Carosello ultimo atto: la sentenza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  Admin il Mar Apr 02, 2013 8:49 pm

Trascurata da quasi tutti i media la sentenza di un processo importantissimo per le terre campane: http://www.ilgazzettinolocale.com/portale/il-gazzettino-locale/acerra/news/cronaca-e-attualita/5913-carosello-ultimo-atto-ecco-la-sentenza.html

Sentenza che non è stata accolta con soddisfazione dalla cittadinanza acerrana: il reato di disastro ambientale è stato prescritto e, quel che è peggio, il giudice Sergio Aliperti ha ordinato il dissequestro delle discariche di proprietà dei condannati.
Gli ambientalisti vogliono organizzare una fiaccolata ad Acerra per protestare contro la sentenza di primo grado con la collaborazione di don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano attorno al quale si è coagulato un vasto movimento contro l’ecomafia.

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  marcosperandio il Mar Apr 02, 2013 10:07 pm

Non sará quello narrato dalla nostra napoletana doc?

_________________
santa
Gli uomini malvagi sopravvivono alle loro gesta. I buoni vengono selpolti insieme alle loro ossa. -- William Shakespeare- "Giulio Cesare"

marcosperandio
Moderatore

Messaggi : 4732
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 48
Località : Provincia Bergamo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Apr 03, 2013 12:01 am

Admin ha scritto:Trascurata da quasi tutti i media la sentenza di un processo importantissimo per le terre campane: http://www.ilgazzettinolocale.com/portale/il-gazzettino-locale/acerra/news/cronaca-e-attualita/5913-carosello-ultimo-atto-ecco-la-sentenza.html

Sentenza che non è stata accolta con soddisfazione dalla cittadinanza acerrana: il reato di disastro ambientale è stato prescritto e, quel che è peggio, il giudice Sergio Aliperti ha ordinato il dissequestro delle discariche di proprietà dei condannati.
Gli ambientalisti vogliono organizzare una fiaccolata ad Acerra per protestare contro la sentenza di primo grado con la collaborazione di don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano attorno al quale si è coagulato un vasto movimento contro l’ecomafia.

Caso vuole che sia giustappunto questo il procedimento di cui tanto "vado cianciando" a proposito di come si facciano indagini a piffero affidate a CT del PM incompetenti oppure pedissequi al PM.
Tutto il processo è partito dal processo alla Nuova ESA di Marcon, che è anche stata condannata ma ancora mi chiedo che ci azzeccava il mio cliente, e gran parte di quelli poi oggettivamente assolti. Se infatti Nuova ESA faceva miscelazioni di rifiuti ritenute illecite (per quanto a me risulti fosse autorizzata in ordinaria per diversi D e diversi R) non è detto che le facesse sempre e per principio, e quindi non è detto che per forza un rifiuto provenente da quell'impianto dovesse essere per forza un pericoloso "mascherato" da non pericoloso, o "girobollato" come dice il PM.
Le prove documentali stanno nel fatto che nell'unico impianto di recupero (quindi NON discarica) dove sono stato oggettivamente campionati qui i rifiuti di nuova ESA in ingresso all'impianto sono risultati non pericolosi, per quanto abbiano tentato l'inverosimile per negare quest'evidenza. C'è a dire che in quel caso è stato facile, perchè i camion stavano ancora scaricando i big bags di 12 01 01 quando si è proceduto al sequestro (28 marzo 2003), hanno fatto i primi campionamenti e non è uscito niente (talmente niente che i CT non hanno nemmeno presentto i risultati del loro lab di fiducia... pagato, però!) e ci sono tornati dopo a farne fare degli altri. Ma invece del ferro, che francamente sarebbe la prima cosa che mi accerterei ci fosse in un rifiuto con quel codice, ci si è fatto cercare di tutto: alluminio, cloruri, ammoniaca, IPA, oli minerali... non mi credete? ecco qui come l'hanno cercato, il ferro:

E siccome pare che nessuno abbia detto che il codice riportato sul FIR era 12 01 01 e che la causale di conferimento era R13 ed il sito era appunto un R13- R5, hanno anche tentato di ciurlare nele conclusioni di merito in questo modo:

Per chiarezza e sgombrare il campo da equivoci, io non parlo di un sito in Acerra, e nemmeno tanto nei pressi, parlo di quello che conosco per benissimo che è da un'altra parte.
Quanto al sito di acerra, perdonate ma dire "voi avete sversato la diossina come compost" e non fare cercare le diossine nei vari compost in maturazione (definendoli per di più rifiuti pericolosi perchè c'era l'ammoniaca... ) mi pare un po' troppo "lasca" come prova per risarcire gli ex proprietari delle pecore che pascolavano nei terreni a ridosso del muro di cinta della montefibre dove si lavoravano i clorurati, ad acerra appunto, specie dopo che hanno già avuto oltre 1,2 milioni di euro di risarcimenti; sostengono che i due fratelli avessero oltre 5000 pecore, ma chissà dove le facevano dormire perchè un ovile così grande da quelle parti non c'è mai stato. Sono infatti proprio quelli che portavano le pecore moribonde in mezzo alla strada nel 2003 per non far mettere mano ala costruzione del termocoso. E dato che l'inchiesta è partita a fine 2002 con ricerche dal 2001, difficile che... non so se mi spiego.
Ed infine, per tranquillizzare "il popolo", comunico ch nessuno degli impianti dissequestrati è in funzione dal 2006, visto che quasi tutte, anzi credo tutte, le aziende sono ovviamente fallite o hanno chiuso i battenti. C'erano solo 2 ex discariche, una delle quali poi diventate R10, i rifiuti pericolosi erano trattati solo dalla società dei 3 fratelli condannati, ma anche lì in appello (perchè di sicuro si farà l'appello) ci sarà da ridere, perchè è stata fatta una gran confusione anche lì. Ma quando tu CT del PM non prendi le autorizzazioni e non controlli cosa può andare in quale impianto, e tu PM nonostante quello sia il primo questo arrivi al rinvio a giudizio senza sapere chi era autorizzato a fare cosa, dove e come... In compenso, dal 2008 abbiamo montagne di rifiuti grosso modo tal quali, grosso modo urbani, grosso modo abbancati sul ghiaietto, però militarizzati e quindi inamovibili.
Ma che importa CHE LA GENTE CI ABBIA CREDUTO E SI SIA GIUSTAMENTE TERRORIZZATA (sviando così la ricerca della reale origine delle malatte che avevano sterminato le pecore prima che le abbattessero "per diossina"), che importa che abbiano mandato a pu##ane l'industria casearia della zona, che importa se tra il 2002 ed il 2003 la chiusura dell'unica IIA in provincia di Napoli ha provocato la riapertura di Difesa Grande e il rilascio di tante altre microautorizzazioni di dubbissima proceduralità: il PM ha fatto carriera, tanto che adesso addirittura fa i corsi sui rifiuti al CSM, i suoi CT continuano a fatturare almeno 2 o 3 CT contemporaneamente in giro per l'italia ...

Voi non siete contenti? Avreste preferito che oltre il magistrato inquirente sbagliassero anche i magistrati giudicanti? A me, già fa malissimo pensare che per colpa di 4 imbecilli che si contrabbandano come "esperti" si faccia la caccia alle streghe anzichè ai delinquenti veri.
Giusto perchè si sappia, dal 2008 si è fatto ricorso a dei provvidenziali "collaboratori di giustizia" in modo da aggiungere dei nuovi capi di imputazione così che i tempi si allungassero. Beh, per tutti quei nuovi capi di imputazione il Collegio giudicante ha dichiarato non doversi procedere perchè il fatto non sussiste: ma intanto sono passati altri 4 anni ampi, e quindi ciò ha consentito ai magistrati giudicanti di non applicarsi a cercare la verità lì dove era intervenuta la prescrizione, evitando un floppone gigantesco, che però io - per ciò che riguarda la persona che seguo - cercherò di far vedere, visto che almeno sin qui ciò di cui ho testimoniato (e spiegato) sotto giuramento l'hanno capito... E soprattutto IO, a differenza di almeno 1 dei CT del PM , non ho dichiarato il falso sulle mie qualifiche professionali. Posso essere scema, incompetente, rumpasaciccio, presuntuosa, prolissa, ma pure zoccola (magari, speriamo per il futuro) se vi fa piacere: però, mai bugiarda !

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3461
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  homer il Mer Apr 03, 2013 12:37 am

Grande Aurora!!

homer
Utente Attivo

Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  isamonfroni il Mer Apr 03, 2013 10:27 am

Appunto!

Grande Aurora!!!

Certi CT li conosciamo bene, ma, purtroppo soltanto gli "addetti ai lavori".... Sad

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12091
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Apr 03, 2013 12:52 pm

isamonfroni ha scritto:Appunto!

Grande Aurora!!!

Certi CT li conosciamo bene, ma, purtroppo soltanto gli "addetti ai lavori".... Sad
... ma abbiate fede: prima o poi si "saprà" anche in giro ed anche tra i non addetti stretti stretti.
Tra i miei infiniti difetti - veramente, le mie sono caratteristiche, io non ho difetti in senso stretto Razz - c'è la testardaggine, che quando si abbina al gusto della sfida e alla mia smodata passione per la platealità mi fa raggiungere traguardi anche ardui. Come giustappunto mi hanno detto alcuni avvocati durante il procedimento, come avvocato sarei riuscita bene, e solo con alcuni mi sono potuta permettere di rispondere scherzosamente "guarda che se avessi voluto vendermi al miglior offerente lo facevo 40 e passa anni fa, quando avevo ancora fisico e salute che me lo permettevano con possibilità di congrui incassi...".

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3461
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  isamonfroni il Mer Apr 03, 2013 1:16 pm

Aurora Brancia ha scritto: ... ma abbiate fede: prima o poi si "saprà" anche in giro ed anche tra i non addetti stretti stretti.
Tra i miei infiniti difetti - veramente, le mie sono caratteristiche, io non ho difetti in senso stretto Razz - c'è la testardaggine, che quando si abbina al gusto della sfida e alla mia smodata passione per la platealità mi fa raggiungere traguardi anche ardui. ...[/i]".

Se mai dovesse servirti, sarò sempre al tuo fianco
Sebbene sia consapevole del fatto che finchè la corretta informazione ambientale la fanno certi personaggi...... Sad

PS. pregasi apprezzare che non ho messo neanche un nome, un cognome, una sigla .....niente....

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12091
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  CROCIDOLITE il Mer Apr 03, 2013 2:25 pm

In effetti, care Aury&Isa, il vero problema non sono gli eco mafiosi, di cui anche mio figlio che studia lettere sarebbe in grado di dimostrarne le nefandezze, ma certi "consulenti di grido" dei PM, che non capiscono un beato "fagiolino" (detto anche "fava") di nulla. (stavo per dire di chimica, poi volevo aggiungere ambiente, poi .... e ho optato per il "nulla").

Sui PM poi, varrebbe la pena di verificare se "ci sono" o "ci fanno", e troppo spesso dovrebbero essere mandati a esercitare in Barbagia, ovviamente con tutto il rispetto nei confronti di pecore&pastori sardi.

CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  toni il Gio Apr 04, 2013 9:23 am

CROCIDOLITE ha scritto:In effetti, care Aury&Isa, il vero problema non sono gli eco mafiosi, di cui anche mio figlio che studia lettere sarebbe in grado di dimostrarne le nefandezze, ma certi "consulenti di grido" dei PM, che non capiscono un beato "fagiolino" (detto anche "fava") di nulla. (stavo per dire di chimica, poi volevo aggiungere ambiente, poi .... e ho optato per il "nulla").

Sui PM poi, varrebbe la pena di verificare se "ci sono" o "ci fanno", e troppo spesso dovrebbero essere mandati a esercitare in Barbagia, ovviamente con tutto il rispetto nei confronti di pecore&pastori sardi.

Conosco bene - per altre vicende – sia i CT che il PM che si sono interessati di questo processo , condivido appieno l’etichettatura dei CT , ma non le critiche mosse al PM , il quale – è caratterialmente e professionalmente ferrigno , o meglio ferrigna , merita rispetto e non è sicuramente la persona che deve andare in Barbagia ! .
In Barbagia a rendersi utili a pascolare le pecore dovrebbero andare o quanto meno esser trasferiti tutti coloro che hanno orbitato intorno al PM durante le indagini – sin dall’inizio - , i quali animati da senso di protagonismo ritenendosi impeccabili e profondi saccenti hanno portato a questo risultato.
Comunque sia , tale sentenza non è passata in “ giudicato “ esistono ulteriori due fasi , e conoscendo il PM , sicuramente vi sarà appello !.
Coloro che poi abbiano a ritenersi professionalmente validi possono dare la propria disponibilità - eventualmente anche a costo 0 - quali futuri CT a disposizione del PM in questione , e sicuramente costateranno la serena professionalità della Stessa .

toni
Utente Attivo

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 61
Località : NAPOLI

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  Aurora Brancia il Gio Apr 04, 2013 7:35 pm

Non avertene a male, toni, ma io pur non facendone una questione personale mi sento più sulla posizione neutra/interrogativa di crocidolite,
Nel caso in questione, se è evidente che certe enormità pseudoscientifiche affermate dalla PM sia in sede di rinvio a giudizio che in fase di arringa finale sono mutuate dai suoi CCTT, c'è da segnalare però che nella valutazione investigativa del 2003 essi CCTT ed i loro ausiliari hanno ben pensato di applicare parametri investigativi di normative ancora non entrate in vigore al momento di sequestri e campionamenti, oltre che non conferenti la fattispecie, specificamente applicare i parametri per discarica ex DM 13 marzo 2003, entrato in vigore l'8 aprile 2003, su rifiuti mandati a recupero di materia in R5 il 28 marzo del 2003 ossia prima che la legge esistesse... Già questo da solo, per me, è un buon motivo per vincere addirittura in Cassazione, è talmente anticostituzionale applicare una norma retroattivamente che non saprei cosa peggio.
Io queste ovvietà normative mi aspetto che un PM le veda, e non che ci marci.
Il Collegio Giudicante, quando glielo si è fatto notare, ha riconosciuto giusta l'obiezione normativa, se non altro: aspettiamo le motivazioni, comunque. E altrettanto comunque si andrà di certo in appello, ed anche in quella sede certe leggerezze procedurali come questa saranno nuovamente e più intensamente sottolineate.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3461
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  CROCIDOLITE il Gio Apr 04, 2013 7:48 pm

Aurora Brancia ha scritto:Non avertene a male, toni, ma io pur non facendone una questione personale mi sento più sulla posizione neutra/interrogativa di crocidolite,
Nel caso in questione, se è evidente che certe enormità pseudoscientifiche affermate dalla PM sia in sede di rinvio a giudizio che in fase di arringa finale sono mutuate dai suoi CCTT, c'è da segnalare però che nella valutazione investigativa del 2003 essi CCTT ed i loro ausiliari hanno ben pensato di applicare parametri investigativi di normative ancora non entrate in vigore al momento di sequestri e campionamenti, oltre che non conferenti la fattispecie, specificamente applicare i parametri per discarica ex DM 13 marzo 2003, entrato in vigore l'8 aprile 2003, su rifiuti mandati a recupero di materia in R5 il 28 marzo del 2003 ossia prima che la legge esistesse... Già questo da solo, per me, è un buon motivo per vincere addirittura in Cassazione, è talmente anticostituzionale applicare una norma retroattivamente che non saprei cosa peggio.
Io queste ovvietà normative mi aspetto che un PM le veda, e non che ci marci.
Il Collegio Giudicante, quando glielo si è fatto notare, ha riconosciuto giusta l'obiezione normativa, se non altro: aspettiamo le motivazioni, comunque. E altrettanto comunque si andrà di certo in appello, ed anche in quella sede certe leggerezze procedurali come questa saranno nuovamente e più intensamente sottolineate.

condivido ed aggiungo che cercare di farsi una reputazione, come fanno molti PM quando si occupano di reati ambientali, sostenendo tesi incomprensibili, o sostenendo tesi non fondate su fatti reali, non fa bene ne alla giustizia ne alla ecologia. Troppo spesso ho assistito a sentenze, di condanna basate su fatti inconsistenti o di assoluzione ignorando fatti salienti

CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Carosello ultimo atto: la sentenza

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 2:46 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum