Ultimi argomenti
» Sentenza Corte Europea c115-03 2004 e registro
Da marcogio85 Gio Dic 08, 2016 8:20 pm

» mancato versamento contributo SISTRI 2016 pagarlo oggi oppure no
Da Enrico Mer Dic 07, 2016 8:55 pm

» CER nastri in gomma
Da euclione Mer Dic 07, 2016 7:10 pm

» SALDATURA AD ARIA CALDA - EMISSIONI IN ATMOSFERA
Da Aurora Brancia Mer Dic 07, 2016 1:03 am

» milleproroghe
Da benassaisergio Mar Dic 06, 2016 12:43 am

» Problema pagamento Albo autotrasporto 2017 ..
Da kompei77 Lun Dic 05, 2016 6:22 pm

» Roma: rifiuti da attività edilizie
Da PiazzaPulita Lun Dic 05, 2016 1:44 pm

» lavaggio vasche chi è il produttore del rifiuto
Da fallacara ecologia Ven Dic 02, 2016 4:39 pm

» disposizione speciale 375/2015
Da cirillo Ven Dic 02, 2016 4:03 pm

» Trasporto transfrontaliero Raee - qualche chiarimento.
Da Userro Ven Dic 02, 2016 10:26 am


Dilemma ADR benzinaio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  alexlariete il Gio Ago 09, 2012 4:31 pm

Buongiorno a tutti, entro oggi per la prima volta nel forum affaccio per la prima volta su questo forum che trovo interessantissimo e utilissimo.
Mi occupo solo da poco tempo di ADR (una materia veramente complessa!).
Mi sapete aiutare su questo dilemma forse troppo banale: un benzinaio è soggetto alla nomina del consuelnte ADR?
Grazie
Ciao


alexlariete
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.08.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  tfrab il Gio Ago 09, 2012 5:25 pm

direi che il benzinaio non deve nominare consulenti perché, se non ricordo male, chi riceve non ha questo obbligo (NB è deroga nazionale, non si evince dal solo ADR)

tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 316
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 43
Località : Centro Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  alexlariete il Gio Ago 09, 2012 6:06 pm

Grazie tfrab per la risposta. Il mio “dilemma” deriva proprio da questo aspetto. La deroga nazionale si basa su una vecchia circolare della motorizzazione che esenta lo scarico a destino finale dalla nomina del consulente. Mi chiedo però: può una circolare (che non ha valore legislativo) derogare una norma di livello gerarchico più alto?

alexlariete
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.08.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  homer il Ven Ago 10, 2012 9:20 am

sempre a memoria.....
il benzinaio non scarica MAI, è il conducente che provvede a tutte le operazioni di scarico, é la ditta che trasporta i carburanti che è soggetta all'obbligo di nomina, non chi riceve (e non scarica).

homer
Utente Attivo

Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  Aurora Brancia il Ven Ago 10, 2012 10:08 am

alexlariete ha scritto: ...
un benzinaio è soggetto alla nomina del consuelnte ADR?
ADR è l'acronimo convenzionale di Accord européen relatif au transport international des marchandises Dangereuses par Route , che tradotto dal francese significa Accordo europeo per il trasporto di merci pericolose su strada. E' quindi evidente che non si applica a chi non trasporta, ed il benzinaio (come i depositi...) NON trasporta niente.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3463
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  Lilika il Ven Ago 10, 2012 10:22 am

Se posso precisare...
L'ADR si applica a tutti quegli operatori che concorrono al trasporto su strada di merci pericolose, indi per cui non solo al trasportatore ma, così come da ADR 1.8.3.1, ogni impresa, la cui attività comporta trasporti di merci pericolose, oppure operazioni di imballaggio, di carico, di riempimento o di scarico, connesse a tali trasporti, designa uno o più consulenti per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose, incaricati di facilitare l'opera di prevenzione dei rischi per le persone, per i beni o per l'ambiente inerenti a tali attività.

Ciò significa che il benzinaio è destinatario e non ha bisogno del consulente. Se per qualche strano motivo il benzinaio, oltre che destinatario, è anche scaricatore, allora serve la figura del consulente.

Lilika
Utente Attivo

Messaggi : 1230
Data d'iscrizione : 23.11.11
Età : 34
Località : Vercelli

Tornare in alto Andare in basso

Benzinaio

Messaggio  alexlariete il Ven Ago 10, 2012 10:54 am

Ciao!
Grazie mille delle risposte, credo anche io che se lo scarico non lo compie il benzinaio, tale figura non sia soggetta alla nomina del consulente obbligatorio.
Quello che scrive Aurora, l'ho sentito molte volte in giro da clienti e fornitori. Sono in moltissimi a sostenere che tale obbligo si applichi solo a chi trasporta...ma del resto la normativa la conoscono in pochissimi e ci sono molti professionisti che magari danno indicazioni diverse.
E' molto vero a mio parere ciò che scrive Lilika, anche considerando la vecchia circolare 14 novembre 2000, abrogativa di quella 7 luglio 2000 che ci dice "Si ritiene, tuttavia, di poter escludere dal campo di applicazione della Direttiva 96/35 le imprese "che scaricano le merci alla loro destinazione finale " aderendo all’interpretazione del Consiglio C.E. e della Commissione C.E. del 07/03/200, nella quale viene precisato che la direttiva 96/35/CE "…coinvolge le imprese impegnate nel carico e/o scarico di merci pericolose solo quando tali operazioni interessano la sicurezza del trasporto; la Direttiva non coinvolge le imprese che scaricano le merci alla loro destinazione finale"

A questo punto però si andrebbe ad escludere anche l'operazione di scarico... e mi chiedo e vi chiedo ma secondo voi chi scarica a destino finale dell'acido solforico 96 Bè
è meno a rischio di uno che lo carica? Chi maneggia sostanze tossiche in fase di scarico solo perchè a destino finale è meno da tutelare di chi le scarica ma non a destino finale?
Mi sembra che sia tutto molto fumoso....ahimè

alexlariete
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.08.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  isamonfroni il Ven Ago 10, 2012 11:27 am

alexlariete ha scritto: A questo punto però si andrebbe ad escludere anche l'operazione di scarico... e mi chiedo e vi chiedo ma secondo voi chi scarica a destino finale dell'acido solforico 96 Bè
è meno a rischio di uno che lo carica? Chi maneggia sostanze tossiche in fase di scarico solo perchè a destino finale è meno da tutelare di chi le scarica ma non a destino finale?
Mi sembra che sia tutto molto fumoso....ahimè

Proprio perchè l'ADR riguarda la sicurezza del trasporto su strada (e non la sicurezza generica dei lavoratori, che per quello c'è l'81/08) sono interessate tutte le operazioni che hanno a che fare rigorosamente con il trasporto su strada, (imballaggio, carico, trasporto, scarichi intermedi per trasbordo ecc..).

Quando uno scarica acido solforico a 96 Bè dentro il proprio magazzino (destinazione finale), ormai non è più per strada e non può più costituire un rischio per la sicurezza dei trasporti.

PS il rischio per chi lo carica, non è legato al rischio intrinseco a cui va incontro il sig. caricatore, bensi al rischio per la sicurezza nel trasporto che si correrebbe se il sig. caricatore caricasse la merce nel modo errato e si rovesciasse l'acido strada facendo.


Ultima modifica di isamonfroni il Ven Ago 10, 2012 11:30 am, modificato 1 volta

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12093
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  Aurora Brancia il Ven Ago 10, 2012 11:28 am

Lilika ha scritto:Se posso precisare...
L'ADR si applica a tutti quegli operatori che concorrono al trasporto su strada di merci pericolose, indi per cui non solo al trasportatore ma, così come da ADR 1.8.3.1, ogni impresa, la cui attività comporta trasporti di merci pericolose, oppure operazioni di imballaggio, di carico, di riempimento o di scarico, connesse a tali trasporti, designa uno o più consulenti per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose, incaricati di facilitare l'opera di prevenzione dei rischi per le persone, per i beni o per l'ambiente inerenti a tali attività.

Ciò significa che il benzinaio è destinatario e non ha bisogno del consulente. Se per qualche strano motivo il benzinaio, oltre che destinatario, è anche scaricatore, allora serve la figura del consulente.
Precisazione correttissima, peraltro già implicita nella risposta di homer: forse anche opportuna, vista la domanda posta e il dubbio che ha il nostro amico sulla possibilità che una circolare possa derogare ad una norma di rango superiore.
La circolare cui alex credo si riferisca immagino sia l'applicativa del DM 4 luglio 2000, che però limitava l'esenzione a particolari attività di scarico (e carico, anche) eseguito in via occasionale come attività accessoria alla prevalente (max 24 operazioni/anno e max 3/mese, lim. 180 tonn etc.). D'altronde, il testo normativo di riferimento è sempre il D.Lgs. 40/2000, che in art. 2 parla sempre chiaramente di trasporto, carico e scarico, anche (direi soprattutto....) dopo le modifiche introdotte dal 35/10.
Sempre che io abbia ben capito come funziona, s'intende Laughing !

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3463
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

security

Messaggio  alexlariete il Ven Ago 10, 2012 11:50 am

Grazie mille, siete state chiarissime.
angelo
quindi il nostro amico scaricatore non avrà l'obbligo del consulente ADR se scarica a destinazione finale, perchè questa fase interna all'azienda è già ampiamente regolata dal D.Lgs. n.81/2008 e smi...interessante.
Ma allora .... per rispettare il 1.10.3.2.1 dell'accordo che coinvolge tutti gli "operatori definiti in 1.4.2 e 1.4.3", cioè la redazione del "piano della security", qualora sia soggetto (e un benzinaio lo è), il nostro scaricatore esentato dal suo consulente come potrà adempiervi? Secondo me qualcosa non torna.

alexlariete
Utente Attivo

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.08.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dilemma ADR benzinaio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 1:53 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum