Ultimi argomenti
» MUD 2019, si sa qualcosa?
Da lauramantova Ven Mar 22, 2019 12:37 pm

» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da lauramantova Ven Mar 22, 2019 12:29 pm

» Obbligo registro per raccolta rifiuti urbani
Da Dodo79 Ven Mar 22, 2019 12:23 pm

» quiz adr 2017
Da tfrab Gio Mar 21, 2019 10:23 am

» NUMERO ADETTI UNITA' LOCALE
Da skywalker2016 Gio Mar 21, 2019 8:54 am

» DOVE TROVARE IL SOFTWARE MUD 2018
Da UB2601 Mer Mar 20, 2019 11:12 am

» Iscrizione all'Albo di mezzi in comodato d'uso gratuito
Da urgada Mar Mar 19, 2019 2:08 pm

» Le Furbate sul Registro Carico Scarico
Da Paolo UD Mar Mar 19, 2019 1:20 pm

» Aiuto giacenza e quantità prodotta mud 2017
Da cirillo Mar Mar 19, 2019 11:13 am

» variazione cer dopo selezione meccanica.
Da isamonfroni Dom Mar 17, 2019 10:58 am


[TOP] Lampade fluorescenti

Andare in basso

[TOP] Lampade fluorescenti

Messaggio  Admin il Gio Mag 05, 2011 5:46 pm

Le lampade fluorescenti sono lampade a scarica che basano il loro funzionamento sulle scariche elettriche tra due elettrodi posti alle estremità della lampada che eccitano il vapore di mercurio contenuto a bassa pressione facendogli emettere radiazioni ultraviolette e luce grazie alla presenza delle polveri fluorescenti sul rivestimento interno. A seconda della forma si classificano in lineari, circolari e compatte. Appartengono alla categoria delle apparecchiature elettriche ed elettroniche e, al termine della vita utile, vanno gestite come RAEE nell'ambito del raggruppamento R5, con codice CER 20 01 21*.

A differenza delle altre categorie di RAEE, gli oneri per la gestione di tali rifiuti sono a carico dei produttori indipendentemente dalla data di immissione sul mercato di dette apparecchiature e dall'origine domestica o professionale. Le modalità di finanziamento sono state definite con il DM 12 maggio 2009. A tali fini vanno anche ricomprese, in generale, le lampade a scarica ad alta intensità, ad alta e a bassa pressione. Restano escluse, invece, le lampade ad incandescenza, le lampade ad alogeni e quelle a led.

Per "Grande utilizzatore" si intende un soggetto privato che movimenta, per motivi di manutenzione ordinaria e straordinaria, un quantitativo di lampade maggiore o uguale a 1,2 Ton/annue. I grandi utilizzatori possono usufruire del ritiro di tali apparecchiature presso la propria sede e ricevere i contenitori idonei. A tal fine occorre aderire alla convenzione con il Centro di Coordinamento RAEE.
Per il completamento e l'approvazione del contratto da parte del CdC RAEE è previsto un contributo pari a 150 euro. I grandi utilizzatori firmano una convenzione operativa e le condizioni generali di ritiro con il CdC RAEE che regolano i rapporti con il soggetto firmatario.

In attesa di completare ed aggiornare la discussione.
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum