shopper plastica non biodegradabili

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

shopper plastica non biodegradabili

Messaggio  romontal il Dom Feb 06, 2011 3:56 pm

a chi potesse interessare

La legge 296 del 2006 (legge finanziaria 2007) nei commi 1129 e successivi dell’articolo 1 mette al bando gli shoppers di plastica non biodegradabili per l’asporto delle merci. L’entrata in vigore di tale disposizione nel corso degli anni è stata più volte prorogata ma ora, a decorrere dal 1° gennaio 2011, non potranno più essere commercializzati questo tipo di sacchetti.

ministero dello sviluppo economico:Comunicato stampa: “In relazione ai numerosi quesiti pervenuti si precisa che il divieto di commercializzazione dei sacchi da asporto merci non conformi ai requisiti di biodegradabilità indicati dagli standard tecnici europei vigenti, di cui all’ 1, comma 1130 della legge 26 dicembre 2006, n. 296, come modificato dall'art. 23, comma 21-novies del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102 sarà in vigore dal 1° gennaio 2011. Resta consentito lo smaltimento delle scorte in giacenza negli esercizi artigianali e commerciali alla data del 31 dicembre 2010, purché la cessione sia operata in favore dei consumatori ed esclusivamente a titolo gratuito. Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e il Ministero dello Sviluppo economico, in collaborazione con le autorità competenti, effettueranno controlli per verificare il rigoroso rispetto della normativa vigente”.
avatar
romontal
Utente Attivo

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 06.05.10
Età : 67
Località : roma

Tornare in alto Andare in basso

shopper bio sanzioni

Messaggio  Ambiente Legale il Mer Ott 24, 2012 11:31 am

Il decreto-legge n. 179 del 18 ottobre 2012, recante “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”, pubblicato in G.U. n. 245 del 19 ottobre 2012 e in vigore dal 20 ottobre scorso, all'art. 34, comma 19, anticipa di un anno l'entrata in vigore delle sanzioni per la vendita di sacchetti per la spesa non conformi alla normativa.

Si ricorda che, ai sensi della legge n. 28 del 24 marzo 2012, gli shopper commercializzabili sono solo quelli biodegradabili e compostabili conformi alla normativa UNI EN 13432, quelli riutilizzabili di spessore superiore a 100 micron per usi non alimentari e 200 micron per gli usi alimentari (con maniglia esterna alla dimensione utile del sacco) e quelli riutilizzabili, di spessore superiore a 60 micron per usi non alimentari e 100 micron per usi alimentari (con maniglia interna alla dimensione utile del sacco).
La stessa legge conteneva una proroga del sistema sanzionatorio fino al 31 dicembre 2013, per lasciar tempo ai produttori di adeguare impianti e tecnologie di produzione.

La proroga è ora di soli di dodici mesi.

Pertanto, il commercio di sacchi non conformi alla normativa – a decorrere dal 1 gennaio 2013 - sarà punito con sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 euro a 25.000 euro, aumentata fino al quadruplo del massimo se la violazione del divieto riguarda quantità ingenti di sacchi per l'asporto oppure un valore della merce superiore al 20 per cento del fatturato del trasgressore.
avatar
Ambiente Legale
Partner

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 10.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum