Definizione di trasporto occasionale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Definizione di trasporto occasionale

Messaggio  stressalmassimo il Mer Set 28, 2011 6:43 pm

qualcuno sa dirmi se per trasporto occasionale di rifiuti si intende ancora un massimo di 4 trasporti l'anno, cmq fino a 30 kg e non più di 100 kg/anno, come disposto dal D.lgs 205/10?

grazie

stressalmassimo
Utente Attivo

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 12.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Definizione di trasporto occasionale

Messaggio  isamonfroni il Mer Set 28, 2011 6:52 pm

stressalmassimo ha scritto:qualcuno sa dirmi se per trasporto occasionale di rifiuti si intende ancora un massimo di 4 trasporti l'anno, cmq fino a 30 kg e non più di 100 kg/anno, come disposto dal D.lgs 205/10?

grazie
Si

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!

isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12091
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 59
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Definizione di trasporto occasionale

Messaggio  Admin il Mer Set 28, 2011 7:33 pm

Diciamo questo:

La definizione di trasporto occasionale e saltuario, di cui si sentiva gran bisogno, è stata introdotta con l'art. 16 del D.Lgs 205/2010, che novella, tra l'altro, l'art. 193 TUA. Al comma 5, ultimo capoverso:

"Sono considerati occasionali e saltuari i trasporti di rifiuti, effettuati complessivamente per non più di quattro volte l’anno non eccedenti i trenta chilogrammi o trenta litri al giorno e, comunque, i cento chilogrammi o cento litri l’anno".

Ad oggi non è dato sapere se tale articolo sia entrato in vigore (per approfondimenti: http://www.sistriforum.com/t6886-artt-188-189-190-e-193-tua-quale-la-versione-vigente?highlight=artt ). Se l'articolo non è entrato in vigore, tecnicamente quella definizione non produce effetti giuridici, anche se rappresenta, in ogni caso, un utile riferimento.
Vero è, peraltro, che qualcosa di simile si ritrova anche all'art. 39, c.9 del medesimo D.Lgs 205/2010 (Disposizioni transitorie e finali), sebbene riferito ad una fattispecie specifica:

"Fino al 31 dicembre 2011 sono esclusi dall’obbligo di iscrizione al sistema di controllo della
tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), di cui all’articolo 188-bis, comma 2, lett. a), gli imprenditori agricoli che producono e trasportano ad una piattaforma di conferimento, oppure conferiscono ad un circuito organizzato di raccolta, i propri rifiuti pericolosi in modo occasionale e saltuario. Sono considerati occasionali e saltuari:
a) i trasporti di rifiuti pericolosi ad una piattaforma di conferimento, effettuati complessivamente per non più di quattro volte l’anno per quantitativi non eccedenti i trenta chilogrammi o trenta litri al giorno e, comunque, i cento chilogrammi o cento litri l’anno;
b) i conferimenti, anche in un’unica soluzione, di rifiuti ad un circuito organizzato di raccolta per quantitativi non eccedenti i cento chilogrammi o cento litri all’anno".

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

definizione trasporto occasionale

Messaggio  stressalmassimo il Gio Set 29, 2011 1:52 pm

grazie, siete preziosi, SISTRI o non SISTRI.....

stressalmassimo
Utente Attivo

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 12.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Definizione di trasporto occasionale

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 4:36 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum