Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Gio Mag 24, 2012 1:17 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/23/rifiuti-monti-dice-corcolle-governo-spacca-rivolta-villa-adriana/239872/

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso


Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Gabriele Stefani il Mar Giu 12, 2012 10:52 am

benassaisergio ha scritto:Però una cosa la devo dire (e le/i mie/ei concittadine/i non sono d'accordo): io sono contrario ai no pregiudiziali.
E' stato riportato in parecchi interventi, nonchè in un post precedente a questo: siamo il Paese delle contraddizioni. Non vogliamo le discariche perchè fucina di morte, ma di separare la carta dal vetro .. non ne vogliamo sentir parlare! Non vogliamo gli inceneritori perchè impianti infernali, ma quando vediamo i cassonetti pieni .. non esitiamo a dargli fuoco! .. e poi .. oh mio dio .. scoppiano le emergenze rifiuti (innescate da anni in tutte le maggiori città italiane .. ma fatte esplodere ad hoc dai mass media).
e laddove qualcosa viene realizzato .. tra l'opposizione dei comitati spontanei, delle associazioni ambientali e ambientalistiche .. dal momento in cui viene posata la prima pieta, al momento dell'inaugurazione, passano più o meno 25 - 30 anni: lasso di tempo che condanna alla vetustà impianti nuovi, mai entrati in funzione.

benassaisergio ha scritto:
Certo, la soluzione è un "nuovo modello di sviluppo" (per il quale sono disposto a impegnarmi alla "morte" ... beh ... quasi !), con riduzione di consumi e imballaggi, riciclo, km 0, ecc., ecc..
il "nuovo modello di sviluppo" esiste: ed è imposto pure dal D.Lgs. 152/2006 .. ma al solito, fatta la legge .. trovato l'inganno. E dove i dettami del legislatore sono stati presi come spunto e stimolo per fare di più, e fare di meglio, si sono raggiunte % di raccolta differenziata superiore al 70%, le utenze pagano in base all'effettiva quantità di rifiuti conferiti al servizio di raccolta, è stato creato un sistema economico parallelo ai rifiuti che ha coinvolto cittadini, attività commerciali, istituzioni (una volta si chiamava "vuoto a rendere").
benassaisergio ha scritto:
Però ...in attesa di questo nuovo modello (al quale contribuisce il mio orticello e il mio "austero" ... diciamo "quasi" austero ... modo di vivere e consumare) che si fa ?
che si fa? continuiamo a far finta che vada tutto bene, a far finta che la scelta del sito per la prossima discarica di roma venga fatta su basi tecniche, e non su basi politiche (e per come stanno le cose, non mi stupirei se qualcuno permettesse di riempire il colosseo di rifiuti .. in cambio di qualche vicepresidenza in aziende a partecipazione pubblica, o nel cda di qualche banca ..)

benassaisergio ha scritto:
So bene che la discarica non è la soluzione (preferisco un inceneritore): ma, in attesa della raccolta differenziata (che non si realizza domattina al 100%) che si fa ?
si spera di poter "sfruttare" personaggi della sua fama e del suo calibro come cassa di risonanza .. anche se .. come già detto .. io personalmente sono poco fiducioso: non nei suoi confronti, ma nei confronti di un sistema che vive in un sistema solare parallelo al nostro. che pensa di curare l'allergia al polline con le caramelle al miele .. con l'unico obiettivo di mantenere i piedi in più scarpe possibiliti .. garantendosi così altre 7 - 8 legislature, prima di passare a miglior vita.
benassaisergio ha scritto:
E non mi dite, per favore, che la soluzione è depositare i rifiuti in Piazza Montecitorio o al Campidoglio !
la soluzione è rinnovare, anche in campo ambientale, la politica: ad ognuno il suo mestriere, e finchè a capo dei vari ministeri siedono persone esperte di tutto, tranne che del vicastero che guidano .. dove vogliamo andare: governo Monti a parte (capro espiatorio di un sistema sul letto di morte .. ma che tenta di respirare ancora), pensiamo ai vari Di Pietro (magistrato - ministro delle infrastrutture), Gelmini (avvocato - ministro della pubblica istruzione), Carfagna (showgirl - ministro pari opportunità), Castelli (ingegnere - ministro grazia e giustizia), ecc. ecc. ecc.
OT: caro Ing. Benassai, data la sua esperienza e competenza, quando sarò premier la nominerò ministro degli interni .. in campo ambientale non la vedo bene .. potrebbe sapere troppe cose!

A Vienna l'inceneritore sta nel centro della città e là non ci sono i Bertolini (il rappresentante italiano della Organizzazione Mondiale della Sanità: povera OMS, che pure ha al suo interno, e le/li conosco, funzionarie/i validi) che dicono che ''in Italia il 20% della mortalità è riconducibile a cause ambientali prevenibili".

benassaisergio ha scritto:
In attesa dello "sviluppo sostenibile" (però, se lo volete ... ops .. sto andando OT .. ne riparleremo un'altra volta), dobbiamo per un po' di tempo avere discariche e inceneritori: e io sono disposto ad averla sotto casa ! Ad una condizione: che la discarica o l'inceneritore siano in regola (cosa non certo facile, ma ... se non lo si ritiene possibile ... allora ... beh ... è solo un ulteriore accelerazione della crisi dell'Occidente, dell'Italia, di tutte/i noi).
sono disposto anche io ad averla sotto casa.
A patto che:
- sia di dimensioni adeguato all'ambito da servire;
- sia aggiudicato su basi tecniche, e non in base alla % di ribasso;
- sia realizzato in massimo 2 anni;
- si possano bruciare tutti i rifiuti dotati di potere calorifero provenienti dalle raccolte differenziate.

questo ultimo punto susciterà scalpore e disappunto: vorrei qualcuno mi facesse vedere un bilancio omnicomprensivo legato al riciclaggio di 1 kg di carta, per valutare se effettivamente, riciclare la carta sia un vantaggio per l'ecosistema .. o semplicemente un motto di alcune associazioni ambientaliste da usare come palliativo per contestare tutto e tutti.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.

Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  isamonfroni il Mar Giu 12, 2012 11:26 am

ilGabri ha scritto: questo ultimo punto susciterà scalpore e disappunto: vorrei qualcuno mi facesse vedere un bilancio omnicomprensivo legato al riciclaggio di 1 kg di carta, per valutare se effettivamente, riciclare la carta sia un vantaggio per l'ecosistema .. o semplicemente un motto di alcune associazioni ambientaliste da usare come palliativo per contestare tutto e tutti.

evvai!!!!! clapclap

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12090
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Mar Giu 12, 2012 11:50 am

LCA, questo sconosciuto.
Se volete, però, ne parliamo in una discussione dedicata.

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Gabriele Stefani il Mar Giu 12, 2012 12:33 pm


_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.

Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Lun Giu 18, 2012 3:20 pm

Tornando in topic:
prende consistenza l'eventualità di trasferire i rifiuti di Roma all'estero o in altre regioni italiane (Emilia Romagna in testa).

Anche questo un film già visto.

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Gabriele Stefani il Lun Giu 18, 2012 3:26 pm

Admin ha scritto:Tornando in topic:
prende consistenza l'eventualità di trasferire i rifiuti di Roma all'estero o in altre regioni italiane (Emilia Romagna in testa).
Anche questo un film già visto.
Emilia Romagna? Ma dai .. per caso in qualche impianto gestito da Hera?

.. visto che non sono riusciti a fagocitare AMA entrando dall'entrata principale .. stanno entrando .. da tergo!

C'est la vie .. tutti i nodi "vanno al pettine".

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.

Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Mar Giu 19, 2012 7:39 pm

Audizione, presso la commissione territorio, ambiente e beni ambientali del Senato, dell'assessore alle politiche ambientali e della tutela del territorio della provincia di Roma Michele Civita (dal minuto 37 in avanti): http://www.radioradicale.it/scheda/354883/speciale-commissioni

Audizione, presso la commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, del direttore tecnico della società AMA Spa, ingegner Riccardo Caminada, e del direttore tecnico della società E.GIOVI srl, ingegner Paolo Stella.
http://www.radioradicale.it/scheda/354996/commissione-parlamentare-di-inchiesta-sulle-attivita-illecite-connesse-al-ciclo-dei-rifiuti

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Mar Ago 07, 2012 5:38 pm

http://www.asca.it/news-Roma_Rifiuti__dove_il_sito_temporaneo__Sottile____Non_ricordo_____-1185482-CRO.html

Mah...

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Aurora Brancia il Gio Ago 23, 2012 3:48 pm

copioincollo:

La decisione è presa. La futura discarica provvisoria di Roma si farà a Monti dell'Ortaccio. Dopo l'accordo tra Manlio Cerroni, il re dei rifiuti nel Lazio e patron di Malagrotta, e il commissario per l'emergenza rifiuti di Roma, Goffredo Sottile, oggi è arrivata la conferma di quanto era già trapelato nei giorni scorsi. "Monti dell'Ortaccio mi è sembrato il sito più idoneo" ha detto Sottile. "Quello che mi ha portato a quella scelta è l'urgenza di provvedere alla questione rifiuti" ha aggiunto.

Sottile ha spiegato che c'è "un progetto 'rinverdito' di Cerroni, progetto che riguarda Monti dell'Ortaccio, di proprietà sempre dell'avvocato, e adesso si aprirà la procedura con la Conferenza dei servizi dove verrà adottata l'autorizzazione, se tutto corrisponderà alla normativa europea, nazionale e regionale".

Si è ricordato, qual era il sito...

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3461
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Gio Ago 23, 2012 4:07 pm

e tanto per cambiare si finì in discarica...
(di Cerroni)

Bella l'Italia Italy

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  marcosperandio il Gio Ago 23, 2012 4:16 pm

perchè qualcuno aveva dubbi su chi sarebbe stato il proprietario dell'area?
ebbravo manlio!

_________________
santa
Gli uomini malvagi sopravvivono alle loro gesta. I buoni vengono selpolti insieme alle loro ossa. -- William Shakespeare- "Giulio Cesare"

marcosperandio
Moderatore

Messaggi : 4732
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 48
Località : Provincia Bergamo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Mer Set 05, 2012 4:25 pm

Anche nel mirino della Procura: http://www.ilmessaggero.it/roma/rifiuti_roma_pm_inchiesta_discarica_monti_ortaccio/notizie/217674.shtml

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Gabriele Stefani il Mer Set 05, 2012 5:17 pm

Admin ha scritto:Anche nel mirino della Procura: http://www.ilmessaggero.it/roma/rifiuti_roma_pm_inchiesta_discarica_monti_ortaccio/notizie/217674.shtml
lo sa anche un eskimese cosa ruota sotto a tutta questa ennesima messa in scena.
la procura, fa finta di svegliarsi ora?
.. ma tanto alla fine, qualcuno che siede alla stanza dei bottoni alzerà la cornetta .. e la discarica si farà, con tanto di VIA e incartamenti vari a posto.

salvo poi, tra 15 anni, far finta di stupirci, nel renderci conto di aver costruito un'altra ILVA.

no, non ci si siamo.

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.

Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Aurora Brancia il Gio Set 06, 2012 12:17 am

ilGabri ha scritto:....

salvo poi, tra 15 anni, far finta di stupirci, nel renderci conto di aver costruito un'altra ILVA.

no, non ci si siamo.

Se è per quello, insistendo con queste politiche emergenzial-economic-commissariali se anche ci siamo adesso alla fine non ci saremo davvero più. Fisicamente parlando: ci atterrano.

Ma come si deve fare per convocare magari in seduta spiritica l'anima anche di qualche caro, vecchio politico DC ? Che li illumini.... se gli dà foco è meglio.

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3461
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Mer Ott 24, 2012 11:34 pm

Il commissario Sottile audito in commissione parlamentare d'inchiesta: Monti dell'Ortaccio unica soluzione possibile.
http://www.radioradicale.it/scheda/363725/commissione-parlamentare-di-inchiesta-sulle-attivita-illecite-connesse-al-ciclo-dei-rifiuti

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Mattia8 il Gio Ott 25, 2012 9:47 am

ilGabri ha scritto: A patto che:
- sia di dimensioni adeguato all'ambito da servire;
- sia aggiudicato su basi tecniche, e non in base alla % di ribasso;
- sia realizzato in massimo 2 anni;
- si possano bruciare tutti i rifiuti dotati di potere calorifero provenienti dalle raccolte differenziate.

Questo del LCA dovrebbe essere uno di quegli argomenti che andrebbero discussi in modo serissimo!
Perchè da qui nascono i progetti e sistemi di gestione e la programmazione, che andrebbe gestita a livello nazionale.
Far capire alla gente (e a certi movimenti politici che avanzano) che, in attesa del nuovo modello di gestione (citato in precedenza) gli inceneritori sono indispensabili: vorrei sapere da loro come pensano di gestire, ad esempio, i rifiuti da attività sanitaria o di tutte le plastiche che dopo essere passate dai centri di selezione vanno a bruciare (ma il rapporto Corepla non lo legge proprio nessuno?).
Certo l'incenerimento deve essere fase residuale per ridurre il volume dell'indifferenziato prima della discarica mentre in troppi casi è strumento si business, è sovvenzionato, perciò si brucia molto di più di quanto si dovrebbe. Ma come si fa a negarne la necessità?
Deve finire la frammentazione della gestione altrimenti ognuno attuerà il sistema di raccolta o smaltimento che gli conviene a discapito di tutti gli altri.
Sarebbe anche splendido se nelle università, di concerto che con i professionisti del recupero (vedi Ecomondo) si studiassero e trovassero nuovi metodi di recupero e riciclaggio e si riuscissero a industrilaizzarne i processi e svilupparli su tutto il territorio nazionale, anche perchè fare la raccolta differenziata per poi mandarla a un impianto di selezione a 150 km che poi va a uno di recupero a 100 o a un inceneritore a 50 o a 200 non ha proprio tanto senso....

Mattia8
Utente Attivo

Messaggi : 209
Data d'iscrizione : 04.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  homer il Gio Ott 25, 2012 11:43 am

quoto, tranne sul fatto che si brucia molto di più di quanto si dovrebbe, probabilmente tu conosci qualche esempio concreto, ma il bilancio totale, per me, è che si brucia troppo poco.
Ricordo un paio di anni fa ad evento ispra, un signore che raccontava "il mio pet lo mando in india a selezionare, poi in irlanda lo rilavorano". Fino a che giri del genere sono economicamente sostenibili, anzi, remunerativi stiamo messi male.
Dove abito ora non riescono a fare l'isola ecologica per l'opposizione della cittadinanza......................
Per me Roma andrà in emergenza rifiuti, stiperanno qualcosa ancora a Malagrotta poi treni e navi faranno il lavoro sporco, mentre qualcuno blatererà di rifiuti zero...........

homer
Utente Attivo

Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  PiazzaPulita il Mer Nov 07, 2012 11:09 pm

... forse è anche peggio:

http://www.agenziaradicale.com/index.php/cronaca/817-rifiuti-di-roma-il-modello-napoli-non-si-puo-fare

... il Comune avrebbe pronto un bando di gara per il trasferimento di 1200 tonnellate di rifiuti al giorno all'estero, come Napoli fa già da qualche tempo...

PiazzaPulita
Utente Attivo

Messaggi : 941
Data d'iscrizione : 30.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  isamonfroni il Gio Nov 08, 2012 11:21 am

PiazzaPulita ha scritto:... forse è anche peggio:

http://www.agenziaradicale.com/index.php/cronaca/817-rifiuti-di-roma-il-modello-napoli-non-si-puo-fare

... il Comune avrebbe pronto un bando di gara per il trasferimento di 1200 tonnellate di rifiuti al giorno all'estero, come Napoli fa già da qualche tempo...

E' interessante il commento del lettore......
Lo sposo in pieno

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12090
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Gabriele Stefani il Ven Nov 09, 2012 11:58 am

PiazzaPulita ha scritto:... forse è anche peggio:

http://www.agenziaradicale.com/index.php/cronaca/817-rifiuti-di-roma-il-modello-napoli-non-si-puo-fare

... il Comune avrebbe pronto un bando di gara per il trasferimento di 1200 tonnellate di rifiuti al giorno all'estero, come Napoli fa già da qualche tempo...
Scusate la mia ignoranza .. ma:
  • nascondere la polvere sotto al letto .. è diventato un modello?

  • se si, è diventato un modello da divulgare, diffondere, copiare, sostenere .. e unico modo per ricevere milioni di € in finanziamenti, super mega commissari, nonchè, a fine anno, ricevere la targhetta commemorativa di "COMUNE RICICLONE", certificato ISO, EMAS, SOA e tutto quello che gli va dietro?


e poi gli stati generali vanno in massa ad ecomondo a fare i fenomeni!

.. A LAVORARE, non a rompere il c@zz0 a chi è in guerra tutti i giorni per poter svolgere onestamente e correttamente il proprio lavoro!!!!

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.

Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Admin il Mar Nov 20, 2012 11:25 am

E tanto per cambiare si finì all'estero...
http://www.ilmessaggero.it/roma/rifiuti_bando_europeo_ama_alemanno_pd/notizie/232783.shtml
Programmazione a medio/lungo termine: questa sconosciuta.

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  homer il Mar Nov 20, 2012 11:52 am

... come volevasi dimostrare
sono incapaci (gli attuali ed i precedenti da lunga data), ma consoliamoci, hanno fatto contenti i comitati "no a tutto".
vedremo le prossime bollette
Spero che andranno per ferrovia, per mare la vedo dura, almeno De Magistris ha il porto, Alemanno chissa? forse pensa a sfruttare il biondo tevere.........

homer
Utente Attivo

Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  isamonfroni il Mar Nov 20, 2012 8:49 pm

Ciao Homer.........l'idea del Tevere non è male.
Comunque la bolletta è già aumentata Evil or Very Mad

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12090
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Aurora Brancia il Mar Nov 20, 2012 9:18 pm

homer ha scritto:...
Spero che andranno per ferrovia, per mare la vedo dura, almeno De Magistris ha il porto, Alemanno chissa? forse pensa a sfruttare il biondo tevere.........

fisicamente ho appena riportato la frase di homer, ma giusto per far risaltare ancora meglio (se per noi ce ne fosse necessità) di quanto commentato da Admin:


Programmazione a medio/lungo termine: questa sconosciuta.
Aggiungendo del mio: sconosciuta da almeno 30 anni.

E' dal 1982 che stiamo a cianciare sulla riduzione, sul recupero di materia etc. etc. etc. per tutti i rifiuti, dagli urbani agli speciali, da quelli innocui a quelli orrendi.

Possibile mai che a nessuno al di fuori di questo forum venga in mente che, se si vogliono controllare i malintenzionati, la prima cosa da fare sarebbe stata dare un senso reale al catasto dei rifiuti, in maniera incrociata con "quanto si produce di che, con quanto % risultante di rifiuti di quale tipo" ?
E possibile mai che nessuno si chieda com'è che le nazione nord e mittel-europee trovino conveniente acquisire e rilavorare questi ns. rifiuti, che avendo ancora "buchi disponibili" magari noi sotterreremmo?

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.

Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3461
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 63
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  PiazzaPulita il Mer Nov 21, 2012 12:32 pm

... e la responsabilità è sempre di qualcun altro:

Passera ha parlato anche dell'emergenza rifiuti di Roma, che la città intende risolvere avviando un complesso piano di "esportazione" verso altri paesi Ue. «Ci siamo ritrovati con la patata bollente di Roma», ha ammesso il ministro, «che però non é nata negli ultimi mesi». «È inaccettabile», ha poi concluso, non avere un livello di termovalorizzazione (un aspetto compreso nella Strategia energetica nazionale) «adeguato in certe parti d'Italia».

da: Il Sole 24 Ore - leggi su http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-11-20/strategia-energetica-passera-documento-160417.shtml?uuid=AbdbTk4G

PiazzaPulita
Utente Attivo

Messaggi : 941
Data d'iscrizione : 30.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Roma: e tanto per cambiare si finì in discarica...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 10:10 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum