Ultimi argomenti
» Quiz ADR 2017
Da MattiaC Oggi alle 3:31 pm

» conferimento a onlus o croce rossa
Da isamonfroni Sab Ott 12, 2019 9:51 am

» residui merce pericolosa su imballaggi ADR
Da benassaisergio Sab Ott 12, 2019 8:35 am

» definizione di imballaggio - cartucce silicone
Da pascozzi Ven Ott 11, 2019 12:04 pm

» RINNOVO AUTORIZZAZIONE CAT 4
Da ri-cicla Ven Ott 11, 2019 9:40 am

» PROCEDIMENTO DI R12
Da beltrale Mar Ott 08, 2019 1:07 pm

» DOPPIO PASSAGGIO R13 IMPIANTI
Da beltrale Lun Ott 07, 2019 3:17 pm

» Cisterna operante sotto sotto vuoto - Barrato Rosa - Mod DTT 306M
Da Enrico Lun Set 30, 2019 10:52 am

» pannelli veicolo ed esenzione 1.1.3.6
Da valterb Dom Set 29, 2019 12:05 pm

» cessione ramo d'azienda
Da valterb Dom Set 29, 2019 12:01 pm


Piano finanziario discarica rifiuti speciali

Andare in basso

Piano finanziario discarica rifiuti speciali Empty Piano finanziario discarica rifiuti speciali

Messaggio  matteorossi il Mer Mag 22, 2019 11:27 am

Ciao a tutti,
forse qualcuno con più esperienza di me sa rispondermi.
Il Piano finanziario di una discarica, obbligatorio per legge, è finalizzato al calcolo dei costi/ton che il gestore deve sostenere per coprire, investimenti, gestione e post-gestione della discarica stessa (+ garanzie finanziarie, etc.).
Il Piano quindi arriva a determinare una tariffa "minima" di conferimento dei rifiuti in discarica.

Con riferimento ad una discarica per rifiuti speciali privata:
- la tariffa, che immagino vincolante, deve quindi essere applicata a qualunque CER in ingresso o, piuttosto, è da considerarsi una tariffa di ingresso "media" spalmata su tutti i CER conferiti in un determinato orizzonte temporale? (un anno? 10 anni? durata discarica?)
- trattandosi di rifiuti speciali ed essendo pertanto i conferitori quasi esclusivamente privati, in che modo il gestore deve dare conto all'Autorità Competente delle tariffe di ingresso applicate?
- come si concilia tutto ciò con il concetto di "libero mercato"?

Grazie in anticipo x le risposte
matteorossi
matteorossi
Utente Attivo

Messaggi : 332
Data d'iscrizione : 28.08.15
Età : 44
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Piano finanziario discarica rifiuti speciali Empty Re: Piano finanziario discarica rifiuti speciali

Messaggio  Aurora Brancia il Mar Mag 28, 2019 12:27 pm

mi ha incuriosito non poco questo quesito, ma soprattutto il fatto che in quasi una settimana non ti abbia risposto nessuno degli altri "forumiani".
Personalmente, l'ultima esperienza personale professionale che ho sulla collaborazione a redigere un piano finanziario di discariche per rifiuti non pericolosi risale a prima del 152/06, ed anzi dico meglio è antecedente addirittura al d.lgs. 36/03, ed in ogni caso era una discarica per rifiuti inerti NP (o -meglio- non tossico-nocivi), quindi particolarmente poco complicata, all'epoca.
Comunque, per quanto ne sappia io ad oggi il Piano Finanziario è mirato alla verifica - documentale - che siano stati compiutamente stimati i costi complessivi che tu indichi, compresa la fase post-chiusura che soprattutto per gli attuali speciali NP di origine urbana può riservare sgradevoli prolungamento dei tempi previsti nonché estrema variabilità dei costi afferenti, partendo dal percolato/colaticcio fino alla ben più impegnativa gestione del biogas (che nel caso di inerti è almeno impropria, atteso che gli inerti non possono chimicamente produrre biogas Smile , non s'è mai visto un mattone di refrattario o di clinker marcire ) .
E quindi la eventuale tariffa che il gestore decide di adottare può/deve risultare meramente indicativa della capacità di coprire i costi di gestione integrale come previsti nel relativo piano finanziario.
Non mi risulta, tuttavia, che la tariffa sia "vincolante" v/s alcun chi: ogni gestore stabilisce PRIMA cosa intende accettare e di conseguenza come gestire ciascun tipo di rifiuto/Codice CER che gli arriva, e nell'eventualità di Codici CER che richiedano modalità gestionali differenti - partendo dalla selezione dimensionale - il costo del conferimento ne risulta chiaramente influenzato. Però, DOPO, cioè a discarica già aperta, può anche decidere di accettare qualche CER inizialmente non previsto - magari, c'era poca richiesta e poi sono variate le condizioni di mercato - che può comportare un costo gestionale diverso, di cui comunque dovrà rendere conto quando richiederà l'estensione autorizzativa.


Di sicuro, so che fa comunque fede ai fini civilistici non certo la tariffa"minima" comunicata in fase preliminare quanto il contratto stipulato con il conferitore. Pertanto, il gestore può ritenere che quel certo codice NP conferito da Pinco Pallo costi 0,75 €/kg, ma quello con stesso codice però conferito da Caio Sempronio deva costare 2,10 €/kg.
E nessuno può "obbligare" il gestore a chiedere a tutti sempre 0,75 €/kg.

E questo, come vedi si concilia benissimo con il libero mercato ! Very Happy

Giusto per sottolineare alcuni aspetti, a tutela di questo diritto del gestore c'è tanto l'art. 41 della Costituzione quanto l'art. 23 e persino l'art. 97 c.1 sempre della Costituzione.
E poichè la gestione di un impianto di discarica è certamente soggetta alle BAT , o MTD come acronimizzate in italiano, il gestore deve essere in grado di adeguare il proprio impianto anche in corso d'opera o di attività.

P.S.: ma anche decidere che un certo conferitore che magari gli crea problemi ogni tanto deva pagare di più di quelli che sono invece affidabili, ma anche semplicemente proporgli un costo più alto per strategia commerciale, il cui fine spazia dal "se non mi mandi rifiuti come si deve, valli portare da qualche altra parte" al "con te non ci lavoro più nemmeno se me li paghi 5 volte il loro costo". E ribadisco che nessuno può imporgli diversamente.

P.P.S.: poi, ti mando con comodo fattura elettronica per questa consulenza...

_________________
sto ancora cercando un aforisma che mi identifichi senza confondimenti indesiderati, ma non c'è.
Aurora Brancia
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3806
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 66
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Piano finanziario discarica rifiuti speciali Empty Re: Piano finanziario discarica rifiuti speciali

Messaggio  matteorossi il Mar Mag 28, 2019 5:10 pm

Aurora grazie per la risposta.
Sintetizzando il tuo intervento, le nostre opinioni convergono, ma continuo a non capire il senso di consegnare in autorizzazione un piano finanziario con determinazione della tariffa minima di ingresso.

matteorossi
matteorossi
Utente Attivo

Messaggi : 332
Data d'iscrizione : 28.08.15
Età : 44
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Piano finanziario discarica rifiuti speciali Empty Re: Piano finanziario discarica rifiuti speciali

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum