SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Ultimi argomenti
» deposito temporaneo 18 mesi
Da beltrale Oggi alle 2:32 pm

» Analisi su campioni
Da skywalker2016 Ieri alle 11:11 pm

» inserimento automatico dati Orso
Da urgada Lun Lug 06, 2020 7:25 pm

» accordo multilaterale M287
Da tfrab Gio Lug 02, 2020 10:40 am

» autodemolitore e cer 17.04.02
Da Hope Gio Giu 25, 2020 6:06 pm

» apparecchiature: tipologia 5.16 o 5.19
Da urgada Gio Giu 25, 2020 12:29 pm

» trasporti rifiuti derivati dall'attività di recupero
Da urgada Gio Giu 25, 2020 12:08 pm

» Cambio CER in MUD
Da cescal64 Mar Giu 23, 2020 4:14 pm

» Tenuta registro C/S digitale
Da sviluppo Mar Giu 23, 2020 11:27 am

» TARI: regolamenti comunali che menzionano impianti di smaltimento e recupero rifiuti
Da urgada Mar Giu 23, 2020 7:04 am


Consorzio di artigiani

Andare in basso

Consorzio di artigiani Empty Re: Consorzio di artigiani

Messaggio  greselin il Gio Mar 18, 2010 6:44 pm

Salve a tutti,
è il mio primo ingresso nel prezioso forum, spero possiate aiutarmi a chiarire questo dubbio interpretativo. Spero sia l'area giusta dove inoltrare questa mia richiesta....
Ma prima un grazie all'Admin per il diagramma di flusso sui "soggetti SISTRI"
Questo il caso:
Alcuni artigiani decidono di fondare un Consorzio tra pittori edili artigiani. Questo consorzio è regolarmente iscritto nel registro delle imprese, ha un suo REA, uno statuto, un presidente, un consiglio direttivo ma nessun dipendente. Gli artigiani operano quindi di fatto insieme come Consorzio e la loro attività origina dei rifiuti speciali anche pericolosi.
Quindi vi è obbligo di iscrizione senza alcun dubbio.
Prima domanda: è corretto iscrivere il consorzio come soggetto produttore unico per tutti i consorziati? Oppure è necessario che ogni ditta consorziata si iscriva autonomamente al SISTRI?
Seconda domanda: ammesso che sia il Consorzio ad iscriversi, esso di fatto non ha dipendenti. Ai fini dell’iscrizione bisogna considerare come dipendenti quelli del Consorzio (quindi zero) oppure è più corretto considerare il totale dei dipendenti calcolati a partire dalle ditte consorziate?
Grazie per il supporto!
greselin
greselin
Utente Attivo

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 18.03.10
Età : 47
Località : Pordenone

Torna in alto Andare in basso

Consorzio di artigiani Empty Re: Consorzio di artigiani

Messaggio  Admin il Gio Mar 18, 2010 6:48 pm

Benvenuto greselin Very Happy

posto il quesito in questa sezione in attesa di contributi da parte del forum.
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6581
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 47

Torna in alto Andare in basso

Consorzio di artigiani Empty Re: Consorzio di artigiani

Messaggio  Admin il Gio Mar 18, 2010 8:43 pm

Prima di entrare nel merito mi permetto di suggerirti un'indicazione di metodo.
Il DM 17 dicembre 2009 non ha introdotto nuovi obblighi né poteva. Sono semplicemente cambiati gli strumenti e le modalità di adempimento di obblighi già sussistenti.
Per cui ti chiedo:

come si regolano oggi il Consorzio ed i consorziati in materia di fir, registro e MUD?
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6581
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 47

Torna in alto Andare in basso

Consorzio di artigiani Empty Re: Consorzio di artigiani

Messaggio  mapi68 il Ven Mar 19, 2010 10:26 am

Non mi è chiara la situazione ... Le ditte consorziate hanno una loro sede, fatturano indipendentemente dal consorzio, provvedono autonomamente allo smaltimento/recupero dei rifiuti prodotti, hanno dipendenti? O invece hanno costituito un'unica sede ed una sola amministrazione che gestisce la contabilità ed anche le operazioni di smaltimento rifiuti?
mapi68
mapi68
Moderatrice

Messaggi : 1234
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 52
Località : Treviso

Torna in alto Andare in basso

Consorzio di artigiani Empty Re: Consorzio di artigiani

Messaggio  greselin il Ven Mar 19, 2010 10:50 am

Dunque diciamo innanzi tutto che il Consorzio è appena stato fondato.
Ancora non gestisce rifiuti (a ciò ci pensano i singoli consorziati ancora e non vi posso dire come!!! pale). E' una situazione, come avete capito, da regolarizzare......
Quello che non riesco a capire è quale sia la strada giusta: far iscrivere il Consorzio come tale? oppure far iscrivere ogni ditta che fa parte del consorzio singolarmente? oppure tutti e due? Ovviamente loro spingono per la prima ipotesi anche perché se lavorano insieme non è possibile che ognuno si faccia il suo mucchietto di rifiuti personale....
Io opterei per una doppia iscrizione così il Consorzio è regolarizzato per le attività che conduce con le sue consorziate, e le singole ditte artigiane sono regolarizzate per le loro attività.
Ho sentito il parere di un avvocato in merito, il quale secondo la sua interpretazione della norma, che sarebbe corretto iscrivere le ditte singolarmente e non il Consorzio adducendo motivazioni che sinceramente non riuscirei a spiegarvi bene.
Quindi c'é confusione. In più se il Consorzio venisse iscritto non saprei come calcolare i dipendenti: di fatto il Consorzio non ne ha.... ma avrebbe poco senso non considerare il numero di lavoratori consorziati. Non credete?
ovviamente ho già provato a fare il numero verde SISTRI.... ovviamente il risultato è che sono diventata verde io...per la rabbia! No
grazie
greselin
greselin
Utente Attivo

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 18.03.10
Età : 47
Località : Pordenone

Torna in alto Andare in basso

Consorzio di artigiani Empty Re: Consorzio di artigiani

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum