Ultimi argomenti
» Quarta copia via PEC e non compilata
Da sarabai Oggi alle 6:59 pm

» raggruppamento rifiuti hp differenti
Da pascozzi Oggi alle 5:29 pm

» Tempistica permanenza carcassa nel centro di raccolta
Da skywalker2016 Gio Nov 14, 2019 6:58 pm

» Pezzi di ricambio di un Autodemolitore
Da sarabai Mar Nov 12, 2019 12:32 am

» cerco (con urgenza) collaboratore per incarico retribuito
Da isamonfroni Lun Nov 11, 2019 1:04 pm

» Esenzione totale 1.1.3.1 c)
Da gam66 Sab Nov 09, 2019 12:56 am

» Come gestire i rifiuti prodotti in diversi luoghi
Da Emy87 Gio Nov 07, 2019 9:30 am

» calo fisiologico
Da Paolo UD Lun Nov 04, 2019 5:59 pm

» Gruppo Elettrogeno
Da reims Lun Nov 04, 2019 3:14 pm

» Quiz ADR 2017
Da benassaisergio Sab Nov 02, 2019 1:01 pm


Disservizi raccolta RSU

Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Lun Dic 19, 2011 5:14 pm

Buonasera, sono qui a chiedere un consiglio di tipo legale: nella mia città, ormai da qualche tempo, il servizio raccolta RSU è svolto in maniera non regolare, le cause, dicono, siano la mancanza di fondi per l'effettuazione del servizio stesso (che tutti sappiamo derivare a sua volta dalla pessima gestione e dalle varie incapacità tecnico-amministrativa dei soliti personaggi coinvolti!).
Venendo al dunque, nella zona in cui abito, la situazione è molto molto critica: innanzi tutto il numero di cassoni per la raccolta è sottodimensionato per la popolazione cui essi sono asserviti, manca del tutto la RD, i cassoni vengono svuotati, anche se non con la frequenza dovuta, il ché determina l' immancabile accumularsi di rifiuti attorno agli stessi cassoni (del tipo da 3200 l con svuotamento automatico). Dopo diverse segnalazioni alla municipalizzata (ahimè!) sono riuscito ad ottenere una parvenza di rimozione ma solo perché il cumulo invadeva parte della carreggiata compromettendo la sicurezza della circolazione stradale, inutile dire che dopo pochi giorni il cumulo è tornato a crescere ed a invadere nuovamente la strada.
Quello che chiedo è se è possibile procedere legalmente contro il comune e l'azienda municipalizzata per il protrarsi della situazione (vd. foto) che globalmente va avanti dal mese di agosto?
I solleciti e le segnalazioni, purtroppo, servono a molto poco!
Grazie mille!
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Lun Dic 19, 2011 5:37 pm

Disservizi raccolta RSU Dsc00410Disservizi raccolta RSU Dsc00416
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  isamonfroni il Lun Dic 19, 2011 5:43 pm

Sinceramente non so dirti (non essendo io un legale) se ci sono gli estremi per una denuncia per interruzione di pubblico servizio.
Innanzitutto bisognerebbe conoscere i dettagli del contratto di affidamento del servizio di raccolta degli RSU e verificare con dati inequivocabili alla mano che questo contratto non viene rispettato.....
Considerando però la regione in cui abiti ti suggerisco di cominciare a contattare striscia la notizia.....gli inviati di zona sono piuttosto sensibili......

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12717
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 62
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  luckyluke il Lun Dic 19, 2011 6:42 pm

scusami alfonso, ma c'è qualcosa che mi sfugge...
nella seconda foto che hai postato, si vedono sì i sacchetti in strada, ma...sembra che i cassonetti siano vuoti...
luckyluke
luckyluke
Utente Attivo

Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 24.09.10
Età : 49
Località : AP

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Admin il Lun Dic 19, 2011 7:15 pm

In regime di TARSU le disposizioni normative di riferimento, alle quali i regolamenti comunali devono conformarsi, sono le seguenti:

"Se il servizio di raccolta, sebbene istituito ed attivato, non è svolto nella zona di residenza o di dimora nell'immobile a disposizione ovvero di esercizio dell'attività dell'utente o è effettuato in grave violazione delle prescrizioni del regolamento di cui al comma 1, relative alle distanze e capacità dei contenitori ed alla frequenza della raccolta, da stabilire in modo che l'utente possa usufruire agevolmente del servizio di raccolta, il tributo è dovuto nella misura ridotta di cui al secondo periodo del comma 2". (D.Lgs 507/93, art. 57, c.4)

Per memoria:

"Fermo restando il potere di determinazione dei perimetri entro i quali è obbligatoriamente istituito il servizio dei rifiuti urbani interni ai sensi degli articoli 3 e 8 del decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1982, n. 915, previa ricognizione dei perimetri del centro abitato, delle frazioni e dei nuclei abitati, ivi compresi i centri commerciali e produttivi integrati, i comuni possono estendere il regime di privativa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni ed equiparati ad insediamenti sparsi siti oltre le zone perimetrate sopramenzionate. Nelle zone in cui non è effettuata la raccolta in regime di privativa dei rifiuti solidi urbani interni ed equiparati, la tassa è dovuta in misura non superiore al 40 per cento della tariffa da determinare in relazione alla distanza dal più vicino punto di raccolta rientrante nella zona perimetrata o di fatto servita". (D.Lgs 507/93, art. 57, c.2)

Esclusioni:

"L'interruzione temporanea del servizio di raccolta per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi non comporta esonero o riduzione del tributo. Qualora tuttavia il mancato svolgimento del servizio si protragga, determinando una situazione riconosciuta dalla competente autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente secondo le norme e prescrizioni sanitarie nazionali, l'utente può provvedere a proprie spese con diritto allo sgravio o restituzione, in base a domanda documentata, di una quota della tassa corrispondente al periodo di interruzione, fermo restando il disposto del comma 4". (D.Lgs 507/93, art. 57, c.6)
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6577
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 46

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  silvia79 il Mar Dic 20, 2011 11:14 am

quoto l'osservazione di luckyluke

si vede che è malcostume che gli utenti fanno prima a lasciare x terra i sacchi piuttosto che buttarli nel cassonetto

e puo' essere che gli operatori ecologici stanchi della situazione trovano i cassonetti mezzi vuoi e i rifiuti per terra e loro essendo che devono vuotare i cassonetti non raccolgono quelli in terra

servirebbe una collaborazione reciproca fra cittadini, comune e gestore dell'appalto per risolvere queste incresciose situazioni

e bisognerebbe imparare a differenziare, se ancora non è prevista la raccolta separata della plastica e della carta per esempio basterebbe portarla alla piattaforma ecologica di competenza

auguri

silvia79
silvia79
Utente Attivo

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 26.05.11
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Gabriele Stefani il Mar Dic 20, 2011 1:43 pm

alfonsoFG ha scritto:Quello che chiedo è se è possibile procedere legalmente contro il comune e l'azienda municipalizzata per il protrarsi della situazione
Buongiorno.
In base alla mia esperienza, solo il comune può intraprendere una azione legale nei confronti del gestore, applicando le penali previste da contratto. ma essendo molto spesso l'ente gestore una consociata del comune, l'ente pubblico se ne guarda bene di "penalizzare" se stesso.

alfonsoFG ha scritto:innanzi tutto il numero di cassoni per la raccolta è sottodimensionato per la popolazione cui essi sono asserviti, manca del tutto la RD, i cassoni vengono svuotati, anche se non con la frequenza dovuta, il ché determina l' immancabile accumularsi di rifiuti attorno agli stessi cassoni (del tipo da 3200 l con svuotamento automatico). Dopo diverse segnalazioni alla municipalizzata (ahimè!)
E' dimostrato da numerosi studi scientifici che l'aumento indiscriminato di contenitori (soprattutto mono-operatori) sul territorio porta con se l'aumento indiscriminato dei rifiuti conferiti al servizio pubblico di raccolta. A tal proposito riporto la domanda indiretta fatta da un sociologo per spiegare questo fenomeno: "quando andate in vacanza, partite con la smart o con la station vagon?". Il fatto di avere un grande volume a disposizone, suscita in molti cittadini la "tentazione" di gettare in maniera indistinta, senza porsi grandi problemi: diverso sarebbe se il volume fosse limitato, perchè in tal modo il cittadino indirettamente è stimolato a porsi il problema della riduzione volumetrica.
Il fatto che molti preferiscano lasciare i proprio sacco di rifiuto a terra piuttosto che gettarlo nel contenitore, da una parte è "giustificato" dal 10% medio di cittadini che per principio, per partito preso, decidono di adottare comportamenti non virtuos, dall'altro è spiegato dal fatto che i contenitori stradali sono anonimi, ossia permettono a tutti di gettare di tutto e senza alcuna forma di controllo. Se ogni singolo cittadino/utente fosse avesse a disposizione un volume ridotto di conferimento, e su questo, fosse associato un sistema di controllo, il singolo cittadino è stimolato a rivedere certi comportamenti (per paura di sanzioni, di avvertimenti, ecc.). Ma a mio modo di vedere, come ho già espresso più volte anche in questo forum, la chiave vincente per far decollare la raccolta differenziata è l'applicazione effettiva del principio "chi inquina paga": più rifiuti indifferenziati conferisco al servizio di raccolta, più pago.
ad oggi questo principio è facilmente attuabile ed applicabile con la tecnologia RFID installata su cassonetti personalizzati di piccola volumetria, oppure su strutture multi-utenza con conferimeto controllato. la relativa TARSU/TIA è così determinata in base all'effettiva quantità di rifiuti indifferenziati conferiti, e/o al grado di utilizzo del servizio .. incentivando così, anche economicamente, la raccolta differenziata.
Se poi, per la raccolta differenziata stessa, viene introdotto un sistema di raccolta in grado di compensare direttamente il cittadino che conferisce "rifiuti nobili", si attua un sistema stimolante, incentivante, premiante .. virtuoso!

PS: l'unica cosa negativa di tutto questo è che la raccolta non può più essere fatta così .. come capita, ma deve essere progettata, organizzata e gestita! e i dati informatici parlano chiaro! in uno dei comuni che sto gestento, sono rifiuti a far passare la clausola contrattuale che il comune riconosce al gestore solo gli effettivi svuotamenti che riesce a dimostrare informaticamente: un sistema semplice ma efficace per garantire la continuità del servizio, nonchè la costante manutenzione dei mezzi e la aggiornata formazione del personale.
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Mar Dic 20, 2011 7:08 pm

Buonasera,
giustamente Luckyluke fa notare che i cassoni nella foto appaiono vuoti; ebbene la spiegazione è che i cassoni vengono vuotati sì, ma con frequenza assai ridotta: questo ha fatto si che sorgesse il cumulo al di fuori di essi, inoltre la raccolta è limitata al solo vuotamente dei cassoni (autocarro side loader, con il solo operatore in cabina) per cui quello che giace al di fuori resta lì e vi garantisco che ci sono rifiuti giacenti anche da oltre tre mesi!
Ho sollecitato 2-3 volte l'intervento dell'azienda (municipalizzata, purtroppo!) la quale mi ha detto che aveva già ricevuto segnalazioni, ma niente...riprovo ancora, risposta: "si è rotto il bobcat per raccogliere i rifiuti!" ( a mio dire, risposta inaccettabile!!!) qualche giorno più tardi ho visto lo stesso bobcat durante la rimozione di un cumulo a circa 500 m da lì!!!!
La R.D. è inesistente in quella zona (purtroppo!) e certo una situazione come quella non invoglia l'utenza ad effettuarla. Condivido l'idea che una grossa disponibilità di volumi da riempire, possa scoraggiare l'utenza a produrre meno rifiuti, ma (come suggerito dalle stesse L.G. exANPA) almeno 3 mc/100 ab devono essere garantiti, come anche una distanza non superiore ai 150 m dei cassoni dalle utenze servite.
Ricordo, che negli anni '80 (sono stato sempre incuriosito dal mondo dei rifiuti, sin da piccolo!!!) i cassoni erano marcati con lettere e numeri che ne indicavano il settore e il n.ro progressivo, poiché c'era una sorta di piano di ubicazione dei cassoni...purtroppo queste cose appartengono ad un lontano passato quando le amministrazioni (per quanto corrotte, clientelari ecc. ecc. si voglia dire) tutto sommato funzionavano bene, ora solo ruba-galline ignoranti ed incompetenti!
Perdonatemi lo sfogo finale...saluti!

.
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Admin il Mar Dic 20, 2011 7:19 pm

Ad ulteriore precisazione, è vero quanto affermato da Gabriele Stefani:
"In base alla mia esperienza, solo il comune può intraprendere una azione legale nei confronti del gestore, applicando le penali previste da contratto".

Ma il soggetto passivo dell'imposta può comunque presentare richiesta di rimborso nei confronti del Comune, quale ente impositore, con le modalità previste dal D.Lgs. 546/92.
Naturalmente il gioco, in questi casi, non vale la candela. In un paese che normale non è, anche la minaccia di azioni legali, magari da parte di una pluralità di cittadini, può sortire qualche effetto.
La strada più rapida è quella suggerita da isamonfroni qualche post fa.
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6577
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 46

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Aurora Brancia il Mar Dic 20, 2011 8:38 pm

... e clap modestamente, quando si parla di "munnezza di casa" rivendico come napoletana il diritto di assurgere ai massimi livelli di competenza partecipata.
E foggia è abbastanza meridionale da potermelo permettere come "conterranea", o conterronea, scegliete pure voi.
Io non so se il comune di Foggia abbia in dotazione il bobcat: qua a napoli si devono noleggiare, per cui sino a qualche settimana dopo l'insediamento del nuovo sindaco, quand'anche i cassonetti venivano svuotati la sera/notte e visto che durante il giorno ci sono sempre quelli che depositano fuori orario, io ho visto con i miei occhi dalle mie finestre (4° piano) arrivare bande di 8-10 persone con i motorini dai vicarielli che sboccano sulla via principale e rovesciare tutto in mezzo alla strada in pochi secondi e fuggire altrettanto velocemente di come arrivavano.
Poi, dopo una delle ordinanze di divieto di deposizione (di ricordo del divieto, per la verità) fuori orario i vigili urbani hanno cominciato a bazzicare per la zona, anche in borghese, e a mettere multe da mal di pancia. Il pescivendolo all'angolo ha smesso di buttare in direzione dei cassonetti le cassette di polistirolo a prima mattina, il verdumaio che ha la bottega poco dopo l'angolo con uno dei vicarielli ha smesso di lanciare le cassette vuote sperando di fare canestro nei contenitori e così via. Peccato però che in uno degli incendi di cassonetti "per autocombustione" che ci hanno appestato fino a 3-4 mesi fa siano andati distrutti sia i raccoglitori per carta e cartone, sia le campane per il vestro e persino i raccoglitori per i mutlimateriali... Io che avevo cominciato a fare differenziata nel 2000, quando sembrava che funzionassero gli impianti di selezione rifiuti e i centri di produzione del CDR -poi rinominati STIR nel 2008- sto avendo grande difficoltà a dovere per forza mettere tutto in un unico indifferenziatissimo sacchetto. Il risultato è che continuo a separare, e poi conferisco in un unico cassonetto lo stesso, anche se mi sento estremamente idiota per questo comportamento.
Intanto, nei quartieri (ancora pochetti) dove la differenziata funziona con il porta a porta si è arrivati a punte oltre il 90 % di rifiuti differenziati, e chiacchierando con uno della società di raccolta urbana mi ha detto che proprio posillipo, che essendo uno di quartieri più chic ed esclusivi è stato da poco più di un mese raggiunto dalla differenziata spinta è quello che sta dando i minori risultati, meno del 50% per ora: loro contano però che ciò sia dovuto alla novità.

Io conosco più di una persona "perbene" (apprezzate che l'ho scritto tutto attaccato) che si rifiuta di differenziare perchè mica mi posso tenere l'immondizia in casa per 2-3 giorni!, così come conosco gente davvero umile e francamente ignorante che nei quartieri più poveri e popolari si sforza di collaborare. Più di una volta mi sono sentita chiedere specie da anziani rugosissimi "signò scusate, nun saccio leggere: ccà s'adda mettere 'a carta o 'a plastica?", e allora uno gli spiega che è il colore del coperchi che devono guardare (blu per l'indifferenziato, bianco per la carta, giallo per il multimateriale, verde per il vetro e marrone per l'organico, qui da noi) e quelli tutti contenti buttano nel cassonetto giusto e se ne vanno.

Invece di preoccuparci di come arrivano i ns. rifiuti in cina e di come ci ritornano a forma di oggetti prodotti con materiali grosso modo riciclati io continuo a credere che l'errore di base stia nella oggettiva incapacità di una seria programmazione: che come tutte le programmazioni non può partire se non dal censimento quali-quantitativo di ciò che si vuole gestire. Ciò vale sia per i rifiuti speciali che per quelli urbani, non c'è alcuna differenza. E gestire correttamente i rifiuti urbani significa avere la cognizione precisa, o almeno assai vicina alla realtà, della tipologia dei rifiuti prodotti. Solo così possiamo partire per cominciare a parlare di "riduzione della produzione".
Nessuna donna di casa andrebbe a fare la spesa senza sapere quante persone di saranno a tavola...



Aurora Brancia
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3806
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 66
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Mar Dic 20, 2011 9:43 pm

Condivido al 100% le parole di Aurora. Inoltre la situazione di Foggia è proprio del tutto identica a quella napoletana.
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Gabriele Stefani il Mer Dic 21, 2011 4:30 pm

alfonsoFG ha scritto:Condivido al 100% le parole di Aurora. Inoltre la situazione di Foggia è proprio del tutto identica a quella napoletana.

Mi permetto alcune riflessioni nei vari post letti dopo quanto ho riportato io.

Anticipo premettendo che ho avuto la fortuna di iniziare la mia avventura professionale in uno studio di ingegneria ambientale a Monaco di Baviera, dove (correva l'anno 1999) ho iniziato a sentir parlare di autocad, autcadmap, sistemi gis, banche dati, access .. cose fino ad allora per me sconosciute (sebbene stessi frequentando l'università italiana). Per cui, sorrido piacevolmente, quando leggo che fino a qualche anno fa erano presenti codici e/o etichette in ogni singolo contenitore: nei sistemi che ho iniziato a masticare in Germania, che poi ho applicato in Alto Adige e successivamente in altre regioni italiane (ricordo alcuni comuni della Puglia, nonchè alcuni comuni sedi di gare olimpiche di Torino 2006), tutto parte da uno studio di fattibilità, da un progetto preliminare, da un esecutivo e un definitivo .. il tutto corredato da: banche dati dei cittadini/utenti (ANAGRAFE, TARSU, STRADARIO), cartografie territoriali, punti georefenziati e collegati con le banche dati, e molti casi, la dislocazione dei contenitori veniva/viene fatta in funzione della viabilità urbana. E su questo nessun professore emerito e/o nessun superconsulente mi ha mai saputo spiegare perchè per costruire una casa, la committenza chiede progetti, computi metrici, certificati, cronoprogrammi, mentre invece quando si parla di RSU, il più delle volte vengono presentati 2 fogli protocollo di progetto riportante una dislocazione fatta puntando il dito alla cieca: gestire un rifiuto vuol dire mettere le mani nelle vite delle persone, nelle loro abitudini, nei loro regimi di vita! Non c'è in ballo solo una questione igienica e di visibilità, ma anche componenti sociali (es: neonati, disabili, incontinenti, ecc), geografiche (Foggia ha abitudini differenti rispetto a Bolzano, come Aosta non è paragonabile a Napoli), urbanistiche (Piazza Plebiscito ha esigenze e prerogative del tutto differenti da Scampia, o da Pianura!), economiche (ahinoi, il camioncino che gira, che pulisca o meno, ha un costo! e più gira a vuoto .. più ha un costo specifico).
Il non tener conto, e molto spess, non voler tener conto di questi aspetti per ragioni di tempo e di convenienza politica, portano ai risultati che si vedono, non solo dal punto di vista igienico, ma anche dal punto di vista economico (l'adorabile città di napoli ne è purtroppo un esempio: miliardi di euro spesi a fronte di nessun risultato concreto).
Premetto ulteriormente che nella mia "irrequietudine" lavorativa ho vissuto per 5 anni tra Napoli, Benevento ed Avellino, per cui un po' conosco la situazione: mi permetto 2 domande però!
- non vogliamo il termovalorizzatore .. ma bruciamo incontrollatamente i rifiuti sparsi per strada! Capisco il gesto di protesta, capisco l'esasperazione ma .. non è un controsenso!?
- da quanto ho visto, non ho mai notato cumuli solo di carta, o solo di vetro, o solo di plastica .. bensì cumuli alti fino all finestre dei palazzi .. di sacchetti pieni di tutto: capisco il gesto di protesta, capisco l'esasperazione ma .. non è un controsenso quando con piccolo sforzo quei cumuli potrebbero essere alti 1/3 di quelli che invece sono oggi!?
Ho riportato le referenze di Germania e di Alto Adige: a chi è balenato il pensiero "ma loro sono diversi" .. chiedo: e noi italiani non alto atesini cosa siamo? esseri inferiori? siamo così incapaci di non riuscire a vivere sommersi dalla monnezza?!?
Nel 2002, spinto dal mio primo datore di lavoro tedesco, ho applicato questi sistemi in un comune del veneto, adiacente a dove vivo: per 6 mesi dall'avvio del progetto, non mi era possibile entrare in un bar per prendere un caffè perchè venivo insultato e aggredito "ma cosa ti sei inventato? non potevi restare in germania? ecc ecc ecc. Lo scorso anno questo comune (5.000 abitanti) ha portato a casa la bellezza di € 150.000,00 di contributi CONAI, votando per il 92% a favore dell'eliminazione dei contenitori stradali dalle strade (su questo progetto ci ho pure fatto una tesi di laurea, e su alcuni particolari risvolti TIA (è stata applicata una tariffa puntuale con sistema di identificazione degli utenti e pesatura dei rifiuti) una tesi di dottorato).
PS: per chi ha interesse, suggerisco di andare a vedere il sistema di raccolta adottato dai cd "comuni ricicloni" primi nella speciale classifica stilata da Lega Ambiente.

PS2: per chi è interessato/appassionato di gis suggerisco questo link:
http://www.infogis.it/fiemmersudemo/ dove è anche possibile "giocare"
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Gabriele Stefani il Mer Dic 21, 2011 4:34 pm

Aurora Brancia ha scritto:
io continuo a credere che l'errore di base stia nella oggettiva incapacità di una seria programmazione
sig.ra Aurora .. mi era sfuggito questo suo passaggio!
in poche righe ha riassunto quanto caoticamente espresso nel mio intervento precedente!

mancanza di programmazione a medio/lungo termine in campo di rifiuti (e non solo!).
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  isamonfroni il Mer Dic 21, 2011 4:45 pm

Gabriele Stefani ha scritto: non vogliamo il termovalorizzatore .. ma bruciamo incontrollatamente i rifiuti sparsi per strada! Capisco il gesto di protesta, capisco l'esasperazione ma .. non è un controsenso!?

Non è solo un controsenso.........qualcuno ha idea di quanta diossina in più si produce rispetto ad un termovalorizzatore??

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12717
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 62
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Gabriele Stefani il Mer Dic 21, 2011 4:56 pm

isamonfroni ha scritto:
Gabriele Stefani ha scritto: non vogliamo il termovalorizzatore .. ma bruciamo incontrollatamente i rifiuti sparsi per strada! Capisco il gesto di protesta, capisco l'esasperazione ma .. non è un controsenso!?

Non è solo un controsenso.........qualcuno ha idea di quanta diossina in più si produce rispetto ad un termovalorizzatore??

a questo alludevo Isa: un termovalorizzatore è controllato quasi quotidianamente da Noe, Arpa, Arpav, Forestale .. e se solo viene registra un parametro anomalo .. l'impianto viene arrestato! E nel complesso .. emettono più diossine 8 bottiglie di PET bruciate all'aria aperta rispetto ad un termovalorizzatore.

OT: giusto per restare in tema di programmazione, di controsensi .. e per riportare casi concreti da cui scaturiscono le mie "incoerenti e supponenti" ideologie .. sono alle prese con un ricorso ad un progetto di ampliamento di un termovalorizzatore presentato dai "berretti gialloverdi" e da 4 comitati "no all'inceneritore", i quali sostengono che l'incidenza tumorale del futuro termovalorizzatore è 18 volte superiore .. all'attuale impianto che produce ASFALTO .. che per aumentare il potere calorifico butta direttamente in camera di combustione COPERTONI .. e che adotta uno scrubber a secco quale impianto di abbattimento!!!
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  CROCIDOLITE il Mer Dic 21, 2011 5:18 pm

Aurora Brancia ha scritto:

Invece di preoccuparci di come arrivano i ns. rifiuti in cina e di come ci ritornano a forma di oggetti prodotti con materiali grosso modo riciclati io continuo a credere che l'errore di base stia nella oggettiva incapacità di una seria programmazione:




Non mi pare adeguato il preoccuparsi solo dei "problemi" che come individui creiamo all'interno del nostro nucleo (casa, quartiere, citta, nazione):
Il non preoccuparsi di come arrivano i rifiuti in Cina e di come tornano sotto forma di prodotti è un problema oltre che di ordine "morale", anche di ordine pratico visto che la poco "onesta" messa in piedi di poco "oneste" organizzazioni, prevalentemente mafiose, ma non solo, oltre a delinquere praticano concorrenza sleale a chi vuole operare nel rispetto delle norme.

quoto Isa e Gabriele per quanto riguarda le problematiche delle sviluppo di diossine & cancerogeni vari dalla combustione "incontrollata"


Ultima modifica di CROCIDOLITE il Mer Dic 21, 2011 7:17 pm, modificato 1 volta
CROCIDOLITE
CROCIDOLITE
Utente Attivo

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 29.09.10
Località : IO/NOI/GAIA

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  isamonfroni il Mer Dic 21, 2011 7:08 pm

Gabriele Stefani ha scritto:
isamonfroni ha scritto:
Gabriele Stefani ha scritto: non vogliamo il termovalorizzatore .. ma bruciamo incontrollatamente i rifiuti sparsi per strada! Capisco il gesto di protesta, capisco l'esasperazione ma .. non è un controsenso!?

Non è solo un controsenso.........qualcuno ha idea di quanta diossina in più si produce rispetto ad un termovalorizzatore??

a questo alludevo Isa: un termovalorizzatore è controllato quasi quotidianamente da Noe, Arpa, Arpav, Forestale .. e se solo viene registra un parametro anomalo .. l'impianto viene arrestato! E nel complesso .. emettono più diossine 8 bottiglie di PET bruciate all'aria aperta rispetto ad un termovalorizzatore.

OT: giusto per restare in tema di programmazione, di controsensi .. e per riportare casi concreti da cui scaturiscono le mie "incoerenti e supponenti" ideologie .. sono alle prese con un ricorso ad un progetto di ampliamento di un termovalorizzatore presentato dai "berretti gialloverdi" e da 4 comitati "no all'inceneritore", i quali sostengono che l'incidenza tumorale del futuro termovalorizzatore è 18 volte superiore .. all'attuale impianto che produce ASFALTO .. che per aumentare il potere calorifico butta direttamente in camera di combustione COPERTONI .. e che adotta uno scrubber a secco quale impianto di abbattimento!!!

Ma li buttassero tutti "dentro" l'inceneritore........ bapho e lo dico con piena cognizione di causa dato che mia sorella è gialloverde.........
Certo che fintanto che l'informazione ambientale ce la facciamo dare da Beppe Grillo affraid .....con la sua piscina holliwodiana sopra la collina (in dissesto) di Nervi spacciata per vasca d'emergenza antincendio............

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12717
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 62
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Dic 21, 2011 7:56 pm

la notazione di crocidolite (capita di non intendersi a pieno anche tra anfiboli: il mio avatar è la foto al microscopio ottico di tremolite viva che ho presa nel greto di un torrente nel gruppo di voltri, alpi liguri...) mi spinge a specificare e chiarire il senso di quella mia frase:
SE noi fossimo capaci di avere davvero un catasto dei rifiuti, non solo nazionale ma anche locale come ricordato da gabriele, SE noi sapessimo quanti rifiuti produciamo di che tipo (apposta ci sono i codici CER, com'è che nessuno ci ha ancora pensato?) e dove li produciamo, potremmo SCEGLIERE anche cosa ci conviene recuperare o trattare qui, anche economicamente parlando, e cosa invece ci può convenire esportare.
Questa cosa si chiama più complessivamente Programmazione Economica e Industriale di una nazione, che siccome a noi manca da tantissimo lascia spazio libero a chi si fa pagare per smaltire/recuperare e anche da chi compera una fintissima ex-MPS che gli serve per produrre. E dati i livelli economici in gioco, mi parrebbe proprio strano che a questo businnìss (alla padrino) non ci avessero pensato le mafie quelle vere.
Nulla è o può più sembrare un caso, perchè si pecca in pensieri, in parole d opere: ma più di tutto la ns. classe governante e dirigente pecca in OMISSIONI.
Il che è un altro dei motivi per cui io schifo il sistri: provvedimento tampone e da immagine, così per come è pensato dato il suo substrato normativo di cui ho già detto altre volte, non è programmazione ma solo parvenza di controllo.

Il problema di rifiuti che spariscono da una parte e ricompaiono da un'altra c'è, ed è assai più grosso di quanto ci vogliano far credere.

Se poi vogliamo parlare di che fine hanno fatto i cavi elettrici irradiati di chernobyl, sono a disposizione... ma in gran parte sono finiti, rifusi e rifilati, nei fili elettrici delle nostre case cambiati o installati tra il 1988 e il 1991. Così come tantissimo tondino di ferro con la stessa provenienza è entrato come rottame metallico ferroso a riciclo nelle acciaierie del nord, in particolare l'ex falck, apparentemente proveniente dalla ex-Iugoslavia profittando che lì essendoci la guerra c'erano tante demolizioni...

Che dire? il Reg CE 333 è solo di quest'anno, e noi sino al 1997 di riciclaggio dei rifiuti non se ne parlava per nulla. Anzi, persino i prodotti di demolizione venivano venduti come MPS così com'erano, ed avevano le loro quotazioni di mercato. L'ultima regolamentazione di cosa era MPS e per quale produzione poteva essere utilizzata, con tanto di indicazioe delle borse italiane di riferimento per le quotazioni, fu il DM 5 settembre 1994, che poi Ronchi copiaincollò amenamente nel dm 5 febbraio 1998, abrogandolo - ovviamente.


_________________
sto ancora cercando un aforisma che mi identifichi senza confondimenti indesiderati, ma non c'è.
Aurora Brancia
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3806
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 66
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Ven Dic 23, 2011 11:27 am

Al già carente servizio da parte dell'amministrazione, poi, va ad aggiungersi l'inqualificabile comportamento di qualcuno che usa i cassoni (proprio quelli delle foto) per scaricare rifiuti provenienti da attività commerciali. Detti rifiuti, assimilabili agli urbani dal punto di vista qualitativo, non lo sono sicuramente da quello quantitativo: non si può pretendere di riempire un cassone con svariati sacchi scaricati da un furgone. Si tratta dei rifiuti di una mensa che tra l'altro si trova da tutt'altra parte: stoviglie monouso, avanzi di cibo, cibo scaduto ecc.: non credo proprio che centinaia di chili di questa roba possa essere gettata nei cassoni della raccolta urbana, non vi sembra?
Io so chi è questo soggetto, ho avuto modo di appuntare la targa del mezzo che proprio ieri per purissimo caso ho visto parcheggiato davanti alla mensa in questione, come si potrebbe procedere per un'eventuale denuncia?
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  isamonfroni il Ven Dic 23, 2011 11:37 am

alfonsoFG ha scritto:Al già carente servizio da parte dell'amministrazione, poi, va ad aggiungersi l'inqualificabile comportamento di qualcuno che usa i cassoni (proprio quelli delle foto) per scaricare rifiuti provenienti da attività commerciali. Detti rifiuti, assimilabili agli urbani dal punto di vista qualitativo, non lo sono sicuramente da quello quantitativo: non si può pretendere di riempire un cassone con svariati sacchi scaricati da un furgone. Si tratta dei rifiuti di una mensa che tra l'altro si trova da tutt'altra parte: stoviglie monouso, avanzi di cibo, cibo scaduto ecc.: non credo proprio che centinaia di chili di questa roba possa essere gettata nei cassoni della raccolta urbana, non vi sembra?
Io so chi è questo soggetto, ho avuto modo di appuntare la targa del mezzo che proprio ieri per purissimo caso ho visto parcheggiato davanti alla mensa in questione, come si potrebbe procedere per un'eventuale denuncia?
Comincia con il fare delle foto o meglio un video in cui si vede lo scarico dei sacchi e la targa del furgone poi presentati ai Vigili Urbani.
Guarda però che i rifiuti provenienti dalle mense aziendali sono, in genere, assimilati agli urbani e quindi hanno diritto di scaricare, a meno che non siano di un altro Comune....
Di solito i grandi utenti dovrebbero avere dei cassonetti dedicati

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12717
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 62
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Gabriele Stefani il Ven Dic 23, 2011 1:38 pm

alfonsoFG ha scritto:Al già carente servizio da parte dell'amministrazione, poi, va ad aggiungersi l'inqualificabile comportamento di qualcuno che usa i cassoni (proprio quelli delle foto) per scaricare rifiuti provenienti da attività commerciali. Detti rifiuti, assimilabili agli urbani dal punto di vista qualitativo, non lo sono sicuramente da quello quantitativo: non si può pretendere di riempire un cassone con svariati sacchi scaricati da un furgone. Si tratta dei rifiuti di una mensa che tra l'altro si trova da tutt'altra parte: stoviglie monouso, avanzi di cibo, cibo scaduto ecc.: non credo proprio che centinaia di chili di questa roba possa essere gettata nei cassoni della raccolta urbana, non vi sembra?
Io so chi è questo soggetto, ho avuto modo di appuntare la targa del mezzo che proprio ieri per purissimo caso ho visto parcheggiato davanti alla mensa in questione, come si potrebbe procedere per un'eventuale denuncia?
.. proprio alla luce di questa "denuncia" mi ricollego a quanto affermato in precedenza: la necessità di avere limitati volumi di scarico a disposizone di ogni singolo utente (famiglia o attività economica con rifiuti assimilabili agli urbani), attuabile con cassonetti personalizzati (ogni utenza ha il/i suo/suoi, debitamente codificati e cippati) o con strutture multi-utenza dotato di sistema di identificazione dell'utente (accessibile attraverso la tessera del codice fiscale: CODICE FISCALE PERSONA - CODICE FAMIGLIA ANAGRAFE - INTESTATARIO SCHEDA TRIBUTI - TARIFFA PUNTUALE / TARSU CON CRITERI TARIFFARI).
Gabriele Stefani
Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Ven Dic 23, 2011 1:54 pm

Esatto, con cassoni con sportelli bloccati, dotati di dispositivo apposito di pesatura e badge di accesso!
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  alfonsoFG il Mar Dic 27, 2011 11:46 am

Per attuare un servizio di questo tipo, pero', occorre una certa capacità da parte dell' amministrazione competente che non sia da poco!
Gli interventi devono essere programmati e gestiti secondo una certa logica: 4-5 anni fa l'azienda municipalizzata annunciò che avrebbe dotato quasi tutta la città di stazioni per il conferimento della R.D. con cassoni interrati e colonnina con dispositivo di pesatura e registrazione su badge assegnato a ciascun nucleo familiare ecc. Risultato? meno di zero! In alcune zone sono state installate queste colonnine, ma avesse mai funzionato correttamente: non venivano svuotati i cassoni sotterranei (anche perché dubito che personale di infima preparazione, non formato allo scopo, reclutato tra i bassifondi della criminalità locale, tra l'altro, sia in grado di eseguire determinate operazioni) e quindi queste colonnine perennemente circondate da barattoli di plastica, vetri ecc. Io fui da subito sospettoso della cosa: un'operazione mirata esclusivamente a far "girare" un po' di quattrini, a mio personalissimo avviso, e purtroppo i fatti mi hanno dato ragione al 100%! Se tu amministrazione avevi veramente l'intenzione di incrementare la %ale di R.D. come andavi propagandando, bastava mettere qualche campana in più per il vetro, la plastica e la carta, ritirati con una certa frequenza, e la cosa avrebbe funzionato molto meglio e con un investimento decisamente minore...
Per farvi comprendere meglio il livello di queste amministrazioni, un altro esempio: da due mesi è stato istituito la sosta regolamentata in zona centro, ebbene: hanno dipinto le "Strisce blu" nella più totale non-curanza del Codice della strada, esempio: fin sotto gli incroci, quando è noto che a meno di 5 m da questi non è possibile il parcheggio!risultato? io personalmente evito l'auto soprattutto in città, ma moltissime persone si sono viste recapitare multe per divieto di sosta per aver parcheggiato a meno di 5 m dall' incrocio e malgrado tanto di strisce blu, i vigili hanno detto che intanto la multa va pagata, poi eventualmente si potrà fare ricorso...
Con che gente si è costretti ad avere a che fare....
alfonsoFG
alfonsoFG
Membro della community

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 06.10.10
Età : 41
Località : Foggia (Moldaunia)

Torna in alto Andare in basso

Disservizi raccolta RSU Empty Re: Disservizi raccolta RSU

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum