Ultimi argomenti
» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da sarabai Ieri alle 6:34 pm

» FIR : Detentore diverso dal Produttore
Da JohnGalt Ieri alle 6:12 pm

» Regalo di Natale
Da benassaisergio Ieri alle 5:58 pm

» Contenuti minimi autorizzazione
Da isamonfroni Gio Dic 13, 2018 11:03 am

» combustione spontanea: ADR e rifiuti
Da Aurora Brancia Gio Dic 13, 2018 1:06 am

» società concessionaria sui formulari
Da vaghestelledellorsa Mar Dic 11, 2018 8:55 pm

» RIUTILIZZO PROPRI SCARTI DI PRODUZIONE
Da jolly Mar Dic 11, 2018 4:42 pm

» Albo e "circolari fantasma"
Da PiazzaPulita Dom Dic 09, 2018 9:38 am

» Batterie al piombo e ADR
Da Enrico Sab Dic 08, 2018 11:17 pm

» ESCLUSIONE NOMINA CONSULENTE ADR
Da AlessandroC Ven Dic 07, 2018 7:42 pm


Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Andare in basso

Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Mar Feb 19, 2013 8:39 pm

Salve a tutti,
continuo il topic perchè la mia esperienza apporta qualche novità.
Ho fornito assistenza ad un Comune di media grandezza (220.000 anime) che voleva l'autorizzazione al trasporto di rifiuti in conto proprio.
L'ente in questione, come conseguenza della sua attività di gestione e manutenzione di scuole, palestre, piscine, musei, tribunali nonchè suoi uffici e sedi, produce grosse quantità di scarti (mobilio, carta e cartone, videoterminali e quant'altro) ed assegna i compiti di trasporto e smaltimento degli stessi a società autorizzate previo gara d'appalto; ad ogni trasporto vengono emessi i FIR e viene effettuata la registrazione solo dei rifiuti pericolosi prodotti; il Comune è anche iscritto al SISTRI per i pericolosi.
A margine di tutto ciò rimane un'analoga attività, svolta da personale interno, che riguarda il trasporto in conto proprio dei medesimi rifiuti di cui sopra recuperati qua e la in quantità ridotta e saltuariamente. A seguito di un loro preoccupato quesito, ignaro, ho consigliato loro di fasi autorizzare all'Albo G.A. per il trasporto in C/P (per fortuna ho chiesto 4 lire altrimenti Emilio Fede, in quanto a figure d.m., mi faceva un baffo).
Ho fatto la semplice pratica per i non pericolosi che ogni tanto portavano a smaltire:
150103 pallets
200101 carta, documenti, libri
200102 lastre rotte
200111 tendaggi, divise
200136 computer, stampanti ecc
200138 mobilio rotto
200140 armadietti in metallo
200307 questi due qui sopra interi
e per i pericolosi:
200121 luci
200123 estintori
200135 videoterminali
Oggi mi chiama la Camera di Commercio e mi dice che per quanto riguarda tutti gli scarti 200 non mi possono dare l'autorizzazione in quanto questi devono essere conferiti alla Municipalizzata e che casomai, fermo restando il fatto che dovevano essere residui frutto dell'attività diretta del Comune, potevo trasformare tutti i 200 in analoghi rifiuti presenti nel catalogo ma con codice diverso ovviamente.
IMPOSSIBILE
al posto del 200102 (lastre di vetro rotte) cosa metto?
e per il 200138 (legno) in che macro categoria produttiva lo inserisco?
e gli ingombranti (armadi, scrivanie) dove li trovo?
Poi ho cercato di districarmi tra le normative per capire l'origine del diniego.
Per quanto riguarda i codici CER la categoria 200 cita: ... rifiuti domestici e assimilabili prodotti da attività commerciali e industriali nonché dalle istituzioni .... e fin qui ci siamo; il Comune è titolato a produrli.
Per quanto riguarda l'esclusione dei codici 200 dalle procedure e autorizzazioni al trasporto in conto proprio non ho trovato nulla.
Qui il problema non è neppure "impresa" o "ente" o "produttore" ma sembra insistere sulla relazione che c'è tra l'ente produttore, la tipologia di rifiuti prodotti e la particolare richiesta autorizzativa.
Ma io posso contestare questa posizione della CCIAA e secondo quali procedure.
Datemi un consiglio
Grazie in anticipo.
Resto sul pezzo
Alessandro

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Feb 20, 2013 12:55 am

1) NON ESISTE LA CATEGORIA 200. ESISTE IL CAPITOLO 20, che indica i rifiuti urbani.
2) il problema del C/P per il comune è che i codici CER 20 xx xx(non duecento, venti: mai letto l'allegato D degli allegati alla parte quarta? che lì spiegano chiaro che significa...) sono sotto il giogo di cui all'art. 200 (ecco, questo è proprio duecento) e segg., come ha sottolineato la CCIAA
infine:
ale ha scritto:... fermo restando il fatto che dovevano essere residui frutto dell'attività diretta del Comune, potevo trasformare tutti i 200 in analoghi rifiuti presenti nel catalogo ma con codice diverso ovviamente.
Ecco, ci mancavano solo le CCIAA a suggerire di utilizzare i c.d. "CER di comodo".

_________________
Adescate il nemico con la prospettiva di un vantaggio, e conquistatelo con la confusione
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3734
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 66
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Mer Feb 20, 2013 7:49 pm

Aurora Brancia ha scritto:1) NON ESISTE LA CATEGORIA 200. ESISTE IL CAPITOLO 20, che indica i rifiuti urbani.
2) il problema del C/P per il comune è che i codici CER 20 xx xx(non duecento, venti: mai letto l'allegato D degli allegati alla parte quarta? che lì spiegano chiaro che significa...) sono sotto il giogo di cui all'art. 200 (ecco, questo è proprio duecento) e segg., come ha sottolineato la CCIAA
infine:
ale ha scritto:... fermo restando il fatto che dovevano essere residui frutto dell'attività diretta del Comune, potevo trasformare tutti i 200 in analoghi rifiuti presenti nel catalogo ma con codice diverso ovviamente.
Ecco, ci mancavano solo le CCIAA a suggerire di utilizzare i c.d. "CER di comodo".

Evidentemente no, ed altrettanto evidentemente non sono l'unico visto il cesso che c'è intorno. Mi dai per cortesia dei link dove posso acculturarmi che domani vado in CCIAA a farmi altre F.D.M.?

Grazie mille

P.S.: giuro che non dirò più 200!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Aurora Brancia il Gio Feb 21, 2013 12:01 am

Ale ha scritto: Mi dai per cortesia dei link dove posso acculturarmi che domani vado in CCIAA a farmi altre F.D.M.?

Grazie mille

P.S.: giuro che non dirò più 200!
bene, adesso mi irrito di meno.

i Links? io, i links? ma che stai a dì!
ussantapace e quanto sei pigro, tu vai su google, o un altro qualunque motore di ricerca, digiti "decreto legislativo 152 2006", dai l'invio ed avrai 867.000 links in 0,17 secondi.

P.S.: ti consiglio di scaricare e studiare una delle versioni "aggiornate", che quello su sito della camera sembra che lo abbiano scritto sulle tavolette di argilla per quante volte è stato stravolto. La parte sui rifiuti è la parte Quarta + gli Allegati alla parte Quarta.

_________________
Adescate il nemico con la prospettiva di un vantaggio, e conquistatelo con la confusione
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3734
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 66
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Gio Feb 21, 2013 1:55 am


bene, adesso mi irrito di meno.

i Links? io, i links? ma che stai a dì!
ussantapace e quanto sei pigro, tu vai su google, o un altro qualunque motore di ricerca, digiti "decreto legislativo 152 2006", dai l'invio ed avrai 867.000 links in 0,17 secondi.

P.S.: ti consiglio di scaricare e studiare una delle versioni "aggiornate", che quello su sito della camera sembra che lo abbiano scritto sulle tavolette di argilla per quante volte è stato stravolto. La parte sui rifiuti è la parte Quarta + gli Allegati alla parte Quarta.

scusa ma pensavo tu intendessi qualcosa di diverso. "L'allegato D degli allegati alla parte quarta"(che poi la D è la quarta delle lettere) mi hanno fatto andare in confusione.
Poi pensavo che dividendo per 10 il 200 avrei scoperto cosa significa quel numero o quel gruppo ma purtroppo non mi è cambiato nulla.

Sono andato poi a (quello si) art. 200 - Organizzazione territoriale del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani - ed è calato il buio.

Continuo comunque a non capire come un "Ente" (vedi citazione tra i possibili produttori del gruppo 20 XX XX) che, in quanto produttore iniziale (art. 212 com. 8 ) scarta un vecchio armadio (ingombrante) di una sua scuola o ufficio, "che costituisce parte integrante ed accessoria dell’organizzazione dell’impresa dalla quale il rifiuto è prodotto", non possa ottenere una autorizzazione al trasporto in C/P?

Sembra così semplice eppure qui a TS ti dicono di no e a PN ne hanno autorizzati tre. Forte vero??
E il bello è che non ho ancora trovato nessuno che mi dia una risposta tipo: ecco vedi questo comma, legge, cavillo, circolare ecc., qui c'è scritto che nonsepo'ffà

Ho sempre invidiato le persone con tante certezze.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  zorba il Gio Feb 21, 2013 9:18 am

Caro Ale,
a parte che, se hai fornito assistenza ad un Comune di 220.000 abitanti per una cosa del genere, non credo proprio che tu sia l'ultimo degli sprovveduti che ha bisogno di cercare il D.L.vo 152/06 su Google...,
ti direi che le ragioni del diniego dovresti innanzitutto fartele dire "nero su bianco" da chi l'ha espresso (sebbene informalmente...) e cioè dalla Sezione regionale dell'Albo; poi magari le commentiamo insieme.
Già che ci sono, potrebbero anche dirti - sempre "nero su bianco", ovviamente - quale sarebbero secondo loro i codici "corretti", alternativi al capitolo 20, per i rifiuti assimilabili agli urbani prodotti dalle istituzioni.
avatar
zorba
Utente Attivo

Messaggi : 381
Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  PiazzaPulita il Gio Feb 21, 2013 11:48 am

... in Toscana l'Albo ha iscritto in CP alcuni Comuni, tra questi Firenze

http://www.albogestoririfiuti.it/ElenchiIscritti.aspx#tipoRicerca=9&idImpresa=220789

ed ha concesso questi codici:

17.01.07 - 17.02.01 - 17.02.02 - 17.02.03 - 17.04.05 - 17.09.04 - 20.02.01 - 20.02.02
avatar
PiazzaPulita
Utente Attivo

Messaggi : 1035
Data d'iscrizione : 30.11.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Ven Feb 22, 2013 1:26 am

zorba ha scritto:Caro Ale,
a parte che, se hai fornito assistenza ad un Comune di 220.000 abitanti per una cosa del genere, non credo proprio che tu sia l'ultimo degli sprovveduti che ha bisogno di cercare il D.L.vo 152/06 su Google...,
ti direi che le ragioni del diniego dovresti innanzitutto fartele dire "nero su bianco" da chi l'ha espresso (sebbene informalmente...) e cioè dalla Sezione regionale dell'Albo; poi magari le commentiamo insieme.
Già che ci sono, potrebbero anche dirti - sempre "nero su bianco", ovviamente - quale sarebbero secondo loro i codici "corretti", alternativi al capitolo 20, per i rifiuti assimilabili agli urbani prodotti dalle istituzioni.

Credo che farò così. Ma prima vado in CCIAA e magari li faccio "parlare" ancora un po'
Vi farò sapere

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Ven Feb 22, 2013 1:34 am

PiazzaPulita ha scritto:... in Toscana l'Albo ha iscritto in CP alcuni Comuni, tra questi Firenze

http://www.albogestoririfiuti.it/ElenchiIscritti.aspx#tipoRicerca=9&idImpresa=220789

ed ha concesso questi codici:

17.01.07 - 17.02.01 - 17.02.02 - 17.02.03 - 17.04.05 - 17.09.04 - 20.02.01 - 20.02.02

Si lo sapevo, ho cercato regione per regione; a spanne direi che sono almeno una ventina i comuni autorizzati con i codici 20 XX XX (devo stare attento a non sbagliare) e non è escluso che tanti altri non lo siano solo perchè a loro interessa solo la gestione dei 17 XX XX. E' allucinante che queste autorizzazioni siano divulgate proprio sul sito nazionale dell'albo gestori e una sezione regionale dello stesso si permetta di contraddirlo senza preoccuparsi di porre un quesito o di cercare un po di chiarezza.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Aurora Brancia il Ven Feb 22, 2013 11:53 am

Ale ha scritto:
... sono almeno una ventina i comuni autorizzati con i codici 20 XX XX (devo stare attento a non sbagliare) ...
Very Happy Very Happy Very Happy
Ale ha scritto:E' allucinante che queste autorizzazioni siano divulgate proprio sul sito nazionale dell'albo gestori e una sezione regionale dello stesso si permetta di contraddirlo senza preoccuparsi di porre un quesito o di cercare un po di chiarezza.
E, di preciso, cosa ti meraviglierebbe in ciò?
forse tu sai che la PA in genere formi adeguatamente, sempre e comunque il proprio personale sulle modalità di espletamento delle proprie funzioni/mansioni o ti risulta piuttosto che quelli che sono davvero formati ad esse (e competenti nel merito) se lo sono fatto per propria individuale dignità e serietà professionale? E magari anche a spese proprie?
Certo, a noi citttadini risolvere le cose è più difficoltoso, ogni volta occorre andare lì gazzette ufficiali alla mano e chiedere che ti mostrino l'articolo che prevede quello che loro asseriscono (per assoluto sentito dire), mettere in piazza il mitico, amatissimo, risolutivo art. 23 della Costituzione (= nessuna prestazione personale o patrimomiale può essere richiesta se non in forza della Legge) per risolvere la questione, ma ce lo siamo tutto voluto noi con la esecranda cultura del NIMBY.
Cultura che, quaggiù da noi in terroniaprofonda, viene tradotta in termini certo meno anglo-salottieri

_________________
Adescate il nemico con la prospettiva di un vantaggio, e conquistatelo con la confusione
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3734
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 66
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  isamonfroni il Ven Feb 22, 2013 12:12 pm

Vorrei, peraltro, aggiungere che il Comitato Centrale dell'Albo, si danna l'anima per cercare di uniformare le procedure.........
Ma anche nell'albo ci sono i campanilismi tanto cari al nostro paese e la strenua difesa delle proprie, giuste o sbagliate, convinzioni What a Face

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12622
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Lun Mar 04, 2013 11:58 pm

Sono andato in CCIAA e per farla breve mi hanno confermato che un Comune non è autorizzabile al trasporto in conto proprio per i rifiuti del gruppo 20 in quanto è soggetto preposto alla gestione servizio pubblico raccolta e trasporto R.U. quindi è escluso dall'obbligo di autorizzazione, a meno che un suo reparto non sia iscritto al R.E.A. per un'attività specifica.

Mi hanno anche chiesto di essere più specifico nell'associare un determinato rifiuto ad un'attività specifica. Trattandosi di un comune piuttosto grossetto capite bene che le attività sono molte e i rifiuti proveninti da più d'una di esse quindi dvrò mettere un allegato all'allegato A previsto dall'albo.

Allego il testo della lettera che accompagnerà le modifiche.
E' un po lunghetta (è un mio difetto) ma chi riesce ad arrivare in fondo e a darmi suggerimenti, consigli, aggiunte correzioni sarà nel mio cuore forever.
________________________

Spettabile Albo,

in seguito ai colloqui intercorsi con codesto spettabile ente, durante i quali sono state evidenziate alcune criticità nella documentazione presentata dal Comune, la presente accompagna le necessarie modifiche da voi richieste.
La prima lacuna rilevata nell’allegato A riguarda l’incompleta o generica informazione circa l’attività che da origine agli scarti. Un Comune ha numerose funzioni, tutte finalizzate al supporto della collettività e alla gestione dei servizi ad essa dedicati; i rifiuti per i quali si richiede autorizzazione provengono da più d’una d’esse per cui “l’apparentamento” risulta complesso. Il format inoltre, scaricabile da internet, non aiuta a comprendere bene ciò che è necessario fare.
Nonostante la quasi totalità dei rifiuti prodotti dal Comune venga smaltita attraverso soggetti privati autorizzati, scelti con bandi pubblici, esistono delle piccole attività, quali la manutenzione dei beni mobili, la sostituzione di beni soggetti ad usura, l’approvvigionamento e l’alienazione di strumentazione e apparecchiature, che vengono gestite con personale e mezzi propri.
Gli scarti derivanti da questi impegni, che possiamo definire interni, vanno considerati più di altri di “produzione propria” e con la volontà di semplificarne e regolarizzarne lo smaltimento, è nata l’intenzione da parte del Comune, di ottenere l’autorizzazione al loro trasporto.
La classificazione di dette sostanze non trova altra collocazione se non nel gruppo 20 del catalogo CER.
E proprio alla classificazione dei rifiuti si lega il secondo elemento di critica mosso ne confronti dell’allegato A della richiesta presentata dal Comune e precisamente la presenza nell’elenco di quelli appartenenti alla categoria 20 xx xx.
Più che il colpo alla mia professionalità è stato il desiderio di capire e l’interesse di ottenere il risultato voluto che mi hanno spinto a cercare nelle leggi i motivi per i quali un Comune non ha l’obbligo di richiedere l’autorizzazione al trasporto in c/p degli assimilabili agli urbani. Purtroppo non sono stato capace di trovare nulla e/o non sono stato in grado di interpretare correttamente le norme per giungere alle stesse conclusioni di codesto spettabile Albo.
Come riferimento ho preso il T.U. ambientale (152/06) e sono partito dall’allegato D che per presentare il gruppo 20 cita < rifiuti domestici e assimilabili prodotti da attività commerciali e industriali nonché dalle istituzioni >. e il comune è un’istituzione quindi si suppone che possa produrli.
Ho cercato quindi la norma che assolve i Comuni dall’obbligo autorizzativo;
• al comma 5 dell’art. 212 T.U. si chiarisce che sono esonerati dall’obbligo di iscrizione (in generale) i gestori di RAEE, pile e accumulatori, imballaggi, pneumatici, olii animali, vegetali e minerali, polietilene, batterie al piombo ma non gli enti.
• Il comma 8 dell’art. 212 cita quali “produttori iniziali” quei soggetti con obbligo di iscrizione che intendano trasportare i propri rifiuti “a condizione che tali operazioni costituiscano parte integrante ed accessoria dell'organizzazione dell'impresa dalla quale i rifiuti sono prodotti.”
• Il comma 2/b dell’art. 188-ter conferma che possono aderire al SISTRI “gli enti e le imprese che trasportano i propri rifiuti in base all’art. 212 comma 8”
Tutte queste citazioni, dirette o indirette, confermano che un ente può iscriversi all’Albo e non lo escludono chiaramente se ci troviamo di fronte ad una specifica categoria di scarti.
Il servizio pubblico di raccolta e trasporto rifiuti urbani, che ogni Comune è chiamato a svolgere e che, questo si, non richiede processi autorizzativi, formulari e quant’altro, è cosa diversa dall’oggetto del contendere.
L’ultimo elemento che non chiarisce i miei dubbi è che sul sito nazionale dellAlbo, alla voce “elenchi iscritti” è possibile rilevare la seguente lista di comuni autorizzati al trasporto in conto proprio per la categoria 20.xx.xx.


Firenze 20.02.01 – 20.02.02
Budoia 20.02.01 – 20.02.02
San Vito al Tagliamento 20.02.01 – 20.02.02
Spilimbergo 20.02.01 – 20.02.02
Ponte Lambro 20.02.01 – 20.03.07
Cornedo Vicentino 20.02.01
Lazise 20.02.01
Pianiga 20.02.01
Pieve di Cadore 20.02.01
Ponte nelle Alpi 20.02.01
S. Stefano in Cadore 20.02.01
Santorso 20.02.01
Celle Ligure 20.02.01
Carpi 20.02.01 – 20.02.02
Langhirano 20.02.01
Siena 20.01.21 – 20.02.01 – 20.02.02
Scarperia 20.02.01 – 20.02.02
Folignano 20.01.01 - 20.01.02 - 20.01.08 - 20.01.10 - 20.01.11 - 20.01.25 - 20.01.26 - 20.01.28 - 20.01.31 - 20.01.32 - 20.01.33 - 20.01.34 - 20.01.36 - 20.01.38 - 20.01.39 - 20.01.40 - 20.02.01 - 20.02.02 - 20.03.01 - 20.03.02 - 20.03.03 - 20.03.06 - 20.03.07
Brunico 20.01.01 - 20.01.02 - 20.01.08 - 20.01.25 - 20.01.38 - 20.01.39 - 20.01.40 - 20.02.01 - 20.02.03 - 20.03.07
Gargazzone 20.01.01 - 20.01.02 - 20.01.08 - 20.01.25 - 20.01.38 - 20.01.39 - 20.01.40 - 20.03.01 - 20.03.03
Magrè 20.01.01 - 20.01.02 - 20.01.08 - 20.01.25 - 20.01.38 - 20.01.39 - 20.01.40 - 20.02.01 - 20.03.07
Selva di Val Gardena 20.01.01 - 20.01.02 - 20.01.08 - 20.01.10 - 20.01.11 - 20.01.25 - 20.01.28 - 20.01.30 - 20.01.32 - 20.01.38 - 20.01.39 - 20.01.40 - 20.02.01 - 20.03.07
Tortolì 20.01.19 - 20.02.01 - 20.02.02 - 20.02.03
Tortorici 20.02.01 - 20.02.02 - 20.02.03

Per concludere questa lunga missiva chiedo cortesemente a codesto spettabile Albo di fornirmi i riferimenti normativi ai quali far capo per comprendere le ragioni che escludono il Comune dall’iscrizione all’Albo per il trasporto in conto proprio dei rifiuti gruppo 20, avendo cura di confermare tale posizione, permettendo cosi di conservarla sui mezzi di trasporto per escludere eventuali sanzioni in caso di controllo.

In attesa di un cortese riscontro porgo cordiali saluti




Ultima modifica di Ale il Mar Mar 05, 2013 1:24 am, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  isamonfroni il Mar Mar 05, 2013 1:05 am

Una sola:
correzioni SI SCRIVE CON UNA SOLA Z
PS metti anche le provincie dei vari comuni che hai citato (e, già che ci sei, indirizzalapure al Comitato centrale)

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12622
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Ospite il Mar Mar 05, 2013 1:25 am

isamonfroni ha scritto:Una sola:
correzioni SI SCRIVE CON UNA SOLA Z
PS metti anche le provincie dei vari comuni che hai citato (e, già che ci sei, indirizzalapure al Comitato centrale)

GRAZIE

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Iscrizione trasporto conto proprio di un Comune: codici CER del capitolo 20

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum