Nuove Bufale dal SISTRI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Sato il Mar Feb 15, 2011 9:23 pm

Oggi, scorrendo il forum ho avuto modo di vedere un fiorire di notizie sulla "interoperabilità"... Che parolona....Allora, allarmato, son corso subito sul sito del sistri, (bleah) dove erano in bella vista i file con le specifiche (strano) per "l'interoperabilità" ( la connessione in poche parole) del sistri con altri software...
Che significa questo??......Significa che i signori che hanno chiesto l'annullamento del sistri al TAR, (le software house) si sono tirati indietro, ( infatti hanno chiesto il rinvio della sentenza a Maggio), il ministero ha dato loro il contentino facendoli interfacciare col sistri, e noi, fruitori finali del "mostro", saremo costretti a sborsare altri soldi per pagare dei software che si limiteranno a mostrarci le stesse finestre, (a cui cerchiamo disperatamente di accedere), in altro modo, con la differenza che nel caso di malfunzionamento, non sapremo più se prendercela col sistri o col programma che ci venderanno a carissimo prezzo...In questo modo, il ministero ha trovato la maniera di scaricarsi una parte di responsabilità, le swhouse hanno trovato la maniera di guadagnarci anche nelle quotidiane sventure degli altri, e noi abbiamo trovato un altro palo da infilarci dove ognuno di noi sa bene...Ma i caproni che stanno sviluppando il sistri, (e che ci leggono) non avrebbero fatto prima a rendere la cosa friendly-user??

Sono annichilito....



...Sato... comp


Ultima modifica di Sato il Mer Feb 16, 2011 12:34 am, modificato 1 volta

Sato
Utente Attivo

Messaggi : 1470
Data d'iscrizione : 23.12.10
Località : Ovunque ce ne fosse il bisogno...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  cecilia il Mar Feb 15, 2011 10:30 pm

Sato la penso come te, e proprio cosi. Bastava una piattaforma web (tra l'altro esistono già da tempo gestionali on line ) certo ancora un altro sborso. Io sono alla ricerca di un gestionale e girando vedo che tutti pubblicizzano la famosa interoperatività - precisando che l'avranno in futuro.... è evidente che molti faranno affari, meglio per loro. Resta la certezza che a nessuno interessa risolvere i problemi e semplificare le cose, al contrario confondere le acque per agevolare interessi a noi ignoti. Siamo nel paese del "basta pagare" figurarsi come soffre una che è genovese!! A proposito di Genova, oggi alla camera di commercio una processione (mancava solo il cristo) di aspiranti sistriani restituivano le usb non funzionanti. Qualcuno aveva un sacchetto da chilo!! Viva l'italia.

cecilia
Utente Attivo

Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 23.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Nuove Bufale dal Sistri

Messaggio  Zorro_Napoletano il Mer Feb 16, 2011 10:38 am

Carissimi Stato e Cecilia,

scusate se intervengo ma, dopo tutto quello che stiamo passando col Sistri e con il TAR, è decisamente deprimente sapere che vengono scritte cose inesatte e per certi versi offensive e lesive della professionalità di coloro che lottano quotidianamente a favore dei propri interessi e di quelli dei propri clienti.

Premesso che lottare per gli interessi di parte è sacrosanto e legittimo ( se altri avevano da ridire sul sistri potevano staccare il sedere dalla sedia e darsi da fare invece di criticare il sistema). Potevano tutti, come da diritto costituzionale, fare ricorso al TAR ma chissà perchè nessuno lo ha fatto.

Lasciando le critiche a parte desidero almeno che sappiate come stanno veramente le cose:

1) Lo spostamneto del ricorso al TAR era un atto dovuto per motivi tecnici e giuridici che non è possibile esporre in questa sede per motivi di segretezza. In ogni caso lo slittamento non è sinonimo di ritiro anzi, in prossimità della partenza del Sistri è una vera e propria spada di damocle. In quella data, se non ci saranno le premesse, si andrà dritti in Giudizio. Poi si vedrà.

2) Nessun contentino è stato dato a chicchessia, ne tecnico ne economico, tanto è vero che le problemnatiche sono ancora tutte sui tavoli tecnici e irrisolte. Alle condizioni attuali Sistri non è tecnicamente in grado di decollare. Le richieste che sono state avanzate sono tutte di carattere tecnologico che vanno nella direzione della semplificazione e quindi a favore sia delle imprese di software sia degli operatori del settore. Questi ultimi, alla fine, probabilmente trarranno vantaggi proprio dalla posizione di chi ha lottato e ci ha rimesso la faccia, il sedere ed il sonno per molti mesi grazie al "mostro" sistri.

3) Le software house, che rappresento in prima persona, devono distinguersi per molti motivi: Alcune hanno cavalcato l'onda del Sistri utilizzandola come una occasione per fare soldi utilizzando le difficoltà per proporre soluzioni che ancora non esistono e vantando l'interoperabilità dei propri sistemi con Sistri. Altre, molto più serie ( e non sono poche ) si sono limitate nelle attività di propaganda descrivendo la situazione così come è nella realta. Dovreste diffidare proprio di coloro che oggi si propongono come veri interlocutori di sistri. Noi non lo facciamo e non lo abbiamo mai fatto. Comunicheremo la nostra posizione solo quando le circostanze saranno chiare e definitive. Da non dimenticare che in questo caos sono proprio le sw house ad averci rimesso di più con cali di fatturato, mercato sconvolto, telefonate a ripetizione da parte dei clienti etc.etc.... se poi dobbiamo morire definitivamente allora è un altro discorso.

4) In merito alla necessità da parte del MATTM di rendere disponibile una piattaforma web, gratuita ma obbligatoria, a favore di tutti posso solo dirvi che innanzitutto in un paese democratico, dove il mercato è libero, certe cose sono da vero Regime ed inaccettabili nel nostro paese. Dopo decenni di attività, di lavoro, di competenze e di sacrifici, lo stato dovrebbe sostituirsi a noi ? Bella roba davvero.

5) In quanto al fatto che le sw house faranno pagare a peso d'oro l'interoperabilità faccio presente che proprio il libero mercato vi darà la possibilità di poter scegliere. Ci sono software house che la daranno inclusa nel canone di assistenza e quindi gratis, altre si sono proposte a suon di bigliettoni ( migliaia di euro ) altre non so come si comporteranno. Nel libero mercato potrete scegliere, col sistri dovete pagare e basta. Se è questo stato di regime che desiderate allora avete ragione voi, in caso contrario bisognerebbe riflettere.

6) Per ultimo, ma non per importanza, è doveroso far presente che chi come me conosce bene il sistri può dirvi senza ombra di dubbio che "meno male che ci sarà l'interoperabilità" perchè senza di essa l'utilizzo di una piattaforma che fa acqua da tutte le parti creerebbe dei seri problemi gestionali se non addirittura l'impossibilità di operare in tempi certi e con metodi trasparenti. Per farvi capire con un esempio basta far presente che, pur esistendo sw ministeriali di gestione varie ( dal dichiarativo al comunicativo etc. ) nessun utente si azzarda ad utilizzarli perchè sono aiutati dai sw presenti sul mercato che hanno le competenze di poter coniugare aspetti burocratici con quelli gestionali (non previsti certamente da sistri) e quindi sfilare i processi dalle norme. In ogni caso nessuno vieta voi tutti di utilizzare il sistri così come è.


Nel libero mercato, dove spero di poter continuare a competere, l'utente sceglie con chi stare e cosa fare. Tutto qui, semplice e legale.

Era tempo che non seguivo il forum ma in questo caso mi correva l'obbligo morale di rispondere per far capire a tutti che parlare e sparlare di sistri senza conoscere bene tutto il sistema e quello che c'è dietro è semplice ma è bene che si rifletta prima di dire cose inesatte e senza senso.

Buona giornata a tutti



Zorro_Napoletano
Nuovo Utente

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 29.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Admin il Mer Feb 16, 2011 10:41 am

Grazie per le precisazioni, zorro.
Per parte mia, e per quelle che sono le informazioni in mio possesso, vi posso confermare quasi tutto.

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Six gear il Mer Feb 16, 2011 11:05 am

Scusate ma non questo dire "Si al fregio, No alla responsabilità" ?
Mi sta bene e corretto non fare propria propaganda e fare concorrenza capitalista (quanto poi sia giusto ed etico lo deciderà la storia non ora e noi), mi preoccupa dover far "guerra" su una questione di cui non si ha interesse se non economico. Non si hanno motivi per cui funzioni, ma perchè qualuno la comperi (o aderisca).
Mi perdoneranno i più chiari, ma non trovo comunque corretto ne dalle SWH indipendenti, ne dallo Stato (cittadini compresi) questo comportamento.

E' come se scegliessi in che bara seppellirmi a tre anni. Prima voglio provare almeno a camminare.

Six gear
Utente Attivo

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 34
Località : Perugia

Tornare in alto Andare in basso

Nuove bufale da sistri

Messaggio  Zorro_Napoletano il Mer Feb 16, 2011 1:20 pm

Rispondo a Six perchè dal suo punto di vista non ha tutti i torti.

E' necessario però entrare nei dettagli per far capire bene cosaa si intende con la "guerra" che si stà facendo.

Gli interessi, credimi, non sono solo di carattere economico ( che tra l'altro sarebbe leggittimo difendere ) ma sopratutto di carattere etico ed operativo.

1) Di carattere economico perchè è chiaro che Sistri così come è, se non modificato, porterà alla chiusura di molte attività produttive e non mi riferisco solo alle sw house ma anche a tutti quei piccoli produttori e/o operatori che si ritroveranno a farne le spese ( molti hanno già deciso la chiusura delle attività proprio perchè essendo piccole realtà a carattere familiare Sistri li ha letteralmente decapitati). Inoltre mi sembra evidente e legittimo che le sw house difendano le proprie aziende e i propri interessi. Le società hanno uno scopo di lucro (non dimentichiamolo ) e sopratutto salvaguardare il lavoro dei propri collaboratori e dipendenti. Mi sembra una giustificazioone più che legittima.

2) Di carattere etico perchè bisogna difendere il Libero mercato dalla invasione dello Stato. Lo Stato ha il dovere di "Controllare" e non di "Gestire". Queste cose si facevano nella Russia di Stalin. La costituzione all'art. 42 prevede che "l'economia è libera etc.etc.". (spero di ricordare bene l'articolo ). Il ricorso al TAR è stato fatto principalmente per questo motivo, per l'ingerenza nelle attività delle sw house da parte di uno Stato che ha deciso di "imporre" un sistema obbligatorio a fronte di un "contributo" anche esso obbligatorio la cui entità è stabilita di volta in volta senza potersi "defilare" in alcun modo. Sarebbe bellissimo per me imporre un sistema a modo mio e decidere i canoni di assistenza. Se facessi io una cosa del genere i miei clienti, a ragione, mi prenderebbero a calci nel culo.

3) Di carattere operativo perchè, chi conosce bene la piattaforma ( e non a caso nessuno di voi riesce a farci niente con i dispositivi), sa bene che se non vengono fatte delle semplificazioni il sistema "imposto" creerà delle enormi falle nella gestione oeprativa delle attività degli imprenditori. Tutto questo ha un costo enorme sia intermini economici sia in termini di mancata produttività.Se combattere contro queste cose è sbagliato allora meglio stare fermi ed aspettare che ci cada tutto addosso.


Per concludere caro Six dovrai convenire con noi che, se il Sistri dovesse andare avanti, noi dobbiamo comunque rimboccarci le maniche e fare in modo che funzioni alla meglio tutto ciò che può funzionare. Nessuno sarà contento ma in ogni caso saremo costretti ad interagire. Cosa vorresti che facessimo ? che ci fermassimo del tutto e chiudessimo le aziende ? Credo che molti non sarebbero contenti. Poi credimi tecnicamente parlando i progettisti sono veramente scontenti di fare una cosa del genere.

Purtuttavia il tuo punto di vista ( di chi chiaramente lo subisce e sembra stretto in una tenaglia ) è condivisibile perchè effettivamente tu dici, pago sistri, però funziona male e sono costretto a pagare anche le sw house per aiutarmi. Ti capisco sai ? però non puoi accusare di comportamento scorretto le sw house poichè non hanno nessuna combine col Ministero per fare in modo che le cose vadano avanti così anzi, se leggi i documenti del passato, attraverso Confindustria SI, Assosoftware ed Assintel (ma anche altre associaizoni di categoria non ultima Fise Assoambiente ), già nel mese di Giugno 2010 furono presentati dei documenti di denuncia e delle soluzioni (molto dettagliate) atte a favorire la semplificazione e la riduzione dei costi a carico degli operatori. Istanze documentate da più parti che ti invito a leggere. Le sw house in particolare sono sempre state in prima linea nel cercare di semplificare ed in particolare alcune hanno fatto ricorso al TAR.

Comunque, nonostante io sia di intelligenza media, non riesco ancora a capire ne a vedere, in questo forum o in altri luoghi, alcuna voce autorevole e/o persona di buon senso che invece di lamentarsi riesca a dire effettivamente cosa si aspetta da Sistri, lo vuole , non lo vuole, lo vuole modificato, vuole solo il sistri etc.etc. cioè una presa di posizione chiara e netta.

Credimi non è facile per nessuno, il Sistri si poteva realizzare diversamente ad esempio (la butto giù velocemente) con queste modalità:

1) Ti iscrivi attraverso le CCIIAA che hanno già tutti i dati e non su un portale a parte che poi deve allineare e costare altri soldini inutili.
2) La firma digitale tutte le aziende già la usano quindi inutile predisporre dispositivi USB tra l'altro non funzionanti
3) Le black box si potevano reperire sul mercato ( senza intaccare anche quel settore ) che ne offre di migliori e sicuramente funzionanti ma con caratteristiche definite dal Ministero. Le stesse avrebbero garantito la tracciabilità ed il percorso monitorato.
4) I dati si potevano tranquillamnete inviare, nei termini previsti dalla normativa per la stampa dei registri di carico e scarico, attraverso il portale ( messo a disposizone gratis come fa la Sogei ) firmando con le key già in possesso delle aziende. Evitando il tempo reale che è il vero gorsso problema del Sistri (i rifiuti possono essere monitorati attraverso le black box ) ma facendo contento il Ministro Prestigiacomo che denuncia da sempre l'impossibilità di avere dati reali in tempi utili ( in genere lamenta che adesso i dati li ha dopo 3 anni circa ).

ci sono poi altre semplificazioni possibili che non avrebbero rotto le scatole a nessuno, le aziende avrebbero evitato veramente di stampare carta inutile, di emettere FIR vidimati due volte, e sottostare a controlli estenuanti e pensare alla conservazione del cartaceo.
Questo sarebbe stato un bel sistri, utile, funzionale ed immediato. Invece siamo qui a un anno e passa di distanza, con tutti i casini che ha comportato ed ancora ne stiamo parlando. Roba da pazzi.

Le semplificazioni richieste mirano anche a questo ma le difficoltà sono tante.

Che altro dire ?

Caro Six, non è proprio come la descrivi, fai invece qualche passo anche tu, attrraverso la tua associazione, i tuoi contatti qualunque cosa ma falla.

Un abbraccio

Zorro

Zorro_Napoletano
Nuovo Utente

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 29.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  ecomanager il Mer Feb 16, 2011 2:33 pm

Grazie Zorro per le cose che hai esposto in questi tuoi interventi a mio avviso MOLTO REALI e VERI. Il sistri è nato ed è tuttora un mostro inutilizzabile, inefficace e costoso. Bisognerebbe incanalare gli sforzi comuni per abbatterlo e non per farcelo sembrare meno mostro. Ciao a tutti

ecomanager
Utente Attivo

Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 26.01.10
Età : 39
Località : Ita(g)lia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Admin il Mer Feb 16, 2011 3:19 pm

Comunque, nonostante io sia di intelligenza media, non riesco ancora a capire ne a vedere, in questo forum o in altri luoghi, alcuna voce autorevole e/o persona di buon senso che invece di lamentarsi riesca a dire effettivamente cosa si aspetta da Sistri, lo vuole , non lo vuole, lo vuole modificato, vuole solo il sistri etc.etc. cioè una presa di posizione chiara e netta

Gli approcci al problema che ho potuto riscontrare sono molteplici. Quello prevalente, tutto italiano, è: chiavetta nel cassetto e a giugno se ne riparla...
(basta dare un'occhiata ai dati di accesso al sistema dichiarati dallo stesso Sistri)
Bisogna dare atto poi che, almeno su questo forum, uno stimolo costante verso un approccio costruttivo alla questione esiste: http://www.sistriforum.com/t4094-modifica-sistri

Admin
Amministratore

Messaggi : 6384
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 43

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  REPRINTER il Mer Feb 16, 2011 3:33 pm

Admin ha scritto:Quello prevalente, tutto italiano, è: chiavetta nel cassetto e a giugno se ne riparla...



STRAQUOTO


Ma quello che più fà meraviglia a me che sul territorio ci stò 14 ore al giorno è che ci sono aziende (medie dimensioni - SRL - SPA) che:

a) di SISTRI non ne hanno ancora sentito parlare
b) non si sono ancora messe in regola con l'iscrizione
c) hanno altro a cui pensare
d) hanno le "credenziali" mai utilizzate (usb nel cassetto + password ancora immacolate + mai fatto 1 accesso al sistema)
e) impianti (recupero e smaltimento) che NON vogliono usare il sistri in quanto li rallenta troppo
f) impianti (recupero) ancora non completamente operativi



Quello che penso è:

TROPPE LEGGI NESSUNA LEGGE

Basta la gente deve lavorare, rispettare la legge non deve "COMPLICARE LA VITA" ed aumentare i costi. Gli utili ormai sono ai minimi termini

SDR


PS Se il ministro TREMONTI ha dovuto prendere il treno per rendersi conto delle infrastrutture al SUD cosa pensate che ne sappiano al Ministero del mondo dei RIFIUTI?????


REPRINTER
Utente Attivo

Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 52
Località : La Spezia

Tornare in alto Andare in basso

per fortuna

Messaggio  chiarazamp il Mer Feb 16, 2011 6:36 pm

credo che l'interop. sia l'unica cosa di veramente utile che potrà servirmi qualora il sistema Sistri partisse(se mai succederà..)
Dovendo gestire all'incirca 10.000 movimenti l'anno non vedo come potrei riuscire a usare il programma che solitamente uso e il Sistri se non fossero interfacciati.
Sarà sicuramente un costo in più per le aziende, una rottura di scatole e una perdita di tempo... ma chi di noi vuole fare tutte le movimentazioni doppie.??
La colpa è, e resta, di chi questo sistema l'ha istituito senza saper cosa stesse facendo o senza poter immaginare quale sarebbe stato l'impatto su una realtà come quella esistente.
Per quanto riguarda le SH so,per comprovata pazienza matrimoniale, quanto sia per loro come per noi un momento in cui Non si capisce nulla, nessuno risponde e da certezze.
Non discuto sui soldi che chiedono o per i servizi che offrono ma non crediate che per loro la situazione sia più piacevole della nostra.
Telefonate incontri vari ed eventuali creare in tempi ridotti softw nuovi ed aggiornati in base a quello che il ministero sogna la notte.
Siamo tutti sulla stessa barca... e non è lo yatch della presti..
Buona serata
Razz

chiarazamp
Membro della community

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 29.10.10
Località : padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Sato il Gio Feb 17, 2011 12:29 am

Zorro_Napoletano ha scritto:Carissimi Stato e Cecilia,


Era tempo che non seguivo il forum ma in questo caso mi correva l'obbligo morale di rispondere per far capire a tutti che parlare e sparlare di sistri senza conoscere bene tutto il sistema e quello che c'è dietro è semplice ma è bene che si rifletta prima di dire cose inesatte e senza senso.

Buona giornata a tutti






Caro Zorro, (scusa se sorrido, ma sembra di scrivere ad un telefilm Very Happy )

mi sono deciso ora di risponderti, poichè sembra tu abbia frainteso cio che ho scritto.
Personalmente non ti conosco, non so chi sei ne chi rappresenti, non conosco le tue battaglie, e neanche il contributo che sembra tu abbia dato alla "causa"...Scusami ma sono un uomo della strada, "uno qualunque", che si è semplicemente limitato a fare una semplice somma algebrica, un'analisi di causa-effetto, e credimi, chiunque si fosse soffermato a fare lo stesso mio ragionamento, avrebbe tratto le medesime conclusioni..Ovvero il baratto dell'interoperabilità con la sospensione del ricorso al Tar..Indubbiamente tu hai il diritto di difendere il tuo lavoro di sistemista, ma anche io ho il diritto di difendere il mio lavoro, seppur umile, di rottamaio...E nella difesa del mio lavoro, della mia azienda, dei miei dipendenti, mi sento nel diritto di passare come un carrarmato sopra chiunque sento lo possa minacciare... Mi spiace che tu mi abbia accusato di aver detto cose offensive contro la tua categoria, ma che tu ( o la tua categoria) stiate lottando contro il sistri, non mi sembra di averlo capito..magari lo state facendo in silenzio, ma su questo forum c'è chi lotta e ci mette anche la faccia, con NOME E COGNOME, accusando il sistri ed il ministero di incompetenza ed approssimazione, ma non per un fatto di interesse personale, ma per la sopravvivenza propria e del proprio lavoro..

Certo avremmo potuto fare TUTTI ricorso al TAR, ma dal momento che tu e la tua associazione lo avete fatto, perchè non avete riempito PAGINE DI GIORNALI invitando altri a seguirvi...Perchè non hai aperto su questo forum una sezione dedicata a chi volesse o aggregarsi al tuo ricorso, o magari intentare una bella class-action contro il Ministero??
Prova a farlo.. io e la mia azienda saremmo i primi..( i tuoi avvocati ormai sono esperti..perchè pagarne altri??) O devo pensare che dietro c'è solo un mero interesse di bottega??

Ma se analizzo le risposte che mi hai dato, scopro che la tua conclusione è identica a quella di tutti quelli che hanno un po di buon senso: il sistri non potra mai partire così com'è..Ed il perchè lo sai benissimo: perchè non si puo utilizzare il sistema del token su un così alto numero di utenti, perchè le autenticazioni sono troppe, perchè il sistri è entrato nel merito della gestione dell'impianto e non soltanto sulla tracciabilità, creando quindi una casistica infinita, perchè le bb di satellitare hanno solo il nome, in realtà lavorano sulla georeferenziazione dei ponti radio base cellulari, costruite con gli scarti di lavorazione di qualche azienda cinese, ecc, ecc...
E allora perchè perdere tempo in modifiche ed incasinamenti vari?? Ci siete arrivati?? E fatelo cadere una volta per tutti, così che possano ricominciare a riscriverlo daccapo...
Sai bene che l'interoperabilità è una bufala, poichè non vi daranno i tracciati record, ma solo una piattaforma web, a cui TUTTI potranno accedere. Quindi, caro Zorro, stanno, (perdonami il termine) fottendo anche voi...E tu usi ancora il guanto di velluto, mentre il ministero entra anche nella gestione aziendale del rifiuto, in una posizione dominante, anzi con l'obbligo per gli operatori e con il placet di Confindustria che ha firmato un protocollo riconoscendolo come "unico e valido sistema..bla..bla..."?? Se il sistri dovesse partire, voi sarete gia morti, e non lo avete ancora capito....!!!

Quindi, caro Zorro, come vedi la barca è la stessa, con la differenza che voi avete in mano un'arma...Sappiatela usare, perchè se il "mostro" riuscisse a rialzarsi, il il 30 Giugno non farà prigionieri....!!!!

Cordialmente e con sincera ammrazione

..Sato...

P.S. Se vuoi portare a conoscenza del forum la possibilita di aggregarsi in qualche azione legale, io penso che buona parte di noi lo farà con piacere...


Ultima modifica di Sato il Gio Feb 17, 2011 10:41 am, modificato 1 volta

Sato
Utente Attivo

Messaggi : 1470
Data d'iscrizione : 23.12.10
Località : Ovunque ce ne fosse il bisogno...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Six gear il Gio Feb 17, 2011 10:14 am

Provo a rispondere pur mantenedo una calma decente.
Do del "Tu" spero senza offendere.

Zorro_Napoletano ha scritto:
Purtuttavia il tuo punto di vista ( di chi chiaramente lo subisce e sembra stretto in una tenaglia ) è condivisibile perchè effettivamente tu dici, pago sistri, però funziona male e sono costretto a pagare anche le sw house per aiutarmi. Ti capisco sai ? però non puoi accusare di comportamento scorretto le sw house poichè non hanno nessuna combine col Ministero per fare in modo che le cose vadano avanti così anzi, se leggi i documenti del passato, attraverso Confindustria SI, Assosoftware ed Assintel (ma anche altre associaizoni di categoria non ultima Fise Assoambiente ), già nel mese di Giugno 2010 furono presentati dei documenti di denuncia e delle soluzioni (molto dettagliate) atte a favorire la semplificazione e la riduzione dei costi a carico degli operatori. Istanze documentate da più parti che ti invito a leggere. Le sw house in particolare sono sempre state in prima linea nel cercare di semplificare ed in particolare alcune hanno fatto ricorso al TAR.

Quasi non corretto. Mi spiego. Se un sw non funziona, un intero sistema istituzionalizzato, non funziona, è _DOVERE_ del cittadino intraprendere una serie di azioni atte al cambiamento. Più o meno ricordabili in questa piattaforma. Più o meno legali (Rif. Benassai).
LEi è al passo successivo, Dopo l'accettazione, dopo la consapevolezza che "è meglio lasciar perdere" e modificare poi tramite iniezioni di recupero, qualcosa che non sta in piedi.


Zorro_Napoletano ha scritto:
Comunque, nonostante io sia di intelligenza media, non riesco ancora a capire ne a vedere, in questo forum o in altri luoghi, alcuna voce autorevole e/o persona di buon senso che invece di lamentarsi riesca a dire effettivamente cosa si aspetta da Sistri, lo vuole , non lo vuole, lo vuole modificato, vuole solo il sistri etc.etc. cioè una presa di posizione chiara e netta.

AH NO?


Zorro_Napoletano ha scritto:
Credimi non è facile per nessuno, il Sistri si poteva realizzare diversamente ad esempio (la butto giù velocemente) con queste modalità:
1) Ti iscrivi attraverso le CCIIAA che hanno già tutti i dati e non su un portale a parte che poi deve allineare e costare altri soldini inutili.
2) La firma digitale tutte le aziende già la usano quindi inutile predisporre dispositivi USB tra l'altro non funzionanti
3) Le black box si potevano reperire sul mercato ( senza intaccare anche quel settore ) che ne offre di migliori e sicuramente funzionanti ma con caratteristiche definite dal Ministero. Le stesse avrebbero garantito la tracciabilità ed il percorso monitorato.
4) I dati si potevano tranquillamnete inviare, nei termini previsti dalla normativa per la stampa dei registri di carico e scarico, attraverso il portale ( messo a disposizone gratis come fa la Sogei ) firmando con le key già in possesso delle aziende. Evitando il tempo reale che è il vero gorsso problema del Sistri (i rifiuti possono essere monitorati attraverso le black box ) ma facendo contento il Ministro Prestigiacomo che denuncia da sempre l'impossibilità di avere dati reali in tempi utili ( in genere lamenta che adesso i dati li ha dopo 3 anni circa ).

ci sono poi altre semplificazioni possibili che non avrebbero rotto le scatole a nessuno, le aziende avrebbero evitato veramente di stampare carta inutile, di emettere FIR vidimati due volte, e sottostare a controlli estenuanti e pensare alla conservazione del cartaceo.
Questo sarebbe stato un bel sistri, utile, funzionale ed immediato. Invece siamo qui a un anno e passa di distanza, con tutti i casini che ha comportato ed ancora ne stiamo parlando. Roba da pazzi.

Ecco questa sarebbe stata una buona soluzione anche se non scalare ne da tutti raggiungibile comunque.
Si poteva utilizzare semplicemente uno (improvviso)... smartphone autonomo bindato al PI/CF+Targa_veicolo, che invia segnale ogni ora, registra su una tabella di tracciato la posizione gps, e la comunica al db distribuito in varie zone strategiche, la ditta del trasportatore poi entro un tempo massimo invia il listato degli spostamenti con tutti i dettagli coi cer, coi pesi e quante ciambelle trasporta.
Cioè. Anche concettualmente state (non sei il solo che ho sentito), partendo dal presupposto che devono essere i trasportatori/ditte trasportatore, a fare il controllo di se stesse.
Una volta registrato. Una volta TRACCIATO, registrato, depositato, lì si può fare il controllo e la verifica (dato che è questo che si vuole) senza dover far impazzire nessuno.
Si parte cioè da una soluzione sbagliata ad un problema che richiede altro.
Per non parlare poi delle incongruenze che nascono dopo. Aggiungendo problemi a problemi, inutilità a inutilità.



Zorro_Napoletano ha scritto:
Caro Six, non è proprio come la descrivi, fai invece qualche passo anche tu, attrraverso la tua associazione, i tuoi contatti qualunque cosa ma falla.

Un abbraccio

Zorro

Sto contando fino a 10 ogni giorno che vedo un richiamo come il tuo. Sto solo aspettando ora due risposte. Ho ancora un margine di fiducia nell'umanità. Fiducia che ho messo a buon nome e con la consapevolezza che si mangia spesso sterco, semplicemente sporcandosi le mani.

Concludendo. Comprendo, senza giudicare ne condannare. NElla tua posizione farei esattamente lo stesso. Ti chiedo di comprendere anche il punto di vista dell'utente, loro i soldi ce li mettono in tutte le direzioni, voi da qualche parte li prendete. Anche se poco, è un sostanziale divario che non dovrebbe esistere (e che vanifica coscientemente il discorso etico iniziale).
Spero non me ne vorrai, ma sostengo, ho sempre sostenuto, e sosterrò che cambiare non significa mettere un cerotto su una gamba rotta. Significa trapiantare un alberello al posto di un tronco marcio.
Niente contro i sistemisti, niente contro i produttori, niente contro le aziende. Tutto contro lo stato (cittadini annessi).

Francesco.

P.s.
'A Zorr, c'a è tutt nu sf****m.

P.s.s.
Sato... >_< calma su >_<

Six gear
Utente Attivo

Messaggi : 634
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 34
Località : Perugia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Bufale dal SISTRI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 10:10 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum