Ultimi argomenti
» TAR Milano sent. 01782/2018
Da Admin Oggi alle 3:22 pm

» vasca interrata
Da rao_gpp Ieri alle 2:22 am

» Incidente Borgo Panigale
Da valterb Mer Ago 15, 2018 1:22 pm

» centro di raccolta e sanzioni
Da Admin Ven Ago 10, 2018 6:09 pm

» Un po' di storia...
Da Admin Gio Ago 09, 2018 3:54 pm

» Fatturazione in rapporto di intermediazione rifiuti
Da Paolo UD Mer Ago 08, 2018 10:12 am

» SISTRI 2.0 ?
Da fabiodafirenze Mar Ago 07, 2018 6:05 pm

» Smaltimento fusti ferro
Da Admin Dom Ago 05, 2018 2:34 pm

» Punto vendita AEE e obbligo schedario
Da marcogio85 Dom Ago 05, 2018 2:12 pm

» 170904, 170107 (macerie) dal 1° giugno
Da Claudia00 Mer Ago 01, 2018 8:59 pm


apparecchiature elettriche che risultano non funzionanti prima della vendita

Andare in basso

apparecchiature elettriche che risultano non funzionanti prima della vendita

Messaggio  Studio Area il Gio Dic 01, 2011 5:30 pm

In questi giorni i nostri clienti ci stanno riempiendo di domande riguardanti questi benedetti RAEE, vorrei, se possibile, un vostro parere per quanto riguarda i resi.
Abbiamo il caso di alcune ditte che oltre ad effettuare il ritiro e il raggruppamento di RAEE derivanti dall'uno contro uno, si trovano di fronte a RAEE derivanti da apparecchiature che risultano non funzionanti prima della vendita, in teoria si tratterebbe di un reso indietro ma per accordi intrapresi con la ditta fornitrice (per motivi economici) spetta al punto vendita smaltirli. Questi RAEE a vostro avviso come vanno gestiti?
Inoltre i RAEE che un cliente riporta al punto vendita poichè l'apparecchiatura non era funzionante e viene sostituita in garanzia li fareste figurare sempre come uno contro uno?

Mi affido alla vostra esperienza,

Cordialmente.
avatar
Studio Area
Membro della community

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 23.02.10

Torna in alto Andare in basso

Re: apparecchiature elettriche che risultano non funzionanti prima della vendita

Messaggio  Sapevatelo il Gio Dic 01, 2011 7:43 pm

Salve, personalmente ritengo che tali apparecchiature non funzionanti, se non rese al produttore/importatore (per motivi economici come indicato) siano da imputare come rifiuti prodotti nell'unità operativa e pertanto il distributore si dovrebbe configurare come produttore.
Ora , se non pericolosi, non vedo grossi problemi nella gestione, purchè l'organico aziendale non superi le 10 unità (diversamente si rende necessario iscriverlo al sistri). Diversa è se il rifiuto prodotto è Pericoloso, in tal caso, obbligo di iscrizione al sistri a prescindere dall'organico presente in azienda.
avatar
Sapevatelo
Utente Attivo

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 17.06.10
Età : 46

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum