Alimenti e fiori inutilizzabili: quale CER?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Alimenti e fiori inutilizzabili: quale CER?

Messaggio  salutem il Mer Mar 14, 2012 11:21 pm

Prima di tutto mi scuso fin d'ora per la domanda che sarà considerata da molti "non adeguata" ma mi occupo di rifiuti da "ieri" e non ho competenze in materia ma solo tanta buona volontà di imparare. Lavoro presso un magazino dove vengono stoccate delle merci - sia vegetali destinati al consumo umano che fiori - che a volte non vengono ritirate dai clienti oppure le autorità non autorizzano l'immissione nel territorio italiano e quindi siamo costretti a smaltirli, diventando produttori di tale rifiuti.
La mia collega che finora ha gestito la cosa, ha registrato tali rifiuti con il codice 200201 dei rifiuti urbani..... - come rifiuti provenienti da parchi e giardini????? -. Presso un'altra ns. sede invece tali rifiuti vengono registrati con il codice 020304 come rifiuti derivanti dall'agricoltura e quindi scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione. A me non sembrano corrette nessuna delle due. Come devo muovermi? Mi è stato chiesto di far firmare una dichiarazione di responsabilità per la caratterizzazione dei rifiuti. Va fatto per tutti i rifiuti in genere o solo per i rifiuti urbani ed assimilabili? E comunque si debbono fare delle analisi per tale caratterizzazione o sono processi separati - caratterizzazione "in house" ed analisi con laboratorio autorizzato? Mi rendo conto che forse ho fatto una gran confusione, ma spero che qualcuno riesca ad iniziare a schiarirmi le idee.
grazie
Shocked  Rolling Eyes
avatar
salutem
Nuovo Utente

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimenti e fiori inutilizzabili: quale CER?

Messaggio  BB il Gio Mar 15, 2012 12:24 pm

Premetto che esprimerò opinioni personali e, in quanto tali, suscettibili di errori.
A me sembra più corretto il codice dell'altra sede(020304), però PURTROPPO, CONOSCENDO LE PRASSI IN ATTO, tali identificazioni derivano anche dalle autorizzazioni del trasportatore/destinatario di turno, che magari aveva convinto la tua collega a scrivere quel codice là perchè ce l'aveva in autorizzazione.
Io inizierei a scrivere il nuovo codice (quello dell'altra sede o un terzo che ti possa sembrare adeguato) a stoccaggi vuoti (magari mettendolo in annotazione: ritenuto codice + corretto).
La dichiarazione di responsabilità/scheda descrittiva ecc. è richiesta abitualmente per tutti i rifiuti, e ultimamente viene richiesta ogni anno. Io sarei molto cauta sulla caratterizzazione in quanto, almeno che le tue zucchine provenissero dalle zolle di terrz confinanti con il reattore di Chernobil, la vedo difficile che possano essere classificate come pericolose! E quindi in questo caso credo sia sufficiente la tua dichiarazione. Poi, se ti vuoi tutelare, fai pure fare un'analisi di caratterizzazione, ma il problema qui diventa fare un medio. Perchè avrai (credo) zucchine d'estate, tulipani ora, radicchio in inverno e quindi la "composizione del tuo rifiuto" cambia. E quindi ti conviene specificare la variabilità della composizione nella scheda descrittiva e non pensarci più.
Ripeto, tutto ciò SECONDO IL MIO SINDACABILISSIMO PARERE.
avatar
BB
Utente Attivo

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 24.02.10
Età : 35
Località : Venezia

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum