Terre e rocce da scavo: il punto al 1 marzo 2012

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Terre e rocce da scavo: il punto al 1 marzo 2012

Messaggio  Admin il Ven Mar 02, 2012 8:57 am

Dunque:
- l'art. 49 del D.L. 1/2012 (cd decreto “liberalizzazioni”) demanda la regolamentazione dell'utilizzo delle terre e rocce da scavo a un nuovo decreto (da adottarsi entro il 24 marzo 2012) che deve essere predisposto dal Ministero dell'ambiente di concerto con il Ministero delle infrastrutture.

- L'art. 184-bis del D.Lgs. 152/2006 prevede la predisposizione di un provvedimento simile, la cui emanazione tra l'altro, ai sensi dell'art. 39, comma 4, del D.Lgs. 205/2010, avrebbe dovuto comportare l'abrogazione della disciplina contenuta nell'art. 186 del D.Lgs. 152/2006.

Come si coordineranno le due disposizioni, atteso che un decreto è effettivamente in corso di stesura...?

avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6474
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e rocce da scavo: il punto al 1 marzo 2012

Messaggio  zorba il Ven Mar 02, 2012 9:17 am

Nelle premesse del futuro decreto potrebbe essere dichiarato che lo stesso viene adottato sia ai sensi del comma 2 dell'art. 184-bis del D.L.vo 152/06 (con gli effetti previsti dall'art. 39, comma 4, del D.L.vo 205/10), sia ai sensi dell'art. 49 del D.L. 1/12.
avatar
zorba
Utente Attivo

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e rocce da scavo: il punto al 1 marzo 2012

Messaggio  Mar23 il Ven Mar 02, 2012 10:00 am

Riporto le considerazioni espresse da un collega geologo, del tutto in sintonia con quanto scritto da Admin:

Il testo del D.L. 2/2012 non rappresenta un correttivo, ma una interpretazione autentica:

Modifiche introdotte dal D.L. 2/2012 art. 3 comma 1

1. Considerata la necessita' di favorire, nel rispetto dell'ambiente, la ripresa del processo di infrastrutturazione del Paese, ferma restando la disciplina in materia di bonifica dei suoli contaminati, i riferimenti al «suolo» contenuti all'articolo 185, commi 1, lettere b) e c), e 4, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni, si intendono come riferiti anche alle matrici materiali di riporto di cui all'allegato 2 alla parte IV del predetto decreto legislativo.


Con il comma 2 si modifica il correttivo quater D.Lgs 205/2010 – Art. 39 Comma 4
Dalla data di entrata in vigore del decreto ministeriale di cui all’articolo 184-bis comma 2, è abrogato l’articolo 186:
Con il medesimo decreto sono stabilite le condizioni alle quali le matrici materiali di riporto, di cui all'articolo 185, comma 4, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni, possono essere considerati sottoprodotti.

Sostanzialmente, fino all'emanazione del D.M. citato anche dal D.L. 1/2012 - art. 49,

L'utilizzo delle terre e rocce da scavo è regolamentato con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti da adottarsi entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del presente decreto.

(previsto quindi per fine marzo??) non cambia nulla rispetto alle disposizioni attualmente vigenti.
avatar
Mar23
Utente Attivo

Messaggi : 2018
Data d'iscrizione : 29.06.10
Età : 39
Località : Zena

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e rocce da scavo: il punto al 1 marzo 2012

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum