Ultimi argomenti
» dove conservare le copie dei formulari
Da cirillo Oggi alle 5:01 pm

» Annalaura
Da cirillo Ieri alle 3:00 pm

» INTERMEDIARIO CON DETENZIONE
Da cirillo Ieri alle 2:53 pm

» Prefisso Alfabetico di Serie
Da cirillo Lun Ago 21, 2017 11:04 pm

» Errore formulario: responsabilita' impianto di destino
Da cirillo Lun Ago 21, 2017 10:40 am

» Classificazione rifiuti ecotossici
Da lore68 Gio Ago 17, 2017 10:08 am

» Termovalorizzatore PERCHÉ?
Da lore68 Mer Ago 16, 2017 2:11 pm

» ADR e sanzioni
Da pablISTRI Sab Ago 12, 2017 12:22 pm

» Deposito Temporaneo e sanzioni
Da pablISTRI Ven Ago 11, 2017 4:18 pm

» Terre e rocce da scavo, la nuova disciplina
Da Aurora Brancia Gio Ago 10, 2017 5:22 pm


Potočnik: in corso verifica su compatibilità, con la direttiva europea sui rifiuti, del DM 161 sulle terre e rocce da scavo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Potočnik: in corso verifica su compatibilità, con la direttiva europea sui rifiuti, del DM 161 sulle terre e rocce da scavo

Messaggio  Admin il Mar Ott 09, 2012 2:38 pm

Tutto è partito da una denuncia dell'associazione Idra onlus alla commissione europea. Questa la risposta di Janez Potočnik a nome della Commissione:
"La denuncia dell’associazione Idra cui fa riferimento l’onorevole parlamentare è relativa ad un progetto di decreto ministeriale concernente l’utilizzazione delle terre e rocce da scavo nel contesto di lavori di costruzione e al modo in cui le autorità italiane tratteranno le terre da scavo relative ai progetti dei cantieri TAV che sono in procinto di essere avviati nell’area di Firenze. Il disegno di decreto prevede che, in determinate condizioni, i materiali da scavo siano considerati sottoprodotti e non rifiuti. In base alla denuncia succitata il disegno di decreto, se adottato, risulterebbe in contrasto con la normativa ambientale dell’UE. I servizi della Commissione stanno attualmente valutando se il progetto di decreto sia compatibile, in particolare, con l’articolo 5 della direttiva 2008/98/CE sui rifiuti, che stabilisce le condizioni in base alle quali una sostanza o un oggetto può essere considerata/o come sottoprodotto. Se la Commissione giungesse alla conclusione che il disegno di decreto, se adottato, risulterebbe in contrasto con la normativa ambientale dell’UE, intraprenderà le azioni necessarie per garantire che tale normativa sia correttamente recepita e attuata in Italia."
(leggi: procedura d'infrazione)
http://www.soniaalfano.it/2012/07/25/grandi-opere-e-procedure-di-smaltimento-delle-terre-e-rocce-da-scavo-regolamento-ministeriale-italiano-e-violazione-delle-direttive-europee/
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6476
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum