Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  Mar23 il Ven Gen 20, 2012 11:03 am

Buongiorno a tutti!

Chiedo un vostro parere sulla questione in oggetto: secondo quanto previsto dal D.M. 27/09/2010 (criteri di ammissibilità in discarica), è corretto affermare che le Terre e Rocce da scavo possono essere conferite in discarica autorizzata senza obbligo di caratterizzazione di tipo analitico strumentale (vedi art.5 e tabella 1), a patto che non ci sia torba, che non provengano da siti contaminati ed esclusi i primi 30 cm?

Infine, è facoltà dell'impianto richiedere comunque una certificazione analitica, fermo restando quanto stabilito dal succitato D.M.?

Ringrazio anticipatamente per le risposte!

avatar
Mar23
Utente Attivo

Messaggi : 2018
Data d'iscrizione : 29.06.10
Età : 40
Località : Zena

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  geofranz67 il Lun Feb 13, 2012 1:35 pm

E' corretto
Solo che vatti a fidare delle dichiarazione del conferitore (anche se fatte in buona fede).
io dirigo una discarica di inerti, e chiedo SEMPRE, il certificato analitico (e se il materiale è tanto faccio io stesso l'omologa).
Preferisco avere le analisi piuttosto che avere noie con gli Enti Di Controllo (vai tu a spiegare all'ARPa che hai fatto entrare del terreno senza controlli analitici, solo sulla fiducia, anche se prevista per legge).
avatar
geofranz67
Partner

Messaggi : 386
Data d'iscrizione : 21.12.10
Età : 49
Località : Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  CROCIDOLITE il Lun Feb 13, 2012 6:04 pm

la faccenda è controversa, i rifiuti di cui la tab. 1 del D.M 27 09 10 possono andare in discarica per inerti, senza caratterizzazione analitica, ma non senza verifica di conformità e in loco.

Inoltre, la spada di damocle resta l'art. 5 paragrafo 3 del suddetto decreto

3. Qualora sia dubbia la conformita' dei rifiuti ai criteri
specificati nella definizione di rifiuti inerti di cui all'art. 2,
comma 1, lettera e) del decreto legislativo 13 gennaio 2003, n. 36,
ovvero si sospetti una contaminazione (da un esame visivo o in
relazione all'origine del rifiuto), anche i rifiuti di cui alla
tabella 1 sono sottoposti ad analisi o semplicemente respinti dal
gestore. I rifiuti elencati non possono essere ammessi in una
discarica per rifiuti inerti se risultano contaminati o contengono
altri materiali o sostanze come metalli, amianto, plastica, sostanze
chimiche in quantita' tale da aumentare il rischio per l'ambiente o
da determinare il loro smaltimento in una discarica appartenente ad
una categoria diversa.
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  Mar23 il Lun Feb 13, 2012 6:27 pm

Vi ringrazio per le risposte!

Da parte mia, al fine di evitare rimostranze (peraltro comprensibili), consiglio sempre di effettuare dei controlli analitici mirati.
Anche perchè, come testimoniato da geofranz, sono in primis gli impianti di recupero e/o discariche a richiedere quanto sopra.
avatar
Mar23
Utente Attivo

Messaggi : 2018
Data d'iscrizione : 29.06.10
Età : 40
Località : Zena

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  Aurora Brancia il Mar Feb 14, 2012 12:11 pm

mi piacerebbe ricordare che l'idea di mandare in discarica "terre e rocce" sic e simpliciter sia -ambientalmente parlando- una bestemmia.
Peraltro, se proprio analisi occorre eseguire a titolo autocautelativo per il destinatario finale, io sarei sempre del parere di andare sul test di cessione per verificarne il possibile R10 piuttosto che non sull'eluato. Certo, se sul FIR c'è scritto al destino un D15 o decismente una D1 ...
Infine, vero ciò che si dice sui "sospetti" che si possono avere a vista sul rifiuto e sulle azioni conseguenti, ma teniamo presente che a fronte di questo c'è l'attuale rivisitazione delle terre e rocce da scavo. Che se e quando non sono "rifiuti" ovviamente non hanno motivo di andare nè in discarica nè a recupero.
Non vi pare appena appena un po' psicotica, sta cosa?
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  geofranz67 il Mar Feb 14, 2012 12:38 pm

Aurora...io o te non viviamo in Italia...... Question
avatar
geofranz67
Partner

Messaggi : 386
Data d'iscrizione : 21.12.10
Età : 49
Località : Desio (MB)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  Mar23 il Mar Feb 14, 2012 12:50 pm

Aurora Brancia ha scritto:Infine, vero ciò che si dice sui "sospetti" che si possono avere a vista sul rifiuto e sulle azioni conseguenti, ma teniamo presente che a fronte di questo c'è l'attuale rivisitazione delle terre e rocce da scavo. Che se e quando non sono "rifiuti" ovviamente non hanno motivo di andare nè in discarica nè a recupero.
Non vi pare appena appena un po' psicotica, sta cosa? [/color]

Condivido ancora una volta le tue considerazioni: come già affermato in varie discussioni, incentivare il "recupero virtuoso" di inerti, terre e rocce (chiaramente se compatibili a livello ambientale) in luogo di "sventrare" e "cariare" monti e colline è da molti anni uno degli obiettivi ministeriali (almeno sulla carta).

In determinate circostanze, però, non sempre risulta agevole la messa in atto dell'iter utile a consentire lo svincolo delle T&R da scavo dall'ambito dei rifiuti. Mi riferisco, in particolare, a problematiche legate alle tempistiche: ad esempio, per una ditta che effettua interventi di manutenzione nell'ambito delle infrastrutture a rete, dai quali si producono medie/piccole volumetrie di 170504, risulta difficile pianificare in anticipo la gestione delle stesse (autorizzazioni preventive per sito di scavo e sito di destinazione, piano scavi, campionamenti ecc. ecc.).

E' inoltre da sottolineare che, molto spesso, gli interventi di cui sopra sono condotti in regime di "pronto intervento": nella fattispecie la soluzione più agevole, ad esclusione del riutilizzo in sito se praticabile, è dunque quella di destinare le terre e rocce o alla messa in riserva (propedeutica ad un eventuale recupero) o direttamente in discarica.

Mi scuso in anticipo se ho disseminato il post di belinate.
avatar
Mar23
Utente Attivo

Messaggi : 2018
Data d'iscrizione : 29.06.10
Età : 40
Località : Zena

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  CROCIDOLITE il Mar Feb 14, 2012 12:52 pm

Aurora Brancia ha scritto:mi piacerebbe ricordare che l'idea di mandare in discarica "terre e rocce" sic e simpliciter sia -ambientalmente parlando- una bestemmia.
Peraltro, se proprio analisi occorre eseguire a titolo autocautelativo per il destinatario finale, io sarei sempre del parere di andare sul test di cessione per verificarne il possibile R10 piuttosto che non sull'eluato. Certo, se sul FIR c'è scritto al destino un D15 o decismente una D1 ...
Infine, vero ciò che si dice sui "sospetti" che si possono avere a vista sul rifiuto e sulle azioni conseguenti, ma teniamo presente che a fronte di questo c'è l'attuale rivisitazione delle terre e rocce da scavo. Che se e quando non sono "rifiuti" ovviamente non hanno motivo di andare nè in discarica nè a recupero.
Non vi pare appena appena un po' psicotica, sta cosa?

nel recupero di terra e rocce, si sono perpetrate le peggiori truffe.
Le terre, possono andare a recupero con parametri analitici SUPERIORI a quelli che devo rispettare per l'accesso nella mia discarica per non pericolosi.
C'è qualcosa che non va in tutto questo!!!
avatar
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  Aurora Brancia il Mar Feb 14, 2012 3:19 pm

CROCIDOLITE ha scritto:
nel recupero di terra e rocce, si sono perpetrate le peggiori truffe.
Le terre, possono andare a recupero con parametri analitici SUPERIORI a quelli che devo rispettare per l'accesso nella mia discarica per non pericolosi.
C'è qualcosa che non va in tutto questo!!!
Appunto, carissimo, ma non è che non va: non ne si vuole capire il senso! nel rimandare sia te che anche mar23 alla risposta che ho appena postato nell'altro thread sulle novità nell'argomento, il fatto di base, chiaramente espresso nelle dir CE di merito, è che non bisogna fare discariche, perchè lo spazio, il suolo è poco e serve a ben altro!
Ecco che, dunque, specie per terre e rocce, i parametri di accettabilità sono assai più severi che non quelli della recuperabilità in R10.
Discorso che non può che riassumersi come:
1) se non li posso mandare in discarica per un qualche parametro di eluato, o anche solo perchè devo evitare di riempire discariche, cerco di mandarli almeno in R10 come riempimenti vari.
2) se il test di cessione non mi consente il recupero in R10, che faccio, mica me li posso mangiare !?!
La risposta NON è "li mando in discarica per non pericolosi", come alcuni pretenderebbero, e nemmeno in "discarica per pericolosi", ma sarà inevitabilmente "li mando in R5".
Stiamo parlando di terreni comunque non contaminati, o almeno rientranti in colonna B, ma potremmo tranquillamente parlare anche di terreni sottoposti a trattamento di decontaminazione, solo che quelli non hanno codice 17 05 04 ma 19 13 02.
Ebbene, il criterio è che anche i terreni c.d. vegetali presentano sì una x percentuale di sostanze organiche, ma già a 600°C queste sostanze organiche vanno a farsi friggere, e a 800° togliamo anche buona parte dell'acqua intramolecolare dei silicati, ottenendo tracce anche significative sia silice cristallina ma soprattutto silice e, in parte, carbonati se ce n'erano nel suolo/terreno.
Vediamo un po' chi di voi scopre quindi tutti questi terreni e rocce da scavo - purchè senza amianti dentro, quale o quali fine/i produttiva/e potrebbero avere in R5 ... Wink

Dicesi "ciclo dei rifiuti". E richiede una programmazione industriale, e ricerca tanto tecnologica quanto di base. Noi invece mandiamo in discarica persino gli sfrantummini di cemento e mattoni, e le lane minerali isolanti dismesse, riuscendo a pagare ambientalmente ben 3 volte lo stesso materiale.
E poi ci lamentiamo che la UE ci fa il Qlo a tarallo con le sanzioni sula gestione dei rifiuti, salvo dire in giro che è colpa della mia munnezza di casa.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terre e Rocce (CER 170504): ammissibilità in discarica

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum