Ultimi argomenti
» Codice Cer polveri impianto spirazione fumi saldatura
Da matteorossi Ieri alle 5:34 pm

» Veicoli fuori uso
Da Metallaro Ieri alle 3:25 pm

» Procedure Autodemolitori
Da elf-elf Ieri alle 1:11 pm

» destinatario uguale al trasportatore
Da antonio.bertotti Ieri alle 11:27 am

» Codici a specchio e analisi
Da Aurora Brancia Ieri alle 12:38 am

» CONAI: rifiuti imballati e accertamento del pagamento del contributo
Da elf-elf Mar Apr 23, 2019 1:54 pm

» MUD 2019 SEZIONE IMBALLAGGI CER 191202
Da Aurora Brancia Ven Apr 19, 2019 2:20 pm

» Rcs trasportatore e produttore
Da floyd1986 Ven Apr 19, 2019 12:50 pm

» Trattamento a calce
Da matteorossi Gio Apr 18, 2019 3:13 pm

» quiz adr 2017
Da tfrab Lun Apr 15, 2019 5:41 pm


rassegna stampa

Andare in basso

rassegna stampa  Empty rassegna stampa

Messaggio  sueli il Lun Gen 24, 2011 3:53 pm

Slitta ancora l'entrata in vigore dell'operabilità del Sistri, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

Sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre scorso è stato pubblicato il decreto ministeriale del 22 dello stesso mese con le disposizioni in merito all'istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

La nota più significativa è la proroga a primo giugno 2011 dell'entrata in vigore del nuovo sistema elettronico e il fatto che, fino ad allora, le imprese proseguiranno con la verifica della funzionalità utilizzando parallelamente la vecchia modalità cartacea di registrazione.
Unitamente alla proroga dell'avvio delle nuove procedure, sono slittate anche le sanzioni amministrative pecuniarie e i regimi di confisca dei mezzi che avrebbero dovuto entrare in vigore dal primo di gennaio scorso.

È stato spostato al 30 aprile prossimo anche il termine per la dichiarazione annuale, cioè di quella che comunemente è conosciuta come «Mudino», effettuata da produttori, smaltitori e recuperatori sulla base dei dati sulla movimentazione di rifiuti inseriti nel registro di carico e scarico per tutto il 2010.

A questo proposito è necessaria una specifica: il testo normativo del decreto stabilisce che i rifiuti prodotti e gestiti nel corso del 2011, nel periodo non coperto dal Sistri, vadano dichiarati entro il 31 dicembre prossimo con un apposito modulo che il ministero competente dovrebbe rendere disponibile a breve.

In questi mesi però il Sistri, e tutta la struttura che lo ha messo in campo, è chiamato a porre rimedio alle diverse criticità emerse: primo obiettivo tra tutti quello di raggiungere con efficacia i propositi per cui era stata pensata ma fornendo alle realtà imprenditoriali conivolte nella vicenda le necessarie certezze operative.

Novità in tema di rifiuti anche per le imprese che sono iscritte all'albo dei gestori ambientali per il trasporto in conto proprio: anche per queste viene introdotto l'obbligo di tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti: la novità interessa in modo particolare le imprese del settore edile, che finora erano state escluse dall'obbligo della tenuta dei registri per quanto riguarda gli scarti da demolizione e costruzione, cioè rifiuti non pericolosi.

È diventato necessario dotarsi di un apposito formulario vidimato dalla Camera di commercio sul quale si devono annotare i movimenti. Va sottolineato, infine, che queste imprese resteranno però escluse dall'obbligo di iscrizione al Sistri.

L'ufficio Ambiente e sicurezza dell'Associazione Artigiani è a disposizione delle imprese per ogni informazione e chiarimento e per l'assistenza in tutte le procedure necessarie

http://www.bresciaoggi.it/stories/Economia/220235__il_sistri_in_vigore_da_giugno/

_________________
"Io non ho fallito 2.000 volte nel creare la lampadina;ho solo scoperto 1.999 modi in cui non deve essere fatta " Thomas Edison
sueli
sueli
Moderatrice

Messaggi : 1115
Data d'iscrizione : 25.01.10
Età : 53
Località : monza e brianza

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum