Ultimi argomenti
» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da SiculaCiclat_TT Oggi alle 10:41 am

» quiz adr 2017
Da tfrab Oggi alle 10:23 am

» NUMERO ADETTI UNITA' LOCALE
Da skywalker2016 Oggi alle 8:54 am

» DOVE TROVARE IL SOFTWARE MUD 2018
Da UB2601 Ieri alle 11:12 am

» Iscrizione all'Albo di mezzi in comodato d'uso gratuito
Da urgada Mar Mar 19, 2019 2:08 pm

» Le Furbate sul Registro Carico Scarico
Da Paolo UD Mar Mar 19, 2019 1:20 pm

» Aiuto giacenza e quantità prodotta mud 2017
Da cirillo Mar Mar 19, 2019 11:13 am

» variazione cer dopo selezione meccanica.
Da isamonfroni Dom Mar 17, 2019 10:58 am

» Piano di emergenza interno degli impianti di stoccaggio e lavorazione rifiuti
Da beltrale Gio Mar 14, 2019 8:35 am

» Pesatura Rifiuti
Da ambieco Mer Mar 13, 2019 5:05 pm


Vendere un RAEE - chiarimento

Andare in basso

Vendere un RAEE - chiarimento

Messaggio  lucaloralamia il Mar Apr 17, 2012 4:11 pm

Ciao a tutti,
sono luca e sono nuovissimo di questo forum.
Mi sto da poco interessando degli argomenti relativi alla classificazione e alla gestione dei rifiuti.Leggendo il forumo ho trovato un topic che ricalca una problematica che sto affrontando ma non mi è chiara la risposta. Admin rispondeva che "occorre prestare la massima attenzione alle "finte vendite" che mascherano movimentazioni di rifiuti.
Se la troncatrice funziona e l'acquirente continuera' ad usarla per "troncare", allora e' una vendita di usato. Se, invece, ne fara' altri usi (ad es. rivendendola ad un rottamatore) allora va applicata la disciplina dei rifiuti, con le conseguenze del caso.
Anche da un punto di vista fiscale l'azienda deve dimostrare con FIR se ha alienato il cespite come rifiuto, e non basta il CER sulla fattura di vendita."


La mia domanda è quindi: come fa il venditore a sapere che un bene che risulta ancora funzionante non sia poi invece usato per il recupero dei materiali. E' corretto pensare che a quel punto il venditore se ne infischia in quanto è il compratore che diventa produttore del rifiuto e che quindi ha gli oneri di gestione conforme dello stesso?

Se nvece vendo un pc rotto sto effettivamente vendendo un rifiuto come un bene funzionante e quindi sto compiendo un illecito ... e corretto?

Scusate se non sono ancora pratico delle modalità di questo forum.
Saluti e grazie infinite.
lucaloralamia
lucaloralamia
Nuovo Utente

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 17.04.12

Torna in alto Andare in basso

Re: Vendere un RAEE - chiarimento

Messaggio  Admin il Mar Apr 17, 2012 4:19 pm

Agli occhi di un organo di controllo, la questione è più semplice di quanto possa apparire.
Chi può avere interesse ad acquistare dei rifiuti elettronici per farne recupero di materiali?
Un impianto di trattamento rifiuti (più o meno autorizzato).
In che quantitativi? In grossi quantitativi.
A quale prezzo? Al valore di mercato del bene (e non ad un prezzo simbolico).
Anche al venditore più sprovveduto apparirà chiaro come il sole se sta vendendo dei beni (ed in quel caso l'acquirente si preoccuperà dello stato d'uso, del corretto funzionamento) o dei rifiuti.
Attenzione: i rifiuti possono anche essere venduti, ma vanno gestiti come tali e non come beni.
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Re: Vendere un RAEE - chiarimento

Messaggio  lucaloralamia il Mar Apr 17, 2012 8:45 pm

Ciao Admin e grazie mille per la tua prontissima risposta!
Hai ragione, probabilmente sono io che (avendo a che fare con fraud management) sono un pò deviato.
In soldoni gli scenari che mi ponevo sono del tipo seguente:
una società che ha, ad esempio, alcuni/molti pc obsoleti con magari solo qualche componente non funzionante (es. la scheda video rotta, il disco rigido rotto, ...) che li vende a una società di trading di componenti informatici che sostituisce la scheda e "rigenera" il PC per poi venderlo o che può recuperare le parti ancora decenti del PC obsoleto funzionanti per rivenderle o per assemblare altri PC.

In questo caso il valore del mercato del bene è quasi nullo.
Ma al venditore può far più comodo vendere il bene a valore simbolico piuttosto che pagare lo smaltimento dell'asset obsoleto o "parzialmente non funzionante" cme rifiuto.
Dove è il mio errore?
Ho letto qualche cosa riguardo la "rottamazione indiretta" e la vendita dei beni “in blocco”.

Saluti e grazie per i chiarimenti
lucaloralamia
lucaloralamia
Nuovo Utente

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 17.04.12

Torna in alto Andare in basso

Re: Vendere un RAEE - chiarimento

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum