Ultimi argomenti
» Quiz ADR 2017
Da MattiaC Ieri alle 3:31 pm

» conferimento a onlus o croce rossa
Da isamonfroni Sab Ott 12, 2019 9:51 am

» residui merce pericolosa su imballaggi ADR
Da benassaisergio Sab Ott 12, 2019 8:35 am

» definizione di imballaggio - cartucce silicone
Da pascozzi Ven Ott 11, 2019 12:04 pm

» RINNOVO AUTORIZZAZIONE CAT 4
Da ri-cicla Ven Ott 11, 2019 9:40 am

» PROCEDIMENTO DI R12
Da beltrale Mar Ott 08, 2019 1:07 pm

» DOPPIO PASSAGGIO R13 IMPIANTI
Da beltrale Lun Ott 07, 2019 3:17 pm

» Cisterna operante sotto sotto vuoto - Barrato Rosa - Mod DTT 306M
Da Enrico Lun Set 30, 2019 10:52 am

» pannelli veicolo ed esenzione 1.1.3.6
Da valterb Dom Set 29, 2019 12:05 pm

» cessione ramo d'azienda
Da valterb Dom Set 29, 2019 12:01 pm


Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Massimaro il Mer Gen 16, 2013 1:50 pm

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno a tutti,
desideravo una conferma o una smentita...
I rifiuti urbani differenziati, carta,cartone,plastica etc etc esulano dal diritto di privativa del gestore che effettua il servizio o meglio dovrebbe effettuare il servizio??
Praticamente la mia azienda iscritta in cat 4 avente anche i codici 20, può ritirare questi materiali su richiesta dei cittadini? Oppure c'è anche in questi rifiuti il diritto di privativa?
grazie
Massimaro
Massimaro
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 30.08.12

Torna in alto Andare in basso


Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  gianfranco bardella il Mer Lug 09, 2014 4:56 pm

Scusate l'intromissione; mi sembra che questa discussione sia ferma al palo e non produca nulla.
Non vorrei che la presa di posizione estremamente critica nei confronti del "pubblico" sia esclusivamente
determinata dalla preoccupazione che "qualsiasi attività" possa essere motivo di "guadagni illeciti" dei soliti noti.
Bè, partendo dal presupposto "questo no, perchè qualcuno ci può "marciare"  allora non ci resta altro che pensare a come non produrre
alcun rifiuto o ad avere alcuna iniziativa.
Sono oltre vent'anni che è partita la raccolta differenziata e, con tanti se e tanti ma, dove applicata coscenziosamente,
ha prodotto notevoli risparmi economici ed un recupero di materiale evitando l'utilizzo massiccio di discariche.
Se poi consideriamo  quanto prevedeva il DPR 158/99 per la Tariffa a quantità che premiava l'utente virtuoso (tutto cancellato dalla TARES/TASI)
possiamo dire che c'era un riconoscimento economico.
A mio modestissimo avviso, partendo dall'articolo 195 comma 2 (e sue modifiche) del DLgs 152/06 in cui si definiscono i criteri di assimilabilità e facendolo
applicare nei vari Regolamenti Comunali, si può arrivare ad una esclusione del regime in privativa e ad una normalissima "offerta di mercato" fatta sia dal
servizio pubblico sia dal privato, lasciando al produttore la scelta più conveniente, previa valutazione del mero costo e dell'eventuale detassazione.
gianfranco bardella
gianfranco bardella
Utente Attivo

Messaggi : 270
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 68
Località : provincia milano

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  laureando il Gio Lug 10, 2014 10:24 am

gianfranco bardella ha scritto:Scusate l'intromissione; mi sembra che questa discussione sia ferma al palo e non produca nulla.
Non vorrei che la presa di posizione estremamente critica nei confronti del "pubblico" sia esclusivamente
determinata dalla preoccupazione che "qualsiasi attività" possa essere motivo di "guadagni illeciti" dei soliti noti.
Bè, partendo dal presupposto "questo no, perchè qualcuno ci può "marciare"  allora non ci resta altro che pensare a come non produrre
alcun rifiuto o ad avere alcuna iniziativa.
Sono oltre vent'anni che è partita la raccolta differenziata e, con tanti se e tanti ma, dove applicata coscenziosamente,
ha prodotto notevoli risparmi economici ed un recupero di materiale evitando l'utilizzo massiccio di discariche.
Se poi consideriamo  quanto prevedeva il DPR 158/99 per la Tariffa a quantità che premiava l'utente virtuoso (tutto cancellato dalla TARES/TASI)
possiamo dire che c'era un riconoscimento economico.
A mio modestissimo avviso, partendo dall'articolo 195 comma 2 (e sue modifiche) del DLgs 152/06 in cui si definiscono i criteri di assimilabilità e facendolo
applicare nei vari Regolamenti Comunali, si può arrivare ad una esclusione del regime in privativa e ad una normalissima "offerta di mercato" fatta sia dal
servizio pubblico sia dal privato, lasciando al produttore la scelta più conveniente, previa valutazione del mero costo e dell'eventuale detassazione.

Concordo in pieno... non so se anche le lobby  I love you 
laureando
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 37
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Gabriele Stefani il Gio Lug 10, 2014 3:49 pm

laureando ha scritto:Concordo in pieno... non so se anche le lobby  I love you 
Caro amico, inutile che te la prendi con chi qui dentro non la pensa come te, o meglio, ti dice che certe cose non possono essere fatte.
Se sei così sicuro, certo e fiero delle tue idee, apri la tua casella di posta, e scrivi.

matteo@governo.it
info@anci.it
info@conai.it

Sono certo saprai essere molto più esaustivo, concreto e convincente di tutti noi.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  isamonfroni il Gio Lug 10, 2014 5:55 pm

Gabriele Stefani ha scritto:
laureando ha scritto:Concordo in pieno... non so se anche le lobby  I love you 
Caro amico, inutile che te la prendi con chi qui dentro non la pensa come te, o meglio, ti dice che certe cose non possono essere fatte.
Se sei così sicuro, certo e fiero delle tue idee, apri la tua casella di posta, e scrivi.

matteo@governo.it
info@anci.it
info@conai.it

Sono certo saprai essere molto più esaustivo, concreto e convincente di tutti noi.

quanno cce vo' cce vo'  hail hail adoration adoration Ok Ok 

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12714
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  gianfranco bardella il Ven Lug 11, 2014 9:19 am

rileggendo il mio post, mi sono accorto di non aver specificato al meglio il mio pensiero. Quando cito l'art. 195 mi riferisco
esclusivamente alle utenze "attività" e non certo alle utenze domestiche.
Ribadisco che quello che non concepisco è assumere un atteggiamento critico su tutto in maniera così pretestuosa, ovvero, se io mi sento forte,
preparato e convinto delle proprie idee, le porto avanti dall'interno del sistema e non mettendomi alla finestra con atteggiamenti saccenti.
Consiglio all'amico "laureando" di fare un giro virtuale panoramico in Italia cercando quelle realtà in materia "gestione rifiuti" che hanno sviluppato
e portato avanti varie soluzioni, da li potrà farsi una cultura in materia e costruire un progetto a propria misura e pensiero, lasciando a chi
di dovere le azioni per contrastare i vari reati, che le leggi per combattere ciò ci sono già da tempo.
gianfranco bardella
gianfranco bardella
Utente Attivo

Messaggi : 270
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 68
Località : provincia milano

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Gabriele Stefani il Lun Lug 14, 2014 9:35 am

gianfranco bardella ha scritto:
.. raccolta differenziata e, con tanti se e tanti ma, dove applicata coscenziosamente,
ha prodotto notevoli risparmi economici ..
lungi dal voler alimentare nuove ed ulteriori polemiche, mi fate il nome di 1 comune dove la bolletta è diminuita (per tutti i cittadini) grazie alla raccolta differenziata?

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  gianfranco bardella il Lun Lug 14, 2014 2:59 pm

Avessimo il tempo e lo spazio per analizzare lo sviluppo dei costi nell'arco di dieci anni, vedremmo
non uno ma tanti comuni che hanno diminuito i costi pro capite; parlo solo di quanto ho vissuto e
condiviso, ovvio, ma, nel mio piccolo, posso sostenere i vantaggi della raccolta differenziata spinta,
della tariffa a quantità completate da un Ecocentro in grado di riconoscere l'utente, quantificare e
valorizzare il conferito.
gianfranco bardella
gianfranco bardella
Utente Attivo

Messaggi : 270
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 68
Località : provincia milano

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Gabriele Stefani il Lun Lug 14, 2014 3:56 pm

gianfranco bardella ha scritto:Avessimo il tempo e lo spazio per analizzare lo sviluppo dei costi nell'arco di dieci anni, vedremmo
non uno ma tanti comuni che hanno diminuito i costi pro capite; parlo solo di quanto ho vissuto e
condiviso, ovvio, ma, nel mio piccolo, posso sostenere i vantaggi della raccolta differenziata spinta,
della tariffa a quantità completate da un Ecocentro in grado di riconoscere l'utente, quantificare e
valorizzare il conferito.
Caro Gianfranco, convengo pienamente con Lei sul sostenere RACCOLTA DIFFERENZIATA, TARIFFA e quant'altro vada ad integrare una gestione efficace ed efficiente della raccolta dei rifiuti (se non fosse così, non mi occuperei dei questi aspetti dal 1995).

La mia domanda però era un'altra, e per fare una disamina precisa, è necessario estrapolare da cilindro il nome di almeno 1 comune (che non ho ancora visto).

Lavoro sull'argomento da anni, ritengo di scrivere a ragion veduta, e come ho già avuto modo di esporre, la mia esperienza mi porta a dire che quanto parliamo di RIDUZIONE DEI COSTI correlati alla raccolta differenziata, stiamo divulgando inesattezze, illusioni e false speranze.

Non ripropongo l'esempio fatto per il VETRO, ma questo è la realtà.

Aspetto un nome, e poi facciamo le osservazioni del caso.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Massimaro il Dom Lug 20, 2014 10:14 am

Guardate, secondo me la legge non è scritta male, ma è interpretata male..si cerca sempre di trovare una scusa a livello semantico per avere ragione...(LOBBY).

art. 198 TUA: I comuni continuano la gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento in regime di privativa. (La legge non dice la gestione di tutti i rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento)
Si fa riferimento ai rifiuti urbani e assimilati avviati a smaltimento, quindi quelli che vanno a recupero siano rifiuti urbani o rifiuti speciali assimilati agli urbani sono in libero mercato.

Analizzate il senso di questa frase:

Il concorso è aperto alle donne e agli uomini sotto i 35 anni.
Se interpreto la frase come dite voi il concorso è aperto alle donne anche se hanno 40 anni e agli uomini sotto i 35 anni.. Suspect 
Ma è logico, palese che il concorso è aperto sia alle donne che agli uomini che hanno meno di 35 anni------
Quindi  la privativa è riferita ai rifiuti urbani e agli speciali assimilati agli urbani avviati a smaltimento, (e non a TUTTI i rifiuti urbani e ai rifiuti speciali assimilati agli urbani) penso che l'italiano non si interpreti...ma se per comodo lo si vuole fare...... 
Che una cosa è stata interpretata sempre in modo sbagliato non significa nulla.....
Massimaro
Massimaro
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 30.08.12

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  allround il Gio Ott 23, 2014 10:56 am

salve a tuti,

considerato il mio precedente topic in cui chiedevo delucidazioni sui tipi di rifiuti e la volontà di voler avviare un attività nel settore del recupero mediante compattatori automatici, mi sorgeva il dubbio della privativa e come vedo c'era già un topic con diverse informazioni... ora leggendo i vari decreti, leggi ecc sembrerebbe non vi sia la privativa sui rifiuti da imballaggio prodotti dai cittadini se conferiti presso aree di recupero private...ma qui leggevo il contrario..

sono stato quindi stamattina alla provincia e mi hanno confermato che non vi è privativa sui rifiuti urbani destinati al recupero e messi in riserva se conferiti presso perivati, tanto è che hanno dato autorizzazione a questo tipo di lavoro a un privato di una provincia siciliana...

