Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Andare in basso

Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  Ospite il Mer Mar 04, 2015 5:25 pm

Per lavoro taglio e poso materiale acquistato da altri; quindi durante la mia lavorazione produco il rifiuto che diventa, di conseguenza, mio.

Secondo una società di consulenza (accreditata cciaa) se nel contratto inserisco, esplicitamente, che il rifiuto prodotto (residui di taglio) resta in carico al fornitore del materiale (sia esso privato o altra ditta) in quanto di sua proprietà, posso non accollarmelo.

Secondo altra società di consulenza (altra cciaa) il rifiuto può restare in carico al fornitore, del prodotto da posare, solo se il contratto è fra ditte.

Al momento me li tengo tutti (tanto non raggiungo il minimale di quantità annua) ma se potessi eliminarli del tutto (secondo l'opzione 1) risparmierei tutta la gestione dei pericolosi Very Happy

mi sono spiegata?

cosa ne pensate?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  Hope il Mer Mar 04, 2015 5:31 pm

"gestione dei pericolosi": che materiale posi, lastre di cemento amianto?
avatar
Hope
Utente Attivo

Messaggi : 437
Data d'iscrizione : 16.02.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  Ospite il Mer Mar 04, 2015 5:38 pm

Parquet
Da quando esistono i pre-finiti ed il mercato non impone indicazioni sulle colle/vernici/oli impiagati non si ha la più pallida idea di cosa ci sia dentro

Alcuni miei colleghi fanno acquistare anche la colla (etichettata come pericolosa) ai clienti x evitare la gestione dei rifiuti

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  Supremoanziano il Mer Mar 04, 2015 5:45 pm

mek ha scritto:Per lavoro taglio e poso materiale acquistato da altri; quindi durante la mia lavorazione produco il rifiuto che diventa, di conseguenza, mio.

Secondo una società di consulenza (accreditata cciaa) se nel contratto inserisco, esplicitamente, che il rifiuto prodotto (residui di taglio) resta in carico al fornitore del materiale (sia esso privato o altra ditta) in quanto di sua proprietà, posso non accollarmelo.

Secondo altra società di consulenza (altra cciaa) il rifiuto può restare in carico al fornitore, del prodotto da posare, solo se il contratto è fra ditte.

Al momento me li tengo tutti (tanto non raggiungo il minimale di quantità annua) ma se potessi eliminarli del tutto (secondo l'opzione 1) risparmierei tutta la gestione dei pericolosi Very Happy  

mi sono spiegata?

cosa ne pensate?

Questo è l'articolo 183 comma 1 lettere f) e i) del DLGS 152/2006 e ss.mm.ii.

f) “produttore di rifiuti” è il soggetto la cui attività produce rifiuti (produttore
iniziale) o chiunque effettui operazioni di pretrattamento, di miscelazione
o altre operazioni che hanno modificato la natura o la composizione di detti
rifiuti,
i) “detentore” è il produttore dei rifiuti o la persona fisica o giuridica che ne è
in possesso.

La responsabilità del produttore è disciplinata dall'art. 188 comma 1.

1. Il produttore iniziale o altro detentore di rifiuti provvedono direttamente al loro trattamento, oppure li consegnano ad un intermediario, ad un commerciante, ad un ente o impresa che effettua le operazioni di trattamento dei rifiuti, o ad un soggetto pubblico o privato addetto alla raccolta dei rifiuti, in conformità agli articoli 177 e 179. Fatto salvo quanto previsto ai successivi commi del presente articolo, il produttore iniziale o altro detentore conserva la responsabilità per l’intera catena di trattamento, restando inteso che qualora il produttore iniziale o il detentore trasferisca i rifiuti per il trattamento preliminare a uno dei soggetti consegnatari di cui al presente comma, tale responsabilità, di regola, comunque sussiste

Se quei consulenti ti dicono qualcosa di diverso vuol dire che non sono consulenti ambientali, ma di qualcos'altro.
Lasciamo poi stare le certificazioni della CCIAA o ISO  e via elencando... basta avere l'argent e posso certificarmi per andare sulla luna.

avatar
Supremoanziano
Utente Attivo

Messaggi : 1479
Data d'iscrizione : 06.04.11
Località : Casa di riposo

Torna in alto Andare in basso

Re: Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  CROCIDOLITE il Mer Mar 04, 2015 6:10 pm

mek ha scritto:Parquet
Da quando esistono i pre-finiti ed il mercato non impone indicazioni sulle colle/vernici/oli impiagati non si ha la più pallida idea di cosa ci sia dentro

Alcuni miei colleghi fanno acquistare anche la colla (etichettata come pericolosa) ai clienti x evitare la gestione dei rifiuti

Il mercato potrà anche non imporre nulla, ma la legge impone che la merce venduta sia corredata di schede tecniche e schede di sicurezza. Per cui NON E' ne possibile, ne ammissibile non sapere cosa ci sia dentro!

Riguardo ai tuoi colleghi, Supremo ha ti già risposto: Anche se acquistato da altri, le colle sono utilizzate da loro, per cui i produttori dei rifiuti sono loro.
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Torna in alto Andare in basso

Re: Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  Ospite il Mer Mar 04, 2015 7:14 pm


"ma la legge impone che la merce venduta sia corredata di schede tecniche e schede di sicurezza. Per cui NON E' ne possibile, ne ammissibile non sapere cosa ci sia dentro!"

Le schede di sicurezza riguardano i prodotti chimici, non il parquet.

Comunque è un problema anche avere le schede tecniche, del legno fornito dai clienti, va di lusso se è presente la marcatura CE.
Nelle suddette schede è indicata specie, dimensioni, tipo di prodotto, finitura ecc. ma assolutamente niente che indichi i materiali utilizzati (salvo in quelle di pochissime ditte top).
Se poi aggiungiamo che più del 60% sono prodotti di importazione, io ho diverse perplessità anche su quello che è dichiarato.

Nel dubbio, smaltisco come pericoloso: se mi fanno un controllo e dei pezzi risultano trattati con olio tossico che gli racconto?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Il produttore è sempre incaricato della gestione del rifiuto? Mi spiego...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum