SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Ultimi argomenti
» deposito temporaneo 18 mesi
Da angel Ieri alle 7:22 pm

» inserimento automatico dati Orso
Da urgada Lun Lug 06, 2020 7:25 pm

» accordo multilaterale M287
Da tfrab Gio Lug 02, 2020 10:40 am

» Analisi su campioni
Da homer Mer Lug 01, 2020 9:23 am

» autodemolitore e cer 17.04.02
Da Hope Gio Giu 25, 2020 6:06 pm

» apparecchiature: tipologia 5.16 o 5.19
Da urgada Gio Giu 25, 2020 12:29 pm

» trasporti rifiuti derivati dall'attività di recupero
Da urgada Gio Giu 25, 2020 12:08 pm

» Cambio CER in MUD
Da cescal64 Mar Giu 23, 2020 4:14 pm

» Tenuta registro C/S digitale
Da sviluppo Mar Giu 23, 2020 11:27 am

» TARI: regolamenti comunali che menzionano impianti di smaltimento e recupero rifiuti
Da urgada Mar Giu 23, 2020 7:04 am


Registro d'impianto

Andare in basso

Registro d'impianto Empty Registro d'impianto

Messaggio  Admin il Mer Feb 09, 2011 3:31 pm

E' un dato di fatto che il Sistri non consente la tracciabilità interna agli impianti perchè si ferma al "cancello" del destinatario e non prevede che si debbano registrare le movimentazioni di scarico e carico da lavorazione, come avviene oggi con il cartaceo.
Il che dimostra, qualora vi fosse bisogno di ulteriori conferme, che il sistema non innova soltanto negli strumenti (da cartacei ad informatici), ma anche nella sostanza.
Per correre ai ripari alcune regioni (credo Liguria e Veneto) stanno correndo ai ripari istituendo un "registro d'impianto".
Chi è in grado di fornire informazioni in proposito?


Ultima modifica di Admin il Mer Feb 09, 2011 5:17 pm, modificato 1 volta
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6581
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 47

Torna in alto Andare in basso

Registro d'impianto Empty Re: Registro d'impianto

Messaggio  pastorenomade il Mer Feb 09, 2011 5:15 pm

Shocked

Conosco un impianto di recupero rottami ferrosi che la provincia ha autorizzato (3 anni fa) a trattare al max 27.000 tonn/anno. Col particolare, però, e non chiedetemene il motivo perchè non lo ricordo, che di queste 27.000 T, solo 9.000 possono diventare mps (dunque possono essere avviate all'R4 dall'iniziale R13), mentre le altre 18.000 debbono essere avviate ad un altro R13.
Col sistri controllare tali prescrizioni sarebbe molto arduo, anche se sistri avesse integrato (cosa che non è e non sarà mai) l'ipotetico database nazionale delle autorizzazioni provinciali, dal momento che, come giustamente dice Admin, il sistri "si ferma al cancello".
Io mi sono fatto l'idea che in questi casi, cioè per la gestione interna, si dovrà ricorrere alla doppia gestione, ossia sistri + registri carico/scarico (e questa è stata anche l'opinione espressa dalla provincia) Alla faccia della semplificazione e del risparmio!
In ogni caso sono curioso di vedere cosa si inventeranno, regioni comprese.
pastorenomade
pastorenomade
Utente Attivo

Messaggi : 751
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 65
Località : Ameria-Umbria

Torna in alto Andare in basso

Registro d'impianto Empty Re: Registro d'impianto

Messaggio  isamonfroni il Mer Feb 09, 2011 9:06 pm

Riporto la mia personale esperienza (impianti di trattamento D9 di rifiuti pericolosi e non pericolosi in liguria, piemonte, sardegna, sicilia).
I nostri impianti hanno tutti da molto tempo registri interni (più o meno vidimati dalle provincie) destinati alla tracciabilità del rifiuto dal cancello in avanti e denominati "registro di impianto".
L'aspetto e le informazioni da fornire in questo registro sono variabili, sulla base della tipologia di impianto, delle installazioni tecnologiche insediate, del tipo di lavorazione svolta ecc......
Tali registri sono stati elaborati e prodotti da noi (in word, excell ecc..), e successivamente condivisi e vidimati dalla provincia.
Per dare un'idea:
Piemonte: vidimati
Liguria: vidimati
Sicilia: vidimato solo quello delle emissioni, registro interno impianto non vidimato
Sardegna: prov. di sassari vidimato, prov. di cagliari no
E' anche vero che i nostri impianti sono tutti in AIA e che le bat prevedono la tracciabilità assoluta del rifiuto per tutto il tempo che se ne sta dentro l'impianto.
Tale tracciabilità assoluta è inoltre richiesta anche dalla ISO 14001.
Pertanto per noi nessuna novità..........
Per gli altri che non sono abituati alla gestione del "registro di impianto", si affacciano tempi cupi di aumento dei carichi del lavoro di registrazione, ma questo non tanto per il SISTRI (BLEAH) quanto perchè nella nuova parte IV del TUA è stato introdotto il concetto di gestione dei rifiuti secondo le migliori tecniche disponibili (non ho sottomano il testo ma mi riprometto di indicare il punto) e la tracciabilità assoluta all'interno del ciclo è una MTD
Isa
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12738
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 62
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Registro d'impianto Empty Re: Registro d'impianto

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum