Ultimi argomenti
» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da gianfranco bardella Ieri alle 3:45 pm

» Contenuti minimi autorizzazione
Da isamonfroni Ieri alle 11:03 am

» combustione spontanea: ADR e rifiuti
Da Aurora Brancia Ieri alle 1:06 am

» società concessionaria sui formulari
Da vaghestelledellorsa Mar Dic 11, 2018 8:55 pm

» RIUTILIZZO PROPRI SCARTI DI PRODUZIONE
Da jolly Mar Dic 11, 2018 4:42 pm

» Albo e "circolari fantasma"
Da PiazzaPulita Dom Dic 09, 2018 9:38 am

» Batterie al piombo e ADR
Da Enrico Sab Dic 08, 2018 11:17 pm

» ESCLUSIONE NOMINA CONSULENTE ADR
Da AlessandroC Ven Dic 07, 2018 7:42 pm

» Rigenerazione rifiuti in conto lavorazione
Da ilmonty Gio Dic 06, 2018 4:38 pm

» Bozza DL "semplificazioni": novità in vista sull'EoW
Da matteorossi Gio Dic 06, 2018 2:04 pm


NOTA ESPLICATIVA DELLA PROROGA

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

021010

Messaggio 

NOTA ESPLICATIVA DELLA PROROGA




quindi confermato obbligo doppio binario dal 1 ottobre ma senza multe?
che ne pensate?

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
armando77
Utente Attivo

Messaggi : 399
Data d'iscrizione : 16.02.10

Torna in alto Andare in basso

- Argomenti simili
Condividi questo articolo su: diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

NOTA ESPLICATIVA DELLA PROROGA :: Commenti

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 9:49 am  nistico

mi sembra evidente che possiamo finalmente testare in concreto il sistema con questo doppio binario ... almeno non essendo previste multe possiamo utilizzare questi 3 mesi x impararlo come si deve ... tra l'altro non so se avete già saputo ma il tempo della teleprenotazione è sceso da 4 ore a 2 ore! Non è molto per chi come me raccoglie i veicoli fuori uso e la teleprenotazione rallenterà di molto il processo di ritiri ma è già qualcosa lo scalaggio di queste ore Very Happy In ogni caso ieri c'è stata la riunione CAR e si è parlato di quello che ormai sapete già quindi ufficializzazione della proroga, doppio sistema fino al 31/12/10 e poi sono state riassunte le operazioni tipo:
1) Con l’inserimento della chiavetta USB in un computer collegato ad internet, l’operatore si collega al sistema centralizzato. La registrazione prevede due sezioni: “registro cronologico” e “area movimentazione rifiuto”.
2) La sezione “registro cronologico” è compilata dal produttore/detentore del rifiuto entro 10 giorni lavorativi dalla produzione del rifiuto stesso. Quando il produttore/detentore decide di avviare a recupero/smaltimento un rifiuto deve chiamare il trasportatore.
3) Almeno due ore prima di effettuare il trasporto di un rifiuto pericoloso il trasportatore compila la sezione “area movimentazione” già predisposta dal produttore. Il conducente porta con sè sul veicolo la stampa della scheda e chiavetta USB. Alla fine del carico dei rifiuti il conducente inserisce la chiavetta USB nel PC del produttore.
4) Il destinatario dopo aver verificato tipologie e quantità di rifiuti in entrata accederà alla sezione “area movimentazione” relativa al carico ricevuto e compilerà la voce “quantità accettata”.

E per ultimo la conferma che nessun organo accertatore può permettersi alcuna contestazione nei nostri impianti prima del 01/01/2011 ... naturalmente non può applicare sanzioni in merito a Sistri se il cartaceo è in ordine come confermato poi dal decreto pubblicato mentre noi stavamo facendo riunione Rolling Eyes
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 12:19 pm  annariri

Chi mi chiarisce questo dubbio?
se un trasportatore ha i dispositivi, ma si reca da un produttore che ne è sprovvisto o se lo è il destinatario (quindi non c'è la catena 3 su 3) deve utilizzare lo stesso sistri e cartaceo? O meglio: può fregarsene del sistri temporeggiare e continuare a lavorare così come ha sempre fatto? So che non gli verranno applicate per ora sanzioni, ma nel decreto pare che chiunque sia dotato dei dispositivi DEBBA usare doppio canale mentre dal manuale mi pare di cogliere un FORTEMENTE CONSIGLIATO l'utilizzo del sistri per prenderne familiarità. Qualcuno sa rispondermi?

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 12:25 pm  nistico

alla riunione alla quale ho partecipato ieri hanno spiegato che si coloro che sono dotati devono già usarlo indipendentemente dal fatto che il proprio partners non sia ancora pronto ... in questi casi bisogna lavorare in regime di "assenza di connessione" quindi tu che sei "attrezzato" inserisci i dati, stampi la scheda e la fai firmare al produttore ...

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 2:08 pm  ircstina

ma se ad esserne sprovvisto è anche il gestore?
come fa il trasportatore a fare lo scarico?

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 3:06 pm  marcosperandio

ircstina ha scritto:ma se ad esserne sprovvisto è anche il gestore?
come fa il trasportatore a fare lo scarico?
Il gestore firmerà la scheda e dovrà poi definire come trasmetterla a produttore (immagino come avviene ora con quarta copia del FIR).
Immagino che non sarà ovviamente possibile chiudere il movimento su sistri.

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 3:33 pm  Admin

l conducente porta con sè sul veicolo la stampa della scheda e chiavetta USB.
Da procedura la scheda va stampata presso la sede del produttore.
In tal modo e' completa anche di data ed ora di inizio trasporto.

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 4:37 pm  annariri

ircstina ha scritto:ma se ad esserne sprovvisto è anche il gestore?
come fa il trasportatore a fare lo scarico?

Grazie a tutti per le vostre risposte, ma ...
Se non ho compreso male, io dovrei inserirmi nella scheda che il produttore deve aprire per primo, nella quale come "movimentazione" io dovrei inserire targa veicolo, nome conducente, ecc. Poi stampare la scheda e tenerla a bordo fino a completamento del viaggio. Ma se il mio produttore non mi ha aperto la sua scheda di inserimento del carico, io dove vado a movimentare il mio viaggio? c'è qualcosa che non mi torna o forse (ed è assai probabile) io non ho compreso bene i passaggi.

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 4:55 pm  nistico

dovresti poter movimentare il trasporto con la usb trasportatore della sede legale perchè è lo stesso procedimento dei privati quindi nei casi in cui il prod. non è iscritto dovremmo inserire i dati con la usb trasp. poi stampare la scheda, farla firmare al cliente e integrare sul camion (con l'altra chiavetta) i dati riguardanti il percorso ... almeno io l'ho interpretata così vedremo ulteriori sviluppi studiando a fondo i manuali. Wink

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 4:59 pm  riger

La nota esplicativa dice che, in caso di mancanza dei dispositivi ad uno degli attori, si applica l'art.6 comma 4 del DM 17/12:

la compilazione della scheda e' effettuata, per conto di tale soggetto e su sua dichiarazione, da sottoscriversi su copia stampata della scheda, dal soggetto tenuto alla compilazione della parte precedente o successiva della scheda medesima.

Bene, io sono trasportatore, ma benché continui a girare a zonzo per il sistri (3 pagine, non che ci sia molto da girare)... e l'unica scheda che posso compilare è quella aperta dal produttore. Quindi che faccio?
Stesso problema se ritiro da un produttore <10, come gliela apro la scheda?

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 5:45 pm  annariri

Riger ha scritto:
"Bene, io sono trasportatore, ma benché continui a girare a zonzo per il sistri (3 pagine, non che ci sia molto da girare)... e l'unica scheda che posso compilare è quella aperta dal produttore. Quindi che faccio?
Stesso problema se ritiro da un produttore <10, come gliela apro la scheda?"

e io lo quoto totalmente. Non ho provato materialmente per cui quello che asserisco mi deriva solo dalla lettura dei manuali (e che manuali!!). Secondo quello che ho capito io, il trasportatore con la sua USB (quella della sede) è in grado solo di entrare nella scheda "movimentazione rifiuti" aperta dal produttore (quella che poi si deve stampare), per cui se questa non c'è, cosa fa? A mio parere non può che continuare a compilare il Fir, fino a quando troverà un produttore che ha anche lui la sua bella chiavetta, poi ambedue si troveranno ad arrovellarsi il cervello e ad incavolarsi di brutto, provando ad operare con pin, password, mappe etc., come apprendo dagli altri topic del forum

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 8:20 pm  paolo valvo

Secondo quello che ho capito io, il trasportatore con la sua USB (quella della sede) è in grado solo di entrare nella scheda "movimentazione rifiuti" aperta dal produttore (quella che poi si deve stampare), per cui se questa non c'è, cosa fa?

il trasportatore si reca dal produttore con una scheda di movimentazione in bianco che firmano entrambi in duplice copia...il produttore la dovrà conservare per cinque anni..ecc, ecc climb

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 9:53 pm  silver

paolo valvo ha scritto:
Secondo quello che ho capito io, il trasportatore con la sua USB (quella della sede) è in grado solo di entrare nella scheda "movimentazione rifiuti" aperta dal produttore (quella che poi si deve stampare), per cui se questa non c'è, cosa fa?

il trasportatore si reca dal produttore con una scheda di movimentazione in bianco che firmano entrambi in duplice copia...il produttore la dovrà conservare per cinque anni..ecc, ecc climb

sì ma in questo modo si perde la tracciabilità del rifiuto, in teoria dovrebbe essere come dice riger, io (trasportatore) apro compilo (anche i campi del produttore) e stampo la scheda, il conducente inserisce la chiavetta nel pc della sede trasportatore e poi parte per andare con scheda in duplice copia dal produttore, poi fa firmare e lascia una copia, poi prosegue fino al destinatario finale che se non ha il sistri continua con il cartaceo, il conducente inserirà la USB per segnalare la fine del trasporto appena giunto dal destinatario; se però non c'è l'aria apposita per questa procedura non vedo altre alternative che agire come dice Paolo.
Altre idee? Smile

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 10:04 pm  marcosperandio

silver ha scritto:
paolo valvo ha scritto:
Secondo quello che ho capito io, il trasportatore con la sua USB (quella della sede) è in grado solo di entrare nella scheda "movimentazione rifiuti" aperta dal produttore (quella che poi si deve stampare), per cui se questa non c'è, cosa fa?

il trasportatore si reca dal produttore con una scheda di movimentazione in bianco che firmano entrambi in duplice copia...il produttore la dovrà conservare per cinque anni..ecc, ecc climb

sì ma in questo modo si perde la tracciabilità del rifiuto, in teoria dovrebbe essere come dice riger, io (trasportatore) apro compilo (anche i campi del produttore) e stampo la scheda, il conducente inserisce la chiavetta nel pc della sede trasportatore e poi parte per andare con scheda in duplice copia dal produttore, poi fa firmare e lascia una copia, poi prosegue fino al destinatario finale che se non ha il sistri continua con il cartaceo, il conducente inserirà la USB per segnalare la fine del trasporto appena giunto dal destinatario; se però non c'è l'aria apposita per questa procedura non vedo altre alternative che agire come dice Paolo.
Altre idee? Smile
Sia il manuale che le spiegazioni danno esattamente la risposta di riger.
Certo che se attualmente non è possibile da parte del trasportatore aprire una scheda informatica (io sono impianto non ho la possibilità di verificare anche perchè tanto il sistema non mi fa operare) non rimane che stampare schede in bianco (ma almeno quelle si riescono a fare???).
Saluti.
Marco

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 02, 2010 10:13 pm  ircstina

anche io come impianto non sono ancora abilitato almeno cos i dicono dopo essere entrata nel portale
riesco ad operare solo come trasportatore ...ma in effetti non si spiega come movimentare il rifiuto per conto
del produttore non ancora dotato di usb

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 11:35 am  riger

marcosperandio ha scritto:
silver ha scritto:
paolo valvo ha scritto:
Secondo quello che ho capito io, il trasportatore con la sua USB (quella della sede) è in grado solo di entrare nella scheda "movimentazione rifiuti" aperta dal produttore (quella che poi si deve stampare), per cui se questa non c'è, cosa fa?

il trasportatore si reca dal produttore con una scheda di movimentazione in bianco che firmano entrambi in duplice copia...il produttore la dovrà conservare per cinque anni..ecc, ecc climb

sì ma in questo modo si perde la tracciabilità del rifiuto, in teoria dovrebbe essere come dice riger, io (trasportatore) apro compilo (anche i campi del produttore) e stampo la scheda, il conducente inserisce la chiavetta nel pc della sede trasportatore e poi parte per andare con scheda in duplice copia dal produttore, poi fa firmare e lascia una copia, poi prosegue fino al destinatario finale che se non ha il sistri continua con il cartaceo, il conducente inserirà la USB per segnalare la fine del trasporto appena giunto dal destinatario; se però non c'è l'aria apposita per questa procedura non vedo altre alternative che agire come dice Paolo.
Altre idee? Smile
Sia il manuale che le spiegazioni danno esattamente la risposta di riger.
Certo che se attualmente non è possibile da parte del trasportatore aprire una scheda informatica (io sono impianto non ho la possibilità di verificare anche perchè tanto il sistema non mi fa operare) non rimane che stampare schede in bianco (ma almeno quelle si riescono a fare???).
Saluti.
Marco


macché, non fa nemmeno le schede in bianco... speriamo di vedere qualche aggiornamento domani...

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 12:39 pm  marcosperandio

riger ha scritto:
marcosperandio ha scritto:
silver ha scritto:
paolo valvo ha scritto:
Secondo quello che ho capito io, il trasportatore con la sua USB (quella della sede) è in grado solo di entrare nella scheda "movimentazione rifiuti" aperta dal produttore (quella che poi si deve stampare), per cui se questa non c'è, cosa fa?

il trasportatore si reca dal produttore con una scheda di movimentazione in bianco che firmano entrambi in duplice copia...il produttore la dovrà conservare per cinque anni..ecc, ecc climb

sì ma in questo modo si perde la tracciabilità del rifiuto, in teoria dovrebbe essere come dice riger, io (trasportatore) apro compilo (anche i campi del produttore) e stampo la scheda, il conducente inserisce la chiavetta nel pc della sede trasportatore e poi parte per andare con scheda in duplice copia dal produttore, poi fa firmare e lascia una copia, poi prosegue fino al destinatario finale che se non ha il sistri continua con il cartaceo, il conducente inserirà la USB per segnalare la fine del trasporto appena giunto dal destinatario; se però non c'è l'aria apposita per questa procedura non vedo altre alternative che agire come dice Paolo.
Altre idee? Smile
Sia il manuale che le spiegazioni danno esattamente la risposta di riger.
Certo che se attualmente non è possibile da parte del trasportatore aprire una scheda informatica (io sono impianto non ho la possibilità di verificare anche perchè tanto il sistema non mi fa operare) non rimane che stampare schede in bianco (ma almeno quelle si riescono a fare???).
Saluti.
Marco
Leggendo il manuale smaltitore pubblicato su sistri dovrebbe avere un sacco di funzioni (anche quella conducente).
Speriamo domani di riuscire a fare qualcosa in più!!

macché, non fa nemmeno le schede in bianco... speriamo di vedere qualche aggiornamento domani...

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 1:50 pm  Costy

Facciamo un'altro esempio più semplice: se tutti i soggetti coinvolti (prodottuore, trasportatore e gestore) hanno i dispositivi USB come devo comportarmi? Sono obbigato ad usare il Sistri e il cartaceo quindi il doppio binario, o posso usare solo il cartaceo in attesa di chiarimenti circa il funzionamento del sistema?
Mi autorispondo: secondo me, dal momento che non sono previste sanzioni, se uso solo il cartaceo, nessuno può contestarmi qualcosa. Giusto?

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 2:11 pm  marcosperandio

Costy ha scritto:Facciamo un'altro esempio più semplice: se tutti i soggetti coinvolti (prodottuore, trasportatore e gestore) hanno i dispositivi USB come devo comportarmi? Sono obbigato ad usare il Sistri e il cartaceo quindi il doppio binario, o posso usare solo il cartaceo in attesa di chiarimenti circa il funzionamento del sistema?
Mi autorispondo: secondo me, dal momento che non sono previste sanzioni, se uso solo il cartaceo, nessuno può contestarmi qualcosa. Giusto?

Secondo la nota esplicativa sembrerebbe di sì ma effettivaemente se non ubbidiamo alla mamma Presti che ci fanno???
ci sculacciano???
marco

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 2:22 pm  Costy

Faccio un'altra considerazione: fermo restando il fatto che sarebbe opportuno usare subito il Sistri, io sono del parere che per evitare confusione, problemi, incavolature varie, notevoli perdite di tempo e quindi denaro, conviene usare il sistema cartaceo fino al 31 dicembre, dopo, a tale data si farà la giacenza finale sul registro cartaceo che verrà riportata sul registro cronologico Sistri. Cosa ne pensate? Faccio questa considerazione perchè sono convinto che a tutt'oggi e anche nei mesi successivi, ci sono parecchi dubbi circa la compilazione del Sistri, dubbi che una persona che lavora non può avere. Nel frattempo si può incominciare a conoscere il sistema dal punto di vista formale. Ciao

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 2:37 pm  riger

Costy ha scritto:Faccio un'altra considerazione: fermo restando il fatto che sarebbe opportuno usare subito il Sistri, io sono del parere che per evitare confusione, problemi, incavolature varie, notevoli perdite di tempo e quindi denaro, conviene usare il sistema cartaceo fino al 31 dicembre, dopo, a tale data si farà la giacenza finale sul registro cartaceo che verrà riportata sul registro cronologico Sistri. Cosa ne pensate? Faccio questa considerazione perchè sono convinto che a tutt'oggi e anche nei mesi successivi, ci sono parecchi dubbi circa la compilazione del Sistri, dubbi che una persona che lavora non può avere. Nel frattempo si può incominciare a conoscere il sistema dal punto di vista formale. Ciao
al 1.1.2011 ti troveresti a non sapere dove mettere le mani, e a perdere tempo e denaro quando alternative non ne hai.
Sono in disaccordo col decreto quando parlano di OBBLIGO per le aziende in possesso dei dispositivi di usare il sistri già da subito, ma credo che snobbarlo fino al 1.1 sia controproducente.... io l'avrei messa più come facoltà, in quanto molti non hanno i dispositivi, le procedure tanto declamate per sopperire, in qualità di soggetto precedente o successivo, non ci sono e anche chi ha le chiavi si trova davanti a ridicoli messaggi di errori di certificato o addirittura entra ma gli si dice "utente non ancora abilitato"!! beato regime sanzionatorio assente...

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 3:26 pm  Costy

riger ha scritto:
Costy ha scritto:Faccio un'altra considerazione: fermo restando il fatto che sarebbe opportuno usare subito il Sistri, io sono del parere che per evitare confusione, problemi, incavolature varie, notevoli perdite di tempo e quindi denaro, conviene usare il sistema cartaceo fino al 31 dicembre, dopo, a tale data si farà la giacenza finale sul registro cartaceo che verrà riportata sul registro cronologico Sistri. Cosa ne pensate? Faccio questa considerazione perchè sono convinto che a tutt'oggi e anche nei mesi successivi, ci sono parecchi dubbi circa la compilazione del Sistri, dubbi che una persona che lavora non può avere. Nel frattempo si può incominciare a conoscere il sistema dal punto di vista formale. Ciao
al 1.1.2011 ti troveresti a non sapere dove mettere le mani, e a perdere tempo e denaro quando alternative non ne hai.
Sono in disaccordo col decreto quando parlano di OBBLIGO per le aziende in possesso dei dispositivi di usare il sistri già da subito, ma credo che snobbarlo fino al 1.1 sia controproducente.... io l'avrei messa più come facoltà, in quanto molti non hanno i dispositivi, le procedure tanto declamate per sopperire, in qualità di soggetto precedente o successivo, non ci sono e anche chi ha le chiavi si trova davanti a ridicoli messaggi di errori di certificato o addirittura entra ma gli si dice "utente non ancora abilitato"!! beato regime sanzionatorio assente...

Hai ragione anche te, il mio problema non è tanto legato alla mia posizione ( trasportatore e gestore di impianto di stoccaggio dotato di dispositivi funzionanti) ma di quella dei miei clienti, piccoli produttori di rifiuti pericolosi che devo logicamente seguire, che hanno "delegato (per modo di dire, dato che non potremmo farlo)" a noi l'uso dei dispositivi USB e tutto ciò che gira intorno al Sistri. A, dimenticavo sono anch'io di Brescia. Ciao e grazie per l'aiuto.

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 3:32 pm  riger

Sono anche io purtroppo nella tua stessa situazione, impianto di recupero con trasporto, e mi tocca correre dietro al camion (se non direttamente in cabina) dai clienti che non sanno dove mettere le mani... ma quantomeno adesso, se per qualche strana ragione questo infallibile sistema non funziona, posso spegnere tutto e dire "fa fede il formulario, riproviamo la prossima volta!". Più avanti questa "libertà" non potrai più prendertela...
Brescia dove? io Bassa, zona Manerbio/Pontevico...

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 3:37 pm  Costy

riger ha scritto:Sono anche io purtroppo nella tua stessa situazione, impianto di recupero con trasporto, e mi tocca correre dietro al camion (se non direttamente in cabina) dai clienti che non sanno dove mettere le mani... ma quantomeno adesso, se per qualche strana ragione questo infallibile sistema non funziona, posso spegnere tutto e dire "fa fede il formulario, riproviamo la prossima volta!". Più avanti questa "libertà" non potrai più prendertela...
Brescia dove? io Bassa, zona Manerbio/Pontevico...

Brescia città, ritiramo rifiuti in tutta la Lombardia e anche in Veneto. Ciao e grazie per la tua competenza

Torna in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 03, 2010 8:35 pm  marcosperandio

Costy ha scritto:
riger ha scritto:Sono anche io purtroppo nella tua stessa situazione, impianto di recupero con trasporto, e mi tocca correre dietro al camion (se non direttamente in cabina) dai clienti che non sanno dove mettere le mani... ma quantomeno adesso, se per qualche strana ragione questo infallibile sistema non funziona, posso spegnere tutto e dire "fa fede il formulario, riproviamo la prossima volta!". Più avanti questa "libertà" non potrai più prendertela...
Brescia dove? io Bassa, zona Manerbio/Pontevico...

Brescia città, ritiramo rifiuti in tutta la Lombardia e anche in Veneto. Ciao e grazie per la tua competenza
Come costy già sa anche uno degli impianti che seguo è nella vs. zona (a fianco dell'autostrada tra Pontevico e Cremona) potremmo organizzare un caffè prima del D-Day.
Saluti.
Marco

Torna in alto Andare in basso

Messaggio   Contenuto sponsorizzato

Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum