SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Ultimi argomenti
» Nuovo sistema tracciabilità rifiuti
Da isamonfroni Ieri alle 6:19 pm

» Rifiuti deposito temporaneo
Da isamonfroni Ieri alle 6:14 pm

» Batterie storno in fattura senza formulario
Da Franz459 Ieri alle 5:36 pm

» rifiuti indifferenziati combusti
Da Franz459 Ieri alle 5:28 pm

» Alberi bruciati cer?
Da vivinc Lun Ago 10, 2020 8:54 am

» accordo multilaterale M287
Da lotus1 Mer Lug 29, 2020 3:06 pm

» MPS O END OF WASTE PER FRAMMENTI DI SCHEDE ELETTRONICHE
Da Alpic Mer Lug 29, 2020 12:56 pm

» Filtri gasolio EER160107* in ADR
Da Enrico Mar Lug 28, 2020 1:42 am

» deposito temporaneo 18 mesi
Da chiale Gio Lug 23, 2020 1:20 pm

» Classificazione corrosivi classe 8
Da vaghestelledellorsa Gio Lug 23, 2020 9:46 am


Chiarimento RSA

Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Chiarimento RSA

Messaggio  Cesare Ghisalberti il Gio Apr 01, 2010 4:42 pm

Scusate,

mi è sorto un dubbio parlando con un trasportatore e mi piacerebbe sapere che ne pensate:

Un' azienda artigianale produce un rifiuto che il comune ha identificato come Assimilabile all' urbano sia per qualità che per quantità. L' azienda però invece di farlo portare via dalla nettezza urbana, preferisce darlo ad un trasportatore/smaltitore/recuperatore (insomma un tuttofare del rifiuto). Per avere ulteriori informazioni si è proceduto alla classificazione del rifiuto e trattasi banalmente di rifiuti da imballaggio (150101, 150102, 150106). Il trasportatore a questo punto asserisce che poichè è lui che lo prende in carico, il rifiuto non è più assimilabile all' urbano ma Speciale non pericoloso (che di fatto è sempre stato) e pertanto l' azienda deve iscriversi al SISTRI.

Io credo che, indipendentemente da chi lo prenda in carico, se è assimilabile all' urbano lo deve restare (visto che sia la quantità che la qualità non cambiano) altrimenti sarebbe una contraddizione in termini... e in quanto assimilabile... niente SISTRI indipendentemente dal numero di dipendenti!

Correggetemi, vi prego!!!!
Cesare Ghisalberti
Cesare Ghisalberti
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 25.03.10
Età : 37
Località : Rapa Nui

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Blumoro79 il Gio Apr 01, 2010 5:19 pm

IO penso ke se il rifiuto è assimilabile agli urbani e il comune da il suo benestare affinchè venga raccolto dalla ditta di nettezza urbana, non ci siano problemi, tanto meglio!
Ma il rifiuto come classificazione rimane sempre speciale non pericoloso in quanto prodotto da attività produttiva, non perchè è stato preso in carico da ditta di trasporto.
Per quanto riguarda il SISTRI: se la ditta produce tale rifiuto non pericoloso ma non supero i 10 dipendenti, allora non è obbligata a iscriversi al SISTRI.
Se vengono superati i 10 dipendenti l'iscrizione è obbligatoria, anche se i rifiuti vengono conferiti al servizio di nettezza urbana; in quest'ultimo caso bisognerà presentare MUD del 2009.
Spero di esserti stato di aiuto
Saluti
Blumoro79
Blumoro79
Utente Attivo

Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 22.02.10

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Cesare Ghisalberti il Gio Apr 01, 2010 5:26 pm

Niente da eccepire sulla tua risposta, anzi grazie mille!
ma ora scaglio una pietra nello stagno:
se il rifiuto è assimilabile significa che lo posso buttare nel cassonetto, ma quando svuotano il cassonetto nessuno mi rilascia un formulario... e io nel modulo di carico del sistri che ci scrivo?
o meglio, che quantità? e anche se ci metto che il peso deve essere verificato al destino, come fa la discarica a sapere che proprio quella quantità l' ho prodotta io?

Quindi la domanda forse potrebbe essere: se ho un formulario mi devo iscrivere al SISTRI? (risposta: si). Se nessuno mi rilascia un formulario, mi devo iscrivere al SISTRI?
Cesare Ghisalberti
Cesare Ghisalberti
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 25.03.10
Età : 37
Località : Rapa Nui

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Blumoro79 il Gio Apr 01, 2010 6:02 pm

Cesare Ghisalberti ha scritto:Niente da eccepire sulla tua risposta, anzi grazie mille!
ma ora scaglio una pietra nello stagno:
se il rifiuto è assimilabile significa che lo posso buttare nel cassonetto, ma quando svuotano il cassonetto nessuno mi rilascia un formulario... e io nel modulo di carico del sistri che ci scrivo?
o meglio, che quantità? e anche se ci metto che il peso deve essere verificato al destino, come fa la discarica a sapere che proprio quella quantità l' ho prodotta io?

Quindi la domanda forse potrebbe essere: se ho un formulario mi devo iscrivere al SISTRI? (risposta: si). Se nessuno mi rilascia un formulario, mi devo iscrivere al SISTRI?

Il formulario è x il trasporto rifiuti oltre determinate quantità, anche per i privati. Se il rifiuto è assimilato agli urbani, la dittà che esegue il servizio non rilascia formulari. Quindi se il comune ti ha riconosciuto l'assimilabilità del rifiuto, la ditta te lo preleva, ma nn ti rilascia formulario; in tal caso vuol dire che nn sei nelle condizioni per iscriverti obbligatoriamente al SISTRI. Le dite che effettuano servizio di nettezza urbana, nello svolgere tale servizio, sono esentate dal trasporto tamite formulario.
Quindi se hai un formulario non è automatico che tu debba iscrivrti obbligatoriamente al SISTRI.
Ripeto, ti iscrivi al SISTRI se la ditta in questione ha più di 10 dipendenti
Blumoro79
Blumoro79
Utente Attivo

Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 22.02.10

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Ororo il Ven Apr 02, 2010 9:08 am

Cesare Ghisalberti ha scritto:Scusate,

mi è sorto un dubbio parlando con un trasportatore e mi piacerebbe sapere che ne pensate:

Un' azienda artigianale produce un rifiuto che il comune ha identificato come Assimilabile all' urbano sia per qualità che per quantità. L' azienda però invece di farlo portare via dalla nettezza urbana, preferisce darlo ad un trasportatore/smaltitore/recuperatore (insomma un tuttofare del rifiuto). Per avere ulteriori informazioni si è proceduto alla classificazione del rifiuto e trattasi banalmente di rifiuti da imballaggio (150101, 150102, 150106). Il trasportatore a questo punto asserisce che poichè è lui che lo prende in carico, il rifiuto non è più assimilabile all' urbano ma Speciale non pericoloso (che di fatto è sempre stato) e pertanto l' azienda deve iscriversi al SISTRI.

Io credo che, indipendentemente da chi lo prenda in carico, se è assimilabile all' urbano lo deve restare (visto che sia la quantità che la qualità non cambiano) altrimenti sarebbe una contraddizione in termini... e in quanto assimilabile... niente SISTRI indipendentemente dal numero di dipendenti!

Correggetemi, vi prego!!!!

Ciao una precisazione in merito, se il rifiuto viene assimilato all'urbano il Comune della tua città deve averti messo a disposizione il cassonetto per la raccolta comunale ( separato per carta, cartone....). E quindi non li tiene stoccati la ditta all'interno del proprio capannone.
Ovviamente la ditta non carica sul registro questi rifiuti ma si preoccupa solo di posizonarli negli appositi cassonetti.
L'unica cosa da verificare è che tipo di attività svolge l'azienda artigiana e se relamente sono rifiuti assimilabili agli urbani;erchè il decreto legislativo 22/97,poi modificato con il D.Lgs.152/2006, ha escluso gli imballaggi terziari dal ciclo di gestione dei rifiuti a carico del servizio pubblico.


Buona Pasqua!
Ororo
Ororo
Membro della community

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 31.03.10
Età : 39
Località : Perugia

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  valterb il Ven Apr 02, 2010 9:44 am

Il rifiuto prodotto da un'attività produttiva è sempre un rifiuto speciale.
I rifiuti speciali possono essere assimilati agli urbani con delibera comunale.
Il trasporto dei rifiuti urbani non deve essere accompagnato dal formulario.
La comunicazione della produzione/smaltimento dei rifiuti (MUD) affidati al servizio di pubblica raccolta viene fatta dal servizio di pubblica raccolta.

Sulla necessità di registrare il "carico" dei rifiuti assimilati agli urbani prodotti sul registro da nessuna parte è scritto che non si debba fare, ma in passato era così, perché il registro lo tenevano solo quelli che dovevano fare il MUD. Da quando è in vigore il 152 emendato invece il registro lo devono tenere anche altri che il MUD non lo devono fare...
valterb
valterb
Utente Attivo

Messaggi : 260
Data d'iscrizione : 25.01.10

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Cesare Ghisalberti il Mar Apr 06, 2010 9:35 am

grazie a tutti ragazzi, buona pasqua in ritardo....

ho risolto la questione!
Cesare Ghisalberti
Cesare Ghisalberti
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 25.03.10
Età : 37
Località : Rapa Nui

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  mapi68 il Mar Apr 06, 2010 2:29 pm

Sono curiosa: come hai risolto?
mapi68
mapi68
Moderatrice

Messaggi : 1234
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 52
Località : Treviso

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Cesare Ghisalberti il Mar Apr 06, 2010 3:02 pm

Soluzione:
Ho chiamato il comune che ovviamente non aveva un elenco dei rifiuti assimilabili agli urbani, e l' "esperto" del comune non sapeva nemmeno se gli imballaggi lo fossero o meno. Ho bypassato il problema chiamando la discarca che mi ha confermato l' assimilabilità del rifiuto. A questo punto però se il rifiuto fosse stato conferito in discarica dal produttore a mezzo raccolta pubblica, previa convenzione con la discarica per rifiuto assimilabile, il comune sarebbe stato il reale produttore e non l' azienda (che pertanto non avrebbe dovuto fare nulla).
Poichè però l' azienda ha chiesto l' esclusione del servizio pubblico di raccolta (principalmente per motivi economici) e si è avvalsa di un trasportatore e smaltitore privato, e poichè è soggetta a MUD in quanto produttrice di rifiuti speciali non pericolosi, l' ho iscritta al Sistri (anche perchè ha più di 10 dipendenti).

Ora, magari non è l' interpretazione più corretta che esista, ma credo che sia la più tutelativa per l' azienda...
Cesare Ghisalberti
Cesare Ghisalberti
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 25.03.10
Età : 37
Località : Rapa Nui

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  mapi68 il Mer Apr 07, 2010 11:41 am

Ritengo che tu abbia scelto la via più corretta, senza cercare scappatoie ed adempiendo a tutti gli obblighi. Ti faccio i miei complimenti per la soluzione!!
Very Happy
mapi68
mapi68
Moderatrice

Messaggi : 1234
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 52
Località : Treviso

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  valterb il Gio Apr 15, 2010 8:37 pm

È ben strano che il Comune, cui compete con un atto pubblico (delibera di Giunta o di Consiglio) di dichiarare la assimilabilità dei rifiuti speciali ai rifiuti urbani non ne sappia niente: ha fatto la delibera per l'assimilazione?
Che la discarica dichiari "si, si è saaimilabile" per me non vuol dire assolutamente niente: senza delibera del Comuen l'assimilazione non c'è.
Ricordiamoci che nel corso degli anni questo tipo di rifiuto ha cambiato la sua denominazione da "assimilato" all'urbano a "assimilabile" all'urbano, e la differenza non è poca: qualcuno ancora non ha evidentemente capito la differenza.
valterb
valterb
Utente Attivo

Messaggi : 260
Data d'iscrizione : 25.01.10

Torna in alto Andare in basso

Chiarimento RSA Empty Re: Chiarimento RSA

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum