Ultimi argomenti
» prescrizioni autorizzazione alle emissioni in atmosfera
Da matteorossi Oggi alle 2:17 am

» Peso verifica a destino
Da ilseccio Ieri alle 3:23 pm

» Tenuta registro informatico Sistri
Da Spigola Mer Mar 22, 2017 3:59 pm

» FALEGNAMERIA: vendita segatura a impianto di essiccazione
Da isamonfroni Mer Mar 22, 2017 3:14 pm

» RIFIUTO PRODOTTO FUORI DA UNITà LOCALE
Da fullmetalpanic Mer Mar 22, 2017 11:08 am

» MPS prodotta da R3 in quale scheda va inserita nel MUD 2017
Da fullmetalpanic Mer Mar 22, 2017 10:18 am

» QUIZ ADR
Da Baldus Mer Mar 22, 2017 12:22 am

» MUD: rifiuti pericolosi in giacenza al 31.12.2016
Da Admin Mar Mar 21, 2017 9:48 pm

» Relazione annuale consulente ADR
Da Neocons. Mar Mar 21, 2017 6:56 pm

» Numerazione pagine registro
Da isamonfroni Mar Mar 21, 2017 1:00 pm


RIFIUTI IN REGIME ADR

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Tatum il Mer Ott 27, 2010 5:21 pm

Provando a creare la scheda di un rifiuto sottoposto a norma a ADR
ho inserito la classe ADR ma nei numeri onu che propone in sistema non
ho trovato quelli relativi al mio rifiuto, quindi cosa devo fare?
Stasera sono avvilita non riesco a scaricare più di una carico, non riesco
ad inserire i numeri onu del mio rifiuto Sad .
E siamo a fine ottobre.....!!! Funzionerà mai questo SISTRI alcool
avatar
Tatum
Utente Attivo

Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 16.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  aras il Mer Ott 27, 2010 5:52 pm

carissima!non ti avvilire!...
codici e classi ADR sono ancora in fase di ampliamento e correzione da parte dei nostri amici del sistri!....
Ormai è una lotta...ehehehe...
ma pian piano i risultati arriveranno vedrai!
avatar
aras
Utente Attivo

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 30.09.10
Età : 36
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Tatum il Gio Ott 28, 2010 8:29 am

Grazie!
avatar
Tatum
Utente Attivo

Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 16.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  TAURUS il Gio Nov 04, 2010 8:50 pm

Tatum ha scritto:Provando a creare la scheda di un rifiuto sottoposto a norma a ADR
ho inserito la classe ADR ma nei numeri onu che propone in sistema non
ho trovato quelli relativi al mio rifiuto, quindi cosa devo fare?
Stasera sono avvilita non riesco a scaricare più di una carico, non riesco
ad inserire i numeri onu del mio rifiuto Sad .
E siamo a fine ottobre.....!!! Funzionerà mai questo SISTRI alcool
Utilizzare le rubriche ONU proposte dal SISTRI pensando che così la Scheda movimentazione risulti così equipollente a un documento di trasporto ADR é errato. In verità non capisco l'utilità di questa opzione, che potrebbe danneggiare non poco chi ci ponga eccessiva fede: le sanzioni del CdS (art. 168 comma 9 bis) sono piuttosto severe a riguardo in particolar modo per il trasportatore/conducente ma la sanzione pecuniaria é applicata anche allo speditore
La sola rubrica ONU propostaci da SISTRI é un informazione parziale che deve essere integrata con altre informazioni nella sequenza prevista dall'ADR.
Esempio se devi trasportare un rifiuto speciale in forma liquida con un punto di infiammabilità che lo fa classificare in classe 3 ADR (liquidi infiammabili) e gli attribuisci il numero ONU 1993 appartenente a una rubrica collettiva la sequenza obbligatoria da riportare sul documento di trasporto é:
RIFIUTO UN 1993 LIQUIDO INFIAMMABILE, N.A.S. (nome tecnico materia che determina la caratteristica di infiammabilità, in ottemperanza a quanto dispone la disposizione speciale 274), 3, G.I. (da indicare quello appropriato in funzione della Temp. inf./Punto di ebollizione), + codice restrizione galleria (se pertinente).
Queste informazioni a oggi (ma penso neanche in futuro) il SISTRI non le gestisce, per cui:
1) o alleghi alla scheda movimentazione altro DdT congruo con le prescrizioni specifiche richieste per il trasporto di merci pericolose su strada di cui sopra;
2) o integri la scheda movimentazioni nella sezione annotazioni, alla stregua di quanto si fà oggi con il FIR.

A margine il nuovo Accordo ADR 2011 introduce delle modifiche tra le quali l'inversione del termine "RIFIUTO" con "UN xxxx" e l'obbligo di conservazione della documentazione di trasporto per almeno tre mesi da parte dello speditore e del trasportatore (le condizioni della conservazione possono essere rispettate anche utilizzando un supporto informatico).
avatar
TAURUS
Utente Attivo

Messaggi : 62
Data d'iscrizione : 06.10.10
Località : Prov. TN

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Tatum il Ven Nov 05, 2010 11:32 am

TAURUS ha scritto:
Tatum ha scritto:Provando a creare la scheda di un rifiuto sottoposto a norma a ADR
ho inserito la classe ADR ma nei numeri onu che propone in sistema non
ho trovato quelli relativi al mio rifiuto, quindi cosa devo fare?
Stasera sono avvilita non riesco a scaricare più di una carico, non riesco
ad inserire i numeri onu del mio rifiuto Sad .
E siamo a fine ottobre.....!!! Funzionerà mai questo SISTRI alcool
Utilizzare le rubriche ONU proposte dal SISTRI pensando che così la Scheda movimentazione risulti così equipollente a un documento di trasporto ADR é errato. In verità non capisco l'utilità di questa opzione, che potrebbe danneggiare non poco chi ci ponga eccessiva fede: le sanzioni del CdS (art. 168 comma 9 bis) sono piuttosto severe a riguardo in particolar modo per il trasportatore/conducente ma la sanzione pecuniaria é applicata anche allo speditore
La sola rubrica ONU propostaci da SISTRI é un informazione parziale che deve essere integrata con altre informazioni nella sequenza prevista dall'ADR.
Esempio se devi trasportare un rifiuto speciale in forma liquida con un punto di infiammabilità che lo fa classificare in classe 3 ADR (liquidi infiammabili) e gli attribuisci il numero ONU 1993 appartenente a una rubrica collettiva la sequenza obbligatoria da riportare sul documento di trasporto é:
RIFIUTO UN 1993 LIQUIDO INFIAMMABILE, N.A.S. (nome tecnico materia che determina la caratteristica di infiammabilità, in ottemperanza a quanto dispone la disposizione speciale 274), 3, G.I. (da indicare quello appropriato in funzione della Temp. inf./Punto di ebollizione), + codice restrizione galleria (se pertinente).
Queste informazioni a oggi (ma penso neanche in futuro) il SISTRI non le gestisce, per cui:
1) o alleghi alla scheda movimentazione altro DdT congruo con le prescrizioni specifiche richieste per il trasporto di merci pericolose su strada di cui sopra;
2) o integri la scheda movimentazioni nella sezione annotazioni, alla stregua di quanto si fà oggi con il FIR.

A margine il nuovo Accordo ADR 2011 introduce delle modifiche tra le quali l'inversione del termine "RIFIUTO" con "UN xxxx" e l'obbligo di conservazione della documentazione di trasporto per almeno tre mesi da parte dello speditore e del trasportatore (le condizioni della conservazione possono essere rispettate anche utilizzando un supporto informatico).

Grazie, per il tuo chiarimento, terro i tuoi consigli come riferimento.
avatar
Tatum
Utente Attivo

Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 16.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum