Ultimi argomenti
» Proposta di emendamento al DL semplificazioni: registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti
Da fabiodafirenze Gio Lug 18, 2019 1:02 pm

» Produttore rifiuti pile e batterie?
Da Admin Gio Lug 18, 2019 11:01 am

» Decreto "sblocca cantieri" ed impianti in ordinaria
Da Aurora Brancia Gio Lug 18, 2019 1:08 am

» Nuove delibere dell'Albo sul RT
Da Admin Mer Lug 17, 2019 4:41 pm

» Registro presso Associazioni
Da luanap Mar Lug 16, 2019 12:21 pm

» Quegli antipaticissimi "Filtri del gasolio"
Da Giso Lun Lug 15, 2019 11:15 am

» Come riciclare cd e dvd
Da isamonfroni Lun Lug 15, 2019 10:51 am

» Dubbio su registro carico/scarico rifiuti
Da Admin Dom Lug 14, 2019 7:59 pm

» marcatura ed etichettatura colli
Da Aurora Brancia Sab Lug 13, 2019 4:55 pm

» Doppio registro C/S
Da magonero Mar Lug 09, 2019 7:38 pm


Demolizione imbarcazioni da diporto

Andare in basso

Demolizione imbarcazioni da diporto Empty Demolizione imbarcazioni da diporto

Messaggio  dgab il Gio Feb 15, 2018 12:57 pm

Buongiorno,
non sono un utente molto attivo ma ho sempre trovato ottimi consigli e risposte in questo forum.
Volevo aprire un argomento già parzialmente trattato in altri Topic ma visto da un diverso punto di vista.
Lavoro presso un Cantiere di rimessaggio e manutenzione imbarcazioni ed abbiamo ricevuto la richiesta da parte di un Cliente che ha subito un incendio alla propria imbarcazione (fortunatamente non all'interno del nostro Cantiere) per la demolizione dell'imbarcazione stessa in quanto l'eventuale refitting sarebbe molto dispendioso e fitto di incognite.

Come per la maggior parte dei lavori eseguiti all'interno del Cantiere dovremmo appoggiarci a una ditta terza (pensavamo alla ditta per la quale ci rivolgiamo per il ritiro dei rifiuti) per organizzare tale servizio direttamente presso il nostro Cantiere (non è possibile trasportare via terra l'imbarcazione, è un 18m.).
Dal punto di vista contrattuale (come in genere facciamo) vorremmo fare da intermediari con il Cliente.
Quindi, noi produrremmo un preventivo al Cliente e a seguito della sua accettazione incaricheremmo una ditta terza della demolizione con un contratto di appalto. L'imbarcazione verrebbe messa in un'area ben limitata di cantiere dove la ditta terza potrà effettuare in totale autonomia e con propri mezzi d'opera il lavoro di demolizione e trasporto dei rifiuti.

Considerando questo modo di procedere, le questioni che si aprono sono diverse. Da parte mia, non essendo esperto in materia, mi vengono in mente i seguenti quesiti a cui vi chiedo di rispondere. Ovviamente sulla base delle vostre conoscenze e ed esperienza potete ampliare la discussione introducendo ulteriori problemi a cui io non ho pensato.

  • Chi è il produttore del rifiuto e di conseguenza responsabile del deposito temporaneo?
    Che codice CER posso utilizzare? (la ditta che ci ritira i rifiuti e che potrebbe essere l'esecutore della demolizione suggerisce un 170904 e 170903)
    che tipo di analisi debbo fare per classificare il rifiuto (la solita ditta ci suggerisce la classificazione del rifiuto tal qual, test di cessione e ricerca diossine trattandosi di materiale parzialmente incendiato)


Dal punto di vista ambientale, pensavamo di effettuare l'operazione in uno spazio di cantiere al coperto in modo da non generare eventuali acque meteoriche contaminate a seguito di piogge.

Faccio presente che trattasi di imbarcazione (e non nave) da diporto e che, presumibilmente, l'operazione richiederà circa 2/3 giorni.
Qualcuno può aiutarmi?
Grazie in anticipo!
dgab
dgab
Membro della community

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 19.04.10

Torna in alto Andare in basso

Demolizione imbarcazioni da diporto Empty Re: Demolizione imbarcazioni da diporto

Messaggio  isamonfroni il Ven Feb 16, 2018 11:29 am

dgab ha scritto:
Come per la maggior parte dei lavori eseguiti all'interno del Cantiere dovremmo appoggiarci a una ditta terza (pensavamo alla ditta per la quale ci rivolgiamo per il ritiro dei rifiuti) per organizzare tale servizio direttamente presso il nostro Cantiere (non è possibile trasportare via terra l'imbarcazione, è un 18m.).
mi sembra ovvio
dgab ha scritto:
Dal punto di vista contrattuale (come in genere facciamo) vorremmo fare da intermediari con il Cliente.
sì, però intermediate l'attività di demolizione pura e semplice (non lo smaltimento dei rifiuti - altrimenti vi dovete iscrivere alla cat 8 dell'albo e, comunque, non è questo il caso)
dgab ha scritto:
Quindi, noi produrremmo un preventivo al Cliente e a seguito della sua accettazione incaricheremmo una ditta terza della demolizione con un contratto di appalto. L'imbarcazione verrebbe messa in un'area ben limitata di cantiere dove la ditta terza potrà effettuare in totale autonomia e con propri mezzi d'opera il lavoro di demolizione e trasporto dei rifiuti.
Giusto
dgab ha scritto:
Considerando questo modo di procedere, le questioni che si aprono sono diverse. Da parte mia, non essendo esperto in materia, mi vengono in mente i seguenti quesiti a cui vi chiedo di rispondere. Ovviamente sulla base delle vostre conoscenze e ed esperienza potete ampliare la discussione introducendo ulteriori problemi a cui io non ho pensato.

Chi è il produttore del rifiuto e di conseguenza responsabile del deposito temporaneo?
ovviamente la ditta che effettua la demolizione

dgab ha scritto:
Che codice CER posso utilizzare? (la ditta che ci ritira i rifiuti e che potrebbe essere l'esecutore della demolizione suggerisce un 170904 e 170903)
Questi CER vanno bene, magari vedete se esiste la possibilità di fare una demolizione un po' più selettiva separando legno/plastica/vetro/metalli non intaccati dal fuoco. Comunque sempre CER di famiglia 17- rifiuti di costruzione e demolizione
dgab ha scritto:
che tipo di analisi debbo fare per classificare il rifiuto (la solita ditta ci suggerisce la classificazione del rifiuto tal qual, test di cessione e ricerca diossine trattandosi di materiale parzialmente incendiato)
[*]concordo. aggiungerei anche gli IPA
dgab ha scritto:
Dal punto di vista ambientale, pensavamo di effettuare l'operazione in uno spazio di cantiere al coperto in modo da non generare eventuali acque meteoriche contaminate a seguito di piogge.
Mi sembra un'ottima idea.
A titolo contrattuale concedete alla ditta lo spazio in comodato d'uso, per il tempo necessario all'effettuazione dei lavori.

dgab ha scritto:
Grazie in anticipo!
prego


_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12698
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Demolizione imbarcazioni da diporto Empty Re: Demolizione imbarcazioni da diporto

Messaggio  dgab il Ven Feb 16, 2018 12:55 pm

Grazie delle risposte esaustive.
Confermo che saremo intermediari della demolizione e non certo dello smaltimento dei rifiuti.

Per quanto riguarda l'ovvietà del "produttore" del rifiuto ho qualche dubbio: chiamare un demolitore significa che considero quell'oggetto un rifiuto in quanto me ne voglio disfare. Anzi, io ricevo incarico dal proprietario di demolire quell'imbarcazione, quindi, il proprietario potrebbe essere il produttore del rifiuto imbarcazione in quanto intende disfarsene.
Preferisco la tua interpretazione ma non vorrei avere problemi.
Cosa ne pensi dell'ipotesi di cui sopra?
dgab
dgab
Membro della community

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 19.04.10

Torna in alto Andare in basso

Demolizione imbarcazioni da diporto Empty Re: Demolizione imbarcazioni da diporto

Messaggio  isamonfroni il Dom Feb 18, 2018 10:46 am

dgab ha scritto:

Per quanto riguarda l'ovvietà del "produttore" del rifiuto ho qualche dubbio: chiamare un demolitore significa che considero quell'oggetto un rifiuto in quanto me ne voglio disfare.
Anzi, io ricevo incarico dal proprietario di demolire quell'imbarcazione, quindi, il proprietario potrebbe essere il produttore del rifiuto imbarcazione in quanto intende disfarsene.
No, sarebbe un rifiuto prodotto dal proprietario dell'imbarcazione soltanto se l'imbarcazione venisse smaltita nella sua interezza. (e pure volendo estremizzare un pochino il vero produttore sarebbe chi gli ha dato fuoco)
Al momento, dato che il primo intento è quello di demolirla, non è un rifiuto ma soltanto un natante un po' arrostito.

dgab ha scritto:
Preferisco la tua interpretazione ma non vorrei avere problemi.
La preferisce anche la Corte di Cassazione... Wink
dgab ha scritto:
Cosa ne pensi dell'ipotesi di cui sopra?
Che ti complichi la vita inutilmente (e pure illegalmente)

_________________
Un kiss vale più di mille parole!
Ma, a volte bapho è ancora meglio!
isamonfroni
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12698
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Demolizione imbarcazioni da diporto Empty Re: Demolizione imbarcazioni da diporto

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum