emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Gio Mar 16, 2017 4:55 pm

Chiedo lumi su una questione che mi giunge nuova, ma temo non lo sia...
Rifiuti di una carpenteria meccanica: emulsioni oleose esauste CER 12.01.09* e soluzioni di lavaggio acquose contenenti olio CER 12.03.01*; gli oli nuovi non contengono alogeni ne sostanze cancerogene (in tutti <3% p/p di estratto in DMSO secondo IP346); non si lavorano materiali speciali o potenzialmente fonti di cancerogeni.
Fanno le analisi (una tantum...) per capire meglio le caratteristiche di pericolo e... oplà, il laboratorio attribuisce HP7 alle emulsioni oleose e HP7-HP14 alla miscela acqua-olio!
Motivo, la percentuale di idrocarburi contenuta nei rifiuti, pari rispettivamente a 1,5% p/p e 34% p/p e questa spiegazione:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Vi chiedo: ma è possibile che (quasi) tutti i rifiuti contenenti olio siano diventati (o siano sempre stati...) cancerogeni? c'è qualcosa che mi sfugge? è possibile confutare questa aberrazione?
Questa cosa, oltre all'aspetto gestione rifiuti, mi crea altre domande sull'aspetto sicurezza del lavoro, ma vorrei capire meglio se e come questa "caratterizzazione" è corretta e/o se si può mettere in dubbio.
Grazie a chi vorrà dire la sua.
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  homer il Gio Mar 16, 2017 5:13 pm

il laboratorio non ha capito niente; gli idrocarburi di origine non nota si classificano con il noto parere ISS (non ricordo li numero, ma è sul loro sito): dovevano fare i marker, poi dovrebbero spiegare perché fanno un'analisi di classificazione di un rifiuto pericoloso assoluto.
avatar
homer
Utente Attivo

Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 24.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Fafnir il Gio Mar 16, 2017 5:17 pm

cescal64 ha scritto:Chiedo lumi su una questione che mi giunge nuova, ma temo non lo sia...
Rifiuti di una carpenteria meccanica: emulsioni oleose esauste CER 12.01.09* e soluzioni di lavaggio acquose contenenti olio CER 12.03.01*; gli oli nuovi non contengono alogeni ne sostanze cancerogene (in tutti <3% p/p di estratto in DMSO secondo IP346); non si lavorano materiali speciali o potenzialmente fonti di cancerogeni.
Fanno le analisi (una tantum...) per capire meglio le caratteristiche di pericolo e... oplà, il laboratorio attribuisce HP7 alle emulsioni oleose e HP7-HP14 alla miscela acqua-olio!
Motivo, la percentuale di idrocarburi contenuta nei rifiuti, pari rispettivamente a 1,5% p/p e 34% p/p e questa spiegazione:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Vi chiedo: ma è possibile che (quasi) tutti i rifiuti contenenti olio siano diventati (o siano sempre stati...) cancerogeni? c'è qualcosa che mi sfugge? è possibile confutare questa aberrazione?
Questa cosa, oltre all'aspetto gestione rifiuti, mi crea altre domande sull'aspetto sicurezza del lavoro, ma vorrei capire meglio se e come questa "caratterizzazione" è corretta e/o se si può mettere in dubbio.
Grazie a chi vorrà dire la sua.

Nell'analisi sono stati ricercati i markers? Quindi benzene, 1,3-butadiene e gli IPA? Perchè se non sono stati richiesti dal Produttore, di solito per risparmiare, l'HP7 è inevitabile.

Che gli oli non siano entrati in contatto con sostanze pericolose conta poco, gli oli sono utilizzati molto spesso per lubrificare macchine che raggiungono alte temperature e pressioni e sono queste che formano eventualmente i composti cancerogeni.
avatar
Fafnir
Utente Attivo

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.12.13
Età : 30
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Fafnir il Gio Mar 16, 2017 5:19 pm

homer ha scritto:il laboratorio non ha capito niente; gli idrocarburi di origine non nota si classificano con il noto parere ISS (non ricordo li numero, ma è sul loro sito): dovevano fare i marker, poi  dovrebbero spiegare perché fanno un'analisi di classificazione di un rifiuto pericoloso assoluto.

L'analisi si fa appunto per capire le HP da attribuire, ma se non hanno ricercato i markers l'hanno fatta solo per avere il solito pezzo di carta.

Se il laboratorio ha fatto solo il laboratorio e non il consulente (come avviene spesso) non è del laboratorio la colpa. Un laboratorio vende analisi, è chi le compra che deve sapere cosa vuole.
Se vado dal gelataio e chiedo di mischiare due gusti che insieme fanno schifo non è certo colpa sua se me lo vende ma la colpa è solo mia (anche se alcune volte hanno tentato di farmi desistere).
La questione è diversa se si tratta di un certificato con consulenza annessa e non un semplice rapporto di prova.
avatar
Fafnir
Utente Attivo

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.12.13
Età : 30
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Gio Mar 16, 2017 5:32 pm

grazie homer, mi sembrava ci fosse un parere sul tema di qualcuno, ma non ricordavo di chi e su cosa!
grazie fafnir, condivido il rischio temperatura e capisco i costi, però se chiedo la caratterizzazione di un rifiuto oleoso, mi aspetto che il lab. lo analizzi come si deve, non al risparmio, sennò gliele attribuivo io le HP (tanto più che l'analisi serviva proprio per trovare le HP più corrette "analiticamente" su CER che sono pericolosi cmq...)
Bene... ora consiglierò all'azienda di chiedere al laboratorio di approfondire l'analisi con i marker, per avere una valutazione analitica più corretta, poi vedremo il risultato dei nuovi rapporti di prova.
Grazie ad entrambi per la rapidità e competenza.

edit: beh fafnir, se ti chiedo le HP mi aspetto che mi cerchi le HP corrette, non ti chiedo di risparmiare (sennò gliele davo io ad minchiam!), ma un certificato e un parere mirato... mia idea di analisi e parere, eh...
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Fafnir il Gio Mar 16, 2017 6:10 pm

cescal64 ha scritto:grazie homer, mi sembrava ci fosse un parere sul tema di qualcuno, ma non ricordavo di chi e su cosa!
grazie fafnir, condivido il rischio temperatura e capisco i costi, però se chiedo la caratterizzazione di un rifiuto oleoso, mi aspetto che il lab. lo analizzi come si deve, non al risparmio, sennò gliele attribuivo io le HP (tanto più che l'analisi serviva proprio per trovare le HP più corrette "analiticamente" su CER che sono pericolosi cmq...)
Bene... ora consiglierò all'azienda di chiedere al laboratorio di approfondire l'analisi con i marker, per avere una valutazione analitica più corretta, poi vedremo il risultato dei nuovi rapporti di prova.
Grazie ad entrambi per la rapidità e competenza.

edit: beh fafnir, se ti chiedo le HP mi aspetto che mi cerchi le HP corrette, non ti chiedo di risparmiare (sennò gliele davo io ad minchiam!), ma un certificato e un parere mirato... mia idea di analisi e parere, eh...

Io faccio analisi fra cui analisi di rifiuti quindi purtroppo questi argomenti li devo affrontare quasi giornalmente. Se un cliente mi porta un olio o un rifiuto contenente olio glielo dico da subito che servono i Markers e gli dico da subito anche che se non li vuole fare per tenere bassi i costi gli darò HP7.
Le HP che da un laboratorio in queste condizioni, alla fine del rapporto di prova, sono solamente un suggerimento e si basano esclusivamente sui soli parametri analizzati, quindi sono ben distanti da una classificazione del rifiuto-
Il caso dell'olio è molto semplice per fortuna, ma portare un campione generico al laboratorio e chiedere le HP senza fornire informazioni/schede tecniche o di sicurezza è pure utopia. In questi casi di completo menefreghismo del Produttore o del suo consulente, quasi sempre l'analisi porterà ad un nulla di fatto perchè saranno stati analizzati i parametri sbagliati.
La responsabilità di questo è esclusivamente del Produttore o delle persone alle quali si è affidato.

Non sto parlando del caso in oggetto sia chiaro, solo che la frase "portare il rifiuto per cercare le HP" mi fa sempre storcere il naso, come se esistesse uno strumento universale che una volta inserito il campione dia la concentrazione di tutto lo scibile.
avatar
Fafnir
Utente Attivo

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.12.13
Età : 30
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Gio Mar 16, 2017 6:43 pm

In generale direi che hai ragione, in questo caso, però, il laboratorio aveva avuto incarico specifico di cercare le HP più corrette con schede di sicurezza, info su materie prime, ciclo produttivo e quant'altro fosse necessario per la loro attribuzione su quanto analizzato... cmq niente che non sia rimediabile, basterà aprire un po' di più il borsellino Wink ...
grazie ancora.
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Sab Mar 18, 2017 1:22 am

uhm... devo tornare sulla questione rifiuti oleosi cancerogeni, perché dopo aver parlato con l'analista (del rifiuto, non il mio Wink ...), ho vacillato un po'...
il chimico mi dice:
"io non ho usato i markers per verificare l'HP7 perché andrei contro la legge! c'è stata una sentenza della Cassazione che ha "costretto" l'ISS a ritirare i pareri relativi che aveva rilasciato! In tutta Europa i rifiuti contenenti olio sono cancerogeni!"
...resto un attimo basito e, lasciando perdere l'Europa, chiedo se può indicarmi qualche riferimento per questa sentenza e lui mi invia una nota dell'ISS di Errata Corrige sulla seconda integrazione al parere in questione, che agevolo:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

...siccome mi sembra che parli solo della seconda integrazione, vado a cercare il documento originale (perché in quello che avevo questa parte era già stata cassata...) ed effettivamente trovo la parte eliminata:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Siccome mi sembra che si parli solo di una parte marginale del parere, relativo al solo benzo[a]antracene, cerco qualche sentenza in grado di giustificare l'annullamento di tutto il parere ISS, invece mi imbatto nell'art. 6-quater della L.13/09, che sembra dare "dignità" di legge al parere ISS, sia pure nella solita, contorta, maniera italiota, cioè rimandando a un DM sui fanghi di dragaggio che prevede l'attribuzione dell'H7 cercando i famosi markers negli idrocarburi totali THC:
L. 13/09 ha scritto:Art. 6-quater. - (Rifiuti contenenti idrocarburi). - 1. La classificazione dei rifiuti contenenti idrocarburi ai fini dell'assegnazione della caratteristica di pericolo H7, "cancerogeno", si effettua conformemente a quanto indicato per gli idrocarburi totali nella Tabella A2 dell'Allegato A al decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 7 novembre 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.284 del 4 dicembre 2008".

Per farla breve, quello che mi sembra di aver capito da tutto ciò che ho letto è che la ricerca dei markers è ancora il metodo da utilizzare per attribuire con "certezza" la caratteristica HP7 ai rifiuti contenenti idrocarburi, al netto di tutte le modifiche che sono intervenute dall'emanazione del parere ISS (e successive integrazioni) ad oggi (variazioni sull'intro del l'allegato D - Parte IV del D.Lgs. 152/06; Reg. UE 1357/14; Decisione UE 955/14; etc.).

Siccome non è la mia materia quotidiana, prima di richiamare il "chimico" Suspect  mi piacerebbe avere una conferma (o una strigliata...) da chi ne sa di più.
Grazie.


Ultima modifica di cescal64 il Lun Mar 20, 2017 6:11 pm, modificato 1 volta
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Fafnir il Sab Mar 18, 2017 8:17 am

Sinceramente mi sembra si sia fatta un po di confusione. Io capisco solo che il limite del benzo a antracene torna 1000 invece di stare a 100 come i fratelli benzo a pirene e dibenzo a,h antracene.

Il criterio ISS non sarà perfetto ma come dice la Musmeci sono gli unici che hanno dato delle linee guida chiare e ragionevoli per la classificazione dei bistrattati idrocarburi.

Ora dare HP7 a tutto mi pare completamente in contrasto col principio di proporzione dato dalla decisione UE 2014/955 e quindi dall'allegato D parte IV del 152/06 attuale.
Piuttosto mi sembra l'estremizzazione della maledetta legge 116 e la domanda che sorge spontanea è:
Perché ha fatto le analisi se tanto dava comunque HP7 e HP14 a prescindere?

Perché il parere ISS non tratta solo HP7 ma anche HP14. Benzo a antracene e dibenzo a,h antracene hanno limite 250 mg/kg per HP14 quindi se uno parte sapendo già di non farli può dire subito che saranno anche HP14 senza neanche quantificare l'olio.
avatar
Fafnir
Utente Attivo

Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.12.13
Età : 30
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Aurora Brancia il Lun Mar 20, 2017 12:06 pm

da laboratorista, per quanto ex, esprimo tutta la mia affettuosa comprensione e vicinanza a fafnir.
Detto ciò, non voglio "fare la polemica", tuttavia mi corre l'obbligo di ricordare erga omnes che dal 1° giugno 2015 il Reg. CE 1357 sulla classificazione dei rifiuti vive e lotta con noi.
E in base a qualunque forma di gerarchia delle fonti del diritto la volessimo vedere, esso prevale sia sulla ns preesistente normativa che, a maggior ragione su un mero atto amministrativo di indirizzo emesso da un organo tecnico, per quanto ai massimi livelli istituzionali, ma privo di alcun potere legislativo.
Con tutto il dovuto rispetto istituzionale per l'ISS, atto amministrativo emanato ai sensi di una precedente prassi (ebbene sì, PRASSI, non norma) giuridica; e che io ritengo compulsato da pressioni mediatiche ma anche di taluna magistratura salvatrice della patria, che in maniera impropria applicava alla gestione dei rifiuti i criteri della classificazione adottata per me sostanze chimiche immesse in commercio. Ricordo altresì che, in ogni suo incipit, la regolamentazione sulla classificazione delle sostanze pericolose premetteva come quella stessa classificazione non fosse applicabile a rifiuti, come d'altronde NON lo è ancora oggi a farmaci e preparati cosmetici.

Infine, assegnare un codice HP è "espressione di parere, giudizio" su un risultato analitico. Non che sia obbligatorio seguire le indicazioni della UNI EN ISO 17025, ma esprimere un parere o un giudizio è compito specifico di professionalità specifica e deve riportare gli estremi giuridici o almeno tecnici di riferimento.

In conclusione, e volendo andare di fino ma anche con la cazzimma che mi contraddistingue, un certificato redatto nei termini di cui raccontate a mio avviso è motivo necessario ma soprattutto sufficiente ad agire per imperizia, superficialità o negligenza nei confronti del direttore responsabile che l'ha firmato, ovvero almeno a deferirlo al proprio ordine di iscrizione per contravvenzione alle regole deontologiche. Che per chiunque, alla base, hanno quella di agire secondo scienza e coscienza.


Ultima modifica di Aurora Brancia il Mar Mar 21, 2017 3:53 pm, modificato 1 volta

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Lun Mar 20, 2017 6:09 pm

Grazie a fafnir e, mi perdonino gli altri illustri commentatori, un ringraziamento speciale ad aurora I love you  (che latita un po' troppo ultimamente... un altro pc nuovo no Wink !?!)

Tornando al quesito, mi pare di capire che sull'attuale validità almeno tecnica del parere ISS non ci siano dubbi, quello che capisco da aurora è che resta un dubbio sulla sua natura di prassi e non di norma, anche se il riferimento trasversale nel citato art. 6-quater della L.13/09,  sembra dargli "dignità" di legge per tutti i rifiuti contenenti idrocarburi, pur rimandando al DM Ambiente del 07/11/2008 che tratta dei soli fanghi di dragaggio; allego estratto della tabella 2A e delle note relative:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Anche il richiamo alla L. 116/14, che modifica l'intro dell'allegato D alla parte IV del D.Lgs. 152/06, direi che viene superato dalla sovraordinata Dec. UE 955/14, che modificando la precedente Dec. UE 532/00, citata come riferimento nella stessa intro all'allegato D, impone i nuovi criteri di valutazione e classificazione, eliminando principi di precauzione ed altre "amenità" simili e richiamando, anzi, la possibilità di considerare le note del CLP per le materie prime (mi sembra che una tratti anche il discorso del 3% p/p DMSO, ma qua sono in territorio ignoto...).

Quanto alla responsabilità dell'analista nella stesura di un parere/interpretazione, aspetto sul quale concordo pienamente con aurora, ricordo che anche il Consiglio Nazionale dei Chimici si era espresso (18/05/2015) sulla "deontologia" da applicarsi nel dualismo tra L.116/14 e Dec. UE 955/14, con ovvia indicazione per l'applicazione delle norme europee in caso di contrasto...

Se quanto ho capito coincide con quanto avete scritto (e lo spero, sennò dovrei cominciare a dubitare dei miei tre neuroni dance ...), direi che dovrò prendermi un po' di tempo per incrociare le lame con il chimico... en garde lsabre !
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Aurora Brancia il Lun Mar 20, 2017 9:52 pm

heh...Cescal,  ero io, il problema, non il PC che è nuovo ed è una scheggia. O meglio, era mozilla che non si parlava con kaspersky, alla fine ho passato tutto su google, più smanettabile, l'ho giustappunto smanettato in doppio con le impostazioni dell'antivirus, e ho risolto la mia latitanza

Premesso ciò, caro il mio cescal, io stamattina ho cercato di usare la mia modalità "sono una vera e delicata vecchia signora", che poi è la versione social dell'essere io una povera nonnetta indifesa.

Ma visto che ho sempre ben chiaro come ad essere troppo garbati può capitare di essere presi un po' sotto gamba (e pure questo l'ho detto da signora), adesso elimino le ciance e vado al sodo, che mi viene sempre meglio.

Allora: sì, hai capito bene il senso! Qualunque norma, regolamento, prassi, uso o consuetudine riguardanti la classificazione di rifuti emanati da chicchessia e a qualsiasi titolo per qualsivoglia convincimento prima del 18 dicembre 2014, ebbene...
EBBENE DAL 1° GIUGNO 2015 SE SE SONO ANDATI TUTTI INSIEME AFFANQlo (amena località nei pressi di Oxford). Devo dire, con mia grande gioia, profonda soddisfazione e vibrante entusiasmo.
In dettaglio, avevo particolarmente sul di tutto e sul dovunque quella modifica della pre-introduzione all'Allegato D degli allegati alla Parte Quarta ai punti 5 e 6

d.lgs. 152/06 modifica da L. 116/2014 ha scritto:5 . "Se i componenti di un rifiuto sono rilevati dalle analisi chimiche solo in modo aspecifico, e non sono perciò noti i composti specifici che lo costituiscono, per individuare le caratteristiche di pericolo del rifiuto devono essere presi come riferimento i composti peggiori, in applicazione del principio di precauzione"
6. "Quando le sostanze presenti in un rifiuto non sono note o non sono determinate con le modalità stabilite nei commi precedenti, ovvero le caratteristiche di pericolo non possono essere determinate, il rifiuto si classifica come pericoloso."
che secondo me faceva a cazzotti malamente con il suo punto 1, che è vero richiama la cogente Dec. CE 532/2000, trasposta con grossissimo comodo solo con la dir min amb 9 aprile 2002, ma comunque la dec. CE 532/2000 sulla pericolosità dei rifiuti si richiamava alla dir. CE 45/1999, che guarda caso sono giustappunto abrogate dal cit. Reg. CE 1357/2014 che ha sostituito in pieno tutto l'allegato III della dir. CE 98/2008.

Detta in breve: quello sturcio tecnico-giuridico di non fare tutte le analisi di pertinenza E/O di classificare un rifiuto sulla sola base dei parametri previsti per la contaminazione dei terreni, attribuendo le caratteristiche di maggiore pericolosità in base al principio di precauzione è durato un solo anno, anzi per l'esattezza qualcosina in meno: dal 26 agosto 2014 al 31 maggio 2015.
C'è da dire che sino a quel punto siamo stati proprio in pochi in italia a combattere furiosamente fino alla cassazione contro questa abitudine/consuetudine appunto consolidata di analizzare i rifiuti come fossero terreni contaminati, e viceversa, cosa che in particolare in relazione ai composti metallici ha generato mostruosità che manco belfagor...

Io sono contenta, di quel Regolamento, e siccome l'hanno emanato il giorno del mio compleanno continuo a vederlo come un regalo a lungo termine: il prossimo che mi viene a dire su che il nichel dosato come metallo è cancerogeno, o che il rame è nocivo, adesso me lo mangio proprio con forchetta e coltello, anzichè a morsettini piccoli ma feroci come ho già fatto prima del reg. CE 1357 in parola  

e, PER ANALOGIA, quella fine deve fare anche uno che trova gli oli nelle emulsioni oleose (quindi, anche nella maionese o nel ragù...) e solo per questo ci piazza un HP7.
Gli oli minerali in grandissima parte sono HP14, verosimilmente. E i grassi anche vegetali in genere alle acque non fanno bene: ma per le acque non sono "pericolosi", il concetto di pericolo è specifico, non "precauzionale".
Io prima o poi aspetto anche una rielaborazione degli asterischi, comunque: ma temo che per averla, noi in UE sempre che non ce ne caccino fuori a calcioni, dovremo aspettare i primi frutti epidemiologici del CLP-GHS che tra 3 mesi finalmente va a regime.

Ce vo' tiemp...

_________________
Ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
avatar
Aurora Brancia
Moderatrice

Messaggi : 3617
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 64
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Mar Mar 21, 2017 12:18 pm

beh aurora, mi va bene la modalità delicata, ma in questi casi ti preferisco in versione hard, almeno sono più certo di quello che credo di aver capito... [si nota che sono un sostenitore del dubbio Wink !?!]

tornando al quesito, mi sembra molto chiaro quello che dici e quello su cui dovrò confrontarmi col chimico; proverò in modo soft, poi vedremo martello ... cmq, vi saprò dire come va a finire, non mi piacciono i post che restano in sospeso!
grazie a tutti.
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  cescal64 il Gio Mar 30, 2017 6:17 pm

Torno sull'argomento, perché ho ricevuto la risposta "finale" del chimico Shocked ...

dr. chimico ha scritto:...
la sentenza di Cassazione citata ha dichiarato l’ISS non competente in materia, a prescindere dal contenuto tecnico e dal numero dei pareri dell’Istituto.
Peraltro, nel 2006, la Commissione Europea si è espressa su specifico quesito della Regione Veneto, consigliando un approccio orientato al principio di precauzione: classificare i rifiuti cancerogeni se la concentrazione degli idrocarburi è superiore o uguale allo 0,1% anziché applicare l’approccio dei “marker”.
Tutto ciò fa parte del così detto hydrocarbon italian case ed è ormai una curiosità del passato.
Dal 1 giugno 2015 l’argomento è regolamentato dal regolamento (UE) N. 1357/2014: qualsiasi criterio discordante desunto dalle normative nazionali, previgenti o meno, è da considerare privo di efficacia.
I marker applicabili sono pertanto solo quelli definiti dal regolamento (CE) N. 1272/2008, richiamato dal N. 1357/2014: per ogni frazione idrocarburica, identificata da uno specifico numero CAS, viene definito uno specifico marker.
Nel caso delle frazioni pertinenti ai rifiuti classificati, il marker sarebbe l’estratto in DMSO: la prova è applicabile all’olio base prima della formulazione ed è quindi inapplicabile sia al prodotto commerciale inutilizzato, in quanto già formulato, sia e soprattutto ai rifiuti generati dell’uso di tale prodotto.
...

...poi mi dice che se voglio, le analisi con i markers le fa, però il suo parere/interpretazione per l'attribuzione delle caratteristiche di pericolo HP lo darà non tenendo conto degli esiti analitici What a Face !

dato che non sono un chimico, dovrei approfondire ulteriormente la materia, ma vastità dell'argomento e mancanza di tempo non sono mie alleate... e francamente non ho molta voglia di scontrarmi con chi ha questa impostazione "rigida"; in fondo, visto che altri laboratori mi dicono che i pareri ISS li utilizzano, basta cambiare analista Smile !
cmq, credo che almeno una richiesta formale all'Ordine dei Chimici la farò... magari mi danno i riferimenti alla sentenza tante volte richiamata e mai esibita e/o qualche altra indicazione sull'applicabilità o meno delle procedure ISS e/o le linee di indirizzo eventualmente fornite ai loro iscritti per questa specifica valutazione.
sempre ricordando, naturalmente, che la deontologia professionale richiama il principio di agire in scienza e coscienza e ognuno fa i conti con le proprie convinzioni (magari ci sono gli obiettori anche in questo campo Wink !).
avatar
cescal64
Utente Attivo

Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 08.09.11
Età : 52
Località : bologna

Tornare in alto Andare in basso

Re: emulsioni e miscele oleose cancerogene?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum