Nuovo centro di messa in riserva e recupero rifiuti inerti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Nuovo centro di messa in riserva e recupero rifiuti inerti

Messaggio  Gresda il Ven Ott 19, 2012 8:39 am

Buongiorno,
sono nuovo del forum e ringrazio anticipatamente tutti coloro che risponderanno alle mie domande.
Un cliente vuole realizzare un centro di messa in riserva (R13) e recupero rifiuti inerti (R5).
Vi chiedo se la prassi che voglio utilizzare è corretta:
1)Autorizzazione alla realizzazione delle opere civili. Si tratta di un lotto compreso all'interno di una piccola zona artigianale.
2)Iscrizione al registro delle imprese che effettuano recupero di rifiuti non pericolosi alla Provincia di competenza.
3)Autorizzazione allo scarico delle acque meteoriche di dilavamento
4)Autorizzazione alla gestione di un impianto mobile per il trattamento dei rifiuti inerti
5)Verifica di assoggettabilità (art. 20) da presentare alla regione
6)Comunicazione di avvio delle attività di messa in riserva e recupero
L'impresa deve iscriversi all'albo nazionale gestori ambientali?
L'impianto mobile una volta autorizzato lo posso usare solo nella sede del centro di recupero?
Grazie
avatar
Gresda
Membro della community

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.10.12
Età : 36
Località : Potenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuovo centro di messa in riserva e recupero rifiuti inerti

Messaggio  isamonfroni il Ven Ott 19, 2012 9:57 am

Ciao, benvenuto sul Forum.

Così a orecchio direi che alcune cose che hai scritto vanno un po' riviste.

Prima di tutto l'impianto mobile. Se uno si compra un impianto mobile lo fa per usarlo fuori dalla sede, non dentro. Pertanto io suggerirei al cliente di valutare bene che cosa vuol fare poi in base a questo definire l'iter procedurale che più o meno è il seguente:

1) stendere un progetto di impianto trattamento in cui si definiscono le caratteristiche qualiquantitative dell'attività, la localizzazione dell'impianto, i volumi di lavoro ecc...
2) verifica di assoggettabilità (art. 20) per la sola attività R5 e se si superano i quantitativi di 10 ton/giorno
3) istanza di autorizzazione da presentare in provincia. Occhio che l'impianto mobile si deve autorizzare solo in ordinaria - art. 208,c.15 per poterlo usare anche fuori, e per la semplificata devi essere certo di poter rispettare tutte le prescrizioni del DM5/02/98 e smi anche quelle relative ai quantitativi max lavorabili
4) autorizzazione agli scarichi e alle emissioni (se ne ricorrono i presupposti)
5) permesso a costruire (ex licenza edilizia) in Comune


_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12420
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Nuovo centro di messa in riserva e recupero rifiuti inerti

Messaggio  Gresda il Ven Ott 19, 2012 12:09 pm

Grazie Isa.
Quindi se il committente volesse realizzare un impianto di trattamento e recupero in procedura semplificata, mi conviene installare un impianto fisso?
è possibile autorizzare l'impianto mobile in semplificata?
avatar
Gresda
Membro della community

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.10.12
Età : 36
Località : Potenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuovo centro di messa in riserva e recupero rifiuti inerti

Messaggio  isamonfroni il Ven Ott 19, 2012 6:43 pm

Gresda ha scritto:Grazie Isa.
Quindi se il committente volesse realizzare un impianto di trattamento e recupero in procedura semplificata, mi conviene installare un impianto fisso?
è possibile autorizzare l'impianto mobile in semplificata?

Il problema non è la convenienza ma di avere chiaro in mente che cosa si vuole fare e quali sono i requisiti da rispettare per farlo.

Gli impianti mobili nascono per andare in giro per il territorio e per essere noleggiati nei vari cantieri. Si autorizzano in ordinaria (art. 208, c.15) e bisogna dare comunicazione della campagna di noleggio 2 mesi prima di attivarla.

Circa la possibilità di autorizzarlo con procedura semplificata sono scettica, personalmente se io fossi la tua provincia non te lo autorizzerei, per questo semplice motivo: il requisito principale per effettuare un'attività di recupero agevolato è quello di avere un posto in cui farlo, localizzato nel rispetto di tutte le norme urbanistiche, con caratteristiche ben precise e dentro il quale si effettuano le attività in modo esattamente conforme a quanto stabilito negli allegati al DM05/02/98.

Se tu proponi un impianto mobile, io già ti chiederei: se lo sposti per andare in cantiere a fare una campagna, intanto dove le svolgi le attività di recupero? E come vedi cade il requisito principale.

Torno a dire, il quid non è la convenienza, ma la ratio della norma che i consulenti ambientali dovrebbero conoscere.

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12420
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuovo centro di messa in riserva e recupero rifiuti inerti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum