Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  Sato il Ven Set 16, 2011 8:48 pm

Nonostante tutti gli operatori di questo forum, ma dovrei dire di tutt'Italia lo avevano intuito, nessuno ne aveva le prove...

ma "dall’ultima seduta della Commissione parlamentare ecomafie, presieduta da Gaetano Pecorella, che ha audito Catello Maresca, il pubblico ministero della direzione distrettuale antimafia di Napoli che indaga sul Sistri e sull’affidamento a Selex service management (gruppo Finmeccanica) "
alla domanda del "perché del ritiro del ricorso da parte delle aziende che lamentavano l’assenza di concorrenza nell’assegnazione della commessa..", il PM è stato fin troppo chiaro, spiegando che la Selex ha avviato trattative private con queste aziende formalizzando promesse di interventi e coinvolgimento nel business.

Ora si spiegano certe "tempistiche" di annunci pubblicitari di software mirabolanti che interagivano col SISTRI...

Ai lettori il giudizio di merito e di sostanza....
..Sato.. comp


aloneinthedark IL SISTRI E' MORTO aloneinthedark

........Ora ne sono più che sicuro...

Sato
Utente Attivo

Messaggi : 1470
Data d'iscrizione : 23.12.10
Località : Ovunque ce ne fosse il bisogno...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  haik10 il Ven Set 16, 2011 11:34 pm

Sato ha scritto:Nonostante tutti gli operatori di questo forum, ma dovrei dire di tutt'Italia lo avevano intuito, nessuno ne aveva le prove...

ma "dall’ultima seduta della Commissione parlamentare ecomafie, presieduta da Gaetano Pecorella, che ha audito Catello Maresca, il pubblico ministero della direzione distrettuale antimafia di Napoli che indaga sul Sistri e sull’affidamento a Selex service management (gruppo Finmeccanica) "
alla domanda del "perché del ritiro del ricorso da parte delle aziende che lamentavano l’assenza di concorrenza nell’assegnazione della commessa..", il PM è stato fin troppo chiaro, spiegando che la Selex ha avviato trattative private con queste aziende formalizzando promesse di interventi e coinvolgimento nel business.

Ora si spiegano certe "tempistiche" di annunci pubblicitari di software mirabolanti che interagivano col SISTRI...

Ai lettori il giudizio di merito e di sostanza....
..Sato.. comp


aloneinthedark IL SISTRI E' MORTO aloneinthedark

........Ora ne sono più che sicuro...

Sì ricordo tutta la vicenda , anzi ne avevamo parlato in una discussione precedente in questo forum.
Tutto secondo copione.
Il bello è che adesso qualcuno inizia a intravedere qualcosa di bruciato,mentre noi comuni operatori,ma ecomafiosi,avevamo avuto il sospetto già da molto tempo.

haik10
Utente Attivo

Messaggi : 317
Data d'iscrizione : 13.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  toni il Sab Set 17, 2011 8:33 am

La legge del mercato e delle comvenienze a descatipo di terzi . l'Autorità Giudiziaria dovrebbe approfondire ..approfondire .... e individuare tutte le aziende incriminando le stesse per i reati di concorso in truffa ai danni dello Stato e quant'altro , con l'aggravante dell'associazione a delinquere . Ma siamo proprio sicuri che questa indigine sfoci in qualcosa ? , mentre si sviluppano le fasi investigative gli addetti ai lavori continuano a recare danno su danno , sperpero di danaro pubblico e ignominiose calunnie e diffamazione alle categorie di settore ( come ad esempio le dichiarazioni del ministro che per non dichiarare il fallimento totale del sistri si inventa le ecomafie , ) Ci si dovrebbe unire in associazioni e promuovere , presso le opportune sedi , le D O V U T E iniziative giudizirie contro questi accattoni e donne da meretricio .
E si , scusatemi cero non si può dire diversamente .

toni
Utente Attivo

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 61
Località : NAPOLI

Tornare in alto Andare in basso

PERCHE' LE SOFTWAREHOUSE HANNO RITIRATO IL RICORSO AL TAR

Messaggio  RAISSA il Sab Set 17, 2011 9:00 am

Toni ti straquoto....
Essendo in Italia era chiaro che ritirarono il ricorso ad un passo dalla vittoria perchè era stato offerto loro di sedersi al tavolo e ricevere una fetta della torta....
A quel punto non interessava più una onesta gara d'appalto: in questo modo avrebbe vinto una sola azienda.....invece così tutti hanno avuto la loro parte... Suspect Evil or Very Mad
Io non so che piega prenderà tutto questo....non so se tra un po' tutto questo schifo vedrà la luce del sole o se invece verrà sepolto....mi conforta e mi fa sperare una sola cosa: in poco più di un mese sono successe molte cose positive e sono venute alla ribalta tutte le situazioni che noi denunciavamo dalla notte dei tempi.Mmi auguro che la cosa porti a capire che chi ci ha indicato come ecomafiosi e sabotatori del Sistri lo ha fatto per coprire i loro illeciti e che noi siamo solo AZIENDE ONESTE che siamo state vessate in nome di una legalità inesistente.
Dicono che i Governi riflettono le Società che li hanno votati: l'onesto e il disonesto c'è ovunque e quindi mi auguro di cuore che anche tra i nostri governanti ci sia qualcuno che rappresenti la parte onesta dell'Italia e ci aiuti ad abolire il Sistri e mettere fine a questa rapina legalizzata. Avevano bisogno di soldi? Avrebbero fatto una figura migliore ad inventarsi una nuova tassa......

RAISSA
Utente Attivo

Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  toni il Sab Set 17, 2011 9:49 am

Non devi quotarmi , o quant'altro , ritengo giusto dirte le cose che penso , ed in ragion di ciò dico beata te che credi ancora nelle favole , fin quando esisterà questa classe politica ( parlo di destra , centro e sinistra - insomma di tutti - preciso non faccio politica per nessuno - ) cadremo sempre più in basso , e pagheremo sempre di più aiutando e foraggiando in modo indiretto le velleità di questi SIGNORI E SIGNORE .
A maggior lettura di quanto detto si indico quanto appresso :
""""" ......Tratto da wordpress.com
Di Stefania Prestigiacomo? Ne abbiamo pieni i polmoni!
A volte si rimane allibiti di fronte a certe notizie, a volte non ci si crede nemmeno; in questo paese assurdo mosso da un governo ancora più assurdo a volte la memoria si perde, forse, proprio perché non si vuole ricordare.
Il nostro ministro per l’ ambiente Stefania Prestigiacomo , in questo, che in assoluto il peggiore dei mondi possibili, da il suo benestare alla società petrolifera irlandese Petroceltic , in cerca del nettare nero così indispensabile per la nostra vita, di trivellare a 5 miglia dalle coste, in un parco marino(quello delle isole tremiti) e poco distante da un parco naturale(il gargano). Non contenta la nostra ministra, sempre nello stesso periodo di questo primo semestre, presenta un decreto legislativo che ha come obbiettivo lo smaltimento dei rifiuti, smaltimento che consisterebbe nel bruciare questi rifiuti in una centrale Enel a carbone, situata nel comune di Civitavecchia, dove poco tempo prima aveva perso la vita un operaio.
Oltre alla centrale a carbone la Prestigiacomo decreterebbe che i rifiuti vengano smaltiti anche nei cementifici, così poi da riciclarli direttamente in case, ospedali e scuole. Qualche giorno fa, all’ inizio di luglio, Miss parlamento, come veniva definita durante la sua prima legislatura, comincia un vero e proprio braccio di ferro con la sua regione, la Sicilia, per la costruzione di tre inceneritori, che costituirebbero insieme l’ ennesimo triangolo della morte italiano. Sentendo queste cose certa gente sicuramente si chiederà: come può un ministro per l ambiente avvallare simili operazioni? Questo bisognerebbe chiederlo a chi l’ ha voluta ministro, che, avrebbe dovuto conoscere l’ idea della Prestigiacomo di eco sostenibilità e di difesa dell’ ambiente. Figlia di un imprenditore chimico la Prestigiacomo non ha sicuramente avuto un passato di ambientalista, nell’ azienda del padre la Ved di Siracusa sono successe parecchie cose, oltre le bufere finanziarie e la finta bancarotta del gruppo Sarplast di proprietà della famiglia, la loro azienda ha visto feriti, morti, e nascituri con malformazioni. Negli anni novanta in pochi anni nacquero quattro bambini, figli di operai del medesimo reparto, con gravi malattie alle vie urinarie, mentre altri operai dopo dieci anni in azienda, non avendo mai fumato si ritrovano i polmoni pieni di polvere. Per il padre queste erano tutte coincidenze, così minaccia, l’ allora rappresentante della Cgil Guzzardi, con una lettera informandolo che sarebbe stato denunciato per diffamazione. Quest’ ultimo e’ il padre di uno dei bimbi affetti da queste malattie, il primo, ed e’ anche cugino di secondo grado della ministra.
Il nuovo atteggiamento degli operai innesca nella dirigenza un atteggiamento di totale chiusura: ad un operaio vengono negate le ferie per stare vicino al figlio malato trasformandogliele in cassa integrazione; ad un altro operaio l’ azienda nega un prestito per operare il secondo figlio nato con le dita attaccate l’ una all’ altra(operazione che il bimbo subirà solo grazie ad una raccolta fondi tra gli operai); Non viene effettuato alcun controllo sanitario per anni né dall’ azienda né dalle asl competenti, si scoprirà poi nel 2002 che le malformazioni congenite erano dovute ad una sostanza chimica chiamata dimetil anilina che gli operai usavano da molti anni. Sono moltissime le ombre dietro a questo ministro e alla sua famiglia, che più che alla salvaguardia dell’ ambiente pare interessi la salvaguardia del proprio portafoglio; nel 1997 fallisce il gruppo del padre la Sarplast lasciando un buco di parecchi miliardi di lire, frodando i fornitori nascondendo l’ attivo in controllate estere e banche, i giudici ritengono che sia la figlia la beneficiaria ma non e’ perseguibile perché non ricopriva cariche esecutive nell’ azienda. Pare anche che il terremoto del 1990 in Sicilia le abbia anche fatto risparmiare parecchie tasse, tasse che il governo di quel tempo aveva bloccato fino al 2001(proprio come all’ aquila vero?) periodo che le diede la possibilità tra decreti e leggine di rigirare la cosa a suo favore, anche se non gli andò del tutto bene grazie all’ allora presidente della repubblica, che al contrario dell’ attuale, non firmava tutto quello che gli passava sotto la penna.
Probabilmente questo non cambierà le cose, ma sono sicuro che per il prossimo governo Berlusconi la Prestigiacomo guiderà il ministero della salute

e ... P O I ....
Ministro Prestigiacomo firma via libera a 5 nuovi impianti chimici. Spunta l'ipotesi di un "conflitto di interessi"
Il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha firmato cinque Autorizzazioni integrate ambientali (AIA) per altrettanti impianti: una centrale termoelettrica a ciclo combinato nel Comune di Flumeri, in provincia di Avellino, gestita dall’Edison, una raffineria di Augusta (Siracusa) dell’Esso e tre stabilimenti chimici della Polimeri Europa, a Mantova, Ravenna e Brindisi. A renderlo noto è un comunicato dello stesso dicastero che precisa che il rilascio dell'Aia per l’esercizio degli impianti avviene “nel rispetto delle prescrizioni, dei limiti autorizzati e dei valori limite di emissione in materia di tutela ambientale".
Ma ciò che il ministero non dice, soffermandosi piuttosto sulla descrizione degli impianti, è che tutte le Autorizzazione integrate ambientali riguardano società direttamente coinvolte in affari con la Coemi Spa, 260 dipendenti, 22 milioni di fatturato e 1,2 di utile netto nel 2009. Si tratta della società di Priolo Gargallo (Siracusa), "nata nel 1974 - si legge nel loro sito - come emanazione della ditta Prestigiacomo, già operante da lungo tempo nel settore delle manutenzioni elettriche”. La Coemi, inoltre, è controllata dalla holding Fincoe srl in cui l'attuale ministro aveva, insieme alla sorella Maria Pia e al padre Giuseppe, una quota del 21,5% fino al novembre 2009, quando l'ha donato alla madre Sebastiana Lombardo. E nella lista dei clienti importanti della Coemi, tra i tanti nomi importanti come Enel, Erg Petroli S.p.a., Siemens, Snam Progetti, Eurotecnica, Foster Wheeler Italia, ecc., figurano anche la Edison, la Esso e la Polimeri Europa.
In ogni caso il seme del dubbio sull’operato del ministro è stato piantato già da tempo. Perché, come ricorda una recente interpellanza presentata a maggio da Elisabetta Zamparutti, deputata Radicale in commissione Ambiente, il ministro dell’Ambiente “dovrebbe astenersi dal partecipare a decisioni che riguardano settori in cui la sua famiglia potrebbe avere diretti interessi”. Certo questa era tutt’altra vicenda, (riguardava il fotovoltaico e i rapporti tra Coemi ed Electricité de France, impegnata a costruire un polo fotovoltaico di 13,5 Mw proprio a Priolo Gargallo). E tutt’altra vicenda era anche quella della superpetroliera “Vega Oil” e della piattaforma Vega A, quando la Coemi realizzò in tempi davvero rapidi la nuova petroliera Leonis tramite il consorzio Cem, per risolvere il problema del doppio scafo previsto dalle nuove normative europee. Per non parlare degli interessi nelle sempre più frequenti trivellazioni che stanno distruggendo anche aree marine protette (vedi Tremiti, Pantelleria o Egadi). Non basta: della galassia Fincoe fa parte anche la Ved (Vetroresina Engineering Development) di cui è amministratore Maria Prestigiacomo, mentre il ministro non ha cariche, né quote sociali, finita due volte nel mirino della magistratura di Siracusa anche per questioni ambientali.

E ….. P O I …… A N C O R A
Inchiesta : Taranto, regno della diossina protetto dalla Prestigiacomo
Una notizia, questa, che al di fuori dei quotidiani locali ha trovato scarsa eco.
Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/taranto-regno-della-diossina-protetto-dalla-prestigiacomo#ixzz1YC0ckVty

Cosa ne pensi ora ?

toni
Utente Attivo

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 61
Località : NAPOLI

Tornare in alto Andare in basso

PERCHE' LE SOFTWAREHOUSE HANNO RITIRATO IL RICORSO AL TAR

Messaggio  RAISSA il Sab Set 17, 2011 10:53 am

Ti rispondo che per gente onesta non intendevo certo la Prestigiacomo o qualcuno di chi governa ora....io mi riferivo a persone come Catello Maresca e a chi lo ha ascoltato che credo siano le stesse persone che hanno ascoltato il Ministro una settimana fa...
Trovo positivo che non si siano fermati a dare retta solo alla sua campana ma abbiano voluto approfondire la questione.....poi ti ripeto: non so come andrà a finire perchè non ho la sfera di cristallo che prevede il futuro: se l'avessi avuta avrei evitato anche tante cose che sono capitate nella mia vita privata....Spero che qualcuno, davanti alle dichiarazioni del pm, prenda coscienza della realtà dei fatti e si renda conto dell'enorme errore commesso riesumando il Sistri e degli enormi problemi causati alle aziende sia lavorativi che economici...
Credo alle favole? Onestamente non lo so, può darsi.....se sperare che le cose possano cambiare, se sperare che qualcuno ci ascolti (che penso sia lo scopo principale anche di questo forum) allora forse credo ancora nelle favole e non me ne vergogno. Smile

RAISSA
Utente Attivo

Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  toni il Sab Set 17, 2011 12:07 pm

Per cambiare le cose che non vanno si inizia così come hai fatto tu . Siamo un campanello di allarme ed è giusto quello che tu dici , le mie considerazioni sono dettate solo dal disgusto dell'attuale stato di ipocrisia e malafede della politica a discapito di tutti Noi , che siamo la parte onesta , e per onosta intendo coloro che si prodigano per fattive situazione nell'utilità di tutti , ( quindi sei in questo contesto ) c'è bisogno di molte persone come te e come i PM che stanno indagando . MI pongo comunque la domanda : avranno i PM la possibilità di andare fino in fondo o verranno promossi e destinati ad altro incarico .
Ritengo poi che un sistema operativo per la tracciabilità dei rifiuti è necessario , e lo si raggiungerà con il tempo e con l'ausilio di tutti gli addetti ai lavori .
Questo Forum è gestione ed espressione professionale degli addetti al settore , per la qual cosa ritengo vitale la discussione e il credere in alcune Istituzioni .
Le dichiarazioni del PM hanno conclamato quello che da tempo si U R L A da questo forum e prima o poi si avranno dei risultati .
Buona Domenica

toni
Utente Attivo

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 61
Località : NAPOLI

Tornare in alto Andare in basso

PERCHE' LE SOFTWAREHOUSE HANNO RITIRATO IL RICORSO AL TAR

Messaggio  RAISSA il Sab Set 17, 2011 12:21 pm

Come vedi Toni pensiamo le stesse cose ma le abbiamo solamente esposte in modo diverso.....
Buona domenica anche a te flower

RAISSA
Utente Attivo

Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 02.09.11

Tornare in alto Andare in basso

A pensar male .... spesso ci si prende

Messaggio  eforumattivo il Lun Set 19, 2011 11:12 am

Era ovvio fin dall'inizio che il ricorso al TAR di alcune aziende (associate in gruppi o altro) non fosse per la causa comune (come forse ancora qualcuno credesse) bensi' per avere accesso ad una fetta della torta.

La cosa sconcertante, purtroppo, ma ormai non me ne sorprendo più, è che la spartizione delle fette della torta viene anche resa palese alla fine dei giochi .... come se tutto ciò rendesse più pulito un simile atteggiamente.

Per cui, impariamo a diffidare anche di queste software che promettono mirabolanti soluzioni (che ad oggi ben pochi hanno visto funzionare), e sono solo li pronte ad accaparrarsi una fetta di torta alla faccia di tutte queste aziende che lavorano (e lavorano davvero) sul campo subendo i reali problemi derivanti da una simile situazione.


eforumattivo
Utente Attivo

Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 25.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  Gabriele Stefani il Lun Set 19, 2011 12:38 pm

eforumattivo ha scritto:
impariamo a diffidare anche di queste software che promettono mirabolanti soluzioni (che ad oggi ben pochi hanno visto funzionare)

quoto .. e faccio presente che ad ecomondo 2010 (novembre 2010) molte di queste aziende vendevano già applicativi per l'interoperabilità .. quando nessuno .. aveva ancora visto l'effettiva impostazione del sistri!
quindi il dubbio, esposto puntualmente a questi "procacciatori d'affari", era:
- o qualcuno sapeva/sa le cose in anteprima;
- o qualcuno speculava/specula/speculerà su uno spauracchio .. sconosciuto a tutti!

_________________
Come lo scoglio infrango. Come l'onda travolgo.

Gabriele Stefani
Moderatore

Messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 23.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè le SoftwareHouse hanno ritirato il ricorso al TAR?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 8:18 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum