Domande sull'iscrizione al trasporto in conto proprio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Domande sull'iscrizione al trasporto in conto proprio

Messaggio  Treccani il Sab Mar 23, 2013 11:00 am

buongiorno,

un saluto a tutti che mi sono appena iscritto, ottimo forum e persone molto competenti.

Avrei bisogno di un aiuto, io lavoro nel settore ma sono più un commerciale all'interno della ditta, un amico vuole fare l'autorizzazione al trasporto in conto proprio per portare i rifiuti all'isola ecologica ( ove possibile ) .

Lui produce 1 container al mese di imballaggi misti, precisamente carta legno plastica ed un emulsione. Tralasciando l'emulsione il resto dei rifiuti potrà portarlo in isola ecologica o ci sono delle restrizioni ?

Da quel che ho sentito, dicono di chiedere in isola ecologica quali rifiuti prendono etc. Ma ci sono limiti alle quantità che puoi portare in isola ecologica ?

Il nocciolo della questione è che vorrei aiutarlo a fare l'autorizzazione del trasporto in conto proprio visto che gli devo qualche favore, ma non vorrei sbagliarmi quindi ditemi se sbaglio :

PRESENTARE LA DOMANDA DI ISCRIZIONE

Escludento telematica ( non sono ancora abilitato ) e allo sportello ( Milano è lontana ) , opterei :

Per corrispondenza:
preferibilmente tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, indirizzata a: Camera di Commercio di Milano - Albo Gestori Ambientali - Via Meravigli 9/b -20123 Milano (è indispensabile indicare un recapito telefonico ed un referente per poter contattare l'impresa).

ISCRIZIONE

Leggo nel modulo fino a un massimo 4 rifiuti selezionabili, giusto ?

Compilo, aggiungo marca da bollo e attestazione originale dell'avvenuto pagamento del diritto annuale di iscrizione di Euro 50,00 effettuato con bollettino postale a tre sezioni, su conto corrente n. 54828207 intestato a Camera di Commercio di Milano - Albo Gestori Ambientali e dei diritti di segreteria di € 10.


TASSA GOVERNATIVA

"attestazione originale dell'avvenuto pagamento della tassa di concessione governativa di Euro 168,00 tramite fac-simile reperibile presso gli uffici postali o con bollettino postale a tre sezioni, su conto corrente n. 8003 - codice tariffa 8617, intestato ad Agenzia delle Entrate - centro operativo di Pescara."

Sarebbe scusate l'ignoranza ? Io pago un bollettino tramite c/c postale n. 8003, intestato all'Agenzia delle Entrate Centro operativo di Pescara con sopra scritto " pagamento tassa governativa " e basta ?

Totale della spesa sui 260 € se non sbaglio

Vi ringrazio tantissimo.
avatar
Treccani
Nuovo Utente

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Domande sull'iscrizione al trasporto in conto proprio

Messaggio  silvia79 il Sab Mar 23, 2013 11:47 am

per quanto riguarda il conferimento all'isola ecologica dove ha sede l'azienda del tuo amico devi leggere bene il regolamento di tale centro (puoi trovarlo nel sito del comune, se non c'è contattare il comune o il gestore del centro)
Solitamente in queste isole ecologiche mettono dei limiti in kg per ogni conferimento e quindi diventerebbe un bel caos per il tuo amico che deve recarsi ogni 3 x 2 all'isola ecologica, non puo' di certo andare al centro e scaricare il container
Comunque sia se vuole trasportare lui i suoi rifiuti deve assolutamente iscriversi al conto proprio e farsi rilasciare dall'albo gestori ambientali l'autorizzazione dove vengono indicati i codici cer dei rifiuti che produce e le targhe dei mezzi che possiede e che intende appunto utilizzare.
Verificato poi che il tuo amico possa conferire i rifiuti all'isola ecologica deve compilare per ogni accesso il formulario di identificazaione rifiuti.
Se come immagino i quantitativi sono eccessivi puo' sempre con l'autorizzazione al conto proprio e con il fir recarsi in qualsiasi altro centro di recupero/smaltimento e conferire i propri rifiuti (è pacifico che in questo caso sia a pagamento), essendo che il tuo amico si lamenterà del doppio costo (tassa rifiuti (tares-tarsu-tia .... ancora non ho capito bene come siamo messi in questo paese ...... e lo smaltimento presso altri centri non comunali) potrà chiedere al comune a fine anno con la presentazione dei totali conferiti in altro centro e fatture comprovanti gli smaltimenti una detassazione (sempre che sia d'accordo il comune).
Comunque sia è bene informarsi presso il comune di residenza se i rifiuti prodotti dal tuo amico sono rifiuti assimilabili agli urbani o rifiuti speciali (che son 2 cose ben distinte)
Sorry se ti ho magari confuso le idee
Per la presentazione della domanda credo sia corretto se hai verificato il tutto nel sito dell'albo gestori

avatar
silvia79
Utente Attivo

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 26.05.11
Età : 38

Tornare in alto Andare in basso

Re: Domande sull'iscrizione al trasporto in conto proprio

Messaggio  isamonfroni il Sab Mar 23, 2013 11:53 am

Ciao, benvenuto sul forum.

Comincio con il risponderti dalle cose che conosco meglio.

Prima di tutto bisogna capire qual'è l'attività svolta dal tuo amico per comprendere quali rifiuti possono essere autorizzati con l'iscrizione al conto proprio e quali rifiuti possono essere conferiti all'isola ecologica.

Intanto se svolge un'attività industriale o artigianale, ma anche commerciale, quelli che produce sono rifiuti "speciali" e come tali all'isola ecologica non ci possono andare. (hai parlato di emulsione....).
Pure gli imballaggi misti, che in teoria potrebbero essere "assimilabili agli urbani", lo saranno per qualità e quantità.
Per comprendere quali e quanti rifiuti puoi conferire all'isola ecologica, la prima cosa da fare è consultare il regolamento comunale di gestione dei rifiuti dove ci sarà indicato quali rifiuti si possono assimilare e in quale quantità (sinceramente 1 container al mese, se parliamo di un container scarrabile, mi sembrano un po' tanti).
A seguire verificare il regolamento dell'isola ecologica dove dovrebbero essere indicate le condizioni applicate per il conferimento di rifiuti "non domestici".

In ogni caso, se non potrà andare all'isola ecologica, con un autorizzazione al trasporto in c/proprio potrà conferire i suoi rifiuti direttamente ad un impianto privato di trattamento e recupero.

Cosa fare per l'autorizzazione al trasporto in c/p
1 passo) deve possedere i mezzi di trasporto adatti (so che può sembrare ovvio, ma se fa un container scarrabile al mese, ce lo ha il camion scarrabile?)
2) se i mezzi hanno massa totale superiore a 6 ton, deve preventivamente ottenere la licenza all'autotrasporto di cose in conto proprio. Questa si richiede presso la Provincia competente (settore trasporti), dimostrando di avere i requisiti necessari.
3) logicamente le classi di cose che sarà autorizzato a trasportare potranno essere esclusivamente quelle attinenti la sua attività e non altre (per esempio, se fa il muratore non potrà trasportare stoffe e tessuti)
4) dopo avere ottenuto la licenza c/p (ove prevista) potrà iscriversi all'Albo gestori ambientali nella categoria "trasporto dei propri rifiuti art. 212, comma 8
5) la procedura che hai descritto è abb. corretta, salvo il fatto che alla modulistica prevista va allegata anche la perizia giurata di idoneità dei mezzi al trasporto dei rifiuti (vedi qua le istruzioni http://www.albogestoririfiuti.it/IscrizioneTrasportoCP.aspx)
6) la limitazione a 4 tipologie di rifiuti (CER) non la conoscevo...di solito sono concedibili i CER che individuano i rifiuti regolarmente prodotti ed attinenti all'attività svolta (forse ci sono solo 4 righe nel modulo, nel senso che ne puoi aggiungere altre se non ti bastano)
7) personalmente consiglio di recarsi allo sportello perchè la pratica è più tracciabile rispetto alla raccomandata, senza contare che poi ti danno pure delle informazioni utili.
8- la TCG (tassa concessione governativa) si paga solo al momento del ritiro del provvedimento di iscrizione. E' una tassa dovuta da tutti i soggetti che si iscrivono in Albi, ruoli, elenchi pubbli ecc....si paga mediante un bollettino di CC prestampato (ROSSO) che si trova alle poste, sul bollettino c'è un elenco di causali di versamento con relativa codifica numerica - dovrai barrare la casella "altre attività" - Nella causale di versamento scriverai "pagamento TCG ditta Tizio e caio srl P.IVA XXXXXXX"

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12435
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Domande sull'iscrizione al trasporto in conto proprio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum