Ultimi argomenti
» Nomina/esenzione consulente ADR
Da lucamarangon Oggi alle 12:04 am

» REGISTRAZIONE FORMULARIO DEMOLIZIONE
Da simona68 Ieri alle 11:42 am

» Test di cessione a recupero 170904
Da AntonioC Lun Giu 26, 2017 7:37 pm

» Trasporto veicoli fuori uso e ADR
Da Paolo UD Lun Giu 26, 2017 12:12 pm

» scheda sistri senza scheda movimentazione
Da ALE90 Lun Giu 26, 2017 10:21 am

» Classificazione rifiuti ecotossici
Da andrea zanardi Sab Giu 24, 2017 8:09 pm

» Codici a specchio e analisi
Da Aurora Brancia Sab Giu 24, 2017 1:53 am

» Pubblicate le delibere n.6 e n.7 sul Responsabile Tecnico
Da Hope Ven Giu 23, 2017 8:39 am

» [TOP] Formulario di identificazione del rifiuto
Da beltrale Gio Giu 22, 2017 6:31 pm

» Depuratori senza ufficio, ma con registro c/s
Da isamonfroni Gio Giu 22, 2017 5:22 pm


descrizione del rifiuto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

descrizione del rifiuto

Messaggio  monimoni il Gio Set 06, 2012 4:07 pm

Salve a tutti,
ho trovato alcuni post riguardanti la descrizione del rifiuto ma ho ancora alcuni dubbi. Mi è sempre stato detto che, sia sul registro sia sul formulario, oltre alla denominazione del rifiuto che corrisponde al cer, va messa una ulteriore descrizione. Questo perché noi abbiamo diversi tipi di materiale (per es. plastico) con diverso valore economico. Poiché negli ultimi mesi i formulari vengono preparati dal trasportatore/destinatario, questi preferiscono specificare una parte della descrizione nelle annotazioni. E' corretta la loro compilazione o la mia? Oppure è cmq meglio se possibile non aggiungere niente?
In più, in merito a un rifiuto pericoloso, il destinatario che compila il formulario ritiene che una nostra ulteriore descrizione "rifiuti potenzialmente infetti" non abbia alcun valore, ma cmq l'abbiamo aggiunta a penna prima della partenza, così che ci sia corrispondenza con il registro. E' un comportamento corretto oppure no?
Grazie in anticipo!
avatar
monimoni
Membro della community

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 11.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: descrizione del rifiuto

Messaggio  CROCIDOLITE il Gio Set 06, 2012 4:19 pm

monimoni ha scritto:Salve a tutti,
Mi è sempre stato detto che, sia sul registro sia sul formulario, oltre alla denominazione del rifiuto che corrisponde al cer, va messa una ulteriore descrizione. Questo perché noi abbiamo diversi tipi di materiale (per es. plastico) con diverso valore economico. Poiché negli ultimi mesi i formulari vengono preparati dal trasportatore/destinatario, questi preferiscono specificare una parte della descrizione nelle annotazioni. E' corretta la loro compilazione o la mia? Oppure è cmq meglio se possibile non aggiungere niente?

direi che non è sbagliata ne l'una ne l'altra


monimoni ha scritto:

In più, in merito a un rifiuto pericoloso, il destinatario che compila il formulario ritiene che una nostra ulteriore descrizione "rifiuti potenzialmente infetti" non abbia alcun valore, ma cmq l'abbiamo aggiunta a penna prima della partenza, così che ci sia corrispondenza con il registro. E' un comportamento corretto oppure no?


la legge impone di indicare le classi di rischio: un rifiuto infetto risponde a determinate caratteristiche. Se è infetto è obbligatorio indicarlo, in caso contrario è obbligatorio NON indicarlo
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum