Ultimi argomenti
» Sentenza Corte Europea c115-03 2004 e registro
Da marcogio85 Gio Dic 08, 2016 8:20 pm

» mancato versamento contributo SISTRI 2016 pagarlo oggi oppure no
Da Enrico Mer Dic 07, 2016 8:55 pm

» CER nastri in gomma
Da euclione Mer Dic 07, 2016 7:10 pm

» SALDATURA AD ARIA CALDA - EMISSIONI IN ATMOSFERA
Da Aurora Brancia Mer Dic 07, 2016 1:03 am

» milleproroghe
Da benassaisergio Mar Dic 06, 2016 12:43 am

» Problema pagamento Albo autotrasporto 2017 ..
Da kompei77 Lun Dic 05, 2016 6:22 pm

» Roma: rifiuti da attività edilizie
Da PiazzaPulita Lun Dic 05, 2016 1:44 pm

» lavaggio vasche chi è il produttore del rifiuto
Da fallacara ecologia Ven Dic 02, 2016 4:39 pm

» disposizione speciale 375/2015
Da cirillo Ven Dic 02, 2016 4:03 pm

» Trasporto transfrontaliero Raee - qualche chiarimento.
Da Userro Ven Dic 02, 2016 10:26 am


RIFIUTI IN REGIME ADR

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Tatum il Mer Ott 27, 2010 5:21 pm

Provando a creare la scheda di un rifiuto sottoposto a norma a ADR
ho inserito la classe ADR ma nei numeri onu che propone in sistema non
ho trovato quelli relativi al mio rifiuto, quindi cosa devo fare?
Stasera sono avvilita non riesco a scaricare più di una carico, non riesco
ad inserire i numeri onu del mio rifiuto Sad .
E siamo a fine ottobre.....!!! Funzionerà mai questo SISTRI alcool

Tatum
Utente Attivo

Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 16.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  aras il Mer Ott 27, 2010 5:52 pm

carissima!non ti avvilire!...
codici e classi ADR sono ancora in fase di ampliamento e correzione da parte dei nostri amici del sistri!....
Ormai è una lotta...ehehehe...
ma pian piano i risultati arriveranno vedrai!

aras
Utente Attivo

Messaggi : 454
Data d'iscrizione : 30.09.10
Età : 35
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Tatum il Gio Ott 28, 2010 8:29 am

Grazie!

Tatum
Utente Attivo

Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 16.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  TAURUS il Gio Nov 04, 2010 8:50 pm

Tatum ha scritto:Provando a creare la scheda di un rifiuto sottoposto a norma a ADR
ho inserito la classe ADR ma nei numeri onu che propone in sistema non
ho trovato quelli relativi al mio rifiuto, quindi cosa devo fare?
Stasera sono avvilita non riesco a scaricare più di una carico, non riesco
ad inserire i numeri onu del mio rifiuto Sad .
E siamo a fine ottobre.....!!! Funzionerà mai questo SISTRI alcool
Utilizzare le rubriche ONU proposte dal SISTRI pensando che così la Scheda movimentazione risulti così equipollente a un documento di trasporto ADR é errato. In verità non capisco l'utilità di questa opzione, che potrebbe danneggiare non poco chi ci ponga eccessiva fede: le sanzioni del CdS (art. 168 comma 9 bis) sono piuttosto severe a riguardo in particolar modo per il trasportatore/conducente ma la sanzione pecuniaria é applicata anche allo speditore
La sola rubrica ONU propostaci da SISTRI é un informazione parziale che deve essere integrata con altre informazioni nella sequenza prevista dall'ADR.
Esempio se devi trasportare un rifiuto speciale in forma liquida con un punto di infiammabilità che lo fa classificare in classe 3 ADR (liquidi infiammabili) e gli attribuisci il numero ONU 1993 appartenente a una rubrica collettiva la sequenza obbligatoria da riportare sul documento di trasporto é:
RIFIUTO UN 1993 LIQUIDO INFIAMMABILE, N.A.S. (nome tecnico materia che determina la caratteristica di infiammabilità, in ottemperanza a quanto dispone la disposizione speciale 274), 3, G.I. (da indicare quello appropriato in funzione della Temp. inf./Punto di ebollizione), + codice restrizione galleria (se pertinente).
Queste informazioni a oggi (ma penso neanche in futuro) il SISTRI non le gestisce, per cui:
1) o alleghi alla scheda movimentazione altro DdT congruo con le prescrizioni specifiche richieste per il trasporto di merci pericolose su strada di cui sopra;
2) o integri la scheda movimentazioni nella sezione annotazioni, alla stregua di quanto si fà oggi con il FIR.

A margine il nuovo Accordo ADR 2011 introduce delle modifiche tra le quali l'inversione del termine "RIFIUTO" con "UN xxxx" e l'obbligo di conservazione della documentazione di trasporto per almeno tre mesi da parte dello speditore e del trasportatore (le condizioni della conservazione possono essere rispettate anche utilizzando un supporto informatico).

TAURUS
Utente Attivo

Messaggi : 62
Data d'iscrizione : 06.10.10
Località : Prov. TN

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Tatum il Ven Nov 05, 2010 11:32 am

TAURUS ha scritto:
Tatum ha scritto:Provando a creare la scheda di un rifiuto sottoposto a norma a ADR
ho inserito la classe ADR ma nei numeri onu che propone in sistema non
ho trovato quelli relativi al mio rifiuto, quindi cosa devo fare?
Stasera sono avvilita non riesco a scaricare più di una carico, non riesco
ad inserire i numeri onu del mio rifiuto Sad .
E siamo a fine ottobre.....!!! Funzionerà mai questo SISTRI alcool
Utilizzare le rubriche ONU proposte dal SISTRI pensando che così la Scheda movimentazione risulti così equipollente a un documento di trasporto ADR é errato. In verità non capisco l'utilità di questa opzione, che potrebbe danneggiare non poco chi ci ponga eccessiva fede: le sanzioni del CdS (art. 168 comma 9 bis) sono piuttosto severe a riguardo in particolar modo per il trasportatore/conducente ma la sanzione pecuniaria é applicata anche allo speditore
La sola rubrica ONU propostaci da SISTRI é un informazione parziale che deve essere integrata con altre informazioni nella sequenza prevista dall'ADR.
Esempio se devi trasportare un rifiuto speciale in forma liquida con un punto di infiammabilità che lo fa classificare in classe 3 ADR (liquidi infiammabili) e gli attribuisci il numero ONU 1993 appartenente a una rubrica collettiva la sequenza obbligatoria da riportare sul documento di trasporto é:
RIFIUTO UN 1993 LIQUIDO INFIAMMABILE, N.A.S. (nome tecnico materia che determina la caratteristica di infiammabilità, in ottemperanza a quanto dispone la disposizione speciale 274), 3, G.I. (da indicare quello appropriato in funzione della Temp. inf./Punto di ebollizione), + codice restrizione galleria (se pertinente).
Queste informazioni a oggi (ma penso neanche in futuro) il SISTRI non le gestisce, per cui:
1) o alleghi alla scheda movimentazione altro DdT congruo con le prescrizioni specifiche richieste per il trasporto di merci pericolose su strada di cui sopra;
2) o integri la scheda movimentazioni nella sezione annotazioni, alla stregua di quanto si fà oggi con il FIR.

A margine il nuovo Accordo ADR 2011 introduce delle modifiche tra le quali l'inversione del termine "RIFIUTO" con "UN xxxx" e l'obbligo di conservazione della documentazione di trasporto per almeno tre mesi da parte dello speditore e del trasportatore (le condizioni della conservazione possono essere rispettate anche utilizzando un supporto informatico).

Grazie, per il tuo chiarimento, terro i tuoi consigli come riferimento.

Tatum
Utente Attivo

Messaggi : 55
Data d'iscrizione : 16.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFIUTI IN REGIME ADR

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 1:53 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum