Quesito su alcune tipologie di rifiuto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quesito su alcune tipologie di rifiuto

Messaggio  AntonioM. il Gio Set 30, 2010 5:58 pm

Saluto tutti gli amici del forum
Trovandomi a dover smaltire alcune tipologie di rifiuto come:
1. Rifiuti provenienti dallo spezzamento manuale di giardini e ville comunali
Per la precisione il rifiuto contiene fogliame, cicche, carta residui di plastica, lattine
schiacciate, e tutto quello che un cittadini incivile butta durante una passeggiata
2. Rifiuti prodotti nell’area cimiteriale come:
Fiori provenienti da corone e cuscini funerari i quali contengono oltre al fiore anche filo di
ferro e plastica, lumini contenenti plastica ferro e cera, (il più delle volte tutto mischiato)
3. Pulizia caditoie stradali:
Rifiuto contenente terriccio, sabbia, fogliame, carte etcc. senza tralasciare che è un rifiuto umido.

Come classificare e smaltire i rifiuti sopra descritti per i quali credo che ogni Comune si sia posto il problema, provando a chiedere mi sono reso conto che si agisce in modo completamente diverso l’uno dall’altro.

Chi può dare una direttiva valida???? chat chat
avatar
AntonioM.
Nuovo Utente

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 19.04.10
Località : Sant'Arsenio SA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quesito su alcune tipologie di rifiuto

Messaggio  Admin il Mar Ott 05, 2010 6:47 pm

Lo schema da seguire è il solito: la classificazione per provenienza.
Capitolo 20 per tutti. Su questo non dovrebbero esserci dubbi.

1) Per provenienza dovrebbe essere paragrafo 2 e dunque 20 02 03. Ritengo sia la classificazione più corretta anche se per esperienza ti posso dire, come avrai constatato, che viene quasi sempre utilizzato il 20 03 03.

2) 20 02 03, senza dubbio.

3) Ti riporto il parere dell'Albo gestori (circ. 4670 del 29 luglio 2004):
"Sono pervenute al Comitato Nazionale numerose richieste di chiarimento riguardanti la corretta utilizzazione di alcuni codici del capitolo 20 00 00 (rifiuti urbani e assimilati) dell’elenco europeo dei rifiuti ai fini dell’iscrizione all’Albo nelle categorie 1 e 4 per lo svolgimento delle attività in oggetto indicate.
Sul punto il Comitato Nazionale nella riunione del 14 luglio 2004 ha precisato che l’attività di pulizia esterna delle caditoie stradali, in quanto parte della normale attività di spazzamento delle strade e di raccolta e trasporto dei rifiuti così raggruppati, richiede l’iscrizione nella categoria 1.
I rifiuti raccolti sono da classificare con il codice 20 03 03.
L’attività di spurgo dei pozzetti stradali e delle caditoie richiede, per essere svolta, l’utilizzo di mezzi atti a svolgere il servizio di spurgo dei pozzi neri, dei pozzetti stradali e delle fognature, pur rappresentando, come nel caso sopra descritto, un’attività di pulizia di aree pubbliche. Di conseguenza, tale specifica attività può essere svolta, oltre che da imprese iscritte nella categoria 1, anche da imprese iscritte nella categoria 4, utilizzando preferibilmente il codice 20 03 06 (rifiuti della pulizia delle fognature) o il codice 20 03 04 (fanghi delle fosse settiche).
Per quanto sopra, la circolare del Comitato Nazionale prot. n. 7240/ALBO/PRES del 5 novembre 1999 deve ritenersi abrogata e sostituita dalla presente."
avatar
Admin
Amministratore

Messaggi : 6488
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quesito su alcune tipologie di rifiuto

Messaggio  SA82 il Ven Nov 08, 2013 1:26 pm

Buongiorno Sistriforum in merito alla questione pulizie caditoie..
Ho una stazione di servizio dove si stanno approntando una serie di attività.. Bisogna svuotare le caditoie da cui il rifiuto che ne deriva risulta essere allo stato umido/solido e contenente terriccio, sabbia, fogliame, carte, cicche di sigarette, ecc. Ora per la sua gestione, il rifiuto può essere assimilato agli urbani e nello specifico al residuo della pulizia stradale?
Nel caso specifico del comune su cui insiste il pv il regolamento comunale non prevede tale assimilazione e quindi, il rifiuto in oggetto, dovrà essere gestito come rifiuto speciale. La domanda è a questo punto.. qual'è il codice CER di attribuzione per questa tipologia di rifiuto? Ritengo che essendo una stazione di servizio possa essere necessaria anche un'analisi di rifiuto che potrebbe risultare anche pericoloso..
Voi cosa ne pensate?
avatar
SA82
Utente Attivo

Messaggi : 181
Data d'iscrizione : 11.05.11
Età : 35
Località : PUGLIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quesito su alcune tipologie di rifiuto

Messaggio  SA82 il Ven Nov 08, 2013 2:14 pm

Chiedo venia, avevo già affrontato questa questione e ne venne fuori che

1) Il CER 20 non è attribuibile perché non si tratta di rifiuti urbani;

2) Il CER esatto è il 16.03.04 (sul presupposto che si tratti di rifiuti non pericolosi).

Concordate con questa tesi?
avatar
SA82
Utente Attivo

Messaggi : 181
Data d'iscrizione : 11.05.11
Età : 35
Località : PUGLIA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quesito su alcune tipologie di rifiuto

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum