SistriForum - Il social network italiano sui rifiuti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Ultimi argomenti attivi
» MUD unità locale si o no?
Da magonero Oggi alle 7:28 pm

» ViViFir - Spurghisti
Da magonero Oggi alle 7:27 pm

» tanica non omologata, nessuna ds per la merce. mi sfugge qualcosa?
Da tfrab Gio Giu 30, 2022 10:56 am

» 1.3.2.3 Formazione in materia di sicurezza
Da lotus1 Mar Giu 21, 2022 4:48 pm

» sottoprodotto e combustione
Da lotus1 Lun Mag 30, 2022 11:20 am

» Rifiuti sanitari rischio infettivo liquidi
Da tfrab Mar Mag 24, 2022 2:31 pm

» AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO CER PER SCARRABILI
Da Paolo UD Ven Mag 13, 2022 3:40 pm

» art. 193-bis: INTERMODALE: un passo in avanti o 2 indietro ?
Da vaghestelledellorsa Sab Mag 07, 2022 7:11 pm

» RENTRI
Da sarabai Ven Mag 06, 2022 9:09 am

» Classi di pericolosità RAEE
Da tfrab Mar Mag 03, 2022 4:19 pm


Produttori di fanghi da depuratori privati e Sistri

Andare in basso

Produttori di fanghi da depuratori privati e Sistri Empty Produttori di fanghi da depuratori privati e Sistri

Messaggio  BB Ven Nov 19, 2010 10:42 am

Carissimi tutti, una preghiera per la lettera g).
Infatti l'art. 188-ter, comma 1, lettera b), dice che sono tenuti all'iscrizione al sistema "le imprese e gli enti produttori di rifiuti speciali non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3,lettere c), d) e g) e d) con più di dieci dipendenti, nonché le imprese e gli enti che effettuano operazioni di smaltimento o recupero di rifiuti e che producano per effetto di tale attività rifiuti non pericolosi, indipendentemente dal numero di dipendenti".
La lettera g) potrebbe sembrare sostituita dalla riga successiva, ma chi ha un depuratore in casa?
Ovvero: la quasi totalità dei grandi alberghi veneziani, molte industrie che appunto hanno impianti di depurazione così da poter scaricare entro i limiti, e che quindi producono fanghi vari con CER 19, sono tenuti a non iscriversi?
Infatti non effettuano operazioni di recupero o smaltimento rifiuti, anzi, le attività sono ben diverse!
Ma siccome fino a ieri (e in realtà "dal giorno successivo alla scadenza del termine di cui all’articolo 12, comma 2 del decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 17 dicembre 2009 e successive modificazioni") erano obbligati, cosa faccio?
E cosa faccio fare ai miei clienti? Li faccio disiscrivere? Faccio chiedere un rimborso? Lo possono negare perchè, sebbene facoltativamente, si possono iscrivere? (e non sembrerebbe nemmeno: art. 188-ter, comma 2, lett. a :"le imprese e gli enti produttori di rifiuti speciali non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3,
lettere c), d) e g) e d) che non hanno più di dieci dipendenti
"
In sostanza, c'aggia fà???????
BB
BB
Utente Attivo

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 24.02.10
Età : 39
Località : Venezia

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.