voi he ne pensate? ci sono aggiornamenti che mi sfuggono?

vi aggiungo questo link che ho trovato e sembrerebbe interpretare questo concetto ma mi lascia dubbioso....

http://www.federambiente.it/open_attachment.aspx?I0=21df6c38-d57c-42a3-a54f-0884d25f3b54

grazie a quanti vogliano aiutarmi Wink
allround
allround
Nuovo Utente

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 26.09.14

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  beltrale il Gio Ott 23, 2014 11:18 am

bè.. se sei andato nella provincia in cui operi allora procedi pure.. se te lo hanno detto loro..

guarda però prima tutte le autorizzazioni degli impianti tuoi competitors così vedi chiaramente i riferimenti..

ciao!
beltrale
beltrale
Utente Attivo

Messaggi : 995
Data d'iscrizione : 28.02.11
Età : 44

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  RMP_RT il Lun Ott 27, 2014 11:51 am

beltrale ha scritto:bè.. se sei andato nella provincia in cui operi allora procedi pure.. se te lo hanno detto loro..

guarda però prima tutte le autorizzazioni degli impianti tuoi competitors così vedi chiaramente i riferimenti..

ciao!

Attenzione anche a quello che dicono se non producono un riferimento normativo...
Dietro un'ufficio ci sono sempre e comunque persone che possono sbagliare, fraintendere o non essere perfettamente aggiornate dato che siamo in italia...Quindi attenzione alle parole basate sull'interpretazione Wink

Considerazioni a parte anche a me risulta che se un cittadino si fa la differenziata e dopo si affida ad un privato per il recupero può farlo eccome dato che i rifiuti sono suoi
RMP_RT
RMP_RT
Utente Attivo

Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 13.10.14
Località : Sardegna

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  stef77 il Mer Nov 05, 2014 2:22 pm

RMP_RT ha scritto:
beltrale ha scritto:bè.. se sei andato nella provincia in cui operi allora procedi pure.. se te lo hanno detto loro..

guarda però prima tutte le autorizzazioni degli impianti tuoi competitors così vedi chiaramente i riferimenti..

ciao!

Attenzione anche a quello che dicono se non producono un riferimento normativo...
Dietro un'ufficio ci sono sempre e comunque persone che possono sbagliare, fraintendere o non essere perfettamente aggiornate dato che siamo in italia...Quindi attenzione alle parole basate sull'interpretazione Wink

Considerazioni a parte anche a me risulta che se un cittadino si fa la differenziata e dopo si affida ad un privato per il recupero può farlo eccome dato che i rifiuti sono suoi

Concordo sulla opportuna cautela nel caso di interpretazioni fornite a voce, ma sulla seconda frase mi verrebbe da rispondere: ma allora sei pagine di discussione erano del tutto inutili e basate sul nulla?  E' chiaro che il nodo sta nella applicabilità o meno del diritto di privativa dei comuni nei confronti dei rifiuti urbani domestici avviati a recupero (e per di più rifiuti da imballaggio). Mi sembra un peccato vanificare così tanta discussione...
stef77
stef77
Nuovo Utente

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 20.01.10

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  isamonfroni il Mer Nov 05, 2014 3:28 pm

RMP_RT ha scritto:

Considerazioni a parte anche a me risulta che se un cittadino si fa la differenziata e dopo si affida ad un privato per il recupero può farlo eccome dato che i rifiuti sono suoi

Certo, può farlo eccome però:
A) è comunque un po' stupido visto che la TARSU o tari o come diavolo si chiama la deve pagare comunque perchè nessun Comune gliela abbuona

B) deve anche trovare qualcuno che glieli prende legalmente, e questo è molto meno facile di quanto sembri

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12714
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  RMP_RT il Mer Nov 05, 2014 3:50 pm

isamonfroni ha scritto:

Certo, può farlo eccome però:
A) è comunque un po' stupido visto che la TARSU o tari o come diavolo si chiama la deve pagare comunque perchè nessun Comune gliela abbuona

Verissimo...Tari Laughing

isamonfroni ha scritto:
B) deve anche trovare qualcuno che glieli prende legalmente, e questo è molto meno facile di quanto sembri

Se si affida ad un'azienda privata che si occupa di recupero rifiuti regolarmente autorizzata che glieli ritira con regolare formulario non vedo dove sia la difficoltà Shocked
RMP_RT
RMP_RT
Utente Attivo

Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 13.10.14
Località : Sardegna

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Supremoanziano il Mer Nov 05, 2014 3:57 pm

RMP_RT ha scritto:Se si affida ad un'azienda privata che si occupa di recupero rifiuti regolarmente autorizzata che glieli ritira con regolare formulario non vedo dove sia la difficoltà Shocked

E, di grazia, con quale codice cer emette il FIR?
Supremoanziano
Supremoanziano
Utente Attivo

Messaggi : 1493
Data d'iscrizione : 06.04.11
Località : Casa di riposo

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  RMP_RT il Mer Nov 05, 2014 4:02 pm

Supremoanziano ha scritto:
RMP_RT ha scritto:Se si affida ad un'azienda privata che si occupa di recupero rifiuti regolarmente autorizzata che glieli ritira con regolare formulario non vedo dove sia la difficoltà Shocked

E, di grazia, con quale codice cer emette il FIR?

Dal mio modesto punto di vista trattandosi di imballaggi si dovrebbe utilizzare quello idoneo del capitolo 15
RMP_RT
RMP_RT
Utente Attivo

Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 13.10.14
Località : Sardegna

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  gianfranco bardella il Mer Nov 05, 2014 4:35 pm

Scusate ma continuo a non capire se stiamo parlando di utenze domestiche o di utenze attività; in ogni caso se trattasi di U.D. vedo difficile
una gestione con formulari, se trattasi di U.A. penso che tutti i Regolamenti Comunali, sia che applichino la 507 sia che applichino la 158,
prevedano detrazioni per chi avvii i propri rifiuti al recupero avvalendosi di un servizio privato, quindi, il "risparmio ci sarebbe".
gianfranco bardella
gianfranco bardella
Utente Attivo

Messaggi : 270
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 68
Località : provincia milano

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  isamonfroni il Mer Nov 05, 2014 4:37 pm

RMP_RT ha scritto:Se si affida ad un'azienda privata che si occupa di recupero rifiuti regolarmente autorizzata che glieli ritira con regolare formulario non vedo dove sia la difficoltà Shocked

Le aziende private che si occupano di recupero di rifiuti regolarmente autorizzate, decentemente serie, non ritirano MAI dai privati cittadini i rifiuti che rientrano nella privativa comunale.

Poi ti faccio notare un particolare che taglia la testa al toro.

Poniamo per comodità di ragionamento che io da privata cittadina decida di affidare i miei imballaggi di carta e cartone alla Filibertuzzi maceri srl che me li viene a prendere a casa con regolare FIR.
Orbene, la maggior parte di queste ditte trasporta come minimo con furgoni da 35 q (mezzi più piccoli sarebbe un bagno di sangue economico).
Un Ducato (o simili) ha una portata di circa 1200 kg, che equivale più o meno ad un paio di mc (2 bancali).
La Filibertuzzi maceri mi ritira la carta ma mi fa pagare il mezzo pieno (se no non viene) e diciamo che essendo onesta me lo quota intorno ai 200 €, logicamente quotati al piano strada, perchè se l'omino deve salire al quarto piano a prendersi i rifiuti le cose (e i costi cambiano e pure parecchio).
Allora questo che vuol dire?
Che io mi devo accumulare, da qualche parte in casa 2 mc di cartacce e tenercele almeno per un annetto (o anche più, dipende da quanto tempo ci si mette ad ammucchiarle), poi al momento opportuno, caricarmele sulle spalle e portarle giù in cortile dove le vengono a prendere, pagare per farmele ritirare e pagare comunque la Tassa comunale sui rifiuti.

Dov'è l'idea geniale?
Che peccati ho da scontare per imbarcarmi in tutto cio?

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12714
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  isamonfroni il Mer Nov 05, 2014 4:41 pm

gianfranco bardella ha scritto:Scusate ma continuo a non capire se stiamo parlando di utenze domestiche o di utenze attività; in ogni caso se trattasi di U.D. vedo difficile
una gestione con formulari, se trattasi di U.A. penso che tutti i Regolamenti Comunali, sia che applichino la 507 sia che applichino la 158,
prevedano  detrazioni per chi avvii i propri rifiuti al recupero avvalendosi di un servizio privato, quindi, il "risparmio ci sarebbe".

Qualcuno di sopra ha parlato di cittadini e in questo io ci leggo utenze domestiche

Per le utenze NON domestiche, direi che tutti i regolamenti comunali prevedono la possibilità di detrazioni per chi si gestisce privatamente i propri rifiuti recuperabili.
La verità è che bisogna fare assai bene i conti perchè le detrazioni sono così modeste (e comunque sempre solo sulla quota variabile della tariffa) che per avere un vero risparmio bisogna fare un po' di salti mortali.

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12714
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  RMP_RT il Mer Nov 05, 2014 4:48 pm

isamonfroni ha scritto:
RMP_RT ha scritto:Se si affida ad un'azienda privata che si occupa di recupero rifiuti regolarmente autorizzata che glieli ritira con regolare formulario non vedo dove sia la difficoltà Shocked

Le aziende private che si occupano di recupero di rifiuti regolarmente autorizzate, decentemente serie, non ritirano MAI dai privati cittadini i rifiuti che rientrano nella privativa comunale.

Poi ti faccio notare un particolare che taglia la testa al toro.

Poniamo per comodità di ragionamento che io da privata cittadina decida di affidare i miei imballaggi di carta e cartone alla Filibertuzzi maceri srl che me li viene a prendere a casa con regolare FIR.
Orbene, la maggior parte di queste ditte trasporta come minimo con furgoni da 35 q (mezzi più piccoli sarebbe un bagno di sangue economico).
Un Ducato (o simili) ha una portata di circa 1200 kg, che equivale più o meno ad un paio di mc (2 bancali).
La Filibertuzzi maceri mi ritira la carta ma mi fa pagare il mezzo pieno (se no non viene) e diciamo che essendo onesta me lo quota intorno ai 200 €, logicamente quotati al piano strada, perchè se l'omino deve salire al quarto piano a prendersi i rifiuti le cose (e i costi cambiano e pure parecchio).
Allora questo che vuol dire?
Che io mi devo accumulare, da qualche parte in casa 2 mc di cartacce e tenercele almeno per un annetto (o anche più, dipende da quanto tempo ci si mette ad ammucchiarle), poi al momento opportuno, caricarmele sulle spalle e portarle giù in cortile dove le vengono a prendere, pagare per farmele ritirare e pagare comunque la Tassa comunale sui rifiuti.

Dov'è l'idea geniale?
Che peccati ho da scontare per imbarcarmi in tutto cio?

Verissimo Isa, economicamente per l'azienda che va a ritirare il rifiuto è da spararsi un colpo in fronte, ma è propriamente un discorso logistico/economico...Rimanendo su piano normativo teorico è fattibile ed era questo che volevo sottolineare Wink

Inoltre concordo pienamente con il discorso sulle detrazioni che assomigliano pericolosamente a scatole-rompicapo cinesi Laughing
RMP_RT
RMP_RT
Utente Attivo

Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 13.10.14
Località : Sardegna

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  isamonfroni il Mer Nov 05, 2014 5:48 pm

RMP_RT ha scritto:
...Rimanendo su piano normativo teorico è fattibile ed era questo che volevo sottolineare Wink

NO, non è fattibile.
I rifiuti provenienti da utenze domestiche sono RIFIUTI URBANI a tutti gli effetti ai sensi dell'art. 184, c. 1 e su questi rifiuti incombe la privativa comunale senza se e senza ma.

Tutta la querelle e il dibattito che dura da una ventina d'anni e in questo forum in innumerevoli Tread tra i quali:
- questo: nelle 6 pagine precedenti
- questo:http://www.sistriforum.com/t9046-rifiuti-urbani-differenziati-riitiro-presso-condomini-effettuato-da-privati?highlight=condomini

Riguarda i rifiuti ASSIMILATI, ma i rifiuti assimilati sono quelli prodotti dalle utenze non domestiche.

Tutta questa storia della privativa discende dal fatto che il servizio di raccolta dei Rifiuti Urbani è considerato (giustamente) un servizio di interesse pubblico con effetti rilevanti sulle questioni igienico sanitarie, delle quali il Sindaco è il primo garante, per tale motivo non può essere lasciato alle fluttuazioni del libero mercato.

Ma a questa banalità, non ci pensa nessuno?

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12714
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  RMP_RT il Mer Nov 05, 2014 5:56 pm

isamonfroni ha scritto:
RMP_RT ha scritto:
...Rimanendo su piano normativo teorico è fattibile ed era questo che volevo sottolineare Wink

NO, non è fattibile.
I rifiuti provenienti da utenze domestiche sono RIFIUTI URBANI a tutti gli effetti ai sensi dell'art. 184, c. 1 e su questi rifiuti incombe la privativa comunale senza se e senza ma.

Tutta la querelle e il dibattito che dura da una ventina d'anni e in questo forum in innumerevoli Tread tra i quali:
- questo: nelle 6 pagine precedenti
- questo:http://www.sistriforum.com/t9046-rifiuti-urbani-differenziati-riitiro-presso-condomini-effettuato-da-privati?highlight=condomini

Riguarda i rifiuti ASSIMILATI, ma i rifiuti assimilati sono quelli prodotti dalle utenze non domestiche.

Tutta questa storia della privativa discende dal fatto che il servizio di raccolta dei Rifiuti Urbani è considerato (giustamente) un servizio di interesse pubblico con effetti rilevanti sulle questioni igienico sanitarie, delle quali il Sindaco è il primo garante, per tale motivo non può essere lasciato alle fluttuazioni del libero mercato.

Ma a questa banalità, non ci pensa nessuno?

Grazie dell'attenta delucidazione vedrò di approfondire in modo da non ricadere nello stesso errore di valutazione
RMP_RT
RMP_RT
Utente Attivo

Messaggi : 117
Data d'iscrizione : 13.10.14
Località : Sardegna

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Gabriele Stefani il Sab Nov 08, 2014 11:09 pm

Cari connazionali: fate un po' come vi pare.
Volete vendere i vostri rifiuti nobili a soggetti terzi che vi promettono di farvi diventare milionari con i proventi dei vostri rifiuti?
Fate pure.
Nessuno poi si lamenti che il gestore pubblico vi ha aumentato la TARI.

Per ulteriori chiarimenti ci si studi il piano finanziario che, di norma, redige il gestore del servizio e che approva il Comune.

Scusate i toni: ma o impariamo a confrontarci su elementi oggettivi e concreti, oppure è meglio parlare di calcio.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  laureando il Dom Nov 09, 2014 8:50 pm

Boh secondo me la storia della privativa non regge piû che vi piaccia o no.... Leggendo infatti il decreto è chiaro che la privativa si riferisce soltanto ai rifiuti urbani, compresi gli assimilati, CHE VANNO A SMALTIMENTO.
Mi sembra anche giusto questo, dato che quando vado a comprare l'acqua nel prezzo pago con i miei soldini l'imballaggio e quindi non capisco perché non posso decidere io a chi darlo? Chi lo dice che quello che pago con i miei soldi devono dirlo gli altri quello che devo farci...

Inoltre desideravo sapere, se qualcuno lo sa..., cosa rischio io che affido un 150102 ad un'azienda autorizzata a gestire questo codice? E cosa rischia l'azienda che lo riceve? Dove posso trovare le sanzioni in merito?!?
laureando
laureando
Utente Attivo

Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 26.11.11
Età : 37
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa? - Pagina 4 Empty Re: Rifiuti urbani differenziati dei cittadini in privativa?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum