SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il vostro futuro

+7
Zertex
Mattia8
Maw
chrisbin
Charlie75
VdT
benassaisergio
11 partecipanti

Andare in basso

Il vostro futuro Empty Il vostro futuro

Messaggio  benassaisergio Gio Set 22, 2011 11:56 pm

Dunque, nel preparare, per ora per sfizio personale, poi vedremo, una storia del SISTRI, ho ripescato da internet un bel po’ di documenti, articoli, interviste, ecc.

E l’idea che mi sono fatto è che, naturalmente, anche questa vicenda rispecchia la generale situazione italiana.
Vale a dire: affermazione di giusti principi generali, predisposizione di normative da parte di governo/parlamento senza aver ben presente la concreta realtà sulla quale si vuole intervenire, intreccio politica/affari con conseguenti possibili concussioni, corruzioni, clientelismo, favoritismi, ma anche, da parte delle/gli operatrici/ori, tentativo di non fare i conti con i necessari cambiamenti, interesse a mantenere un non sempre “pulito” status quo, vittimismo e, secondo me particolarmente grave, rifiuto di giocare un ruolo attivo, positivo, propositivo, preferendo ( e mi riferisco alla gran parte degli interventi su questo e su altri siti) la denuncia, il rifiuto, la presa in giro, fino all’insulto.

Ma quello che più mi lascia perplesso (eufemismo !) è la mancanza di un approccio “scientifico”, cioè basato su fatti verificabili (non mi spingo a mettere in campo la falsicabilità popperiana !).

Cerco di spiegarmi: esce un’intervista, un articolo, un resoconto (per riferirmi ad una discussione recente, cito ad esempio l’intervento del pm Maresca alla commissione parlamentare d’inchiesta sui rifiuti e le sue affermazioni sulle software house e i conseguenti interventi su questo sito) e molte/i aprono una discussione prendendo per vero quello che viene detto. Ma vogliamo provare a verificare se quello che è scritto e detto è vero ?

Lo so che non è facile, lo so che dobbiamo partire da qualche parte, lo so che se viene detto o scritto qualcosa che fa comodo a qualcuna/o ovviamente ci se ne approfitta.

Ma se è vero, come purtroppo credo che sia vero, che nel nostro paese (e non solo) ci sono interessi privati da difendere o affermare, che ci sono aspirazioni di affermazione personale, che ci sono pulsioni di protagonismo, che ci sono strumentalizzazioni, ecc., è anche vero (spero) che ci sono persone e organizzazioni che vorrebbero qualcosa di diverso, o, quantomeno, “razionalmente” giustificato.
E perché non riesce ad affermarsi questo “diverso” ?

Perché, credo, si resta prigioniere/i della stessa logica che si vuole combattere cioè, ma potrei sbagliarmi, non si cambia registro, non si fa riferimento a quello che si vorrebbe fosse, ma ci si appiattisce sul discutere quello che c’è, senza indicare un’alternativa.

Tornando al SISTRI: è uno strumento inefficace, inefficiente ? Sì.
E’ utile un sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi ? Forse sì.
E’ possibile un sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi efficace ed efficiente ? Sì.
Chi ne sa di più in materia ? Le/gli operatrici/ori !
Chi deve decidere ? Ovviamente il parlamento (abbiamo una costituzione !), e, visto che le/gli operatrici/ori ne sanno di più, le/gli operatrici/ori devono chiedere di essere ascoltate/i dal parlamento (tramite le loro organizzazioni ? certamente sì, purché le/gli operatrici/ori si facciano parte attiva presso le loro organizzazioni), anzi, per andare sul sicuro, dovrebbero essere loro a presentare una loro proposta.

Sia ben chiaro, tra le/gli operatrici/ori come tra le/i legislatrici/ori, tra le/gli esperte/i come fra le/i magistrate/i, ci sono brave persone e non brave persone.
Quindi quello che dice una/un esperta/o, una/un magistrata/o, non lo si può prendere per oro colato.

La verità (che è sempre relativa e mai assoluta, almeno per le/gli eredi del secolo dei Lumi, cioè per le persone “razionali”) è un obiettivo, il risultato di un processo senza fine.

In conclusione (dopo questo testo un po’ sconclusionato, scusatemi !): si può andare avanti, sperando verso il meglio, se ci si confronta “criticamente”, accettando almeno di ascoltare opinioni diverse, ma, soprattutto, dopo aver ascoltato, PROPONENDO e, sapendo anche di poter sbagliare, assumendoci la responsabilità delle conseguenze della proposta, ma, soprattutto, diffondendo, supportando, difendendo, spendendoci per, la proposta.

Consentitemi un’ultima battuta: la gran parte delle/dei frequentatrici/ori di questo sito è giovane (almeno dal mio punto di vista). Ma volete o no costruire un futuro migliore di quello che vi si sta prefigurando ?




benassaisergio
benassaisergio
Utente Attivo

Messaggi : 707
Data d'iscrizione : 29.03.10

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  VdT Ven Set 23, 2011 9:04 am

Carissimo Ing. Benassai, come spesso capita quando lei scrive, condivido il suo punto di vista, al momento viviamo una situazione di profonda incertezza e non solo nell'ambito della gestione dei rifiuti e come giustamente lei scrive noi giovani dovremmo iniziare ad approntare gli strumenti per crearci un futuro migliore. Spesso mi ritrovo a pensare a cosa potremmo fare per poter iniziare a migliorare il nostro futuro come si potrebbe gestire realmente la questione dei rifiuti con coscienza, almeno nel mio piccolo, e cerco poi di mettere in pratica queste piccole soluzioni nel mio ambito lavorativo. Il problema è che oltre non riesco ad andare, non sono tipo da iscrizione a partiti e movimenti visto che a mala pena ho del tempo da dedicare a me stesso. Il problema credo che debba essere ricercato in quel profondo senso di disillusione nel quale molti di noi giovani vivono. Io tempo fa ho aperto gli occhi già prefigurando lo scenario nel quale oggi viviamo eppure mi è stato detto a suo tempo che ero un semplice catastrofista, oggi mi si dovrebbe dire che sono un veggente, io semplicemente mi definisco un analizzatore di fatti ed estrapolatore di possibili conseguenza. Fatto sta che non mi sono sbagliato. Altrettanto vero è che attualmente manca una coscienza collettiva da parte di noi giovani per spingerci contro chi, ormai vecchio, sta pensando ai propri interessi e non a quelli del paese intero, un interesse che ha distrutto le possiblità del futuro spingendo su un aumento delle tasse a scapito della produttività asserendo con banale logica ridicola che solo così il paese può essere salvato. Errato, il nostro paese ad oggi nel sistema economico nel quale è inserito è un'azienda molto grande e come tale deve seguirne le logiche quindi se il consiglio di amministrazione fa acqua è tempo di sostituirlo ma come? A quanto pare, senza propendere per destra o sinistra, come spesso ho già detto in questo forum, è saldamente incollato alla sua poltrona ricca di ragnatele e ci vorrà uno sforzo inumano e sorprendente per poterli schiodare da lì e sostituirlo con gente giovane e con idee altrettanto nuove per rilanciare un paese che ormai è afflosciato su sè stesso privo di fiducia e di voglia di fare.
Siamo al punto che anche lamentarsi è diventato difficile ed inutile ovviamente, ma quello che più offre il fianco alle mummie che hanno perso il senso della ragione nella gestione del paese è sicuramente la mancanza di ideali e di voglia di fare a causa del periodo di benessere che è appena passato e che ancora non ha fatto sentire del tutto i suoi effetti dovuti alla sua mancanza. ma sono certo che a breve (alcuni anni ahimè) i giovani di oggi si renderanno conto che i tempi delle vacche grasse sono terminati e che bisogna rimboccarsi le maniche per andare avanti.
Magari con questo post sono andato oltre, magari ho urtato la sensibilità di qualcuno ma attualmente il mio pensiero è proprio questo e auspico seriamente una ripresa di dignità da parte di noi giovani, ritenuti da alcuni troppo stupidi per reagire, per rimettere in piedi l'Italia.
E con questo auguro una buona mattinata a tutti.

_________________
La regola d'oro per postare un nuovo argomento: Usa il tasto cerca (tranquillo non esplode nulla), poi leggi i vari topic....e se proprio non trovi quello che cerchi apri un nuovo topic.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 40
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Charlie75 Ven Set 23, 2011 10:57 am

Caro Ing,
noi cosiddetti giovani, ammesso che uno a 35 anni sia "giovane", siamo cresciuti (da un punto di vista civico intendo) con mani pulite e con le manovre monstre di governi tecnici perchè la politica era completamente screditata. Abbiamo sulle spalle un debito pubblico che non abbiamo fatto noi, ma che dobbiamo pagare noi. Aprire un'impresa oggi è solo per eroi, già per la vostra generazione (quella dei nostri padri) è stato tutto diverso. Voi avete beneficiato di una particolare situazione economica, di un'economia gonfiata dalle spese fuori controllo dello Stato e di un lasciar fare che ha lasciato più soldi da spendere o risparmiare. Certo, qualcuno di noi "figli" ha pure beneficiato di questa situazione, ma visto che non possiamo campare erodendo all'infinito i risparmi dei nostri padri, oggi ci troviamo a bestemmiare e a combattere per cercare la strada giusta.
Detto questo, e senza alibi, ho sempre creduto e credo che ognuno di noi abbia il dovere di costruirsi attivamente il proprio futuro, anche se in un constesto difficile e in una situazione economica non certo ottimale.
Il mio dovere di cittadino e imprenditore lo faccio, pagando le tasse (siamo al 60%!!) e rispettando tutti i vincoli e cavilli che i nostri burocrati ci impongono.

Chiudo col SISTRI. In questi due anni e vedendo il precipitare della situazione economica, credo che questo sistema non ABBIA SENSO DI ESISTERE, in questo particolare momento. NON E' il momento di imporre alle imprese modi diversi di lavorare e cambi continui delle normative. Vede, credo ci sia un momento per tutto. La casa sta bruciando caro Ing., noi l'unica cosa che possiamo fare è alzarci al mattino e lavorare per l'interesse nostro e dei nostri dipendenti, salvaguardando se possibile il lavoro e in generale la nostra impresa. E' il momento di lasciare in pace chi lotta tutti i giorni in questa arena per spegnere l'incendio, non è il momento di farsi belli con imposizioni dall'alto pseudoinnovative che ci distolgono dal nostro unico e vero obiettivo.
Questo penso, non è nella nostra missione la creazione di un sistema vero e efficiente di tracciabilità dei rifiuti pericolosi, noi dobbiamo creare posti di lavoro e garantire un futuro dignitoso ai nostri figli e alle persone che con noi combattono ogni giorno.

L'avrò delusa, sarò stato superficiale, ma è due anni che ripeto che devono lasciarci lavorare in pace, altrimenti questo Paese non uscirà mai da questa situazione drammatica. E' una questione di priorità, il SISTRI o qualsiasi altro sistema, non lo sono.

La saluto cordialmente.
Charlie75
Charlie75
Utente Attivo

Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 12.11.10

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  chrisbin Ven Set 23, 2011 11:11 am

Sono senza parole...
Mi inchino di fronte a queste riflessioni azzeccate!
Bravo Charlie...

Christian
chrisbin
chrisbin
Utente Attivo

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 17.12.10
Età : 45
Località : Vicenza

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Maw Ven Set 23, 2011 12:04 pm

Concordo in pieno con VDT e Charlie !!
Maw
Maw
Utente Attivo

Messaggi : 208
Data d'iscrizione : 24.05.11
Età : 58
Località : Sardo sono

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Mattia8 Ven Set 23, 2011 2:37 pm

Vorrei ringraziare Sergio che è una di quelle persone che continuano a ricordarci che le cose si possono e si devono fare, e che tocca a noi in prima persona farle.

Ognuno di noi è chiamato a dare il meglio di sè, nel proprio ambito, chi nel fare impresa come Charlie (che deve resistere), chi nel lavorare, chi nel offrire il suo tempo per la collettività. L'invito è generalizzato, a non lasciarci andare, a non accettare compromessi al ribasso, a pensare che tanto non cambia niente anche ad impegnarsi. L'invito è di ricordarsi di guardare in alto, il cielo, perchè se ci fossilizziamo sul guardare a terra, la "cacca" che ci circonda, rischiamo di perdere la giusta direzione. Se ce ne dimentichiamo e ci limitiamo a guardar escrementi e continuiamo a parlar di essi non vien certo l'ispirazione per far cose degne di lode, vien solo volgia di "vomitare".
A mio avviso Sergio con il suo post ci ricorda di guardare il cielo, ogni tanto. Non è cosa da poco.

Perdonatemi la divagazione ma a livello politico ad esempio il problema è la classe politica obsoleta bipartisan (li abbiamo votati noi sia da una parte che dall'altra): bene, il nostro ruolo attivo deve partire proprio da lì, nella scelta o non scelta. La questione morale va rimessa al primo posto, è solo così che le persone più oneste e capaci potranno prendere in mano le redini del nostro bistrattato paese. Inoltre in ogni gruppo (parrocchiale, sportivo, politico, nelle associazioni ecc.) un'altra regola d'oro è il ricambio. Quando lo stesso gruppo di persone si fossilizza su uno scranno le cose non possono che andare male, perchè poi si perde il senso del comunitario e subentra la gestione personalistica. Qeste sono le stesse facce almeno dal 94. Chi tra lor signori non si impegna in tal senso non merita più la nostra fiducia.
Mattia8
Mattia8
Utente Attivo

Messaggi : 209
Data d'iscrizione : 04.02.10

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Zertex Ven Set 23, 2011 3:20 pm

Ho letto quanto scritto dagli amici prima di me. Io sono solo un dipendente, ma che deve operare ogni giorno in prima persona, di un'azienda del settore in piedi da 20 anni. Dico solo che oggi come oggi non vale la pena continuare e la proprieta' sta valutando se riuscire a cedere l'attivita' oppure chiudere. Alla soglia dei 40 anni dovro' guardarmi intorno per trovare qualcosa da fare. Grazie Sistri, grazie Presty, grazie Italia.
Scusate lo sfogo.
Zertex
Zertex
Utente Attivo

Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 16.03.10

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  STEBER Ven Set 23, 2011 3:38 pm

Io non so sinceramente cosa dire, tranne che non sarei stato capace di esprimermi come tutti Voi, che con i Vostri scritti dimostrate di essere persone che ragionano con la propria testa, e che non danno contro alla destra perchè sono di sinistra o contro alla sinistra perchè sono di destra.
Purtroppo il "tutti a casa" esiste solo nel privato, e questo secondo me dovrebbe essere il punto di partenza. Non sai fare il tuo lavoro? Pubblico o Privato, devi andartene a casa. Tutti continuano ad ambire al posto pubblico, perchè quando sei entrato non ti manda via nessuno, hai lo stipendio assicurato e per sentito dire, si lavora in media la metà delle ore passate in ufficio. Ma nessuno ancora si è reso conto che non si può campare tutti di servizi, ci vuole qualcuno che produce, e dare addosso sempre ai soliti (cioè piccole e medie imprese) di certo non favorisce la ripresa, in quanto una ditta grande e ben strutturata può permettersi fior fiore di consulenti, mentre la piccola ha il "ragionierino" che fa tutto che viene continuamente caricato di nuove mansioni. Il Sistri è un po come l'aumento dell'iva dal 20 al 21... non è che un 1% ti cambia la vita, ma 1 + 1 + 1.... alla fine le cose da fare risultano eccessive....
STEBER
STEBER
Membro della community

Messaggi : 48
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 48

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Six gear Ven Set 23, 2011 6:45 pm

benassaisergio ha scritto:

[...]




Facciamo un passo solo per fermarci tutti allo stesso piano.
Costruire il nostro paese (post anni 50) ha portato progressivamente a governi di delega e non di sostanza. Personaggi con ideologie non palpabili ma dall'aspetto esteriore estremamente accattivanti.
In tutta sostanza, presentare anche solo la mia tesi di laurea a personaggi del genere dovrebbe rappresentare un'offesa alle più basse forme di vita intelligente e/o senziente sul grlobo terracqueo.
Offese?
Si grazie, ne abbiamo di ogni colore. Spiego per quale ragione molto più brevemente:
Parliamo di un sistema atto a tracciare l'involucro che conterrà poi (forse) il rifiuto pericoloso (forse) e che lo porterà (forse) verso la destinazione prestabilita (forse) entro i tempi prestabiliti (forse) dalla tabella di marcia precalcolata (forse).
Non sono un genio in matematica, però posso ipotizzare che anche logicamente parlando, c'è qualche falla. Soprassediamo, andiamo al punto di vista pratico.
Come realiziamo questo progetto? Con un sistema che prevede l'inserimento di un riconoscimento multimediale non univoco e ricostruibile, riconducibile da un punto zero al punt odi montaggio ed utilizzo, nonchè clonabile, in un altro sistema pubblico non del tutto ben distribuito e stabile, che analizza, calcola, e ridistribuisce dati ad una velocità risibile anche per una trasmissione televisiva per giovani menti in apprendimento.

Anche in questo caso, qualche falla possiamo trovarla. Ma non scoraggiamoci così. Cerchiamo il lato positivo.

I controlli che si possono fare (rinvii, disinformazione strategica, bufale tattiche ben congeniate... tutto documentato e dimostrabile) sul sistema sono molto accurati e garantiscono la tracciabilità del mezzo. Cioè ci possono dire tranquillamente da dove è partito il nostro mezzo e dove è arrivato. Punto.

E' garantito l controllo del carico del mezzo grazie al sistema di chiavette di riconoscimento che il trasportatore ed il produttore dovranno utilizzare ogni volta che avverrà un carico. Cioè il conducente del mezzo dichiara che sta caricando "tot roba" nel suo contenitore non necessiariamente registrato ed univoco, e quindi non necessariamente omologato, affidandosi semplicemente ai dati forniti dal produttore e quindi facendosi carico della difficoltà effettiva della "merce" di non essere quella descritta nel contratto di passaggio stipulato con chiavi multimediali non sicure.

Chi non utilizza il sistema verrà facilmente individuato senza oneri aggiuntivi al sistema. Il come non è stato specificato

Chi utilizza il sistema in malo modo verrà sanzionato in maniera pesante. Vale a dire che chi effettivamente utilizza il sistema deve eseguire strettamente le voci dichiarate e dedicate del sistema, anche se non sono comprensibili. Anche se sono di natura diversa e contraddittorie. Anche se cambiano ogni 10 giorni lavorativi. Anche se fano riferimento a deleghe e decreti legge in rima concatenata. anche se materialmente parlando l'operatore non ha necessità ne ha i mezzi sufficenti per avvicinare questa spesa.

Chi non utilizza il mezzo di tracciabilità non verrà segnalato. Ma questo era previsto. Vale a dire che chi supera gli stretti controlli di non adesione, e non partecipa quindi al sistema di tracciabilità probabilmente non verrà mai segnalato e quindi sanzionato. Vale a dire molto peggio di quello che accade ora.

Soprassediamo al sistema di trasporto e monitorizzazione, veniamo all'apparato informatico che garantisce la memorizzazione dei dati delle singole aziende.

Il sistema informatico che dovrebbe tenere in essere questa struttura si basa su applicazioni preprogrammate distribuite, facenti riferimento ad una sede unica composta da diversi server collegati ad anello. Il sistema potrebbe funzionare se fosse unicamente controllato, ma nel dettaglio ogni singolo accesso genera problemi dovuti alla difficoltà di utilizzo.

Ogni singolo accesso ha tre livelli diversi di autentificazione fisica, che possono essere superati brillantemente con una richiesta anche falsa ad un call center gestito da una rete umana subsostanziale di collaboratori.

Ogni singolo accesso non garantisce l'incremento della produttivitrà, ma per la struttura di autentificazione, diversi minuti od anche ore di attesa per accedere alle form principali e di interesse.

Ogni singol oaccesso necessita conoscenze basilari di informatica multimediale che non all'intera vastità dell'utenza italiana è concessa ne garantita dallo stesso stato.

Per semplificare tutto questo, il sistema ha garantito l'accesso a enti terzi che (virtualmente) garantiscono l'integrità degli addendi alla somma, e garantiscono allo stesso tempo misteriosi tempi di accesso inferiori grazie a canali preferenziali che solo loro conoscono, ma che l'utenza che dovrebbe utilizzare il sistema non conosce.

Per grazia concessa quindi, questi terzi diventano i veri utilizzatori del sistema che poi possono esercitare un diritto di "vendita ad onore" al vero utente finale che è il produttore, il trasportatore, l'installatore,del sistema reale Sistri.

In un arco di tempo accettabile quindi, l'utente ha dovuto controllare lo svolgimento della progressiva gestione alpha, beta, e poi post testing delle eventuali funzionalità del sistema, che attualmente a livello fisico ,non funzionano.

____________________________________________

Ora, che mi si voglia far credere che è produttivo colloquiare con qeusta risma infinita di persone che ormai sono ingranaggi fortuanti e costituenti l'intero patrimonio INUTILE del sistema di tracciabilità e gestione informatica del monitoraggio dei rifiuti, non è accettabile.

Che mi venga richiesta fiducia e partecipazione sulle aspettative fantasiose di qualche idiosincrasia comune non appagante e non vera, non è accettabile.

Che mi venga suggerito che è sia utile che possibile un sistema AUTOMATIZZATO per controllare soggettività mediocri, grandi, piccole, microscopiche, gigantesche, saltuarie, non pericolose, semipericolose, pericolose ma con riserva... [...] ... e pericolose, non è accettabile.

Discutere su promesse costruite da politici di varia natura e fazione usando gli stessi termini della politica che hanno affermato gli stessi politici di varia natura e fazione, non è accettabile.

____________________________________________

In tutto questo sistema, trovo utile, ed indicativo, il significato del terrore mistico visibile sul volto di Margherita Hack, che ha commentato con disprezzante scetticismo la rilevazione di 4,6 km/s di velocità superiore alla luce di un fascio di neutrini in libero dinamismo. Il che renderebbe la sua totale vita di ricerca una baggianata.
Personalmente, non voglio ne ritengo plausibile che la mia vita e quella dei miei coetanei, dai miei avi e delle generazioni future, sia governata da arbusti ideologici trocati solo per elogio personale.
Non parlo solo delle persone che spremono le meningi e si sporcano le mani per fare qualcosa di fisico. Parlo anche del popolo dei blogger, che ha molto del tempo utile della vita sprecat oa leggere le riflessioni altrui, ma senza poi confrontarle in tempo reale, e soprattutto, senza metterle davvero in pratica facendosi calli sulle mani. Parlo del popolo dei social network che generano mostri asintotici alla realtà, e che per determinate derivate non arriveranno mai a concetti reali.
La nostra, considerando che la mia generazione (credo a rigor matematico l'ultima che ha voce di anni in questo ambiente) come somma di tutte le generazioni precedenti, è inutilmente soddisfatta dell'eutanasia che ha creato.

In sostanza, ci piace ciò che abbiamo ma soprattutto lo meritiamo fino in fondo.
Il Sistri non morirà, e noi ci adatteremo ad esso come sempre accade ed è sempre accaduto per le ingiustizie.


____________________________________________


Sicuramente arriveranno post sarcastici e bonari in diversa misura. Prego tutti i lettori di considerare questo come un parere personale, ma di rispettarl oaltrettanto come tale.
La dove sia possibile smontare o aggiungere argomenti, invito a farlo, pur argomentando e descrivendo con rigore concreto però.

Namastè.
Six gear
Six gear
Utente Attivo

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 40
Località : Perugia

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  VdT Ven Set 23, 2011 7:28 pm

Cari Six non posso che condividere totalmente il tuo pensiero. Sarà che siamo a venerdì, sarà che ho impiegato il pomeriggio per creare qualcosa che spero venga adottato nella mia azienda che credo sarà molto utile, sarà anche che sono stanco dopo una settimana impegnativa, ma le tue parole mi sono piaciute.
Apprezzo il tuo punto di vista nell'analisi razionale di un sistema che sappiamo ormai da mesi ha delle falle evidenti, mi piace aver trovato nel tuo pensiero un accordo al mio nel verificare che chi oggi non utilizza il formulario domani di certo non si iscriverà al SISTRI eludendo elegantemente i sistemi di sicurezza e continuando a fare affari d'oro mentre noi ci spaccheremo la schiena e le meningi cercando di capire come far funzionare il sistema tentati magari in parte di hackerare il sistema per dimostrare al Ministero che il sistema informatico fa acqua da tutte le parti e che se hanno in passato sabotato reti informatiche "sicure" delle agenzie varie statunitensi non vedo perchè non possano essere sfondate le linee di quelle italiane che non investe minimamente in ricerca e sicurezza. Mi piace pensare che chi oggi usa il formulario perchè quasi dovuto, già sta pensando agli affari di domani semplicemente non iscrivendosi al SISTRI e facendo ciò di cui sopra.
E' bello prendere atto del tuo pensiero quando hai analizzato la linea di flusso delle operazioni che dovrebbero essere eseguite con buona pace della produttività per portare in impianto 1 Kg di rifiuto e farlo pagare a peso d'oro perchè altrimenti il giorno dopo si chiude baracca e burattini.
Da tutto ciò però trovo curioso come un manipolo di persone che non posso ora ritenere deficienti siano al governo e non abbiano ancora capito nulla di tutto ciò e quindi devo iniziare a pensare che siano astuti come faine e che di proposito stiano sabotando l'intero paese perchè qui non si tratta più di sola gestione dei rifiuti, dalle loro ultime azioni hanno realmente messo delle mine alle fondamenta fragili del sistema economico italiano ed una ad una le stanno facendo saltare in aria. Quindi ora mi chiedo se non ci sia un complotto che volutamente vuole il default del nostro paese. Ma si sa il complottismo è fatto di parole e ci vogliono fatti per dimostrare la verità anche se questi signori obietterebbero anche quella se messa di fronte al popolo.
Detto ciò concludo apprezzando che ieri abbiano registrato la velocità dei neutrini superare quella della luce dimostrando quanto già si vociferava da anni in alcuni ambienti. E mi spiace per la Hack ma apprezzo il tuo pensiero anche in merito a ciò.
E quindi cosa siamo se fondiamo la nostra vita su solide basi che improvvisamente vengono sbriciolate dal progredire umano? Semplicemente siamo stolti se ci aggrappiamo solo ad esse ma siamo Uomini pensanti se siamo disposti ad allargare i nostri orizzonti per guardare sempre più in là alla ricerca del nuovo.
Buon fine settimana a tutti.

_________________
La regola d'oro per postare un nuovo argomento: Usa il tasto cerca (tranquillo non esplode nulla), poi leggi i vari topic....e se proprio non trovi quello che cerchi apri un nuovo topic.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 40
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  k.w. Lun Set 26, 2011 8:59 am

Six gear ha scritto:Un sacco di cose condivisibili.

L'unica cosa non condivisibile è nella chiosa finale. A me non piace minimamente ciò che abbiamo ma ce lo siamo meritati fino in fondo. Ci meritiamo questo Sistri così come ci meritiamo un ministro dell'Istruzione che crede che un fascio di neutrini abbia viaggiato lungo un tunnel che collega Ginevra col Gran Sasso.

Ci adatteremo al Sistri? Si, eravamo pronti ad adattarci il primo settembre, ci adatteremo il 9 febbraio. Se c'è qualcosa in cui siamo sempre stati bravi è l'adattarci a tutto quello che ci propinano. E' su tutto il resto che mostramo il fianco.

Ah....la Hack ha tutte le ragioni di questo mondo a rimanere scettica. Wink
k.w.
k.w.
Utente Attivo

Messaggi : 787
Data d'iscrizione : 07.03.11

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Six gear Lun Set 26, 2011 9:14 am

E' OT ma

Stiamo a vedere i risultati di altre rilevazioni, i lanci fatti hanno avuto come massimale quel risultato di 60 miliardesimi di secondo (cioè una misura calcolabile e commensurabile al nostro universo di percezioni) quindi decisamente rilevabile, nonchè circa quattro volte sopra la specifica di errore di sistema (qvi)

Mi stupivo come una persona che dovrebbe essere critica si demoralizzi alla possibilità che le sue teorie siano da rivedere. Zichichi l'ho sentito molto più entusiasta e critico sinceramente.

Riprova che anche fra i grandi cervelli c'è competizione e disaccordo...

Fine OT.
Six gear
Six gear
Utente Attivo

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 40
Località : Perugia

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  VdT Lun Set 26, 2011 9:29 am

Visto che stiamo andando ot su questo argomenti mi permetto di risponderti six. Il problema è che Zichichi vede la possibilità di ampliare le nostre conoscenze rimettendosi in gioco e guardando con occhio critico ciò che diamo per scontato nelle nostre teorie fisiche non escludendo la possibilità che fino ad oggi con le limitate conoscenze che avevamo potevamo sbagliarci, al contrario ho visto la Hack sempre ancorata a vecchie teorie difendendole a spada tratta senza alcuna possibilità ci errore umano nel corso degli anni. Purtroppo un atteggiamento di questo tipo è sbagliato poichè già in passato è stato dimostrato come teorie che davano per certe sono state superate e questa è la peculiarità dello scienziato ossia essere in grado di mettersi in discussione continuamente per superare sè stesso.

_________________
La regola d'oro per postare un nuovo argomento: Usa il tasto cerca (tranquillo non esplode nulla), poi leggi i vari topic....e se proprio non trovi quello che cerchi apri un nuovo topic.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 40
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Mar23 Lun Set 26, 2011 9:42 am

VdT ha scritto: Purtroppo un atteggiamento di questo tipo è sbagliato poichè già in passato è stato dimostrato come teorie che davano per certe sono state superate e questa è la peculiarità dello scienziato ossia essere in grado di mettersi in discussione continuamente per superare sè stesso.

Questa è una verità inconfutabile.
Il motore che spinge la scienza a progredire è costituito dalla totale assenza di dogmi (vedi religioni): nuove teorie (empiricamente dimostrabili) possono soppiantare le precedenti, indipendentemente dal grado di "radicamento" di quest'ultime.
Mar23
Mar23
Utente Attivo

Messaggi : 2018
Data d'iscrizione : 29.06.10
Età : 45
Località : Zena

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  k.w. Lun Set 26, 2011 9:55 am

Six gear ha scritto:E' OT ma

Stiamo a vedere i risultati di altre rilevazioni, i lanci fatti hanno avuto come massimale quel risultato di 60 miliardesimi di secondo (cioè una misura calcolabile e commensurabile al nostro universo di percezioni) quindi decisamente rilevabile, nonchè circa quattro volte sopra la specifica di errore di sistema (qvi)

Mi stupivo come una persona che dovrebbe essere critica si demoralizzi alla possibilità che le sue teorie siano da rivedere. Zichichi l'ho sentito molto più entusiasta e critico sinceramente.

Riprova che anche fra i grandi cervelli c'è competizione e disaccordo...

Fine OT.

Inizio e finisco l'OT anch'io.

Sinceramente non ho scorto nella Hack un "terrore mistico" su cosa verteva la scoperta del CERN quanto su come veniva divulgata. A leggere tutte le agenzie di stampa sembra che Einstein venga sconfessato quando in realtà non viene sconfessato nulla, visto che lo scopo del viaggio di neutrini era altro e non misurarne la velocità (quindi quei macchinari sono sono progettati per un uso diverso da quello dei cronometri).

Gli stessi scienziati di Opera hanno chiesto altri riscontri, visto che la scienza non è fede.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/23/einstein-ha-ancora-ragione-troppo-presto-per-dire-che-il-neutrino-corre-piu-della-luce/159551/
k.w.
k.w.
Utente Attivo

Messaggi : 787
Data d'iscrizione : 07.03.11

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Six gear Lun Set 26, 2011 9:55 am

Tutto ciò nel teorico.

Nel pratico siamo formati da cellule, enzimi, proteine, zuccheri, che compongono quell'ammasso di timoli elettrici chiamati emozioni ma più semplicemente Essere umano.
In quanto tale è comune sbagliare o essere più che soggettivi.
Six gear
Six gear
Utente Attivo

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 40
Località : Perugia

Torna in alto Andare in basso

Il vostro futuro Empty Re: Il vostro futuro

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.