Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Messaggio  biodiversità il Lun Gen 24, 2011 9:53 pm

Salve,
vorrei cortesemente sapere se il toner e le cartucce delle stampanti, provenienti da utenze domestiche, sono classificati come rifiuti speciali o urbani...(anche in base al Decreto Ministero Ambiente 8/4/2008 “Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato, come previsto dall'articolo 183, comma 1, lettera cc) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche”. (GU n. 99 del 28-4-2008 ).

Il comune (in cui è attiva la raccolta differenziata), tramite la propria isola ecologica, è obbligato al ritiro dei toner provenienti da utenze domestiche?
Grazie
Paola
avatar
biodiversità
Nuovo Utente

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 24.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Messaggio  REPRINTER il Lun Gen 24, 2011 10:32 pm

biodiversità ha scritto:Salve,
vorrei cortesemente sapere se il toner e le cartucce delle stampanti, provenienti da utenze domestiche, sono classificati come rifiuti speciali o urbani...(anche in base al Decreto Ministero Ambiente 8/4/2008 “Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato, come previsto dall'articolo 183, comma 1, lettera cc) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche”. (GU n. 99 del 28-4-2008 ).

Il comune (in cui è attiva la raccolta differenziata), tramite la propria isola ecologica, è obbligato al ritiro dei toner provenienti da utenze domestiche?
Grazie
Paola



Credo che sia tutto molto semplice.....
Se urbani possono essere raccolti in modo "differenziato" per il recupero.
Se assimilati devono essere raccolti solo per lo smaltimento.

Il recupero però non credo sia quello del D.M. 05.02.1998 (punto 13.20) ma solo come recupero di materia prima. (per esempio frantumazione)

SDR





Articolo 184
Classificazione

1. Ai fini dell'attuazione della parte quarta del presente decreto i rifiuti sono classificati, secondo l'origine, in rifiuti urbani e rifiuti speciali e, secondo le caratteristiche di pericolosità, in rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi.

2. Sono rifiuti urbani:
a) i rifiuti domestici, anche ingombranti, provenienti da locali e luoghi adibiti ad uso di civile abitazione;

b) i rifiuti non pericolosi provenienti da locali e luoghi adibiti ad usi diversi da quelli di cui alla lettera a), assimilati ai rifiuti urbani per qualità e quantità, ai sensi dell'articolo 198, comma 2, lettera g);



avatar
REPRINTER
Utente Attivo

Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 53
Località : La Spezia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Messaggio  VdT il Mar Gen 25, 2011 9:02 am

Domanda per Reprinter, essendo una persona curiosa vorrei chiederti una cosa, e se i rifiuti assimilati fossero recuperati perchè devono necessariamente essere avviati a smaltimento?
avatar
VdT
Moderatore

Messaggi : 1859
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 35
Località : Bari e provincia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Messaggio  REPRINTER il Mar Gen 25, 2011 9:29 am

VdT ha scritto:Domanda per Reprinter, essendo una persona curiosa vorrei chiederti una cosa, e se i rifiuti assimilati fossero recuperati perchè devono necessariamente essere avviati a smaltimento?



Io penso che lo smaltimento deve essere l'ultima delle opzioni.

Penso anche che il gestore ha il diritto di gestire ni CAT 1 gli urbani.
Penso che il comune ha il diritto di "assimilare" ma solo e soltanto come ultima "ratio".

Invece i comuni assimilano a tutto spiano per guadagnare il più possibile dalle attività economiche.

I rifiuti che vengono conferiti invece di essere "assimilati al fine dello smaltimento" vengono "assimilati al fine del recupero" facendo una guerra "illegale ed illegittima" ai singoli operatori che invece sono soggetti a tutti gli obblighi di FIR ecc ecc ecc

E coloro che avviano al recupero certi rifiuti (tipo i toner) mescolano gli urbani con gli speciali assimilati, favorendo il caos.....

E di "detassazione" non se ne parla ancora.

E' dal Ronchi che la rimandano. Sai che buco di bilancio quando partirà.........


