Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Admin il Lun Gen 07, 2013 11:05 am

Martedì 8 gennaio alle 15.30 ad Aversa (Sala consiliare del Palazzo di Città, Piazza Municipio) il Ministro della Salute, prof. Renato Balduzzi, presenterà in conferenza stampa la relazione finale del gruppo di lavoro sulla “Situazione epidemiologica della regione Campania ed in particolare delle province di Caserta e Napoli (città esclusa), con riferimento all’incidenza della mortalità per malattie oncologiche”. Interverranno anche alcuni componenti del gruppo di lavoro, composto da esperti del Ministero della Salute, dell’Istituto Superiore di Sanità e dei Carabinieri del NAS. Il gruppo è stato costituito nel luglio scorso dal Ministro Balduzzi per verificare la connessione tra l’incidenza della mortalità per tumore nella area in questione e fattori ambientali, in particolare quelli relativi alla gestione dei rifiuti.

Fonte: http://www.salastampa.salute.gov.it/attualita/paDettaglioComunicati.jsp?id=3817
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Aurora Brancia il Lun Gen 07, 2013 11:52 am

Mi verrebbe voglia di andarci, fosse solo per chiedere al sig. Ministro in base a quale criterio epidemiologico -su una popolazione complessiva tra le due provincie di poco meno di 4 milioni di abitanti- decidono di escludere i 960.000 abitanti di napoli, che sono 40.000 in più dell'intera provinciadi caserta... Che senso statistico ha una statistica che non tiene conto di 1 abitante su 4, per di più in un'area fortemente conurbata dove sino a 10-15-20 anni fa c'erano ben 2 zone industriali ad altissimo impatto ambientale ???
Con che faccia si presenta a fornire i dati di incidenza di patologie tumorali nel territorio, scansando accuratamente i quartieri URBANI dove- come a ovest nell'area di bagnoli/fuorigrotta - c'era un acciaieria con tanto di ciclo "a caldo", un cementificio ed un impianto dell'eternit in piena città? O senza i quartieri della zona orientale, dove tra raffinerie, depositi di idrocarburi, concerie, vetrerie, centrali elettriche a multicombustibile, industrie chimiche e petrolchimiche si è fatto l'inferno sino ai primi anni 90 quando l'impossibilità economica di efficace abbattimento delle emissioni ha portato alla chiusura di gran parte di esse, ivi compreso il decomissioning della più grande ed antica raffineria del sud ? E quello lo so io per certo, l'ho seguito io quel decomissioning, per quanto riguarda l'amianto, nel 1995-96.

Ovviamente, è aperta ai soli giornalisti, non al "pubblico" più o meno normale come sono io: se non è un'operazione mediatica questa... I giornalisti diranno al popolo-capra ciò che si vuole possano sapere. Eppure, basterebbe chiedere agli ospedali pubblici di riferimento di quelle zone quanti mesoteliomi e quanti altri tumori di ragionevole/probabile origine professionale hanno ricoverato negli ultimi 30-40 anni.

Ma per cortesia!

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3630
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Admin il Mar Gen 08, 2013 9:55 pm

avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Gen 09, 2013 12:01 am

letto l'articolo, ed ho pensato "se lo meritano tutto!".
Infatti, a parte le ovvietà che ho segnalato ieri, ciò che si ottiene elaborando dati statistici senza un serio criterio statistico è esattamente quello di non poter dimostrare nette correlazioni ed anche nette non-correlazioni, quindi un esercizio di poco stile con nessun valore statistico, di fatto.
Partiamo dal principio che la stessa espressione "triangolo della morte" non fu usata primigeniamente da Saviano, ma adottata per l'area nola-marigliano-acerra in un articolo poi divenuto famosissimo pubbliato su Lancet oncology nel 2004.

Che ci siano quartieri/zone/paesi interi dove non c'è famiglia senza il suo caso di cancro è indiscusso. Che questo sia da far risalire ai rifiuti... che dire? potrebbe essere, ma anche no. Quali, rifiuti, poi? gli RSU? Gli storici o i più nuovi? quelli tossici? e quelli tossici "veri" o quelli "tossici per volontà giudiziarie"?

Tira tanto la diossina ('na palla, credetemi...), ma perchè "fa figo", perchè ne basta pochissima a far notizia, e si accumula (seveso ha contribuito enormemente a questo, ma sembra ci si sia dimenticati che quella fu un'incredibile eccezionalità), ma come il processo ILVA ha dimostrato- del tutto inutilmente, in quel caso- le diossine sono tante, e sono di fatto "targate", proprio perchè non biodegradandosi come arrivano in un posto così ci restano, per cui una volta analizzata la composizione puoi anche dire da dove viene, se hai una o più sorgente con cui incrociare i risultati.

Sì, la diossina è funzionale a molti scopi: però adesso glielo spieghino loro che il problema, quello serio davvero, non è la diossina.

Io non voglio dire più nulla, vi prego solo di andare su google earth, digitare "acerra, località pantano". Vi troverete con il pallino rosso di "Pantano" messo nel bel mezzo dell'ex Montefibre, e in alto a destra avrete il tetto celeste del termocoso, di cui si vedono i 3 camini delle 3 linee. Ancora un po' più a destra fanno ancora bella mostra di sè 4 collinotte color bustadell'immondizia (che infatti quello sono).
Ecco, per farvi capire di che parliamo... ora, siccome google in quell'area ha anni di foto, per piacere, andate a sbirciare le foto d'epoca dal 2002 a oggi. Io, che in montefibre sono entrata solo 3 volte in vita mia di cui la prima a portare i documenti e 2 a cavallo di ferragosto del 1996 per lavorare alla scoibentazione manutentiva di uno dei gruppi caldaie, vi posso assicurare che tutt'intorno al muro aziendale era un brucare felice di centinaia e centinaia di pecore... che già nel 2003 morivano a grappoli mentre il cantiere del termocoso nemmeno era cominciato. Anche sul lato nord, ove corre uno dei regi lagni...

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3630
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  benassaisergio il Mer Gen 09, 2013 12:38 am

Per una volta tanto, vorrei essere un poco "brutale".
La quasi totalità delle conclusioni ricavate da indagini epidemiologiche non hanno senso.
E, in particolare, quelle relative alle corrispondenze fra incidenza di tumori e presenza di specifiche attività presupposte inquinanti.
Per le semplicissime ragioni che:
1) la causa (generale) della cancerogenicità è tuttora sconosciuta
2) la cancerogenicità della maggior parte dei cancerogeni (ma anche la non cancerogenicità di altre migliaia di sostanze) non è per niente facile da dimostrare (due esempi: sulla cancerogenicità della diossina si è discusso per decenni, e si continua a discutere; lo stesso vale per le bassi dosi da radiazioni ionizzanti)
3) in una qualunque area sono sempre presenti quantità più o meno rilevanti di sostanze classificate o ritenute cancerogene, provenienti da una miriade di fonti (impianti di riscaldamento, veicoli, impianti industriali, lavorazioni, rifiuti, ecc. ecc.)
Se poi dalla cancerogenicità passiamo alla tossicità, il tutto diviene ancor più complicato.
Sia ben chiaro: a me piace l'aria il più possibile pura (e infatti vivo in campagna), ma le indagini epidemiologiche che "dimostrano" che i tumori di Taranto sono dovuti all'ILVA, o che quelli di Milano sono dovuti al traffico, o quelli di Firenze sono dovuti al fumo, o quelli di Caserta ai rifiuti, ecc. mi fanno pensare che, se il futuro scientifico è questo, quasi quasi mi fermo a Galileo.
avatar
benassaisergio
Utente Attivo

Messaggi : 659
Data d'iscrizione : 29.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Admin il Sab Gen 26, 2013 1:57 pm

Complimenti, ministro!
“adesso capisco perché qui si arrabbiano quando vieni a dirgli che i problemi di salute dipendono dai cattivi stili di vita”
Per la serie: essere lì e non sapere di cosa si sta parlando... http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/26/rifiuti-tossici-e-salute-balduzzi-si-e-ricreduto/480634/


Ultima modifica di Admin il Sab Gen 26, 2013 3:14 pm, modificato 1 volta
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6482
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Aurora Brancia il Sab Gen 26, 2013 2:34 pm

Mi ripeto: paccheri a due mani, sino a che non diventano dispari.
Credo sia stato il peggiore dei ministri di questo governo, e battere persino elsa, nel mio immaginario ma anche nel pratico, non è cosa semplice.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3630
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Martedì 8 gennaio Ministro Balduzzi presenta Relazione su tumori in Campania

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum