Ultimi argomenti
» vasca interrata
Da rao_gpp Ieri alle 2:22 am

» Incidente Borgo Panigale
Da valterb Mer Ago 15, 2018 1:22 pm

» centro di raccolta e sanzioni
Da Admin Ven Ago 10, 2018 6:09 pm

» Un po' di storia...
Da Admin Gio Ago 09, 2018 3:54 pm

» Fatturazione in rapporto di intermediazione rifiuti
Da Paolo UD Mer Ago 08, 2018 10:12 am

» SISTRI 2.0 ?
Da fabiodafirenze Mar Ago 07, 2018 6:05 pm

» Smaltimento fusti ferro
Da Admin Dom Ago 05, 2018 2:34 pm

» Punto vendita AEE e obbligo schedario
Da marcogio85 Dom Ago 05, 2018 2:12 pm

» 170904, 170107 (macerie) dal 1° giugno
Da Claudia00 Mer Ago 01, 2018 8:59 pm

» Tempo a disposizione per la classificazione del rifiuto dopo la sua produzione
Da magonero Mar Lug 31, 2018 9:05 pm


polveri estinguenti

Andare in basso

polveri estinguenti

Messaggio  tfrab il Gio Feb 01, 2018 5:41 pm

torno su un argomento che, mio malgrado, mi trovo ad affrontare quotidianamente. come già fatto in passato, non è mia intenzione mettere in ridicolo colleghi chimici che sicuramente ne sapranno più di me. io sono il primo a sbagliare tante volte nel mio lavoro

ciò premesso, questo è quanto mi viene portato a documentazione di un'analisi chimica (fatta da un collega iscritto all'albo) di una partita di polveri estinguentu

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

a me pare evidente, ma correggetemi se sbaglio, che il parere non sia proprio centrato, non vedo anzi la necessità di eseguire analisi di una merce ben definita, come le polveri estinguenti, che, se non usata, è validamente caratterizzata dalla scheda del produttore
avatar
tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 44
Località : Centro Italia

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  tfrab il Gio Feb 01, 2018 5:44 pm

è utile riflettere su cosa succede a valle di questo, e di molti altri pareri simili
il rifiuto è diventato pericoloso, sebbene non lo fosse neanche per sogno. quanti rifiuti subiscono questo destino? a spanne tanti. che succederebbe al povero gestore che, armato di buon senso, dovesse dire "no, fermi, è non pericoloso, si può recuperare?". succederebbero un mucchio di guai, lo sappiamo bene. con tanti saluti all'economia circolare e altre amenità

DELENDA CARTHAGO

(oh, mica solo l'Ing Benassai Very Happy )
avatar
tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 44
Località : Centro Italia

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  isamonfroni il Gio Feb 01, 2018 8:13 pm

Che poi, l'italiacano utilizzato nella stesura del parere è da brividi...

(io invece sono proprio io Razz )

_________________
Un [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] vale più di mille parole!
Ma, a volte [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] è ancora meglio!
avatar
isamonfroni
Moderatrice

Messaggi : 12580
Data d'iscrizione : 18.10.10
Età : 60
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  homer il Ven Feb 02, 2018 12:35 am

premesso che solo chi fa sbaglia (ed anch'io sono ben dotato della facoltà di sbagliare), da tempo penso che noi chimici abbiamo un bella "questione morale" da affrontare e risolvere.
Il parere presentato ne è un esempio lampante, l'approccio al problema mi pare completamente errato, tanto quanto le conclusioni. D'altra parte c'è l'aspetto economico: se questo documento è costato (come spesso capita) 150€ o giù di lì, la sua qualità è, come sempre, proporzionata al costo, diventa quindi ovvio che, a quelle condizioni, il "professionista" si è (a suo giudizio) cautelato con tali conclusioni (sulle quali concordo col giudizio di tfrab, fin troppo "morbido").
Il problema dei gestori che si trovano a dovere lavorare con delle documentazioni, diciamo eufemisticamente, criticabili, è diffusissimo; gli Ordini professionali hanno parecchie responsabilità in merito, idem il Consiglio Nazionale chimici.
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 680
Data d'iscrizione : 24.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  benassaisergio il Ven Feb 02, 2018 1:26 am

Posso fare una considerazione di carattere generale ?
Chi sono le/gli esperte/i ?
In alcuni settori sono quelle/i che hanno una qualifica professionale riconosciuta da decreti/leggi/regolamenti, qualifica che in genere viene certificata dal superamento di esami.
Naturalmente non tutte/i quelle/i che superano gli esami sono automaticamente delle/gli vere/i esperte/i.
Ma è una situazione "normale" ?
Perché la crescente tendenza a utlizzare i quiz per le prove di esame comporta che si dia spazio alla casualità.

Inoltre si privilegia la scelta delle/gli esperte/i sulla base del compenso richiesto, o, addirittura, si fa a meno della/del esperta/o.

Forse dobbiamo ripensare tutto il sistema.

Invece di continuare sulla strada delle/gli esperte/i OBBLIGATORIE/I si potrebbero definire norme più dettagliate sulla gestione dei rifiuti, con obblighi stringenti, lasciando poi la responsabilità alle/ai produttrici/ori di utlizzare esperte/i.

Riconosco che quanto detto apre un sacco di problemi. Ma forse vale la pena di discuterne.
avatar
benassaisergio
Utente Attivo

Messaggi : 684
Data d'iscrizione : 29.03.10

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  Fafnir il Ven Feb 02, 2018 10:10 am

Penso che un eventuale software di cui si parla nell'altro topic sarebbe in grado di fare meglio di cosi.
Comunque sulle polveri estinguenti di tipo ABC (quelle azzurre) dove in alcuni casi non si sapeva inizialmente la provenienza/composizione, io ho fatto diversi attacchi acidi e devo dire che sono ancora qui a scrivere quindi...si parla di qualche mg non di quintali di polvere e quintali di acido.
Oltretutto se aveva la scheda tecnica (quindi sapeva quale era il prodotto) non era anche in grado di classificarlo correttamente senza l'analisi con la scheda di sicurezza?

Se dovessimo ragionare cosi per tutti i campioni non si farebbero più analisi, ad esempio gli inchiostri per tatuaggi sono in buona parte metallici e richiedono l'analisi dei metalli pesanti residui. Dovrei rimandare indietro il campione perchè potenzialmente può creare problemi? Se si è chimici si sa anche come comportarsi, credo.
avatar
Fafnir
Utente Attivo

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 05.12.13
Età : 31
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  tfrab il Ven Feb 02, 2018 11:04 am

benassaisergio ha scritto:Posso fare una considerazione di carattere generale ?
Chi sono le/gli esperte/i ?
In alcuni settori sono quelle/i che hanno una qualifica professionale riconosciuta da decreti/leggi/regolamenti, qualifica che in genere viene certificata dal superamento di esami.
Naturalmente non tutte/i quelle/i che superano gli esami sono automaticamente delle/gli vere/i esperte/i.
Ma è una situazione "normale" ?
Perché la crescente tendenza a utlizzare i quiz per le prove di esame comporta che si dia spazio alla casualità.

Inoltre si privilegia la scelta delle/gli esperte/i sulla base del compenso richiesto, o, addirittura, si fa a meno della/del esperta/o.

Forse dobbiamo ripensare tutto il sistema.

Invece di continuare sulla strada delle/gli esperte/i OBBLIGATORIE/I si potrebbero definire norme più dettagliate sulla gestione dei rifiuti, con obblighi stringenti, lasciando poi la responsabilità alle/ai produttrici/ori di utlizzare esperte/i.

Riconosco che quanto detto apre un sacco di problemi. Ma forse vale la pena di discuterne.

mie personali riflessioni:

*per quanto riguarda le norme più dettagliate, un primo aiuto verrebbe dalla definizione di alcuni flussi di rifiuti più o meno omogenei, cui assegnare una classificazione e una gestione "standardizzata". dagli stracci di carrozzeria alle ceneri degli urbani, ci sono molti settori su cui si potrebbe riflettere. l'esempio è la famosa circolare sui RAEE. Se andiamo ad analizzarla molto criticamente, non è perfetta, ma se devo scegliere tra certi giudizi e quella, beh, insomma

*per la preparazione del personale credo sarebbe ora di riconoscere che i rifiuti, come del resto altri campi, richiedono competenze specifiche. conosco personalmente un caso in cui un chimico esperto di alimenti passa una volta a settimana a timbrare analisi fatte da altri quando, per sua ammissione, "non so neanche cosa sia un CER" (mi piace pensare abbia un certo gusto per le iperboli). insomma questi benedetti ordini professionali diamogli un senso di esistere

*forse, ma forse, l'esperto "gestore e classificatore di rifiuti" potrebbe essere sottoposto ad un esame tipo ADR? se ci fosse una sorta di "manualone" di classificazione e gestione cui fare riferimento sarebbe più facile. è un mucchio di lavoro da fare, ma gente sufficientemente preparata ce n'è. bisogna trovare la volontà politica e fare un gruppo di lavoro, magari partendo dagli ordini, e coordinandosi con ministero etc.

vaste programme, ma mi piacerebbe provarci
avatar
tfrab
Utente Attivo

Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 14.09.11
Età : 44
Località : Centro Italia

Torna in alto Andare in basso

Re: polveri estinguenti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum