SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Ultimi argomenti
» accordo multilaterale M287
Da tfrab Gio Lug 02, 2020 10:40 am

» Analisi su campioni
Da homer Mer Lug 01, 2020 9:23 am

» autodemolitore e cer 17.04.02
Da Hope Gio Giu 25, 2020 6:06 pm

» apparecchiature: tipologia 5.16 o 5.19
Da urgada Gio Giu 25, 2020 12:29 pm

» trasporti rifiuti derivati dall'attività di recupero
Da urgada Gio Giu 25, 2020 12:08 pm

» Cambio CER in MUD
Da cescal64 Mar Giu 23, 2020 4:14 pm

» Tenuta registro C/S digitale
Da sviluppo Mar Giu 23, 2020 11:27 am

» TARI: regolamenti comunali che menzionano impianti di smaltimento e recupero rifiuti
Da urgada Mar Giu 23, 2020 7:04 am

» Ditta edile trasporto in conto proprio rifiuti non pericolosi
Da lauramantova Lun Giu 22, 2020 6:38 pm

» Linee guida SNPA n. 23/20: EOW e obblighi REACH/CLP
Da Tomaso Ven Giu 19, 2020 2:12 pm


INTERROGAZIONI E ASSOCIAZIONI

Andare in basso

INTERROGAZIONI E ASSOCIAZIONI Empty INTERROGAZIONI E ASSOCIAZIONI

Messaggio  Jerry il Ven Mag 20, 2011 5:41 pm

L'elenco aggiornato a gennaio 2011 delle interrogazioni parlamentari sul SISTRI con specificato da parte di chi e di che partito sono sul sito di Paola Ficco, www.reteambiente.it al link:

http://www.reteambiente.it/normativa/13424/

Per quanto riguarda l'azione delle Associazioni, perdonate se vi racconto cose note:
Il SISTRI è contenuto in nuce in un decreto dai tempi in cui era Ministro dell'Ambiente il nostro effimero Pecoraro Scanio. Se non ricordo male vennero anche stanziati dei fondi.
Non se ne è più parlato fino a quando il Ministero ha convocate le Associazioni il 9 novembre 2009 e ha presentato un documento, senza convocare prima tavoli di lavoro come consuetudine, che presentava il SISTRI come cosa fatta e non contrattabile data la copertura del segreto militare.
CNA Confederazione Nazionale Artigianato e PMI ha subito elaborato un documento articolato "OSSERVAZIONI" (datato lo stresso 9 novembre) e ha contattato le altre Associazioni per avere un fronte unico di contrattazione con il Governo senza ottenere risposte importanti.
Con la nascita di Rete Imprese Italia (CNA Confcommercio Casartigiani Confartigianato e Confesercenti) il fronte si è compattato.
Confindustria si è completamente disinteressata al problema fino a maggio 2010, in quel periodo le prime dichiarazioni della Marcegaglia.
Da qui in poi il coinvolgimento di molte altre Associazioni.
Questo grosso modo cosa è successo.

Una considerazione, mi permetto di fare riferimento alla mia esperienza all'interno di alcune Associazioni di categoria e in qualità di Segretario di una Associazione di settore (ahimé diluita nel nulla dopo anni di fatica: RAEE, vi dice niente?): la micro e la media imprenditoria italiane non brillano certo per proattività e per lungimiranza, men che meno per la capacità di fare fronte unico o di investire nel medio/lungo termine.

La grande imprenditoria invece sa ben bene quand'è il momento di fare fronte e di andare all'attacco, perché la differenza è proprio questa: micro e piccola imprenditoria giocano solo in difesa quando si sentono direttamente attaccati nei loro interessi personali, Confindustria va all'attacco e determina l'andamento del Paese.

E concludo: in tutta questa epopea il Ragnarok prima o poi doveva arrivare.
Spero che sia per questo Governo perché la questione non è destra o sinistra ma competenza e serietà e della competenza e serietà di questo Governo il SISTRI è uno degli esempi lampanti.

Jerry
Jerry
Membro della community

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 08.04.11

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum