Ultimi argomenti
» Aiuto: R12-R13
Da isamonfroni Gio Set 12, 2019 4:26 pm

» Cisterna operante sotto sotto vuoto - Barrato Rosa - Mod DTT 306M
Da sven23 Mer Set 11, 2019 7:42 pm

» Quiz consulente ADR 2019
Da massimilianom Mar Set 10, 2019 3:03 pm

» RICEVERE CODICI CER 19.XX.XX
Da Aurora Brancia Mar Set 10, 2019 1:57 pm

» Veicolo consegnato direttamente a Autodemolitore...
Da Alot Lun Set 09, 2019 5:20 pm

» CERCO Professionista esperto emissioni in atmosfera
Da isamonfroni Lun Set 09, 2019 10:45 am

» Generale Costa nuovo ministro dell'ambiente
Da fabiodafirenze Ven Set 06, 2019 12:53 pm

» Aua senza iscrizione in camera di commercio
Da isamonfroni Gio Set 05, 2019 10:35 am

» Testo per consultazione su cat 9 [bonifiche siti contaminati]
Da isamonfroni Mar Set 03, 2019 11:33 am

» [TOP] Consulente ADR
Da MattiaC Lun Set 02, 2019 3:54 pm


Certificazione Re. UE 333/2011 senza autorizzazione rifiuti

Andare in basso

Certificazione Re. UE 333/2011 senza autorizzazione rifiuti Empty Certificazione Re. UE 333/2011 senza autorizzazione rifiuti

Messaggio  elf-elf il Ven Set 27, 2013 3:21 pm

Buongiorno a tutti,
mi è capitata sotto mano la certificazione relativa al reg. 333/2011 di un'azienda che NON risulta autorizzata allo stoccaggio e trattamento di rifiuti.

Questa cosa mi sembra un controsenso, tanto più che sulla certificazione è scritto esplicitamente che l'azienda in questio soddisfa le disposizioni dell'articolo 6 del regolamento, ovvero:

Articolo 6
Gestione della qualità
1. Il produttore applica un sistema di gestione della qualità atto a dimostrare la conformità ai criteri di cui agli articoli 3 e 4, rispettivamente.
2. Tale sistema prevede una serie di procedimenti documentati riguardanti ciascuno dei seguenti aspetti:
a) controllo di accettazione dei rifiuti utilizzati come materiale dell’operazione di recupero di cui al punto 2 degli allegati I e II;
b) monitoraggio dei processi e delle tecniche di trattamento di cui al punto 3.3 degli allegati I e II;
c) monitoraggio della qualità dei rottami metallici ottenuti dall’operazione di recupero di cui al punto 1 degli allegati I e II (che comprenda anche campionamento e analisi);
d) efficacia del monitoraggio delle radiazioni di cui al punto 1.5 degli allegati I e II, rispettivamente;
e) osservazioni dei clienti sulla qualità dei rottami metallici;IT 8.4.2011 Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 94/3
f) registrazione dei risultati dei controlli effettuati a norma delle lettere da a) a d);
g) revisione e miglioramento del sistema di gestione della qualità;
h) formazione del personale.
3. Il sistema di gestione della qualità prevede inoltre gli obblighi specifici di monitoraggio indicati, per ciascun criterio, negli allegati I e II.
4. Qualora uno dei trattamenti di cui al punto 3.3 dell’allegato I o al punto 3.3 dell’allegato II sia effettuato da un detentore precedente, il produttore si assicura che il fornitore applichi un sistema di gestione della qualità conforme alle disposizioni del presente articolo.
5. Un organismo preposto alla valutazione della conformità di cui al regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 luglio 2008, che pone norme in materia di accreditamento e vigilanza del mercato per quanto riguarda la commercializzazione dei prodotti ( 1 ), che sia stato riconosciuto a norma di detto regolamento, o qualsiasi altro verificatore ambientale di cui all’articolo 2, paragrafo 20, lettera b), del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, sull’adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS) ( 2 ) si accerta che il sistema di gestione della qualità soddisfi le disposizioni del presente articolo. Tale accertamento è effettuato ogni tre anni.
6. L’importatore esige che i suoi fornitori applichino un sistema di gestione della qualità che soddisfi il disposto dei paragrafi 1, 2 e 3 del presente articolo e sia stato controllato da un verificatore esterno indipendente.
7. Il produttore consente l’accesso al sistema di gestione della qualità alle autorità competenti che lo richiedano.


cosa impossibile per un'azienda che non tratta nessun tipo di rifiuto!

Mi sfugge qualcosa, o tutto ciò è MOLTO strano?!
Qualcuno ha esperienze?

Grazie a tutti
elf-elf
elf-elf
Membro della community

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 19.10.10
Età : 36

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum