Ultimi argomenti
» SISTRI abolito dal 1 gennaio 2019
Da annariri Oggi alle 6:47 pm

» combustione spontanea: ADR e rifiuti
Da matteorossi Oggi alle 2:20 pm

» società concessionaria sui formulari
Da vaghestelledellorsa Ieri alle 8:55 pm

» RIUTILIZZO PROPRI SCARTI DI PRODUZIONE
Da jolly Ieri alle 4:42 pm

» Albo e "circolari fantasma"
Da PiazzaPulita Dom Dic 09, 2018 9:38 am

» Batterie al piombo e ADR
Da Enrico Sab Dic 08, 2018 11:17 pm

» ESCLUSIONE NOMINA CONSULENTE ADR
Da AlessandroC Ven Dic 07, 2018 7:42 pm

» Contenuti minimi autorizzazione
Da matteorossi Ven Dic 07, 2018 3:36 pm

» Rigenerazione rifiuti in conto lavorazione
Da ilmonty Gio Dic 06, 2018 4:38 pm

» Bozza DL "semplificazioni": novità in vista sull'EoW
Da matteorossi Gio Dic 06, 2018 2:04 pm


AVIS TRASPORTO RIFIUTI SANITARI

Andare in basso

AVIS TRASPORTO RIFIUTI SANITARI

Messaggio  JessicaGr il Mar Gen 16, 2018 12:11 pm

Buongiorno a tutti,
sono a chiedervi aiuto in merito alla questione del trasporto dei rifiuti potenzialmente infetti.

in particolare l'AVIS della mia provincia esercita quotidianamente le attività di raccolta sangue ed emocomponenti presso il centro di raccolta e presso le sue articolazioni organizzative periferiche (ad esempio ospedali - inviando una squadra di medici ed infermieri),
tutti gli scatoloni vengono poi riportati pressi il centro di raccolta (con mezzi dotati di gabbie come da loro riferito) senza formulario.
Il registro rifiuti è uno solo e viene gestito presso la sede.

Ho provato a cercare alcune informazioni e dal DPR 254/2003 mi sembra di capire che il trasporto presso la sede di raccolta e senza formulario possa avvenire solo se si tratta di assistenza domiciliare e quindi di poche quantità di rifiuto.

Secondo me in questo caso è necessario che i rifiuti rimangano in deposito nel luogo di produzione e che vengano raccolti da un'azienda autorizzata in conto terzi.

Resto in attesa dei vs preziosi e utili consigli.
buona giornata
Jessica
avatar
JessicaGr
Nuovo Utente

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 16.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: AVIS TRASPORTO RIFIUTI SANITARI

Messaggio  APrifiuti il Mar Gen 16, 2018 1:16 pm

Ciao Jessica, sono d'accordo con te. Ritengo che debbano restare in deposito presso il luogo di produzione per poi essere raccolti da azienda autorizzata per trasporto e smaltimento.
Di sicuro si tratta di rifiuti a rischio infettivo CER 18 01 03*.
avatar
APrifiuti
Nuovo Utente

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 16.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: AVIS TRASPORTO RIFIUTI SANITARI

Messaggio  Aurora Brancia il Mer Gen 17, 2018 1:59 am

immagino che quindi nessuno di voi due abbia fatto mente locale al d.lgs. 152/06, art. 266 c. 4 che testualmente recita:


4. I rifiuti provenienti da attività di manutenzione o assistenza sanitaria si considerano prodotti presso la sede o il domicilio del soggetto che svolge tali attività.



e, come potete vedere, non si parla affatto di assistenza domiciliare.

L'AVIS(e le altre associazioni donatoriali, non è l'unica)  esegue appunto raccolta di sangue che, per quanto su base volontaria, è il motore ed anche il carburante per le banche del sangue degli ospedali pubblici.

_________________
Adescate il nemico con la prospettiva di un vantaggio, e conquistatelo con la confusione
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3733
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 65
Località : Napoli

Torna in alto Andare in basso

Re: AVIS TRASPORTO RIFIUTI SANITARI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum