Ultimi argomenti
» MUD 2019, si sa qualcosa?
Da lauramantova Ven Mar 22, 2019 12:37 pm

» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da lauramantova Ven Mar 22, 2019 12:29 pm

» Obbligo registro per raccolta rifiuti urbani
Da Dodo79 Ven Mar 22, 2019 12:23 pm

» quiz adr 2017
Da tfrab Gio Mar 21, 2019 10:23 am

» NUMERO ADETTI UNITA' LOCALE
Da skywalker2016 Gio Mar 21, 2019 8:54 am

» DOVE TROVARE IL SOFTWARE MUD 2018
Da UB2601 Mer Mar 20, 2019 11:12 am

» Iscrizione all'Albo di mezzi in comodato d'uso gratuito
Da urgada Mar Mar 19, 2019 2:08 pm

» Le Furbate sul Registro Carico Scarico
Da Paolo UD Mar Mar 19, 2019 1:20 pm

» Aiuto giacenza e quantità prodotta mud 2017
Da cirillo Mar Mar 19, 2019 11:13 am

» variazione cer dopo selezione meccanica.
Da isamonfroni Dom Mar 17, 2019 10:58 am


RAEE domestico e RAEE professionale

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Admin il Mer Mag 26, 2010 4:03 pm

Promemoria primo messaggio :

Parliamone. chat

"o) 'RAEE provenienti dai nuclei domestici': i RAEE originati dai nuclei domestici e i RAEE di origine commerciale, industriale, istituzionale e di altro tipo analoghi, per natura e per quantità, a quelli originati dai nuclei domestici;
p) 'RAEE professionali': i RAEE prodotti dalle attività amministrative ed economiche, diversi da quelli di cui alla lettera o);"
(D.Lgs 151/05, art. 3, c.1)


Ultima modifica di Admin il Mer Giu 16, 2010 10:20 am, modificato 1 volta
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso


Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Admin il Mer Giu 16, 2010 11:23 am

Non è proprio così:

"'RAEE professionali': i RAEE prodotti dalle attività amministrative ed economiche, diversi da quelli di cui alla lettera o);"
Dunque è una categoria residuale. Non tutti i RAEE prodotti dalle attività amministrative ed economiche sono professionali. Finchè la definizione resta questa, la frittata è fatta...
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Admin il Mer Giu 16, 2010 11:25 am

Intanto ti ringrazio. ed ora prendo spunto da ciò per portare avanti la discussione. I soggetti autorizzati possiamo immaginare siano i centri di raccolta comunale, qualora rilascino il FIR (cosa che da ciò che so io non accade) da impianti di trattamento o di stoccaggio che rilasciano invece il FIR. Detto ciò si potrebbe ipotizzare che un'azienda che ha la necessità di smaltire il suo monitor o il suo pc o comunque un RAEE debba per forza di cose contattare l'impianto di trattamento (facciamola facile e tralasciamo il trasportatore) il quale rilascia il FIR ed elimina il RAEE dai cespiti. Quindi i RAEE derivanti dalle aziende possono essere definiti professionali proprio in virtù di tutto ciò e decade anche il parametro della quantità e della qualità.
Tutto questo bel discorso si regge se come ho anticipato i CDR non rilascino il FIR. Io ovviamente mi baso su ciò che vedo nella realtà che vivo, se qualcuno mi dice invece che i CDR rilasciano il FIR già possiamo sistemare la questione in maniera più facile.
Io non sarei così drastico. Tieni presente che la documentazione prevista dal DM 65/2010 è equipollente. La circolare va letta sotto questa luce. Come attestazione dello smaltimento dovrebbe bastare.
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Mer Giu 16, 2010 11:40 am

Ma io il D.M. 65 non l'ho tirato in ballo proprio perchè per ritirare i RAEE professionali l'installatore o il rivenditore dovrà mettersi in contatto con il sistema collettivo quindi se lo fanno e ritirano il professionale dall'azienda rilasceranno il documento e quello sarà come il FIR attestante lo smaltimento.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  andreasenorio il Mer Giu 16, 2010 5:54 pm

Alla fine possiamo pensare di "mettere in bella" il lavoro e tenerlo a disposizione sul forum.
Mi sembra una buona idea. Premesso che non sappiamo se e quando il Ministero darà disposizioni puntuali in merito, sarebbe utile un documento condiviso, ad uso interno, per dare indicazioni ai rivenditori ed all'utenza.
Admin puoi riassumere le prime osservazioni?
andreasenorio
andreasenorio
Utente Attivo

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 18.01.10
Età : 49

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Admin il Mer Giu 16, 2010 6:22 pm

Admin puoi riassumere le prime osservazioni?
Pensavo a qualcosa del genere: http://www.sistriforum.com/raee-f23/tabella-raee-t1403.htm#7633
da completare ed aggiornare con le osservazioni che arriveranno da questo topic.
Che ne dite?
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  giampy il Mer Giu 16, 2010 6:29 pm

ops, ecco la risposta alla mia domanda.
non avevo letto questo topic, ero andato direttamente al link della tabella.
questo lavoro uno volta concluso sarà utilissimo a tutti, ottima idea capo.
giampy
giampy
Moderatore

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 26.01.10
Età : 44

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Antonella Repetto il Gio Giu 17, 2010 10:16 am

Ciao a tutti! è un po' che non frequento per totale mancanza di tempo (vita da tuttologi in azienda) alien e visto che domani è il 18/06 non riuscendo a raccogliere tutte le informazioni in tempo utile potreste per favore dirmi in sintesi se la mia azienda deve anche iscriversi all'albo gestori ambientali? confused Azienda ascensoristica manutenzioni e riparazioni, che tratta rifiuti pericolosi e non, 9 dipendenti, iscrizione al Sistri già effettuata (e a quanto pare in odore di proroga per i piccoli produttori). Tra i rifiuti pericolosi batterie esauste al piombo e al nichel/cadmio e lampade di varia natura, ma soprattutto neon per un totale massimo (esagerando davvero) di 400kg. l'anno che vengono stoccati in ns. magazzino in appositi contenitori debitamente segnalati. Necessita anche l'iscrizione all'albo gestori ambientali? o è sufficiente conferire il tutto ai centri di raccolta che sto contattando? Ed essendo azienda che naturalmente avrà prima o poi come tutti tra i cespiti dei RAEE da smaltire come "rifiuti professionali" (PC, monitor, modem, cellulari, ecc.ecc), può avvalersi degli stessi centri di raccolta che trattano il genere? (il nostro comune non ha ancora istituito niente del genere) Grazie per il solito preziosissimo aiuto cheers
Antonella Repetto
Antonella Repetto
Utente Attivo

Messaggi : 347
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 54
Località : Genova Savona e ritorno

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Ospite il Mar Lug 06, 2010 7:53 pm

Oggi sono stato alla sezione dell'Albo della mia città per chiarire dei punti fondamentali sulla sezione I del modulo di iscrizione. Premesso che i miei clienti sono Farmacie ho posto il seguente quesito: Ma gli apparecchi per controllo e misurazione della pressione o strumenti per autodiagnosi della glicemia ecc. sono Raee professionali ?? Risposta, si se provengono da cliniche o laboratori. Sono Raee domestici se provengono da un nucleo famigliare. Anche se strumenti di precisione sempre per uso domestico e personale sono stati acquistati.
Quindi per i rivenditori al dettaglio basta barrare solo la casella Raee domestici.
Mi riferisco a questi prodotti

Altri apparecchi per diagnosticare, prevenire, monitorare, curare e alleviare malattie, ferite o disabilità.
9. Strumenti di monitoraggio e di controllo.

Mi hanno assicurato di procedere in questa maniera. Se lo dicono loro..
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Mer Lug 07, 2010 8:41 am

Si ' corretto, anche perchè per i professionali come già ricordato in moltissimi altri topic occorre avere l'incarico formale del produttore di AEE professionali.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Ospite il Mer Lug 07, 2010 10:37 pm

Per Antonella, credo che per i cespiti della propria azienda il discorso Raee sia escluso. Se devi far smaltire i tuoi rifiuti aziendali ( compute, monitor stampanti ecc.) per abbattere i cespiti sono sicuro che ci vuole un ritiro con formulario di identificazione rifiuto e DDt per abbattere il magazzino. Il Raee è un'altro discorso, ti prendi in carico in maniera gratuita il materiale in disuso dei tuoi clienti e li avvi al centro di raccolta pari pari senza guadagno o sgravi fiscali.
Visto che hai fatto l'iscizione al Sistri, dovresti avere anche un registro di carico e scarico per i rifiuti pericolosi. Rammenta che se smaltisci monitor o gruppi di continuità per computer questi sono apparecchiature elettriche fuori uso pericolose!!
Il dubbio che mi sorge però è questo, se tu rimpiazzi un computer aziendale e lo cedi al negoziante dove acquisti quello nuovo con sistema Raee fiscalmente lo detrai dai cespiti solo se ti viene rilasciata una ricevuta di presa in consegna, Tra gli adempimenti della filiera Raee non sono contemplate ricevute di sgravio... almeno cosi ho capito io e se non ci saranno chiarimenti in merito consiglierei lo smaltimento classico come abbiamo fatto fino ad oggi.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Gio Lug 08, 2010 8:42 am

Lo smaltimento dello storico di magazzino delle aziende in generale procederà come avveniva fino ad oggi, ossia ritiro da parte di azienda autorizzata a farlo, rilascio del formulario e registrazione sul registro di carico e scarico per quelli pericolosi.
Nel caso in cui un'azienda volesse rimpiazzare il nuovo al posto del vecchio siamo sempre al solito discorso, se il distributore è autorizzato formalmente a ritirare quella marca di usata dall'utente allora potrà procedere (e non credo la procedura sia gratuita o se lo è non so per quale delle due parti), altrimenti l'azienda dovrà smaltirlo come avviene per lo storico di magazzino già citato.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  giampy il Mer Lug 21, 2010 11:14 am

ricordate la tabella con i codici CER dei RAEE domestici e professionali? mi date il link per favore, non la trovo più Embarassed
giampy
giampy
Moderatore

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 26.01.10
Età : 44

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  aleve il Mer Lug 21, 2010 12:16 pm

giampy ha scritto:ricordate la tabella con i codici CER dei RAEE domestici e professionali? mi date il link per favore, non la trovo più Embarassed

eccola: http://www.sistriforum.com/raee-f23/tabella-raee-t1403.htm#7633
Smile ciao
aleve
aleve
Utente Attivo

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 07.04.10

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  giampy il Mer Lug 21, 2010 5:40 pm

thanks! Very Happy
giampy
giampy
Moderatore

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 26.01.10
Età : 44

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  ottovalvole il Gio Set 02, 2010 2:37 pm

Semplificatemi la vita: faccio l'elettricista e faccio manutenzioni. Il mio Cliente è , faccio un esempio, un'Amministrazione Comunale: sia che gli cambio un tubo fluorescente o trecento nella sua palestra, è sempre Raee domestico (CER 20.01.21)????E non devo fare il Sistri?????Grazie dell'eventuale/i risposta/e
ottovalvole
ottovalvole
Membro della community

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 30.08.10

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Gio Set 02, 2010 3:10 pm

che tipo di accordo hai con l'amministrazione comunale? Quello che sostituisce è un rifiuto essendo un neon fuori vita e quindi devi controllare l'accordo con il comune per constatare se siete voi a doverli prendere in carico e quindi provvedere allo smaltimento. In quel caso voi siete i produttori del rifiuto e vi iscriverete al sistri. Dubito che si possa applicare il decreto semplificazioni in questo caso.
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  ottovalvole il Gio Set 02, 2010 3:59 pm

Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Eh?????? Scusa, ma a questo punto che serve il raee??? Io arrivo con uno, cento, trecento neon e ne porto via 1, 100, 300 esauriti. QUI si parla di neon come di rifiuto indistintamente domestico. Ho fatto l'esempio dell'amministrazione comunale, ma potrebbe essere anche una ditta. Ma perchè in genere se il Cliente è titolare di P.I. i neon esauriti se li tiene??? Se è così non faccio nemmeno il Raee, tanto tutti i miei Clienti sono titolari di P.I.!!! Urgono delucidazioni, la nebbia è sempre più fitta!!!!! Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
ottovalvole
ottovalvole
Membro della community

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 30.08.10

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  andreasenorio il Gio Set 02, 2010 4:06 pm

Per il raggruppamento R5 il finanziamento non fa distinzione tra domestici e professionali.
Puoi portarli al Cdr.
Gli oneri di gestione sono a carico dei sistemi collettivi.
andreasenorio
andreasenorio
Utente Attivo

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 18.01.10
Età : 49

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Gio Set 02, 2010 4:48 pm

l'amministrazione comunale avendo una partita IVA a mio parere è un professionale e non un domestico poi vedete un po voi
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Admin il Gio Set 02, 2010 5:05 pm

Si.
Ma la gestione è equiparata ai domestici

"Il finanziamento della gestione di rifiuti di apparecchiature rientranti nella categoria di cui al punto 5 dell'allegato 1 A è a carico dei produttori indipendentemente dalla data di immissione sul mercato di dette apparecchiature e dall'origine domestica o professionale, secondo modalità individuate dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, con proprio decreto, di concerto con i Ministri delle attività produttive e dell'economia e delle finanze, da adottare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto". (art. 10, c.4)

Anche: http://www.sistriforum.com/-f44/lampade-fluorescenti-t1742.htm
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Gio Set 02, 2010 5:22 pm

si non metto in dubbio che sia equiparata per quanto riguarda i neon, solo che non volevo si confondessero le idee circa i rifiuti derivanti dall'amministrazione comunale
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  antonella1 il Lun Dic 13, 2010 8:41 pm

Scusate, mi chiedo se le cose sono cambiate in merito a tale distinzione! Vorrei anche sapere se ci sono differenze merceologiche tra RAEE DOMESTICI E PROFESSIONALI, come potenza o dimensioni!!! Perchè secondo me è un criterio che va preso in considerazione....
antonella1
antonella1
Nuovo Utente

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 06.12.10

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Admin il Lun Dic 13, 2010 10:37 pm

Si, va preso in considerazione.
Ci stavamo provando.
Spesso apparecchiature professionali ed apparecchiature domestiche seguono canali di distribuzione distrinti (negozi, GDO vs rivenditori di atttezzature industriali e professionali).
Questo puo' essere un primo sommario criterio.
Admin
Admin
Amministratore

Messaggi : 6553
Data d'iscrizione : 13.01.10
Età : 45

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  VdT il Mar Dic 14, 2010 9:32 am

Bisogna sempre considerare che alcuni RAEE definiti professionali perchè in possesso di utenti professionali sono uguali a quelli domestici, diversa è invece la considerazione che possiamo fare per AEE destinati solo a utenti professionali come macchine fotocopiatrici di un certo volume e che con un certo numero di funzioni che potrebbero avere un peso molto maggiore rispetto ad una normale stampante che ognuno di noi ha in casa e lo stesso ragionamento vale per tutte quelle AEE destinate ad utenti professionali particolari e quindi dotati di un consumo energetico sicuramente maggiore. A parte questa distinzione sui termini della potenza possiamo veramente distinguere poco. Quindi come parametri potremmo considerare il volume, il peso, potenza assorbita, numero di AEE in possesso dell'utente professionale affinchè siano considerati tali (ma ciò richiede che il governo stabilisca quel numero che al momento è del tutto arbitrario).
VdT
VdT
Moderatore

Messaggi : 1860
Data d'iscrizione : 23.02.10
Età : 36
Località : Bari e provincia

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  MonicaBenassi il Mer Feb 02, 2011 2:02 pm

Mi sono un po' persa, dopo ore che leggo il forum (iscritta oggi) per cercare di venire a capo di una domanda che non trovo discussa da nessuna parte.

Sono commerciante di apparecchiature informatiche, il cliente finale e' un'azienda/studio ecc.. con partita iva.
Ora mi trovo iscritta al sistri, al raee all'albo gestori ambientali ecc.. con una fila di formulari per i quali ho frequentato i corsi e li so compilare.
Ma la domanda a cui non trovo risposta e' la seguente: il mio cliente, a fronte della vendita del nuovo, mi consegna il suo rifiuto, 1:1
Mi deve fare il DDT. Mi domanda che causale deve indicare per il trasporto, se anche lui deve inserire dati integrativi, se mi dovra' emettere fattura ad importo zero (nel caso la causa fosse cessione... a qualsiasi scopo compreso lo smaltimento). Inoltre entrambi, lui e io vorremmo sapere se sulla fattura di vendita del nuovo andra' riportato in qualche modo il riferimento al rifiuto ritirato.
Mi scuso se la domanda e' gia' stata posta o sono fuori sezione.
Grazie
MonicaBenassi
MonicaBenassi
Nuovo Utente

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.02.11

Torna in alto Andare in basso

Re: RAEE domestico e RAEE professionale

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum