Ultimi argomenti
» MUD 2019, si sa qualcosa?
Da lauramantova Ven Mar 22, 2019 12:37 pm

» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da lauramantova Ven Mar 22, 2019 12:29 pm

» Obbligo registro per raccolta rifiuti urbani
Da Dodo79 Ven Mar 22, 2019 12:23 pm

» quiz adr 2017
Da tfrab Gio Mar 21, 2019 10:23 am

» NUMERO ADETTI UNITA' LOCALE
Da skywalker2016 Gio Mar 21, 2019 8:54 am

» DOVE TROVARE IL SOFTWARE MUD 2018
Da UB2601 Mer Mar 20, 2019 11:12 am

» Iscrizione all'Albo di mezzi in comodato d'uso gratuito
Da urgada Mar Mar 19, 2019 2:08 pm

» Le Furbate sul Registro Carico Scarico
Da Paolo UD Mar Mar 19, 2019 1:20 pm

» Aiuto giacenza e quantità prodotta mud 2017
Da cirillo Mar Mar 19, 2019 11:13 am

» variazione cer dopo selezione meccanica.
Da isamonfroni Dom Mar 17, 2019 10:58 am


Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Andare in basso

Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Messaggio  Anemone il Lun Apr 27, 2015 12:22 pm

Buongiorno,
vi chiedo un consulto perchè non so bene come muovermi:

azienda A operativa nei mesi di gennaio e febbraio 2014, a fine febbraio viene assorbita dalla ditta B

mi è stato chiesto di occuparmi dell'invio del MUD per la sola ditta A dato che la B la segue un nuovo commercialista. La ditta A è in concordato preventivo e in mano ad un commissario giudiziale.

Attualmente io non ho tra le mani nulla riguardo la ditta B ma mi ritrovo con svariate giacenze della ditta A di cui non so se sono state poi effettivamente smaltite oppure no dalla ditta B. Ai fini della correttezza del MUD che io faccio per la ditta A, dite che mi devo preoccupare e verificare lo smaltimento corretto delle loro giacenze o dato che sono due ditte differenti me ne frego e invio solo quello che mi compete?

Mi sto facendo paranoie inutilmente? Grazie Wink
Anemone
Anemone
Membro della community

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.04.10
Località : Reggio Emilia

Torna in alto Andare in basso

Re: Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Messaggio  CROCIDOLITE il Lun Apr 27, 2015 2:47 pm

1) mi auguro Lei sia un/a semplice impiegato/a;
2) i consulenti ambientali non si sono occupano dell'amministrazione di una azienda: perché i commercialisti devono occuparsi di problematiche ambientali delle aziende?;
3) un consulente ambientale non domanderebbe mai se fare una cosa o "fregarsene ed inviare solo quello che gli compete": se di sua competenza la fa, se non di sua competenza indirizza verso altri soggetti.
4) quando devo fare un MUD, vado a cercare la documentazione necessaria, non aspetto che "mi cada tra le mani"

con tutto il rispetto e la simpatia, ma i commercialisti facciano quello che sanno fare bene e lascino i problemi ambientali agli esperti del settore.
CROCIDOLITE
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Torna in alto Andare in basso

Re: Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Messaggio  Anemone il Mer Apr 29, 2015 8:46 am

CROCIDOLITE ha scritto:
1) mi auguro Lei sia un/a semplice impiegato/a;
Purtroppo si, e dico purtroppo perchè se dipendesse da me OVVIAMENTE lascerei quasti adempimenti a chi competono
2) i consulenti ambientali non si sono occupano dell'amministrazione di una azienda: perché i commercialisti devono occuparsi di problematiche ambientali delle aziende?;
Bella domanda, lo chiedo al titolare?
3) un consulente ambientale non domanderebbe mai se fare una cosa o "fregarsene ed inviare solo quello che gli compete": se di sua competenza la fa, se non di sua competenza indirizza verso altri soggetti.
Lungi da me "fregarmene", altrimenti non avrei chiesto qui... ho usato quel termine solo per far capire la situazione: mi è stato solo chiesto di inviare un MUD, sono io che mi sono posta il problema, a loro probabilmente non interessa neppure!
4) quando devo fare un MUD, vado a cercare la documentazione necessaria, non aspetto che "mi cada tra le mani"
Infatti non mi è caduto fra le mani nulla, ho ricevuto da una ditta esterna copie di formulari e registro carico/scarico, ho fatto le mie valutazione e ho già comunicato alla ditta che così probabilmente è sbagliato. So come si compila un registro e come si fa un MUD, ma non seguo la ditta B per cui non ho modo di verificare la documentazione, chiedevo semplicemenete se un consulente ambientale avrebbe consigliato alla ditta A di mettere a posto le sue giacenze oppure no. Tutto qui.

con tutto il rispetto e la simpatia, ma i commercialisti facciano quello che sanno fare bene e lascino i problemi ambientali agli esperti del settore.
Ma magari!!!

Chiedo scusa della domanda, ho già avuto risposto dalla ditta B che non hanno scaricato più nulla quindi ci sono rimaste giacenze, non è più possibile fare nulla quindi, avvisata la ditta, direi che di più non posso fare. Grazie comunque
Anemone
Anemone
Membro della community

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.04.10
Località : Reggio Emilia

Torna in alto Andare in basso

Re: Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Messaggio  isamonfroni il Mer Apr 29, 2015 9:54 am

Vedi Anemone il vero problema non è continuare a dire "ma magari" e non è un problema di impiegati/e o titolari.
Il problema di fondo che Crocidolite ha evidenziato è che i commercialisti dovrebbero fare i commercialisti e non i consulenti ambientali, visto che non è il loro mestiere e che in Italia ne abbiamo già abbastanza di normativa fiscale sulla quale loro sono esperti.

Io non mi sognerei mai di proporre ai miei clienti di fargli la dichiarazione dei redditi o dargli consulenza fiscale manageriale, così come nessuno andrebbe dal dentista a farsi aggiustare le scarpe o dall'idraulico per farsi sostituire le valvole cardiache, anche se in fondo la circolazione sanguigna ha molti punti di contatto con la rete acquedottistica.

A ciascuno il suo, e non solo per citare Sciascia ma per esprimere rispetto e considerazione nei confronti del lavoro e della professinalità di tutti.

E personalmente, non concordo affatto sul concetto del "sono solo un'impiegata", visto che abbiamo combattuto per decenni (secoli forse) per ottenere il diritto ad esprimere le nostre opinioni e così facendo non facciamo altro che tornare indietro ai tempi del "padrone del vapore".

Sei un'impiegata presso uno studio di commercialisti, dunque immagino tu sia come minimo una ragioniera se non addirittura laureata in economia o in materie attinenti la gestione manageriale.
Dunque, se ti casca sulla scrivania un compito che senti essere fuori dalle tue corde hai il dovere, prima che il diritto di chiedere di essere quanto meno formata sulla materia che dovrai trattare, visto che la formazione specifica è obbligatoria.

Dopodiché hai il dovere prima che il diritto di domandare spiegazioni sul perchè ti occupi di compiti che non competono alla tua sfera di conoscenze/esperienze, tutto qui.

Se uno sta sempre zitto, non va molto avanti eh..

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12661
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Messaggio  Enrico il Mer Apr 29, 2015 11:58 am

Guarda sul sito di Ecocerved, tra i quesiti: mi pare che ce ne sia uno che fa al caso tuo.

PS: una volta, quando ho fatto presente ad un cliente che aveva attribuito un CER errato, mi ha risposto che doveva chiedere al commercialista. Mi è venuto da propormi per fargli il bilancio....ma non mi ricordo se poi l'ho fatto o meno!!!!
Enrico
Enrico
Utente Attivo

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 25.02.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Giacenze e snaltimenti in caso di acquisizione tra ditte

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum