS IMPIANTO LI POSSIAMO ACCETTARE CON IL LORO DDT SENZA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA'????

recuperorottamigisella
recuperorottamigisella
Membro della community

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 12.05.11

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  Gimi Ven Nov 25, 2011 3:40 pm

Non ci sono limitazioni per accettare i rifiuti dei serramentisti salvo il fatto che non siano costituiti da "alluminio termico".

Ciò che non è possibile è che i serramentisti conferiscano ad un impianto di recupero con DDT:
i serramentisti producono e trasportano un rifiuto e devono conferirlo esclusivamente con formulario.

I produttori originari di rifiuti non possono accedere alla procedura prevista dal 333/2011/UE.
sunny
Gimi
Gimi
Utente Attivo

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 05.02.10
Località : Venezia/Mestre

Torna in alto Andare in basso

regolamento 333/2011 considerazioni Empty Re: regolamento 333/2011 considerazioni

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.