SDR








URBANI = RACCOLTA E RECUPERO

ASSIMILATI GESTITI NON DA PRIVATO = PRIVATIVA - GLI ASSIMILATI VANNO SOLO ALLO SMALTIMENTO (se andassero anche al recupero senza FIR ecc ecc sarebbe concorrenza sleale gravissima)

ASSIMILATI MA NON CONFERITI E QUINDI GESTITI CON FIR (DOMANI SISTRI) DA PRIVATO FUORI DALLA PRIVATIVA = Rifiuti Speciali Non Pericolosi avviati al Recupero








Ecco il perchè........





Articolo 195
Competenze dello Stato
2. Sono inoltre di competenza dello Stato:
e) La determinazione dei criteri qualitativi e quali-quantitativi per l'assimilazione, ai fini della raccolta e dello smaltimento, dei rifiuti speciali e dei rifiuti urbani. Ai rifiuti assimilati, due anni, si applica esclusivamente una tariffazione per le quantità conferite al servizio di gestione dei rifiuti urbani. La tariffazione per le quantità conferite che deve includere, nel rispetto del principio della copertura integrale dei costi del servizio prestato, una parte fissa ed una variabile e una quota dei costi dello spazzamento stradale, è determinata dall'amministrazione comunale tenendo conto anche della natura dei rifiuti, del tipo, delle dimensioni economiche e operative delle attività che li producono. A tale tariffazione si applica una riduzione, fissata dall'amministrazione comunale, in proporzione alle quantità dei rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al recupero tramite soggetto diverso dal gestore dei rifiuti urbani. Non sono assimilabili ai rifiuti urbani i rifiuti che si formano nelle aree produttive, compresi i magazzini di materie prime e di prodotti finiti, salvo i rifiuti prodotti negli uffici, nelle mense, negli spacci, nei bar e nei locali al servizio dei lavoratori o comunque aperti al pubblico; allo stesso modo, non sono assimilabili ai rifiuti urbani i rifiuti che si formano nelle strutture di vendita con superficie due volte superiore ai limiti di cui all'articolo 4, comma 1, lettera d), del decreto legislativo n. 114 del 1998. Per gli imballaggi secondari e terziari per i quali risulti documentato il non conferimento al servizio di gestione dei rifiuti urbani e l'avvio a recupero e riciclo diretto tramite soggetti autorizzati, non si applica la predetta tariffazione. Con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, d'intesa con il Ministro dello sviluppo economico, sono definiti, entro novanta giorni, i criteri per l'assimilabilità ai rifiuti urbani.





Articolo 198
Competenze dei Comuni
1. I Comuni concorrono, nell'ambito delle attività svolte a livello degli ambiti territoriali ottimali di cui all'articolo 200 e con le modalità ivi previste, alla gestione dei rifiuti urbani ed assimilati. Sino all'inizio delle attività del soggetto aggiudicatario della gara ad evidenza pubblica indetta dall'autorità d'ambito ai sensi dell'articolo 202, i Comuni continuano la gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento in regime di privativa nelle forme di cui al l'articolo 113, comma 5, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.


avatar
REPRINTER
Utente Attivo

Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 53
Località : La Spezia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Messaggio  vivinc il Gio Gen 26, 2012 12:31 pm

REPRINTER ha scritto:
VdT ha scritto:Domanda per Reprinter, essendo una persona curiosa vorrei chiederti una cosa, e se i rifiuti assimilati fossero recuperati perchè devono necessariamente essere avviati a smaltimento?



Io penso che lo smaltimento deve essere l'ultima delle opzioni.

Penso anche che il gestore ha il diritto di gestire ni CAT 1 gli urbani.
Penso che il comune ha il diritto di "assimilare" ma solo e soltanto come ultima "ratio".

Invece i comuni assimilano a tutto spiano per guadagnare il più possibile dalle attività economiche.

I rifiuti che vengono conferiti invece di essere "assimilati al fine dello smaltimento" vengono "assimilati al fine del recupero" facendo una guerra "illegale ed illegittima" ai singoli operatori che invece sono soggetti a tutti gli obblighi di FIR ecc ecc ecc

E coloro che avviano al recupero certi rifiuti (tipo i toner) mescolano gli urbani con gli speciali assimilati, favorendo il caos.....

E di "detassazione" non se ne parla ancora.

E' dal Ronchi che la rimandano. Sai che buco di bilancio quando partirà.........


SDR








URBANI = RACCOLTA E RECUPERO

ASSIMILATI GESTITI NON DA PRIVATO = PRIVATIVA - GLI ASSIMILATI VANNO SOLO ALLO SMALTIMENTO (se andassero anche al recupero senza FIR ecc ecc sarebbe concorrenza sleale gravissima)

ASSIMILATI MA NON CONFERITI E QUINDI GESTITI CON FIR (DOMANI SISTRI) DA PRIVATO FUORI DALLA PRIVATIVA = Rifiuti Speciali Non Pericolosi avviati al Recupero








Ecco il perchè........





Articolo 195
Competenze dello Stato
2. Sono inoltre di competenza dello Stato:
e) La determinazione dei criteri qualitativi e quali-quantitativi per l'assimilazione, ai fini della raccolta e dello smaltimento, dei rifiuti speciali e dei rifiuti urbani. Ai rifiuti assimilati, due anni, si applica esclusivamente una tariffazione per le quantità conferite al servizio di gestione dei rifiuti urbani. La tariffazione per le quantità conferite che deve includere, nel rispetto del principio della copertura integrale dei costi del servizio prestato, una parte fissa ed una variabile e una quota dei costi dello spazzamento stradale, è determinata dall'amministrazione comunale tenendo conto anche della natura dei rifiuti, del tipo, delle dimensioni economiche e operative delle attività che li producono. A tale tariffazione si applica una riduzione, fissata dall'amministrazione comunale, in proporzione alle quantità dei rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al recupero tramite soggetto diverso dal gestore dei rifiuti urbani. Non sono assimilabili ai rifiuti urbani i rifiuti che si formano nelle aree produttive, compresi i magazzini di materie prime e di prodotti finiti, salvo i rifiuti prodotti negli uffici, nelle mense, negli spacci, nei bar e nei locali al servizio dei lavoratori o comunque aperti al pubblico; allo stesso modo, non sono assimilabili ai rifiuti urbani i rifiuti che si formano nelle strutture di vendita con superficie due volte superiore ai limiti di cui all'articolo 4, comma 1, lettera d), del decreto legislativo n. 114 del 1998. Per gli imballaggi secondari e terziari per i quali risulti documentato il non conferimento al servizio di gestione dei rifiuti urbani e l'avvio a recupero e riciclo diretto tramite soggetti autorizzati, non si applica la predetta tariffazione. Con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, d'intesa con il Ministro dello sviluppo economico, sono definiti, entro novanta giorni, i criteri per l'assimilabilità ai rifiuti urbani.





Articolo 198
Competenze dei Comuni
1. I Comuni concorrono, nell'ambito delle attività svolte a livello degli ambiti territoriali ottimali di cui all'articolo 200 e con le modalità ivi previste, alla gestione dei rifiuti urbani ed assimilati. Sino all'inizio delle attività del soggetto aggiudicatario della gara ad evidenza pubblica indetta dall'autorità d'ambito ai sensi dell'articolo 202, i Comuni continuano la gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento in regime di privativa nelle forme di cui al l'articolo 113, comma 5, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.



Scusate se dopo un anno e un giorno riprendo il post...Ma allora un comune che assimila i semplici cartoni di attività commerciali, senza rilasciare FIR o altro e li porta a recupero dato che è piattaforma COMIECO ? Può farlo? o i cartoni devono andare a smaltimento?
avatar
vivinc
Utente Attivo

Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 14.12.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Smaltimento dei toner e cartucce stampanti provenienti da utenze domestiche

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum