Acquisto di beni usati e non riifuti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  laureando il Lun Apr 08, 2013 12:24 pm

Buongiorno..leggendo e rileggendo alcuni post sul forum desideravo sottoporvi un quesito..
Un'azienda che effettua compravendita di beni usati che ha anche un'autorizzazione provinciale R13 per alcune tipologie,può acquistare da normali cittadini per esempio le pezzi di ferro o alluminio come beni usati o rottami e diventare produttore di rifiuti degli stessi? Mi spiego meglio un cittadino si reca in questa azienda con dei pezzi di ferro, l'azienda li acquista emettendo autofattura (annotando tutte le generalità del cittadino)e pagando il cittadino...L'azienda diventa titolare del ferro e fa un movmento di autoproduzione di rifiuto, caricando anche nel registro di C/S.
Tutta questa procedura è corretta secondo voi??
avatar
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 35
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Gabriele Stefani il Lun Apr 08, 2013 12:31 pm

laureando ha scritto:Tutta questa procedura è corretta secondo voi??
Secondo te?
(PS: già che si faccia una autofattura .. )

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
avatar
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  laureando il Lun Apr 08, 2013 12:46 pm

ilGabri ha scritto:
laureando ha scritto:Tutta questa procedura è corretta secondo voi??
Secondo te?
(PS: già che si faccia una autofattura .. )

La quale è prevista dalla legge....
avatar
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 35
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Gabriele Stefani il Lun Apr 08, 2013 12:51 pm

laureando ha scritto:
ilGabri ha scritto:
laureando ha scritto:Tutta questa procedura è corretta secondo voi??
Secondo te?
(PS: già che si faccia una autofattura .. )

La quale è prevista dalla legge....

E allora, perchè non ti apri una P. Iva e ti metti ad autofatturare come fa l'impresa citata nel post iniziale?

Se è tutto lecito, è un bel modo per fare soldi senza problemi.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
avatar
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Admin il Lun Apr 08, 2013 4:18 pm

Non e' lecito.
I beni usati si "riusano" per la loro funzione originaria, non si avviano a recupero di materia.
A ragionare in questo modo, possono andare tutti a casa: province, Albo, odv,...
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  laureando il Lun Apr 08, 2013 5:09 pm

Admin ha scritto:Non e' lecito.
I beni usati si "riusano" per la loro funzione originaria, non si avviano a recupero di materia.
A ragionare in questo modo, possono andare tutti a casa: province, Albo, odv,...

Scusami Admin ma dove è scritto? io posso acquistare qualunque cosa, basta che sia lecito ovviamente....se voglio comprare una righiera in ferro, che il mio vicino deve sostituire e poi la porto in un R13 per il ferro e me la pagano cosa c'è di male? La vedo ovviamente come materiale ferroso e non come rifiuto... pr me non è un rifiuto anzi è un bene che mi può portare un'entrata economica....Non penso che la definizione di rifiuto passi dal suo valore...ma dalla volontà intenzione di considerarlo tale...Se ci fermiamo a dire che tutto quello che non serve è un rifiuto anche se ha valore economico allora tutti i compro oro di italia devono essere autorizzati in R13.
Oppure domani posso aprire un negozio" Compro Polietilene Tereftalato "
avatar
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 35
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  isamonfroni il Lun Apr 08, 2013 5:26 pm

laureando ha scritto: Scusami Admin ma dove è scritto? io posso acquistare qualunque cosa, basta che sia lecito ovviamente....se voglio comprare una righiera in ferro, che il mio vicino deve sostituire e poi la porto in un R13 per il ferro e me la pagano cosa c'è di male? La vedo ovviamente come materiale ferroso e non come rifiuto... pr me non è un rifiuto anzi è un bene che mi può portare un'entrata economica....Non penso che la definizione di rifiuto passi dal suo valore...ma dalla volontà intenzione di considerarlo tale...Se ci fermiamo a dire che tutto quello che non serve è un rifiuto anche se ha valore economico allora tutti i compro oro di italia devono essere autorizzati in R13.
Oppure domani posso aprire un negozio" Compro Polietilene Tereftalato "

Allora:
*) è scritto nell'art. 183 del TUA alla definizione di riutilizzo ovvero quando un bene che a me non serve più è riutilizzato per la stessa funzione originaria
Per rimanere al tuo esempio, certamente puoi acquistare dal tuo vicino una ringhiera che lui non usa più, ma puoi soltanto riutilizzarla sul tuo balcone (appunto riutilizzi un bene usato per la stessa funzione per cui è nato).

*) se porti la ringhiera in un R13 (che è un impianto di gestione dei rifiuti), il solo fatto che tu ce la stia portando, la fa automaticamente diventare un rifiuto, visto che il signor R13 che te la compra, certamente non ci decora i balconi ma la manda in acciaieria a rifondere.
Il fatto che gli impianti di recupero di rottami possano pagare il rottame che ritirano, discende dal fatto che il rottame ferroso è un rifiuto che ha un valore economico, ma sempre rifiuto è.

*) se fosse così semplice ed intuitivo e lineare, mi spieghi perchè un sacco di gente cretina si danna l'anima (e spende soldi) per iscriversi all'Albo Gestori, per farsi autorizzare gli impianti ecc. ecc.

*) sui "compro oro" la questione è aperta, a mio personale e sommesso avviso dovrebbero essere autorizzati come gestori di rifiuti come attività R4. Personalmente non ho mai approfondito e quindi non so esattamente se lo siano o meno. Quelli che di sicuro lo sono sono le grandi aziende orafe dell'aretino e dell'alessandrino che lavorano i metalli prezioni recuperati anche dai rifiuti.

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12389
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Admin il Lun Apr 08, 2013 6:15 pm

avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  laureando il Lun Apr 08, 2013 7:19 pm

Bohh a sto punto la definizione di rifiuto contenuta nel dlgs 152/06 va a fardi benedire scusate?!
a) “rifiuto”: qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’intenzione o abbia l'obbligo di disfarsi;
Disfarsi è una cosa vendere è un altra.... Io non sono obbligato a portare il ferro in un impianto dove si commercializzano rottami di ferro e che inoltre è autorizzato in R13.. Se lo faccio è per vendere e ricavare denaro non per disfarmene... Se me ne volevo disfare la buttavo nel cassonetto dei metalli posto dotto casa mia....
Scusate ma dove sbaglio allora?? Non capisco...
avatar
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 35
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  isamonfroni il Lun Apr 08, 2013 8:33 pm

laureando ha scritto:Bohh a sto punto la definizione di rifiuto contenuta nel dlgs 152/06 va a fardi benedire scusate?!
a) “rifiuto”: qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’intenzione o abbia l'obbligo di disfarsi;
Disfarsi è una cosa vendere è un altra.... Io non sono obbligato a portare il ferro in un impianto dove si commercializzano rottami di ferro e che inoltre è autorizzato in R13.. Se lo faccio è per vendere e ricavare denaro non per disfarmene... Se me ne volevo disfare la buttavo nel cassonetto dei metalli posto dotto casa mia....
Scusate ma dove sbaglio allora?? Non capisco...

Sono almeno 30 anni che si discute e ci si arrabatta sulla definizione di rifiuto, proprio perchè un sacchissimo di gente vuole tentare di aggirare la costosa e impegnativa "gestione dei rifiuti".
Oggi con la situazione di crisi che stiamo vivendo, e anche per la pessima e semplicistica campagna di stampa che vuole convincerci a tutti i costi che le pattumiere sono miniere d'oro tout court, si registra una recrudescenza notevole di queste discussioni.
Un bene che possa essere compravenduto al di fuori del regime dei rifiuti è appunto un bene che può essere riutilizzato per lo stesso uso per cui è nato (almeno in teoria).
L'esempio di prima della ringhiera è illuminante, ma se vuoi te ne faccio un altro, se tu mi vendi il tuo vecchio giradischi e io lo uso per suonarci i miei dischi, quello è un bene che sta fuori dal regime dei rifiuti.
Ma se io sono un impianto autorizzato al recupero dei rifiuti e prendo quello stesso giradischi,lo smonto e recupero la plastica,la gomma, il metallo ecc. quello stesso giradischi è diventato un rifiuto, perchè è palese che te ne sei disfatto ovvero lo hai destinato ad un uso totalmente diverso da quello originario (anche se io te l'ho pagato tanto uguale).
Poi finchè tu mi porti il TUO giradischi di cui sei proprietario/produttore, va ancora bene.
Se invece ti vai a comprare tutti i vecchi giradischi dei tuoi vicini di casa non potrai mai esserne tu il produttore, quindi i casi sono 3:
*) o hai un banco di bric a brac sul mercatino dell'usato e ti rivendi i giradischi per come sono (regolare e legittimo)
*) o sei iscritto all'albo gestori come intermediario/commerciante di rifiuti (ancora regolare)
*) oppure li porti al mio impianto di recupero rifiuti, però commetti un illecito

Poi fai un po' come vuoi

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12389
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Admin il Lun Apr 08, 2013 8:34 pm

Guarda che vendere i rifiuti è un'attività all'ordine del giorno, tanto è vero che esiste una categoria professionale che è quella dei commercianti di rifiuti.
Il discrimine tra bene e rifiuto non è il fatto di possedere un valore economico (infatti non solo la vendita di rifiuti è all'ordine del giorno, ma anche il furto di rifiuti....).
Io compro un'auto usata per andarci a spasso e non per smontarla a pezzi e rivenderne batteria, pneumatici, fari, metalli, plastiche,...
Compro un televisore usato per guardarci i film di Fellini, non per venderne i componenti elettronici.
Compro un libro usato per leggerlo, non per rivenderlo ai maceri.
Per me la differenza tra riutilizzo, recupero e smaltimento è fin troppo chiara.
Se poi su questa attività si intende sviluppare un businness, lo è ancora di più.
Detto questo puoi pure intraprendere un'attività del genere senza farti autorizzare e spiegare, ad un eventuale controllo, che si tratta di beni usati e non di rifiuti perchè i cittadini che li hanno portati non intendevano disfarsene, ma volevano ricavarne denaro altrimenti li avrebbero buttati nel cassonetto.
Fammi sapere come va a finire.

avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  laureando il Lun Apr 08, 2013 10:45 pm

Admin ha scritto:Guarda che vendere i rifiuti è un'attività all'ordine del giorno, tanto è vero che esiste una categoria professionale che è quella dei commercianti di rifiuti.
Il discrimine tra bene e rifiuto non è il fatto di possedere un valore economico (infatti non solo la vendita di rifiuti è all'ordine del giorno, ma anche il furto di rifiuti....).
Io compro un'auto usata per andarci a spasso e non per smontarla a pezzi e rivenderne batteria, pneumatici, fari, metalli, plastiche,...
Compro un televisore usato per guardarci i film di Fellini, non per venderne i componenti elettronici.
Compro un libro usato per leggerlo, non per rivenderlo ai maceri.
Per me la differenza tra riutilizzo, recupero e smaltimento è fin troppo chiara.
Se poi su questa attività si intende sviluppare un businness, lo è ancora di più.
Detto questo puoi pure intraprendere un'attività del genere senza farti autorizzare e spiegare, ad un eventuale controllo, che si tratta di beni usati e non di rifiuti perchè i cittadini che li hanno portati non intendevano disfarsene, ma volevano ricavarne denaro altrimenti li avrebbero buttati nel cassonetto.
Fammi sapere come va a finire.


Conosco la cat. 8 dell'albo naz. gestori rifiuti...quindi secondo te se sono iscritto in cat. 8 posso comprare ad esempio bottiglie di plastica usate da comuni cittadini e destinarli in un impianto di recupero rifiuti?
avatar
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 35
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Admin il Lun Apr 08, 2013 11:22 pm

Questi "negozi di rifiuti", variamente denominati, sono esperimenti che qualcuno ha tentato.
A mio avviso, si tratta di operazioni lecite solo se supportate da contratti di programma con l'ente locale, che ha la privativa sui rifiuti urbani (e trattandosi di rifiuti domestici non vi può essere alcun dubbio al riguardo).
Generalmente ciò è avvenuto.
Ma i risultati, per quello che mi consta, non sono esaltanti ed è difficile che queste attività si autosostengano economicamente, a meno che non vi siano squadre di raccoglitori che fanno incetta di tutto quello che si trova nel raggio di 5 km.
Ma questo è ovviamente vietato.
Questa è l'ennesima discussione in pochi giorni che verte sul presunto business dei rifiuti domestici:
http://www.sistriforum.com/t9439-ritiro-rifiuti-urbani-differenziati-da-condomini?
http://www.sistriforum.com/t9046-rifiuti-urbani-differenziati-riitiro-presso-condomini-effettuato-da-privati?
http://www.sistriforum.com/t9166-rifiuti-urbani-differenziati-in-privativa?

Faccio mie le considerazioni di Isamonfroni di qualche post fa.
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Baseballz il Mer Apr 10, 2013 2:23 pm

Non a caso i furgoncini ritiro ferro vecchio dalle mie parti stanno aumentando con tanto di scritte a pennarello con recapiti Smile


Laureando, concordo con i miei colleghi che le "furbate" non sono lecite, tentare di aggirare la norma è rischioso.

Rimane secondo me un buco legislativo

Tornando al tuo esempio

Mettiamo che io voglio comprare la ringhiera del mio vicino perchè la mia è messa ancora peggio e voglio sostituirla.

Mentre la monto mi va a pezzi e non posso più usarla... ecco che diventa un rifiuto...

Questo può valere per una singola ringhiera se capita spesso diventa commercio di rifiuti a tutti gli effetti...
avatar
Baseballz
Utente Attivo

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 20.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Gabriele Stefani il Mer Apr 10, 2013 2:40 pm

@laureando: nello scusarmi anticipatamente per questa insolenza, ti volevo porre un quesito?

Ti è andato male il business cn la raccolta pneumatica .. e ora ti stai cercando di legalizzare una qualche forma di ecomafia?

Laughing

Ovviamente si scherza: ma se fosse tutto così semplice e facile .. probabilmente non esisterebbe nemmeno questo, e tanti altri, forum!

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
avatar
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  zorba il Mer Apr 10, 2013 2:42 pm

Baseballz ha scritto:Rimane secondo me un buco legislativo

Tornando al tuo esempio

Mettiamo che io voglio comprare la ringhiera del mio vicino perchè la mia è messa ancora peggio e voglio sostituirla.

Mentre la monto mi va a pezzi e non posso più usarla... ecco che diventa un rifiuto...

Questo può valere per una singola ringhiera se capita spesso diventa commercio di rifiuti a tutti gli effetti...
Non ho capito. Dove sarebbe in questo caso il buco legislativo?

Sei un privato che ha acquistato da un altro privato un bene usato, allo scopo di utilizzarlo per quello che è.
Quando il bene è già tuo, diventa per qualche ragione inservibile e te ne vuoi disfare.
Siamo al punto di partenza: in quanto privato (= utente domestico), non lo puoi portare direttamente ad un impianto di recupero.
avatar
zorba
Utente Attivo

Messaggi : 370
Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Gabriele Stefani il Mer Apr 10, 2013 4:52 pm

zorba ha scritto:Dove sarebbe in questo caso il buco legislativo?
si riferiva alla raccolta delle bottiglie in plastica (o delle lattine, o di ogni altro imballaggio "nobile") da parte, ad esempio, dei supermercati.
Basterebbe poco per istituire un servizio virtuoso e a basso costo, ma rifugiandosi dietro a "i rifiuti urbani sono cmq di privativa comunale" nessuna istituzione/ente prende posizione.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
avatar
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Admin il Mer Apr 10, 2013 7:27 pm

Non esiste nessun buco legislativo, gli strumenti esistono e si chiamano contratti di programma. Diverse amministrazioni li hanno portati avanti.
Non si può pretendere di vivere in un mondo dove ognuno fa come gli pare.
In questo servizio, al minuto 14, è illustrato lo stato dell'arte nelle città che hanno dato il via libera ad iniziative di questo genere (nella piena legalità): http://t.co/OqTbl5ey7F
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Gabriele Stefani il Gio Apr 11, 2013 5:30 pm

Admin ha scritto:Diverse amministrazioni li hanno portati avanti.
TUTTE le amministrazione le dovrebbero portare avanti!
I buchi normativi è vero che non ci sono: i buchi normativi vengono creati ad hoc da enti e istituzioni che per mancanza di voglia, mancanza di conoscenza .. comodità, interpretano come vogliono le regole (e mi pare che la denuncia venga da più parti, non solo in tema di rifiuti urbani).

PS: sto seguendo 2 amici nella realizzazione di 2 cantine vinicole, che pur distando tra di loro meno di 500 metri, ricadono in 2 differenti distretti sanitari.
Bene: le prescrizioni imposte dal veterinario di una ULSS, sono diametralmente opposte al suo collega, dipendente dell'altra azienda sanitaria!

Meno regole, più chiare .. e meno seghe mentali .. TUTTI QUANTI! (me medesimo compreso) celebrate

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
avatar
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Acquisto di beni usati e non riifuti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum