Ultimi argomenti
» classidicazione motore marino fuoribordo
Da gipeto Ieri alle 1:15 pm

» TAR Milano sent. 01782/2018
Da Admin Sab Ago 18, 2018 3:22 pm

» vasca interrata
Da rao_gpp Ven Ago 17, 2018 2:22 am

» Incidente Borgo Panigale
Da valterb Mer Ago 15, 2018 1:22 pm

» centro di raccolta e sanzioni
Da Admin Ven Ago 10, 2018 6:09 pm

» Un po' di storia...
Da Admin Gio Ago 09, 2018 3:54 pm

» Fatturazione in rapporto di intermediazione rifiuti
Da Paolo UD Mer Ago 08, 2018 10:12 am

» SISTRI 2.0 ?
Da fabiodafirenze Mar Ago 07, 2018 6:05 pm

» Smaltimento fusti ferro
Da Admin Dom Ago 05, 2018 2:34 pm

» Punto vendita AEE e obbligo schedario
Da marcogio85 Dom Ago 05, 2018 2:12 pm


regolam. CE 333/2011: gestione di sfridi e rottami di alluminio

Andare in basso

regolam. CE 333/2011: gestione di sfridi e rottami di alluminio

Messaggio  matogrosso il Mer Ott 26, 2011 12:57 pm

In riferimento al regolamento CE n. 333/2011, chiedo cortesemente informazioni relative all'applicazione del suddetto regolamento, nello specifico riguardo gli sfridi e i rottami di alluminio:

I° - un serramentista che produce nel suo ciclo produttivo scarti di alluminio, in che modo deve comportarsi non avendo un sistema di qualità e cede gli scarti di alluminio ad un'azienda del settore che effettua la raccolta gratuitamente?
II° - l'azienda che commercializza profili di alluminio ed effettua un servizio di raccolta dei rottami di alluminio presso i propri clienti (serramentisti), come deve ritirarli applicando il suddetto regolamento?
III° - l'azienda (certificata ISO-9001) che ha accumulato (rottami di alluminio dai serramentisti) e prodotto nel proprio sito rottami di alluminio come deve applicare il regolamento?
Considerato che invia il rottame di alluminio presso le fonderie?

Grazie


avatar
matogrosso
Nuovo Utente

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 24.02.11
Età : 56
Località : Catanzaro

Torna in alto Andare in basso

Re: regolam. CE 333/2011: gestione di sfridi e rottami di alluminio

Messaggio  Gimi il Mer Ott 26, 2011 11:05 pm


I - un produttore originario di rifiuti non puo' produrre EoW;
se cede i propri rottami ad un terzo che non li riutilizza direttamente, sono rifiuti;
II - se ritira rottami dai propri clienti deve essere autorizzata al trasporto ed allo
stoccaggio; in questo secondo caso se ottiene autorizzazione anche per il recupero
puo' fare EoW secondo il reg. 333;
III - se produce rottami dalla propria attivita' puo' cederli in fonderia come sottoprodotti;
Per i rottami provenienti da terzi vale la condizione del punto II.
sunny
avatar
Gimi
Utente Attivo

Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 05.02.10
Località : Venezia/Mestre

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum