Rottami da rifiuto a sottoprodotto: analisi?

Andare in basso

Rottami da rifiuto a sottoprodotto: analisi?

Messaggio  DB il Gio Apr 26, 2012 5:55 pm

Lavoro in una ditta metalmeccanica che taglia lamierino di acciaio grezzo per produrre particolari metallici. Lo scarto è pertanto costituito da piccoli pezzetti di nastro metallico. Finora è sato trattato come rifiuto (codice cer prima 120102 e ora 120101) e venduto al roottamatore. Ora avremmo trovato una fonderia che ci ritererebbe direttamente - con contratto- i ritagli come sottoprodotto, potendo così "lasciare" il campo rifiuti con annessi e connessi.
Ritengo che i quattro punti dell'arti 194 possano tranquillamente essere soddisfatti, ma trovo incertezza totale tra tutti quelli a cui mi rivolgo.
Immagino siano opportune delle analisi per confermare la qualità (?) del sottoprodotto... ad esempio la percentuale di oli ... A cosa devo fare riferimanto? Ogni laboratorio e ogni provincia (la mia e quella, confinante, della fonderia) dice qualche cosa di diverso.
Qualcuno può chiarimi le idee? Oltre alle analisi, devo fare qualche altra cosa per poter passare al regime del sottoprodotto?
avatar
DB
Nuovo Utente

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum