La figura del delegato Sistri

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La figura del delegato Sistri

Messaggio  sueli il Mer Feb 23, 2011 9:54 am

SISTRI: LA FIGURA DEL DELEGATO
di S. Ratti


Tra le varie questioni che necessitano di chiarimenti nello scenario SISTRI, la figura del delegato merita una riflessione a parte perché spesso si tratta di personale dipendente che, difficilmente e giustamente, intende caricarsi di responsabilità complesse con ricadute in ambito sanzionatorio che non rientrano nei compiti o nelle competenze di riferimento.

Contrariamente a quanto successo nel campo dell’igiene e della sicurezza sui luoghi di lavoro dove è stata fatta chiarezza con normativa esaustiva, nel settore ambiente compiti e responsabilità del delegato vengono definiti facendo riferimento a principi generali e bisogna spesso cercare riferimenti tra sentenze emanate in merito per riuscire a definire una struttura che entri nello specifico.



Cosa prevedeva in origine il Decreto di istituzione del SISTRI


All’atto dell’iscrizione al SISTRI è prevista l’indicazione di un delegato alla gestione dei rifiuti, uno per ogni unità operativa, nel momento in cui il delegato non sia il legale rappresentante. La definizione del DM 17 dicembre 2009 che istituiva il il sistema di tracciabilità dei rifiuti definiva testualmente il delegato come “il soggetto al quale, nell’ambito dell’organizzazione aziendale, sono stati delegati i compiti e le responsabilità relative alla gestione dei rifiuti per ciascuna unità locale. Qual’ora l’operatore non abbia indicato un delegato alla gestione dei rifiuti, per delegato si intenderà il legale rappresentante dell’operatore”. Una definizione del genere implicava una attribuzione di poteri, doveri e responsabilità, con tanto di delega in forma scritta, per ciascuno dei delegati di ogni unità operativa.

E’ evidente che questo avrebbe creato la necessità di una nuova figura professionale di livello alto con ulteriori oneri per l’azienda dato che, se la norma fosse rimasta invariata, si sarebbe potuto stabilire un automatismo che pone in capo al delegato le complesse responsabilità decisionali, gestionali e operative sia dal punto di vista amministrativo che penale.



Le successive modifiche


Con il DM del 15 febbraio 2010, che prevedeva inoltre il rinvio di 30 giorni della scadenza delle iscrizioni, l’articolo 12 fa chiarezza e definisce quindi il delegato come “soggetto che, nell’ambito dell’organizzazione aziendale è delegato dall’’impresa all’utilizzo e alla custodia del dispositivo Usb, al quale sono associate le credenziali di accesso al sistema ed è attribuito il certificato per la firma elettronica. Qualora l’impresa non abbia indicato nella procedura di iscrizione alcun delegato”, le credenziali di accesso al SITRI e il certificato per la firma elettronica, verranno attribuiti al rappresentante legale dell’impresa”.

Con questa revisione il legislatore risolve il concetto di delega a tutta la gestione dei rifiuti e alle ricadute di responsabilità penale e amministrativa nei confronti di quegli addetti che all’interno delle aziende iscritte al SISTRI si limiteranno a inserire i dati, definendoli utilizzatori e custodi del dispositivo Usb a cui sono associate le credenziali per l’accesso al sistema.

Questo però non scarica il delegato da tutte le responsabilità, difatti il DM del 17 dicembre 2009 che istituisce il SISTRI all’art. 5 prevede che “la persona fisica a cui è associato il certificato elettronico contenuto nel dispositivo Usb è titolare della firma elettronica ed è responsabile della veridicità dei dati inseriti mediante l’utilizzo del dispositivo Usb nelle schede SISTRI sottoscritte con firma elettronica”. Questa norma limita quindi la responsabilità alla veridicità dei dati inseriti e alle operazioni connesse alla trasmissione dei dati contenuti nel dispositivo Usb.



Conclusioni


Con la revisione contenuta nel DM del 15 febbraio 2010 le responsabilità del delegato nell’ambito del sistema SISTRI sono limitate e riferite a un ambito preciso di adempimenti, decisamente più ristretto da quanto previsto dalla norma originale. Bisogna comunque considerare con attenzione il ruolo e il dovere di controllo dei dati immessi nel sistema che devono essere inseriti con la relativa responsabilità della veridicità: seppur gli obblighi di adempimento siano stati ridotti, esistono sanzioni amministrative e penali per omissioni ed errori altrui.


CONDIVIDETE ? alien

_________________
"Io non ho fallito 2.000 volte nel creare la lampadina;ho solo scoperto 1.999 modi in cui non deve essere fatta " Thomas Edison
avatar
sueli
Moderatrice

Messaggi : 1115
Data d'iscrizione : 25.01.10
Età : 52
Località : monza e brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  SOCRATE il Mer Feb 23, 2011 10:36 am

Il titolare dell'officina risulta delegato sistri, nella pratica sono io che inserisco i dati e custodisco dispositivo...da un mese, l'azienda che ritira rifiuti (che è anche destinatario) compilerà per noi registri c/s quando io invierò una volta al mese fax con quantità di rifiuti..poi ci reinvierà via fax foglio registro c/s con carichi e scarichi. Hanno fatto firmare al titolare una dichiarazione in cui si dice che il registro è custodito presso questa associaz di categoria, nuova di zecca ma autorizzata. Ad oggi io ho ricevuto solo copia del frontespizio del registro vidimato e nessun fogliodi c/s. Mi dicono che appena entrerà in vigore sistri se ne occuperanno loro, ancora non si sa bene come, e che ora non devo fare niente perchè i loro trasportatori non usano sistri . Senza registro c/s in sede mi sento sulle spine...e comunque sto facendo i carichi su sistri...e per il prossimo ritiro farò schede di movimentazione..checchè ne dicano loro... Questo caso non vi sembra sanzionabile? il mio titolare, delegato sistri, ed io non rischiamo una sanzione per omessa tenuta c/ o per lo meno per una gestione un pò leggera della cosa?
avatar
SOCRATE
Utente Attivo

Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 15.09.10
Età : 45
Località : TA

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  marcosperandio il Mer Feb 23, 2011 2:27 pm

SOCRATE ha scritto:Il titolare dell'officina risulta delegato sistri, nella pratica sono io che inserisco i dati e custodisco dispositivo...da un mese, l'azienda che ritira rifiuti (che è anche destinatario) compilerà per noi registri c/s quando io invierò una volta al mese fax con quantità di rifiuti..poi ci reinvierà via fax foglio registro c/s con carichi e scarichi. Hanno fatto firmare al titolare una dichiarazione in cui si dice che il registro è custodito presso questa associaz di categoria, nuova di zecca ma autorizzata. Ad oggi io ho ricevuto solo copia del frontespizio del registro vidimato e nessun fogliodi c/s. Mi dicono che appena entrerà in vigore sistri se ne occuperanno loro, ancora non si sa bene come, e che ora non devo fare niente perchè i loro trasportatori non usano sistri . Senza registro c/s in sede mi sento sulle spine...e comunque sto facendo i carichi su sistri...e per il prossimo ritiro farò schede di movimentazione..checchè ne dicano loro... Questo caso non vi sembra sanzionabile? il mio titolare, delegato sistri, ed io non rischiamo una sanzione per omessa tenuta c/ o per lo meno per una gestione un pò leggera della cosa?
Ho riletto due volte il tuo post ma continuo ad avere un enorme dubbio.
L'associazione ha presso di se il registro c/s ma non lo sta compilando perchè Sistri non è obbligatorio??
Se è così farei un rapido memo al titolare dicendogli di prepararsi a pagare avvocato in caso di controllo, poi consiglerei immediata comunicazione orale faccia a faccia con i consulenti (ma prima che facevano i pasticceri?) affinchè registrino SUBITO i movimenti fatti.
Ciao

_________________
santa
Gli uomini malvagi sopravvivono alle loro gesta. I buoni vengono selpolti insieme alle loro ossa. -- William Shakespeare- "Giulio Cesare"
avatar
marcosperandio
Moderatore

Messaggi : 4732
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 49
Località : Provincia Bergamo

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  zesec il Mer Feb 23, 2011 5:09 pm

sueli ha scritto:seppur gli obblighi di adempimento siano stati ridotti, esistono sanzioni amministrative e penali per omissioni ed errori altrui.[/color]

CONDIVIDETE ? alien

Io non condivido molto l'uso del termine "altrui". O meglio, l'imprenditore resta sempre responsabile per gli errori altrui, quando gli altri fanno parte dell'organizzazione aziendale. Affermare invece che il delegato sistri sia responsabile di omissioni ed errori altrui, non mi trova pienamente d'accordo.
E' difficile dire ora quale sarà la posizione dei giudici che interpreteranno e definiranno "in via pretoria" i limiti di questa responsabilità, ma se dovessi scommettere, direi che potrebbero orientarsi in modo che il delegato sia considerato responsabile per i propri errori ed omissioni. Questo vuol dire che se i dati non sono veritieri, la responsabilità del delegato sussiste solo se è lui che ha taroccato i dati o non ha fatto quei controlli che la normale diligenza impone. Ad esempio: se l'operaio/capo cantiere/responsabile di produzione mi comunica che ha prodotto un tipo di rifiuto (magari non pericoloso) e io lo inserisco nel sistema, e in un controllo su strada si scopre che non si tratta di quel rifiuto ma di una schifezza pericolosa, io impiegato/delegato ho inserito dati non veritieri, ma non mi si può chiedere di andare a vedere ogni volta ciò che si produce ed essere sempre in grado di classificare quel rifiuto (perché ciò necessita di competenze, ma soprattutto di informazioni su che cosa è accaduto nel ciclo produttivo, che io delegato non ho). E allora credo che in quel caso la responsabilità del delegato non possa essere invocata. Lì sarà responsabile l'imprenditore che sarà il soggetto destinatario della sanzione (e che al limite potrà rivalersi sul suo dipendente che ha commesso grave negligenza). E' chiaro che se lavoro in un'azienda che bonifica amianto e inserisco solo codici di non pericolosi, prima o poi mi deve venire il dubbio che l'amianto viaggia sotto mentite spoglie...

Comunque grazie Sueli, l'argomento è tra i più importanti ed è opportuno che ogni tanto se ne parli.
Io, per conto mio, tra le altre cose ritengo che il legislatore abbia impropriamente usato il termine delegato. Secondo me non siamo in presenza di una vera e propria delega di funzioni, come si sente dire da tutti coloro che commentano questa cosa (ma non pretendo che la mia lettura sia condivisa): credo che, nonostante il nomen iuris l'istituto si inquadri meglio nella "nomina di preposto", con l'importante conseguenza che la persona preposta è chiamata a rispondere delle inadempienze degli obblighi che gli derivano esclusivamente e direttamente dalla legge, nell'ambito della sua attività.
Per la delega di funzioni, oltretutto, mancherebbero elementi che la giurisprudenza ha individuato come essenziali (autonomia, budget di spesa, ecc.)
avatar
zesec
Moderatore e Partner

Messaggi : 1163
Data d'iscrizione : 14.10.10
Località : Trieste

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  SOCRATE il Gio Feb 24, 2011 10:42 am

marcosperandio ha scritto:
SOCRATE ha scritto:Il titolare dell'officina risulta delegato sistri, nella pratica sono io che inserisco i dati e custodisco dispositivo...da un mese, l'azienda che ritira rifiuti (che è anche destinatario) compilerà per noi registri c/s quando io invierò una volta al mese fax con quantità di rifiuti..poi ci reinvierà via fax foglio registro c/s con carichi e scarichi. Hanno fatto firmare al titolare una dichiarazione in cui si dice che il registro è custodito presso questa associaz di categoria, nuova di zecca ma autorizzata. Ad oggi io ho ricevuto solo copia del frontespizio del registro vidimato e nessun fogliodi c/s. Mi dicono che appena entrerà in vigore sistri se ne occuperanno loro, ancora non si sa bene come, e che ora non devo fare niente perchè i loro trasportatori non usano sistri . Senza registro c/s in sede mi sento sulle spine...e comunque sto facendo i carichi su sistri...e per il prossimo ritiro farò schede di movimentazione..checchè ne dicano loro... Questo caso non vi sembra sanzionabile? il mio titolare, delegato sistri, ed io non rischiamo una sanzione per omessa tenuta c/ o per lo meno per una gestione un pò leggera della cosa?
Ho riletto due volte il tuo post ma continuo ad avere un enorme dubbio.
L'associazione ha presso di se il registro c/s ma non lo sta compilando perchè Sistri non è obbligatorio??
Se è così farei un rapido memo al titolare dicendogli di prepararsi a pagare avvocato in caso di controllo, poi consiglerei immediata comunicazione orale faccia a faccia con i consulenti (ma prima che facevano i pasticceri?) affinchè registrino SUBITO i movimenti fatti.
Ciao

L'ho riletto anch'io, mi sono accorta che per la fretta mi sono espressa male...
Il registro c/s ce l'hanno loro ma ancora non mi hanno inviato copia del foglio di gennaio e non so se vedrò febbraio... tanto più che la ditta che avrebbero dovuto mandare a ritirare l'olio non si è ancora vista..da dicembre. Quanto al sistri, confermo quello che ho scritto...

Grazie Marco!!
avatar
SOCRATE
Utente Attivo

Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 15.09.10
Età : 45
Località : TA

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  isamonfroni il Gio Feb 24, 2011 10:57 am

zesec ha scritto:Comunque grazie Sueli, l'argomento è tra i più importanti ed è opportuno che ogni tanto se ne parli.
Io, per conto mio, tra le altre cose ritengo che il legislatore abbia impropriamente usato il termine delegato. Secondo me non siamo in presenza di una vera e propria delega di funzioni, come si sente dire da tutti coloro che commentano questa cosa (ma non pretendo che la mia lettura sia condivisa): credo che, nonostante il nomen iuris l'istituto si inquadri meglio nella "nomina di preposto", con l'importante conseguenza che la persona preposta è chiamata a rispondere delle inadempienze degli obblighi che gli derivano esclusivamente e direttamente dalla legge, nell'ambito della sua attività.
Per la delega di funzioni, oltretutto, mancherebbero elementi che la giurisprudenza ha individuato come essenziali (autonomia, budget di spesa, ecc.)

Grazie zesec, questa è anche, assolutamente la mia opinione.
Ciao
Isa
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12420
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  raimondo il Gio Feb 24, 2011 12:15 pm

SOCRATE ha scritto:Il titolare dell'officina risulta delegato sistri, nella pratica sono io che inserisco i dati e custodisco dispositivo...da un mese, l'azienda che ritira rifiuti (che è anche destinatario) compilerà per noi registri c/s quando io invierò una volta al mese fax con quantità di rifiuti..poi ci reinvierà via fax foglio registro c/s con carichi e scarichi. Hanno fatto firmare al titolare una dichiarazione in cui si dice che il registro è custodito presso questa associaz di categoria, nuova di zecca ma autorizzata. Ad oggi io ho ricevuto solo copia del frontespizio del registro vidimato e nessun fogliodi c/s. Mi dicono che appena entrerà in vigore sistri se ne occuperanno loro, ancora non si sa bene come, e che ora non devo fare niente perchè i loro trasportatori non usano sistri . Senza registro c/s in sede mi sento sulle spine...e comunque sto facendo i carichi su sistri...e per il prossimo ritiro farò schede di movimentazione..checchè ne dicano loro... Questo caso non vi sembra sanzionabile? il mio titolare, delegato sistri, ed io non rischiamo una sanzione per omessa tenuta c/ o per lo meno per una gestione un pò leggera della cosa?
Scusa oggi il meccanismo funziona che tu mandi attraverso vari sistemi documento di produzione all'associazione che provvede ad annotare mensilmente le registrazione non dve rimandarti niente indietro tu tieni una copia dell'eventuale fax per eventuali controlli, aprendo il discorso delle associazioni oggi col cartaceo la normativa parla di associazioni imprenditoriali rappresentative sul territorio ma col sistri il cerchio si chiude col decreto del 9 luglio purtroppo solo quelle presente nel cnel sono " autorizzate" per esempio per la categoria degli artigiani sono 4 casa artigiani claai confartigianato cna,
avatar
raimondo
Utente Attivo

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 15.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  inagg il Ven Apr 08, 2011 1:29 pm

Buon giorno a tutti,
ultimamente ho tenuto molti corsi formativi, con tutti i limiti del caso, sul sistri. In riferimento alla responsabilità del delegato sono d'accordo con le conclusioni di Sueli al punto tale da consigliare a tutti i delegati che ho formato di predisporre un documento interno (magari una scheda sistri in bianco fotocopiata) da far compilare e sottoscrivere ad uno tra i vari responsabili di produzione, ambientale o al titolare. In questo modo il delegato inserirà dati con le proprie credenziali copiando le informazioni che gli hanno comunicato su un format sottoscritto da altri.
Questo modo di procedere tranquillizza un po tutti i delegati, anche se tengo a precisare che molti di loro non hanno sottoscritto ancora alcuna accettazione formale di delegato al sistri.
avatar
inagg
Membro della community

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 02.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  isamonfroni il Ven Apr 08, 2011 2:04 pm

inagg ha scritto:Buon giorno a tutti,
ultimamente ho tenuto molti corsi formativi, con tutti i limiti del caso, sul sistri. In riferimento alla responsabilità del delegato sono d'accordo con le conclusioni di Sueli al punto tale da consigliare a tutti i delegati che ho formato di predisporre un documento interno (magari una scheda sistri in bianco fotocopiata) da far compilare e sottoscrivere ad uno tra i vari responsabili di produzione, ambientale o al titolare. In questo modo il delegato inserirà dati con le proprie credenziali copiando le informazioni che gli hanno comunicato su un format sottoscritto da altri.
Questo modo di procedere tranquillizza un po tutti i delegati, anche se tengo a precisare che molti di loro non hanno sottoscritto ancora alcuna accettazione formale di delegato al sistri.

Questa non è una cattiva idea per i produttori che magari caricano un rifiuto ogni tot e per quelli che muovono 100/200 formulari al giorno?
Sai che ridere con le schede bianche firmate...........
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12420
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  inagg il Ven Apr 08, 2011 2:25 pm

isamonfroni ha scritto:
inagg ha scritto:Buon giorno a tutti,
ultimamente ho tenuto molti corsi formativi, con tutti i limiti del caso, sul sistri. In riferimento alla responsabilità del delegato sono d'accordo con le conclusioni di Sueli al punto tale da consigliare a tutti i delegati che ho formato di predisporre un documento interno (magari una scheda sistri in bianco fotocopiata) da far compilare e sottoscrivere ad uno tra i vari responsabili di produzione, ambientale o al titolare. In questo modo il delegato inserirà dati con le proprie credenziali copiando le informazioni che gli hanno comunicato su un format sottoscritto da altri.
Questo modo di procedere tranquillizza un po tutti i delegati, anche se tengo a precisare che molti di loro non hanno sottoscritto ancora alcuna accettazione formale di delegato al sistri.

Questa non è una cattiva idea per i produttori che magari caricano un rifiuto ogni tot e per quelli che muovono 100/200 formulari al giorno?
Sai che ridere con le schede bianche firmate...........


il delegato spesso non ha mai visto un rifiuto e riceve in genere una telefonata del tipo: oggi abbiamo prodotto 100 kg di rifiuto con questo CER .. . il delegato ha la responsabilità di inserire i dati sul sistri .. . a rigor di safety dovrebbe farselo mettere per iscritto (il delegato non ha obblighi e competenze sulla classificazione dei rifiuti) in modo tale da restringere la sua responsabilità nel copiare i dati sul server.
Le sanzioni in riferimento al delegato sono sulla veridicità dei dati inseriti e sulla bontà delle analisi che carica in allegato
avatar
inagg
Membro della community

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 02.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  erreabi il Ven Gen 13, 2017 8:22 pm

Ciao,
quindi il delegato è colui che materialmente inserisce i dati dei carichi e scarichi in SISTRI, ricordo che avevo letto qualcosa sul fatto che non fosse consentito usare le credenziali altrui, ad esempio se il collega delegato è in ferie (moivo per cui è suggerito delegare più persone; ricordo bene? non è cambiato nulla negli ultimi anni?
(torno ora da una luuuuuuuunga assenza per maternità e sto cercando di fare il punto tra ciò che ricordo e ciò che eventualmente si è modificato Wink )

Grazie!
avatar
erreabi
Nuovo Utente

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 17.05.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  pascozzi il Lun Gen 16, 2017 2:05 pm

ma io ho sentito di almeno una decina di delegati sistri arrestati, per traffico illecito di rifiuti. clown

Ad oggi delegato sistri = sottozero



avatar
pascozzi
Utente Attivo

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 30.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  fullmetalpanic il Mar Mar 14, 2017 6:05 pm

pascozzi ha scritto:ma io ho sentito di almeno una decina di delegati sistri arrestati, per traffico illecito di rifiuti. clown

Ad oggi delegato sistri = sottozero




facciamo terrorismo?? Shocked Shocked Shocked cherry cherry cherry
avatar
fullmetalpanic
Utente Attivo

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 26.01.17
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La figura del delegato Sistri

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum